Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 16 giugno 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://events.editricetemi.com/events/WorkshopFood&Beverage/registrazione.html?idpg=497 Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/

6 cose che vogliamo dire agli Export Manager del vino dopo il Wine Export manager Day

Wine export manager tra pratica, passione e formazione


6 cose che vogliamo dire agli Export Manager del vino dopo il Wine Export manager Day
Sono reduce dal Wine Export Manager Day organizzato da Wine People e Wine Meridian (se non sapete di cosa si tratta andate a vedere qui)
All’interno del team Wine People mi occupo di recruiting e durante l’evento ho incontrato alcuni Export Manager e aspiranti tali che hanno chiesto la possibilità di presentarsi e di promuovere la propria candidatura. Persone che lavorano già o che vogliono lavorare nel mondo del vino.
Avevano a disposizione 8 minuti cronometrati per presentarsi e motivare le proprie ambizioni o per spiegare il percorso fatto o ancora per vendersi, per farsi ricordare, per chiedere qualcosa, per presentare il proprio progetto commerciale...
Traendo spunto dalle cose che ho ascoltato durante questi incontri ecco alcune precisazioni che mi sento di fare con l’intenzione di offrire degli spunti di riflessione per chi desidera sviluppare una carriera nell’export del vino:


● per vendere vino all’estero non basta vendere vino, bottiglie intendo: lavorare per conto di un’impresa italiana che vuole farsi strada nei mercati internazionali significa rappresentarla, diventarne un testimonial, trasmetterne i valori, la storia, gli obiettivi. Chi pensa di vendere vino perché è un bel prodotto e rappresenta un ambito di mercato “che tira” perde di vista alcuni degli elementi più importante per ricoprire al meglio questo ruolo. Pensate seriamente a quali sono le motivazioni che vi spingono verso questo settore.


● d’altra parte possedere competenze tecniche sul prodotto e conoscere l’inglese sono elementi indispensabili ma non sufficienti per lavorare come export manager. C’è chi vuole trasformare una passione in un lavoro ma la passione non è sufficiente. Nemmeno l’impegno e la determinazione lo sono, servono competenze specifiche, manageriali, tecniche e commerciali che vanno acquisite e affinate strada facendo. Non è il vostro amore per questo prodotto a rendervi dei buoni venditori.


● non solo export manager: ci sono molti ruoli con un taglio commerciale dentro a un’azienda del vino ma non è scontato conoscerli. Soprattutto chi non ha esperienze aziendali pregresse non sa che potrebbe approcciare il mondo del vino da ruoli differenti, come wine shop manager ad esempio, nel marketing, nell’hospitality o nel back office... Prima di tutto quindi approfondite le diverse opportunità di lavoro che concede un’impresa vitivinicola, potreste scoprire ruoli più in linea con le vostre competenze e caratteristiche personali.


● se è proprio l’export manager il ruolo a cui ambite allora ok, il mercato ne ha bisogno, le aziende del vino vi cercano (o vi cercheranno), le opportunità di crescere non mancheranno ma non sarà facile. È importante saperlo, è importante abbandonare ogni pregiudizio, ogni preconcetto maturato in settori diversi. Il mondo del vino, nel bene e nel male, ha le sue peculiarità, abitudini, caratteristiche e chiede specificità, dedizione, approfondimento, capacità di entrare nelle logiche del prodotto, dei processi commerciali, delle dinamiche relazionali e aziendali. Il passaggio da altri settori, a parità di ruolo, non va sottovalutato.


● quando si vende il vino si vende in primis se stessi: è fondamentale imparare a presentarsi, saper promuoversi, arrivare con le idee chiare su cosa dire, su cosa evidenziare sfruttando nel modo migliore il tempo a disposizione. 8 minuti sono pochi per un colloquio ma tanti per riuscire a trasmettere qualcosa di incisivo, che resti nella mente del recruiter. Otto minuti forse non vi saranno concessi da un potenziale importatore durante una fiera...


● la pratica è importante ma la formazione lo è altrettanto: sono poche, e sempre più rare, le persone che vendono solo grazie alla vocazione e al talento naturale. Oggi, per fortuna, si può imparare a vendere e si possono affinare delle predisposizioni che, da sole, non sono più sufficienti a centrare tutti gli obiettivi. Non snobbate mai la formazione e non datela mai per sufficiente, non sarà mai sufficiente finché il mercato continuerà a cambiare.


Queste sono le principali riflessioni che, senza presunzione, vorrei condividere con voi dopo essermi confrontata con i vostri colleghi (attuali o futuri).
Non c’è giudizio in quello che ho scritto, anzi, ringrazio per le persone che hanno deciso di dedicare parte del tempo dell’evento per confrontarsi con noi recruiter, ci aiutate a entrare sempre di più e sempre meglio in questo ruolo e in questo mondo e ci offrite una finestra all’interno di un lavoro sfidante, entusiasmante e ricco che, ve lo confesso, affascina anche noi.


