Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 18 agosto 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ www.prosecco.wine Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs

Campus Export Manager: entrare nel mondo del vino

Nuova edizione 2020: diventare export manager del vino


Campus Export Manager: entrare nel mondo del vino
Inizerà a febbraio 2020 il nuovo campus per export manager.
Da molti anni siamo impegnati in percorsi formativi dedicati al tema dell’export del vino. Abbiamo maturato una lunga esperienza in questo ambito, frutto in gran parte della nostra costante relazione con le imprese del vino nei diversi mercati internazionali.
Tale relazione e il continuo monitoraggio dei mercati ci ha reso via via più consapevoli dell’importanza delle risorse umane per capitalizzare al meglio le ancora grandi potenzialità di sviluppo dell’internazionalizzazione delle imprese del vino italiane.
Allo stato attuale, però, non vi è un numero sufficiente di risorse umane, di professionalità capaci di far crescere in maniera corretta e adeguata le nostre imprese vitivinicole nei sempre più complessi mercati internazionali.
Abbiamo pertanto deciso di concentrare la nostra attività formativa su questo versante in un unico progetto di formazione totalmente dedicato a coloro che sono oggi interessati e motivati a dare il proprio contributo professionale sul fronte dell’export del vino italiano, magari provenendo da altri settori.

Wine People darà inizio a Lonigo (Vi), in via Martiri delle Foibe 9, il 11 febbraio 2020 al ciclo di formazione Campus Export Management ideato per coloro che vogliono intraprendere questa professione.

A chi è rivolto?

A tutti coloro che vogliono diventare export manager nel mondo del vino
A coloro che vogliono trasformare la passione per il vino in una professione
A chi ha una competenza linguistica e una competenza tecnica del vino e vuole acquisire competenze legate all’export


Quali sono alcuni tra gli argomenti del Campus Export Manager?
  • Il ruolo dell’export nel comparto vitivinicolo italiano: le ragioni e le modalità di internazionalizzazione del sistema vino Italia: le competenze necessarie (soft e hard skills) per dare supporto alle imprese del vino
  • La struttura del sistema vitivinicolo italiano e come adeguare le proprie competenze ad essa: l’export management delle PMI del vino italiane; l’export management delle grandi imprese del vino (industriali, imbottigliatori, cooperative).
  • I mercati europei del vino: da quelli più maturi (Germania, Regno Unito), a quelli più emergenti (Polonia, Repubblica Ceca, Paesi Baltici).
  • Il Nord America, un mercato tutt’oggi strategico per il vino italiano: come considerare gli Usa 51 Stati e non solo 6 o 7; come gestire i monopoli nelle diverse Province canadesi
  • I mercati asiatici: i più grandi (Cina e Giappone), i più piccoli (il Sud est asiatico).
  • Costruire un’identità internazionale alle imprese del vino italiane: la comunicazione internazionale del vino; gli influencer tradizionali e i new influencer; le maggiori fiere internazionali del vino; l’organizzazione di eventi di promozione all’estero.
  • La costruzione di reti di impresa per l’export del vino: come costruire “Consorzi per l’export” capaci di aumentare la propria forza competitiva e di presidio sui mercati internazionali;
  •  nuovo ruolo dell’export manager “multibrand”
  • Le misure comunitarie a supporto dell’export vitivinicolo delle imprese italiane: dall’OCM vino per la promozione nei Paesi terzi alla Misura 3.2 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020, dedicati alla promozione dei regimi di qualità, ai voucher per i temporary export manager.
  • Come entrare nel mondo del vino? Cosa cercano le aziende italiane?
  • Case History aziendali

Che metodologie didattiche si usano?
Utilizzeremo il meglio di quello che la tecnologia digitale e multimediale può offrire in ambito di formazione. I contenuti del corso verranno via via integrati e arricchiti dai contributi dei singoli partecipanti e dal frutto dei laboratori esperienziali: il tutto utilizzando una piattaforma digitale condivisa che consentirà, al termine del Campus, di ricevere tutto il materiale prodotto durante il training.

Come è strutturato il percorso?
Oltre al corso, al materiale e al diploma, sono compresi tutti i pasti e due bonus a sorpresa: due momenti in aggiunta a programma formativo.
Con il nostro Campus Export Manager non si acquisiscono solo contenuti teorici, ma la certezza di poterli immediatamente applicare in azienda. Per questo verranno assegnate delle attività da fare tra un incontro e l’altro (inerenti agli argomenti trattati) e i partecipanti verranno affiancati ogni volta che ne avranno bisogno. Le attività esperienziali aiuteranno a chiarire tutto ciò che può risultare ancora difficoltoso, nel delicato passaggio dalla teoria alla pratica.

