Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
martedi 26 settembre 2017 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


WineNet Bixio Farina http://www.principedicorleone.it/ mackenzie Iron3 Consorzio Soave InternationalWineTraders IWSC www.farinatransparency.com Tebaldi MIB valdoca pertinace vinojobs Cortemoschina wbwe IWSC registration Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Siddura winethics Vini Cina
martedi 19 gennaio

Affinché la “profezia” della Robinson si avveri

Al fine che le parole della più nota master of wine al mondo Jancis Robinson riguardo alle incredibili potenzialità di successo del vino italiano non rimangano una bella astrazione è necessario una nuova consapevolezza da parte del sistema produttivo del nostro Paese


Affinché la “profezia” della Robinson si avveri

Jancis Robinson


E’ passato più di un mese quando a Verona, durante il wine2wine, la più autorevole master of wine al mondo, l’inglese Jancis Robinson, ha detto che oggi al mondo nessuno è meglio posizionato del vino italiano per approfittare delle attuali tendenze del mercato. “Se Bordeaux e fuori moda voi lo siete alla grande”, ha sentenziato la Robinson.
Il mondo è stanco ed annoiato delle solite proposte anonime in “stile internazionale” ed è alla ricerca di diversità e autenticità territoriale garantita in particolare proprio dalle varietà autoctone italiane. Ma l’Italia del vino, ha detto anche la Robinson, sembra il paese viticolo che meglio d’altri riesce a rispondere ai cambiamenti climatici (aumento medio delle temperature) che affliggono quest’epoca. Senza dimenticare che l’Italia ha fatto progressi enormi sul fronte vitienologico ottenendo vini che hanno perso la “durezza” del passato.
E se si considera, ha aggiunto la popolare master of wine, che oggi si è sempre di più alla ricerca di ciò che viene fatto in vigna in maniera autentica e che si prediligono vini espressione reale di territori, nulla è più avanti dell’Italia del vino in questa direzione.
La Robinson ha inoltre affermato che gli Usa sono sicuramente più avanti del Regno Unito nel capire e valorizzare i vini italiani perché nel suo Paese ci sono difficoltà nel capire fino in fondo la straordinaria eterogeneità enologica italiana.
Per questa ragione la Robinson ha sottolineato come sarebbero utilissime in Inghilterra grandi degustazioni di denominazioni italiane, anche meno note, ma in gruppo, al fine di raccontare al meglio interi territori di produzione.
Pensiamo sia difficile immaginare un endorsement, un supporto alla nostra vitienologica più forte e autorevole come quello di Jancis Robinson.
Eppure, siamo onesti, abbiamo la sensazione che il nostro settore continui ad incassare questi complimenti con la solita, purtroppo, inerzia.
Non ci è sempre chiaro se questa inerzia, talvolta potremmo definirla pigrizia, sia da ascrivere ad una non completa consapevolezza sulle nostre potenzialità o piuttosto al solito agire individualista tutto italiano.
Per esempio siamo realmente in attesa, speriamo a breve di avere notizia, di consorzi italiani, o di associazioni di produttori, pronti ad organizzare degustazioni in Inghilterra della tipologia suggerita dalla Robinson.
Non si tratta, se ben ci pensiamo, ad un consiglio così originale, potrebbe apparire un’ovvietà, eppure da quanti anni ormai non si fanno degustazioni, presentazioni di un certo tipo per promuovere i nostri territori del vino.
Ormai sembra ci sia una sorta di sindrome della promozione “aziendocentrica”, meglio se sola o con pochi partner.
Pensare che, soprattutto per le denominazioni meno note, la responsabilità per raccontarle sia tutte nelle mani di una o poche aziende è una follia.
Ma aldilà delle promozioni territoriali noi esortiamo anche associazioni come la Fivi (vignaioli indipendenti) a raccogliere il suggerimento di Jancis è di pensare finalmente ad iniziative internazionali per mostrare, in forze, la straordinaria artigianalità vitivinicola italiana.
Ma per fare tutto ciò dobbiamo pensare prima di tutto che siamo l’Italia del vino, una grande potenza enologica, con una capacità di offerta che non ha pari al mondo e che la nostra migliore arma è la coesione, la condivisione.
Chi pensa di giocare questa partita ancora una volta da solo ha già perso e allora le parole della Robinson saranno solo una profezia, purtroppo, sbagliata.

Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Il 3 e 4 ottobre a Milano i grandi della Ristorazione si confrontano sul tema della Ragionevolezza
martedi 26 settembre

Follow Artù, the content is King

Il 3 e 4 ottobre a Milano i grandi della Ristorazione si confrontano sul tema della Ragionevolezza

Sempre più necessario un approccio scientifico alla vigna, come dichiara il dg ed enologo di Cantina Valpolicella Negrar, Daniele Accordini lunedi 25 settembre

Dalla gestione dell'appassimento alla gestione del vigneto, il futuro della viticoltura di qualità in Valpolicella va in questa direzione

Sempre più necessario un approccio scientifico alla vigna, come dichiara il dg ed enologo di Cantina Valpolicella Negrar, Daniele Accordini

Intervista a Riccardo Tedeschi, uno dei proprietari della nota azienda della Valpolicella, tra prospettive su Amarone e Valpolicella  lunedi 25 settembre

