Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 16 giugno 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://events.editricetemi.com/events/WorkshopFood&Beverage/registrazione.html?idpg=497 Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it
wednesday 28 november 2018

Casale del Giglio: story of an island, of a family and of a unique project

Ponza Project, the latest product of Casale del Giglio, the historic winery in the Agro Pontino


Casale del Giglio: story of an island, of a family and of a unique project

Paolo Tiefenthaler, winemaker of Casale del Giglio


Casale del Giglio is a winery located in the Agro Pontino, in Le Ferriere, in the province of Latina. It was founded in 1967 by Dino Santarelli, an entrepreneur from Amatrice who decided to bet on a territory still to be explored from the wine perspective.

And then, thanks to an ambitious research and development work, Casale del Giglio can now boast the primacy of having identified and matured the unexpressed potential of Agro Pontino. The interest to get involved in the field of research and varietal experimentation, combined with the desire to identify always new goals, has found fertile ground over the past years in an ambitious project that involved Ponza Island.
Ponza belongs to the province of Latina and it is the largest of the Ponziane Islands (whose archipelago also includes the islands of Gavi, Zannone, Palmarola, Ventotene and Santo Stefano) and is located in front of the Gaeta Gulf (in the Tyrrhenian Sea), 21 nautical miles south of San Felice Circeo.

In the 30's agriculture was one of the main activities of the island that counted almost 300 hectares cultivated of its 700 hectares of surface, among which about 100 were vineyards. After the 30's and because of the growth of tourism, the lands were slowly abandoned. Today we are witnessing a real recovery of the land and a return to the agricultural tradition, especially by young people. Casale del Giglio is one of the key players of this recovery and the company ownes 2 of the 5 hectares currently cultivated with vineyards on the whole island.

The project that Casale del Giglio started on the Ponza Island was born in 2012, with the help of Antonio Santarelli and Paolo Tiefenthaler and the priceless collaboration of the islanders Tommaso Tartaglione and Gino Scotti. The first step was to identify and recover old vineyards of Biancolella, whose genetic heritage was jealously protected by the elderly. It is a grape variety widespread throughout the Campania coast, particularly in Ischia, brought to the Ponza Island in the mid-700s at the time of the Kingdom of Naples, under the Borbone’s.

At the beginning, the first evidence was the quality and uniqueness of the environment: an ungrafted vineyard where the phylloxera, luckily, has not found a favorable ground. One of the characteristics of this variety is, in fact, the strong adaptability to the very windy climate, unspoilt and perfect for a very healthy environment. The absence of humidity, moreover, contributes to get a healthy grape, allowing then an organic farming. Another crucial aspect to take into consideration was the morphological one. In fact, the terraces created by the farmers from Ponza through the dry-stone walls, offer a biodiversity of insects and plants that are fundamental for the balance of the vineyard.
The volcanic nature of the soil, rich in mineral salts, also gives a significant help, together with the rich Mediterranean scrub that surrounds the entire island.

The real secret of this variety, however, lies in the skins, which are particularly rich in aromas. Traditionally, the vinification of white grapes on the island took place indeed with the permanence of the must with the skins during fermentation. This still partially happens for about 3-4 days, followed by pressing and keeping the must in contact with the yeasts for about 7-8 months before bottling.
The wine produced exclusively with Biancolella grapes takes its name from the Faro della Guardia, built in 1886 on a rock overlooking the sea (112 m. above sea level).

It is a pale yellow wine with slightly greenish reflections; its very intense aroma recalls yellow fruits (peach-apricot) and floral notes of broom and hawthorn. The taste has a strong minerality and a great sapidity, expression of the "volcanic-calcareous" soil. The long and persistent aftertaste offers fruity and citrus notes. Due to its remarkable structure and the integrity of the fruit, it is a wine suitable for aging for several years in bottle.

Through this project Casale del Giglio wants to preserve both the culture and the bond between the people of the island and the land, creating wines as result of a unique and inimitable terroir.
Casale del Giglio: story of an island, of a family and of a unique project


Download sheet PDF format




News from homepage
Abbiamo degustato per voi il Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina sabato 15 giugno 2019

Italian wines in the world: Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori venerdi 14 giugno 2019

Torna Roséxpo il Salone Internazionale dei Vini Rosati

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole. venerdi 14 giugno 2019

Un percorso attraverso il tempo e lo spazio degli spumanti metodo classico

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole.