Perché una persona dovrebbe iscriversi al Campus Export Manager di WinePeople?
  • Perché non basta conoscere le lingue e conoscere il vino per essere un bravo export manager
  • Perché con la nostra divisione Talent ci occupiamo di ricerca e selezione di risorse umane e sappiamo quali sono le richieste delle aziende quando cercano un export manager.
  • Perché è il primo corso dedicato anche alla figura, sempre più richiesta, dell’export manager “multibrand”.
  • Perché vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo!

Monte ore e frequenza
Il Campus ha una durata di 8 giornate di lezione e per ottenere il Diploma è necessario aver frequentato almeno il 70% del monte ore. Ogni lezione sarà comunque videoripresa e lasciata a disposizione dei frequentanti.

Date inizio corso: Febbraio 2020
Le lezioni saranno sempre di martedì, nelle seguenti date: 11/02, 03/03, 31/03, 12/05, 09/06, 30/06, 15/09, 06/10

Responsabili didattici: Fabio Piccoli e Lavinia Furlani

Sede e orari:

Il corso si terrà a Lonigo- Vicenza dalle ore 10.30 alle ore 18.30.

E’ previsto un colloquio di ammissione?
Il Campus è a numero chiuso e verrà data priorità di adesione in base all’ordine temporale di iscrizione.
Per accedere è necessario sostenere un colloquio ( telefonico, Skipe o di persona) con uno dei responsabili didattici con l’obiettivo di capire che il campus sia in linea con le aspettative e le esigenze del partecipante.
Numero massimo Partecipanti: 15

Viene rilasciato un diploma?
Al termine del Campus viene rilasciato un diploma da WinePeople e Wine Meridian che attesta la partecipazione al percorso formativo.
Inoltre i partecipanti saranno inseriti nel book degli Export Manager di WinePeople Talent, con l’obiettivo di essere fin da subito inseriti all’interno del mondo del vino.
Per chi interessato il Campus può attivarsi nella facilitazione della ricerca di aziende per effettuare stage o tirocini.

Cosa comprende l'iscrizione?
Oltre al corso, al materiale e al diploma, sono compresi tutti i pasti e due bonus a
sorpresa: due momenti in aggiunta al programma formativo.
Inoltre ad ogni lezione è prevista una degustazione di vini compresa nell’iscrizione che costituirà una parte didattica del percorso.
La quota di iscrizione è di 2.500 euro più IVA.

Sono previste delle borse di studio?
Per chi si iscrive entro il 30 novembre 2019 sono previste delle borse di studio messe a disposizione da alcuni sponsor tecnici partner di WinePeople Campus.
Le borse di studio hanno un valore di 800 euro e saranno assegnate secondo criteri decisi dal comitato scientifico.

Per info scrivi a risorseumane@winepeople-network.com, riceverai tutte le informazioni e potrai essere messo in contatto con un nostro tutor.



Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Consorzio del Franciacorta e del Chianti Classico hanno attivi degli osservatori economici che consentono una gestione della denominazione anche alla luce dei dati di mercato e di posizionamento dei vini
venerdi 16 agosto 2019

Consorzi, pronti anche gli osservatori economici

Consorzio del Franciacorta e del Chianti Classico hanno attivi degli osservatori economici che consentono una gestione della denominazione anche alla luce dei dati di mercato e di posizionamento dei vini

Fabio Piccoli
Raccontare storie è un'arte molto antica. Ma cosa c'entra con il business del vino? mercoledi 14 agosto 2019

Perché investire sullo storytelling?

Raccontare storie è un'arte molto antica. Ma cosa c'entra con il business del vino?

Agnese Ceschi
We have tasted for you: DOMENIS1898's Grappa Secolo Barrique Millesimata wednesday 14 august 2019

Italian wines in the world: DOMENIS1898's Grappa Secolo Barrique Millesimata

We have tasted for you: DOMENIS1898's Grappa Secolo Barrique Millesimata

In poco più di 10 anni l’azienda agrigentina è diventata tra le realtà più interessanti e dinamiche nel panorama vitienologico siciliano con una storia dove vino e religione trovano un legame unico
martedi 13 agosto 2019

Cristo di Campobello, un “pellegrinaggio” nel vino di Sicilia

In poco più di 10 anni l’azienda agrigentina è diventata tra le realtà più interessanti e dinamiche nel panorama vitienologico siciliano con una storia dove vino e religione trovano un legame unico

Fabio Piccoli
Nell’enclave del Riesling abbiamo incontrato un pioniere della vinificazione del Pinot Nero. August Kesseler si racconta. 
martedi 13 agosto 2019

Oltre il Riesling: lo Spätburgunder in Rheingau è il regno di August Kesseler

Nell’enclave del Riesling abbiamo incontrato un pioniere della vinificazione del Pinot Nero. August Kesseler si racconta.

