Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
venerdi 14 dicembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/ http://www.fattorialamagia.it/ https://www.accordinistefano.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinapedres.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ https://www.vinica.it/it/  http://acquesi.it/ https://www.borgolacaccia.it/ https://www.carusoeminini.it/ http://www.cantinadicustoza.it/ https://tenutadelpriore.it/linea-col-del-mondo/ http://www.tenutastellacollio.it/en/ https://www.tenutedigiulio.it/site/ http://www.tenutamontemagno.it/ http://giannitessari.wine/ Farina Enartis Cantina Valpolicella

6 cose che vogliamo dire agli Export Manager del vino dopo il Wine Export manager Day

Wine export manager tra pratica, passione e formazione


6 cose che vogliamo dire agli Export Manager del vino dopo il Wine Export manager Day
Sono reduce dal Wine Export Manager Day organizzato da Wine People e Wine Meridian (se non sapete di cosa si tratta andate a vedere qui)
All’interno del team Wine People mi occupo di recruiting e durante l’evento ho incontrato alcuni Export Manager e aspiranti tali che hanno chiesto la possibilità di presentarsi e di promuovere la propria candidatura. Persone che lavorano già o che vogliono lavorare nel mondo del vino.
Avevano a disposizione 8 minuti cronometrati per presentarsi e motivare le proprie ambizioni o per spiegare il percorso fatto o ancora per vendersi, per farsi ricordare, per chiedere qualcosa, per presentare il proprio progetto commerciale...
Traendo spunto dalle cose che ho ascoltato durante questi incontri ecco alcune precisazioni che mi sento di fare con l’intenzione di offrire degli spunti di riflessione per chi desidera sviluppare una carriera nell’export del vino:


● per vendere vino all’estero non basta vendere vino, bottiglie intendo: lavorare per conto di un’impresa italiana che vuole farsi strada nei mercati internazionali significa rappresentarla, diventarne un testimonial, trasmetterne i valori, la storia, gli obiettivi. Chi pensa di vendere vino perché è un bel prodotto e rappresenta un ambito di mercato “che tira” perde di vista alcuni degli elementi più importante per ricoprire al meglio questo ruolo. Pensate seriamente a quali sono le motivazioni che vi spingono verso questo settore.


● d’altra parte possedere competenze tecniche sul prodotto e conoscere l’inglese sono elementi indispensabili ma non sufficienti per lavorare come export manager. C’è chi vuole trasformare una passione in un lavoro ma la passione non è sufficiente. Nemmeno l’impegno e la determinazione lo sono, servono competenze specifiche, manageriali, tecniche e commerciali che vanno acquisite e affinate strada facendo. Non è il vostro amore per questo prodotto a rendervi dei buoni venditori.


● non solo export manager: ci sono molti ruoli con un taglio commerciale dentro a un’azienda del vino ma non è scontato conoscerli. Soprattutto chi non ha esperienze aziendali pregresse non sa che potrebbe approcciare il mondo del vino da ruoli differenti, come wine shop manager ad esempio, nel marketing, nell’hospitality o nel back office... Prima di tutto quindi approfondite le diverse opportunità di lavoro che concede un’impresa vitivinicola, potreste scoprire ruoli più in linea con le vostre competenze e caratteristiche personali.


● se è proprio l’export manager il ruolo a cui ambite allora ok, il mercato ne ha bisogno, le aziende del vino vi cercano (o vi cercheranno), le opportunità di crescere non mancheranno ma non sarà facile. È importante saperlo, è importante abbandonare ogni pregiudizio, ogni preconcetto maturato in settori diversi. Il mondo del vino, nel bene e nel male, ha le sue peculiarità, abitudini, caratteristiche e chiede specificità, dedizione, approfondimento, capacità di entrare nelle logiche del prodotto, dei processi commerciali, delle dinamiche relazionali e aziendali. Il passaggio da altri settori, a parità di ruolo, non va sottovalutato.


● quando si vende il vino si vende in primis se stessi: è fondamentale imparare a presentarsi, saper promuoversi, arrivare con le idee chiare su cosa dire, su cosa evidenziare sfruttando nel modo migliore il tempo a disposizione. 8 minuti sono pochi per un colloquio ma tanti per riuscire a trasmettere qualcosa di incisivo, che resti nella mente del recruiter. Otto minuti forse non vi saranno concessi da un potenziale importatore durante una fiera...


● la pratica è importante ma la formazione lo è altrettanto: sono poche, e sempre più rare, le persone che vendono solo grazie alla vocazione e al talento naturale. Oggi, per fortuna, si può imparare a vendere e si possono affinare delle predisposizioni che, da sole, non sono più sufficienti a centrare tutti gli obiettivi. Non snobbate mai la formazione e non datela mai per sufficiente, non sarà mai sufficiente finché il mercato continuerà a cambiare.


Queste sono le principali riflessioni che, senza presunzione, vorrei condividere con voi dopo essermi confrontata con i vostri colleghi (attuali o futuri).
Non c’è giudizio in quello che ho scritto, anzi, ringrazio per le persone che hanno deciso di dedicare parte del tempo dell’evento per confrontarsi con noi recruiter, ci aiutate a entrare sempre di più e sempre meglio in questo ruolo e in questo mondo e ci offrite una finestra all’interno di un lavoro sfidante, entusiasmante e ricco che, ve lo confesso, affascina anche noi.