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano venerdi 14 giugno 2019

Più che cambio è rivoluzione generazionale

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano

Fabio Piccoli
Una collezione di risultati che non può non essere raccontata 
venerdi 14 giugno 2019

Cantina di Soave, un 2019 da record

Una collezione di risultati che non può non essere raccontata

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi venerdi 14 giugno 2019

Le potenzialità del "vulcano"

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi

Agnese Ceschi
Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 
giovedi 13 giugno 2019

Hong Kong International Wine and Spirits Fair, unisciti a noi!

Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 

L'ondata di consumo di vini SOLA (sostenibile, biologico, a bassa gradazione alcolica e altri prodotti alternativi) è in aumento secondo l’ultimo rapporto Wine Intelligence giovedi 13 giugno 2019

SOLA: cosa ci dice il nuovo report di Wine Intelligence?

L'ondata di consumo di vini SOLA (sostenibile, biologico, a bassa gradazione alcolica e altri prodotti alternativi) è in aumento secondo l’ultimo rapporto Wine Intelligence

Agnese Ceschi
Analizziamo una recente tendenza di consumo che arriva da Oltreoceano mercoledi 12 giugno 2019

Il vino in lattina? È arrivato il suo momento...

Analizziamo una recente tendenza di consumo che arriva da Oltreoceano

Agnese Ceschi
Migliaia di persone, tra ospiti, appassionati e operatori del settore, hanno partecipato alle numerose iniziative in programma per il Conegliano Valdobbiadene Festival martedi 11 giugno 2019

Grande successo del Conegliano Valdobbiadene Festival per i 50 anni della Denominazione

Migliaia di persone, tra ospiti, appassionati e operatori del settore, hanno partecipato alle numerose iniziative in programma per il Conegliano Valdobbiadene Festival

Unico vino sardo premiato, primo vermentino di Gallura nella storia martedi 11 giugno 2019

Bèru di Siddùra conquista il Platino al Decanter World Wine Awards

Unico vino sardo premiato, primo vermentino di Gallura nella storia

Come è cambiato il ruolo dell'agente nel corso degli ultimi 20 anni? Perché nonostante questi cambiamenti è ancora fondamentale? martedi 11 giugno 2019

L'importanza degli agenti ieri e oggi

Come è cambiato il ruolo dell'agente nel corso degli ultimi 20 anni? Perché nonostante questi cambiamenti è ancora fondamentale?

Lorenzo Righi
I consumatori tedeschi si evolvono ed i loro acquisti si orientano su scelte diverse rispetto al passato. lunedi 10 giugno 2019

In Germania c’è poco spazio per la “brand awareness”, vincono qualità e regione d'origine

I consumatori tedeschi si evolvono ed i loro acquisti si orientano su scelte diverse rispetto al passato.

Noemi Mengo
Abbiamo degustato per voi Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo sabato 08 giugno 2019

Italian wines in the world: Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo

Abbiamo degustato per voi Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo

Vantaggi del digitale in campo, nuove strategie di difesa della vite e analisi del quadro normativo che regola l’utilizzo di rame: Image Line e Donne della Vite fanno il punto a Enovitis in Campo 2019 venerdi 07 giugno 2019

Viticoltura sostenibile: la gestione dei vigneti è sempre più smart

Vantaggi del digitale in campo, nuove strategie di difesa della vite e analisi del quadro normativo che regola l’utilizzo di rame: Image Line e Donne della Vite fanno il punto a Enovitis in Campo 2019

Oggi si discute molto sul ruolo dei cosiddetti influencer del vino ma nella realtà spesso sono molti meno di quelli che immaginiamo, ma è solo questione di tempo e di qualcos'altro…

venerdi 07 giugno 2019

Si fa presto a dire influencer

Oggi si discute molto sul ruolo dei cosiddetti influencer del vino ma nella realtà spesso sono molti meno di quelli che immaginiamo, ma è solo questione di tempo e di qualcos'altro…

Fabio Piccoli


sfondo_wm