A chi, leggendo questo post, ha colto la sottolineatura sulla formazione, consiglio di approfondire la proposta formativa di Wine People.
Sono 3 i campus in programma:
Campus Export Manager (percorso beginess) dedicato a chi ancora non lavora nel
mondo del vino ma desidera mettere a frutto competenze, conoscenze e, perché no,
la propria passione, in questo settore e vuole farlo in modo strutturato;
Il Campus Vendita è per chi già lavora nel mondo del vino in ruoli commerciali e
vuole approfondire e rinforzare le proprie capacità, affinare strumenti e allenare le
proprie competenze di vendita;
Campus Impresa, per chi gestisce (o è in procinto di gestire) aziende del vino e vuole
sviluppare competenze manageriali e gestionali strategiche (imprenditori e general manager)




Roberta Zantedeschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Abbiamo degustato per voi il Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina sabato 15 giugno 2019

Italian wines in the world: Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori venerdi 14 giugno 2019

Torna Roséxpo il Salone Internazionale dei Vini Rosati

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole. venerdi 14 giugno 2019

Un percorso attraverso il tempo e lo spazio degli spumanti metodo classico

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole.

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano venerdi 14 giugno 2019

Più che cambio è rivoluzione generazionale

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano

Fabio Piccoli
Una collezione di risultati che non può non essere raccontata 
venerdi 14 giugno 2019

Cantina di Soave, un 2019 da record

Una collezione di risultati che non può non essere raccontata

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi venerdi 14 giugno 2019

Le potenzialità del "vulcano"

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi

Agnese Ceschi
Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 
giovedi 13 giugno 2019

Hong Kong International Wine and Spirits Fair, unisciti a noi!

Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 

L'ondata di consumo di vini SOLA (sostenibile, biologico, a bassa gradazione alcolica e altri prodotti alternativi) è in aumento secondo l’ultimo rapporto Wine Intelligence giovedi 13 giugno 2019

SOLA: cosa ci dice il nuovo report di Wine Intelligence?

L'ondata di consumo di vini SOLA (sostenibile, biologico, a bassa gradazione alcolica e altri prodotti alternativi) è in aumento secondo l’ultimo rapporto Wine Intelligence

Agnese Ceschi
Analizziamo una recente tendenza di consumo che arriva da Oltreoceano mercoledi 12 giugno 2019

Il vino in lattina? È arrivato il suo momento...

Analizziamo una recente tendenza di consumo che arriva da Oltreoceano

Agnese Ceschi
Migliaia di persone, tra ospiti, appassionati e operatori del settore, hanno partecipato alle numerose iniziative in programma per il Conegliano Valdobbiadene Festival martedi 11 giugno 2019

Grande successo del Conegliano Valdobbiadene Festival per i 50 anni della Denominazione

Migliaia di persone, tra ospiti, appassionati e operatori del settore, hanno partecipato alle numerose iniziative in programma per il Conegliano Valdobbiadene Festival

Unico vino sardo premiato, primo vermentino di Gallura nella storia martedi 11 giugno 2019

Bèru di Siddùra conquista il Platino al Decanter World Wine Awards

Unico vino sardo premiato, primo vermentino di Gallura nella storia

Come è cambiato il ruolo dell'agente nel corso degli ultimi 20 anni? Perché nonostante questi cambiamenti è ancora fondamentale? martedi 11 giugno 2019

L'importanza degli agenti ieri e oggi

Come è cambiato il ruolo dell'agente nel corso degli ultimi 20 anni? Perché nonostante questi cambiamenti è ancora fondamentale?

Lorenzo Righi
I consumatori tedeschi si evolvono ed i loro acquisti si orientano su scelte diverse rispetto al passato. lunedi 10 giugno 2019

In Germania c’è poco spazio per la “brand awareness”, vincono qualità e regione d'origine

I consumatori tedeschi si evolvono ed i loro acquisti si orientano su scelte diverse rispetto al passato.

Noemi Mengo
Abbiamo degustato per voi Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo sabato 08 giugno 2019

Italian wines in the world: Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo

Abbiamo degustato per voi Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo

Vantaggi del digitale in campo, nuove strategie di difesa della vite e analisi del quadro normativo che regola l’utilizzo di rame: Image Line e Donne della Vite fanno il punto a Enovitis in Campo 2019 venerdi 07 giugno 2019

Viticoltura sostenibile: la gestione dei vigneti è sempre più smart

Vantaggi del digitale in campo, nuove strategie di difesa della vite e analisi del quadro normativo che regola l’utilizzo di rame: Image Line e Donne della Vite fanno il punto a Enovitis in Campo 2019

Oggi si discute molto sul ruolo dei cosiddetti influencer del vino ma nella realtà spesso sono molti meno di quelli che immaginiamo, ma è solo questione di tempo e di qualcos'altro…

venerdi 07 giugno 2019

Si fa presto a dire influencer

Oggi si discute molto sul ruolo dei cosiddetti influencer del vino ma nella realtà spesso sono molti meno di quelli che immaginiamo, ma è solo questione di tempo e di qualcos'altro…

Fabio Piccoli


sfondo_wm