A chi, leggendo questo post, ha colto la sottolineatura sulla formazione, consiglio di approfondire la proposta formativa di Wine People.
Sono 3 i campus in programma:
Campus Export Manager (percorso beginess) dedicato a chi ancora non lavora nel
mondo del vino ma desidera mettere a frutto competenze, conoscenze e, perché no,
la propria passione, in questo settore e vuole farlo in modo strutturato;
Il Campus Vendita è per chi già lavora nel mondo del vino in ruoli commerciali e
vuole approfondire e rinforzare le proprie capacità, affinare strumenti e allenare le
proprie competenze di vendita;
Campus Impresa, per chi gestisce (o è in procinto di gestire) aziende del vino e vuole
sviluppare competenze manageriali e gestionali strategiche (imprenditori e general manager)




Roberta Zantedeschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
In questi ultimi mesi, in particolare, vi è una proliferazione di pagine pubblicitarie di aziende del vino sui media generalisti. Quali i significati di questo grande “ritorno”?

Il gran ritorno della pubblicità sul vino

In questi ultimi mesi, in particolare, vi è una proliferazione di pagine pubblicitarie di aziende del vino sui media generalisti. Quali i significati di questo grande “ritorno”?

Fabio Piccoli
In pre-anteprima a Bardolino l’annata 2018 della DOC gardesana venerdi 14 dicembre

Il Chiaretto cavalca l’onda della pink revolution

In pre-anteprima a Bardolino l’annata 2018 della DOC gardesana

Celebrati i risultati ottenuti da Cantina di Soave e presentato il resoconto del Bilancio d’esercizio, attraverso la tradizionale Conferenza Stampa di fine anno
venerdi 14 dicembre

Cantina di Soave: traguardi, novità ed un bilancio che eleva il lavoro dei soci

Celebrati i risultati ottenuti da Cantina di Soave e presentato il resoconto del Bilancio d’esercizio, attraverso la tradizionale Conferenza Stampa di fine anno

Intervista ad Andrea Bianchi, CEO e co-fondatore dell’app Enosocial® 
giovedi 13 dicembre

Credere nel valore delle proprie idee: il successo del caso Enosocial®

Intervista ad Andrea Bianchi, CEO e co-fondatore dell’app Enosocial®

Troppo spesso l’operatività supera la progettualità con il rischio di sprecare risorse e non centrare il vero obiettivo. mercoledi 12 dicembre

Marketing e comunicazione: trova la tua strategia!

Troppo spesso l’operatività supera la progettualità con il rischio di sprecare risorse e non centrare il vero obiettivo.

Massimo Benedetti, Marketing and communication specialist
Dall'acino al bicchiere per la tracciabilità e trasparenza del processo produttivo mercoledi 12 dicembre

Wine Blockchain: quali i vantaggi per l’industria vitivinicola?

Dall'acino al bicchiere per la tracciabilità e trasparenza del processo produttivo

Agnese Ceschi
A spiegarcelo ci pensa “4 colori per vendere il vino”, il nuovo libro di Lavinia Furlani e Andrea Pozzan di WinePeople mercoledi 12 dicembre

Vendere il vino. Sì, ma a chi?

A spiegarcelo ci pensa “4 colori per vendere il vino”, il nuovo libro di Lavinia Furlani e Andrea Pozzan di WinePeople

Progetto Ponza, la novità della storica azienda vinicola dell'Agro Pontino, Casale del Giglio. mercoledi 12 dicembre

Casale del Giglio: storia di un'isola, di una famiglia ed un progetto inimitabile

Progetto Ponza, la novità della storica azienda vinicola dell'Agro Pontino, Casale del Giglio.

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro martedi 11 dicembre

L'azienda agricola Accordini Stefano premiata al Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild
martedi 11 dicembre

Vino italiano nel mondo: educare partendo dal principio

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild

Noemi Mengo
  Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona martedi 11 dicembre

Informazione pubblicitaria
AVVISO DI SOLLECITAZIONE OFFERTE

Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Giganti in un popolo di nani

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Andrea Pozzan
We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014 saturday 08 december

Italian wines in the world: Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro sabato 08 dicembre

Italian wines in the world: Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis
venerdi 07 dicembre

Il coraggio di puntare sull’identità del Collio

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis

Agnese Ceschi
L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino. venerdi 07 dicembre

Winebel debutta a wine2wine 2018

L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino.

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Si chiama trasparenza la svolta comunicativa dello Champagne

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Fabio Piccoli
Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani! giovedi 06 dicembre

Anna Spinato: focus sui Millenials

Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani!

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice 
giovedi 06 dicembre

Brasile: il mercato di chi ama le sfide

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice

Noemi Mengo
Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi? mercoledi 05 dicembre

Vinexpo New York: i 10 motivi per cui non mancare!

Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi?

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017 mercoledi 05 dicembre

Il restyling di Rigoloccio

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO mercoledi 05 dicembre

Soave sito mondiale patrimonio dell’umanità per l’agricoltura

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America
mercoledi 05 dicembre

"Sip Trip": parte il viaggio on the road di Jeff Porter alla scoperta del vino italiano

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona mercoledi 05 dicembre

Le quattro chiavi per superare i limiti della Russia

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona

Agnese Ceschi
Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert
martedi 04 dicembre

Singapore: un mercato fertile e curioso

Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert

Noemi Mengo