Il coraggio di essere sempre sé stessi: Tedeschi, un’azienda autentica

Intervista a Riccardo Tedeschi, uno dei proprietari della nota azienda della Valpolicella, tra prospettive su Amarone e Valpolicella

Agnese Ceschi
Una guida con un taglio prêt-à-porter per raccontare alle persone i migliori vini di Verona con un linguaggio nuovo sabato 23 settembre

I 3 migliori sommelier del Veneto presentano la Guida dei Vini di Verona

Una guida con un taglio prêt-à-porter per raccontare alle persone i migliori vini di Verona con un linguaggio nuovo

Agnese Ceschi
Domenica 24 settembre tra le colline del Prosecco in sella a motociclette classiche o d’epoca, un gruppo di distinti signori sosterrà la ricerca contro il cancro alla prostata e il suicidio maschile sabato 23 settembre

Bellenda aderisce al charity event The Distinguished Gentleman's Ride

Domenica 24 settembre tra le colline del Prosecco in sella a motociclette classiche o d’epoca, un gruppo di distinti signori sosterrà la ricerca contro il cancro alla prostata e il suicidio maschile

Recentemente si è aperto nuovamente il dibattito sui punti di forza e di debolezza di una doc regionale come quella della Sicilia. Una storia che testimonia anche gli inevitabili rischi di certi compromessi

La doc Sicilia e i rischi dei compromessi

Recentemente si è aperto nuovamente il dibattito sui punti di forza e di debolezza di una doc regionale come quella della Sicilia. Una storia che testimonia anche gli inevitabili rischi di certi compromessi

Fabio Piccoli
L’attività di promozione della più nota casa spumantistica italiana testimonia cosa significa riuscire a coniugare in maniera mirabile un brand vitienologico ai valori più forti del nostro made in Italy

Comunicare il vino italiano nel mondo, lo straordinario esempio Ferrari

L’attività di promozione della più nota casa spumantistica italiana testimonia cosa significa riuscire a coniugare in maniera mirabile un brand vitienologico ai valori più forti del nostro made in Italy

Fabio Piccoli
La Giuria-stampa ha decretato la vincitrice assoluta dell’evento durante la Serata di Gala svoltasi domenica 17 settembre nella prestigiosa cantina in Franciacorta. mercoledi 20 settembre

Sparkling Menu Villa Franciacorta: vince Lara Pasquarelli del Ristorante Claudio di Bergeggi (Sv)

La Giuria-stampa ha decretato la vincitrice assoluta dell’evento durante la Serata di Gala svoltasi domenica 17 settembre nella prestigiosa cantina in Franciacorta.

Italia del Vino-Consorzio presenterà, a fine settembre, a Shangai ed a Pechino il meglio della produzione nazionale in due distinti momenti guidati dai migliori professionisti cinesi del mondo del vino mercoledi 20 settembre

Italia del Vino in Cina: a Shangai e a Pechino due grandi eventi per Italia del Vino-Consorzio

Italia del Vino-Consorzio presenterà, a fine settembre, a Shangai ed a Pechino il meglio della produzione nazionale in due distinti momenti guidati dai migliori professionisti cinesi del mondo del vino

Evento degustazione con banchi d’assaggio dei vini di Venezia sabato 23 settembre con protagonista il Raboso mercoledi 20 settembre

#FeelVenice: il (vin) moro di Venezia

Evento degustazione con banchi d’assaggio dei vini di Venezia sabato 23 settembre con protagonista il Raboso

Lunedì 9 ottobre il grande evento dedicato alla cucina delle Marche mercoledi 20 settembre

Meet in Cucina Marche: la prima edizione marchigiana dell'evento ehe ospita grandi cuochi e il meglio della ristorazione regionale

Lunedì 9 ottobre il grande evento dedicato alla cucina delle Marche

Quello del Soave è l’unico consorzio vitivinicolo italiano ad essere stato selezionato per la CATF, China International Agricultural Trade Fair, per testimoniare il percorso di ricerca in vista della candidatura al GIAHS-FAO. mercoledi 20 settembre

Il Soave vola a Pechino per raccontare il GIAHS-FAO

Quello del Soave è l’unico consorzio vitivinicolo italiano ad essere stato selezionato per la CATF, China International Agricultural Trade Fair, per testimoniare il percorso di ricerca in vista della candidatura al GIAHS-FAO.

Il gusto dei consumatori di Hong Kong stia evolvendo a velocità esponenziale verso stili di consumo sempre più globali mercoledi 20 settembre

Le 10 tendenze odierne nel mercato di Hong Kong

Il gusto dei consumatori di Hong Kong stia evolvendo a velocità esponenziale verso stili di consumo sempre più globali

Agnese Ceschi
Vinitaly International Academy (VIA) successfully launched its first ever Certification Course in Beijing, China. After a week of training followed by a final exam held on September 14th, VIA welcomed its 9 new Italian Wine Ambassadors (IWAs). wednesday 20 september

Vinitaly International Academy breaks through into the ‘Forbidden City’ proclaiming 9 new Italian Wine Ambassadors

Vinitaly International Academy (VIA) successfully launched its first ever Certification Course in Beijing, China. After a week of training followed by a final exam held on September 14th, VIA welcomed its 9 new Italian Wine Ambassadors (IWAs).



WineMeridian