Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
lunedi 25 giugno 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

pertinace wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 Tebaldi valdoca
lunedi 12 marzo

5 stereotipi sul mercato cinese

Strumenti utili per decodificare il complesso mercato del Dragone, che ha registrato 2.5 miliardi di euro nel 2017


5 stereotipi sul mercato cinese
Negli ultimi anni si è parlato molto di investimenti sul mercato cinese del vino, di scelte strategiche e di innumerevoli consigli su come penetrare all’interno di un business in così rapida espansione.
La Cina si è confermata nel 2017 un mercato in forte crescita, con importazioni cresciute del 15% in euro a 2.5 miliardi e del 19% in valuta locale (fonte ISMEA). I volumi sono saliti del 18% a 7.5 milioni di ettolitri e il vino italiano resta in una posizione di rincalzo, con un peso del 6% circa e un ritmo solo marginalmente superiore alla media.
I dati incoraggiano, ma le incognite rimangono ancora molte. Da molti fronti arrivano suggerimenti di ogni tipo, ma è bene imparare a distinguere quelli utili da quelli che si basano solamente su falsi miti.
Noi abbiamo pensato di interpellare l’autorevole testata Meininger’s Wine Business International, che ha recentemente fornito un elenco molto interessante di 10 miti da sfatare riguardo alla Cina come potenziale mercato di ingresso per i produttori.
Vogliamo commentarli assieme riducendoli in 5 categorie principali, riportando le informazioni che ci son sembrate più rilevanti.

1 La Cina è un grande paese ed un’unica nazione.
Geograficamente parlando, è vero: si tratta di un territorio vasto. Ma come la mettiamo in termini di mercato? Sebbene vanti una crescita rapidissima rispetto ai mercati storici, non bisogna dimenticare che è un mercato ancora giovane, ridotto ed instabile.
In termini politici inoltre, la Cina è un paese unito, ma in materia di mercato decisamente no. Ogni città ha una popolazione che va oltre il milione di persone, per un totale in tutta la Cina di 6 province con una popolazione che supera i 10 milioni di abitanti. Sono dati, questi, che vanno considerati, in quanto molte nazioni europee non raggiungono quantitativi demografici così elevati, ed è per questo che le regole del gioco cambiano.

2 I cinesi devono imparare a conoscere gli abbinamenti tra cibo e vino, e necessitano di essere educati.
Diversamente da noi, i cinesi bevono vino per molte ragioni, ma tra queste non c’è l’abbinamento con i prodotti culinari. Questo avviene perché la cucina cinese è solita abbinare, all’intero dello stesso pasto, prodotti e sapori spesso in contrasto fra loro. Abbinare per questo un vino risulterebbe davvero difficile.
Ed a proposito di educational, è bene sapere anche che l’educazione al vino è uno dei segmenti di mercato più in crescita degli ultimi anni: la Cina è considerata il più grande mercato WSET dal 2012 e vanta più di 20 candidati al titolo di Master of Wine.

3 La Cina è talmente grande che bisogna dotarsi di più importatori in più regioni.
L’esclusività è la Bibbia dell’importatore cinese. La crescita delle vendite online sta andando più veloce della luce e la logistica dei trasporti è così efficiente da fare quasi paura, inoltre non ci sono sistemi “three-tier” ed è quindi tutto più rapido. Un errore fatale per la reputazione di un brand sarebbe quello di creare concorrenza tra diversi importatori sullo stesso prodotto. Meglio affidarsi ad un singolo professionista, che abbia buone conoscenze del sistema e soprattutto della cultura cinese.

4 “Rosso che ossessione”
Sicuramente il vino rosso ha una percentuale di vendita maggiore rispetto alle altre categorie, ma questo non deve essere vissuto come un limite. Il bello di una terra inesplorata è che essa offre ancora molte possibilità all’orizzonte.

5 Il “tarocco” è una brutta immagine per il mio business
Dopo tutti gli sforzi compiuti per produrre il vostro vino, che qualcuno lo copi spudoratamente può generare un “leggero” fastidio. Ma guardate il lato positivo: che qualcuno decida di copiare il vostro prodotto, è indice di percezione qualitativa dello stesso. Ricordatevi anche che i distributori sanno distinguere bene il falso, e se decidono di diffonderlo ci sono dei motivi. Perciò, che vi piaccia o no, il falso aiuterà comunque ad estendere la conoscenza del vostro brand.

In conclusione, è bene ricordare che quando si parla di mercato cinese, si sta parlando di un segmento in fremente sviluppo, un settore che cresce più di qualsiasi altro equivalente internazionale. La Cina va costantemente tenuta d’occhio in ogni dettaglio, i prodotti che si desidera far penetrare nel mercato, vanno studiati e adattati alla forte cultura che caratterizza questo continente. Non si ricicla nessuna strategia di marketing qui.

Tenetevi pronti e diffidate dai falsi miti. Una volta penetrati nel mercato cinese, dovrete occuparvi di restarci e fare la differenza! Occhi e mente sempre ben aperti, si intende.
Redazione Wine Meridian

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere
lunedi 25 giugno

La grande ripresa del mercato Thailandese: spazio all’export italiano

Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere

Noemi Mengo
Il 10 luglio al Complesso Monumentale di Abbadia Isola Monteriggioni in Toscana, una giornata dedicata alle imprese vitivinicole lunedi 25 giugno

Management DiVino, un progetto per le imprese vitivinicole che vogliono eccellere

Il 10 luglio al Complesso Monumentale di Abbadia Isola Monteriggioni in Toscana, una giornata dedicata alle imprese vitivinicole

Vediamo la delicata ed ambigua questione sui Paesi in cui sono state già svolte azioni di promozione finanziate 
domenica 24 giugno

L’Italia rischia di vedere drasticamente diminuiti i fondi OCM?

Vediamo la delicata ed ambigua questione sui Paesi in cui sono state già svolte azioni di promozione finanziate

La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Eleganza, passione e gusto, le tre parole per convincere gli americani a scegliere vino italiano

La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Fabio Piccoli
Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano. 
venerdi 22 giugno

Mondo del Vino: una realtà, tanti territori

Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano.

Agnese Ceschi
Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

giovedi 21 giugno

Tenute Piccini e Banca IFIS insieme per la crescita della filiera vitivinicola in Italia

Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani
giovedi 21 giugno

Il solido mercato di Singapore, vecchio amico con il quale sperimentare

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani

Noemi Mengo
La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People mercoledi 20 giugno

Open Day Wine People Campus: il 12 ottobre presenteremo i nuovi corsi pensati per voi!

La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass 

wednesday 20 june

Catarratto and Perricone: mountain natives

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno mercoledi 20 giugno

GARGANICA 2018: un evento per scoprire il Gambellara Doc

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano martedi 19 giugno

Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano

Agnese Ceschi
I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

martedi 19 giugno

Danni da grandine, cosa ci insegna la Francia

I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

Fabio Piccoli
Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates
monday 18 june

Tommasi: a history of family values and resourcefulness

Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Il nostro pensiero sulla promozione del vino in Cina

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Fabio Piccoli
Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso venerdi 15 giugno

Focus sugli autoctoni: il Tai Rosso

Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018
venerdi 15 giugno

Best in show all’Amarone e Platino al Ripasso di Cantina Soave

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione? giovedi 14 giugno

Non si arresta la crescita dei rosè negli Usa

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione?

Fabio Piccoli
Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale giovedi 14 giugno

La nuova sfida futura in Asia passa dall’India

Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale

Noemi Mengo