Giovanna Romeo
Intervista a Marco Nordio, italiano, in Nuova Zelanda da 16 anni e titolare di una società di importazione lunedi 12 agosto 2019

Nuova Zelanda: un binocolo puntato all'estremità del mondo

Intervista a Marco Nordio, italiano, in Nuova Zelanda da 16 anni e titolare di una società di importazione

Agnese Ceschi
Abbiamo degustato per voi la Grappa Secolo Barrique Millesimata di DOMENIS1898 sabato 10 agosto 2019

Italian wines in the world: Grappa Secolo Barrique Millesimata di DOMENIS1898

Abbiamo degustato per voi la Grappa Secolo Barrique Millesimata di DOMENIS1898

Lo Chardonnay continua ad essere il vino più apprezzato dai consumatori americani. Un successo che dimostra parecchie cose e spazza via molti pericolosi luoghi comuni che ancora sono presenti nel nostro Paese
venerdi 09 agosto 2019

Cosa ci insegna lo Chardonnay negli Usa

Lo Chardonnay continua ad essere il vino più apprezzato dai consumatori americani. Un successo che dimostra parecchie cose e spazza via molti pericolosi luoghi comuni che ancora sono presenti nel nostro Paese

Fabio Piccoli
Torniamo a focalizzare la nostra attenzione sul direct shipping, scoprendo il parere di alcuni importanti testimoni dell’area retail statunitense
giovedi 08 agosto 2019

Direct To Consumer, cosa ne pensano i retailer negli USA?

Torniamo a focalizzare la nostra attenzione sul direct shipping, scoprendo il parere di alcuni importanti testimoni dell’area retail statunitense

Noemi Mengo
Abbiamo incontrato Emma Taveri, esperta in Destination Marketing e Management CEO di Destination Markers e ci siamo fatti spiegare perché il vino dovrebbe puntare su questo mercoledi 07 agosto 2019

Come far diventare il vostro territorio una wine destination di successo?

Abbiamo incontrato Emma Taveri, esperta in Destination Marketing e Management CEO di Destination Markers e ci siamo fatti spiegare perché il vino dovrebbe puntare su questo

Agnese Ceschi
Abbiamo degustato per voi il Barbera d'Asti Superiore di Cascina Ciuché mercoledi 07 agosto 2019

Italian wines in the world: Barbera d'Asti Superiore di Cascina Ciuché

Abbiamo degustato per voi il Barbera d'Asti Superiore di Cascina Ciuché

Direttore Consorzio Tutela D.O.C martedi 06 agosto 2019

Offerta di Lavoro

Direttore Consorzio Tutela D.O.C

La prematura scomparsa di Franco Zanovello, titolare di Cà Lustra, priva il settore vitienologico italiano non solo di un ottimo produttore ma anche di un uomo vero, autentico, amante della sua terra, i Colli Euganei

Addio Franco, anima degli Euganei

La prematura scomparsa di Franco Zanovello, titolare di Cà Lustra, priva il settore vitienologico italiano non solo di un ottimo produttore ma anche di un uomo vero, autentico, amante della sua terra, i Colli Euganei

Fabio Piccoli
Non perdere tempo, i Campus Online di Wine People completano la tua formazione anche durante l'estate. martedi 06 agosto 2019

Campus Online di Wine People, la formazione anche sotto l’ombrellone

Non perdere tempo, i Campus Online di Wine People completano la tua formazione anche durante l'estate.

We have tasted for you Azienda Vinicola Anna Spinato's Rosato IGT Trevenezie 2018 tuesday 06 august 2019

Italian wines in the world: Azienda Vinicola Anna Spinato's Rosato IGT Trevenezie 2018

We have tasted for you Azienda Vinicola Anna Spinato's Rosato IGT Trevenezie 2018

Fabio Tavazzani
Il Friulano di Ronco Blanchis, un bianco fresco, la cui capacità di invecchiamento sorprende i palati
martedi 06 agosto 2019

Il Friulano che sorprende negli anni

Il Friulano di Ronco Blanchis, un bianco fresco, la cui capacità di invecchiamento sorprende i palati

Scopriamo assieme gli interessanti speech del WEMDay 2019. lunedi 05 agosto 2019

Wine Export Manager Day: la prima novità sono gli speaker!

Scopriamo assieme gli interessanti speech del WEMDay 2019.

Agnese Ceschi
Un approfondimento sul mercato sud coreano con la head sommelier Su-Jin Park ci fa scoprire uno dei mercati più dinamici in Asia di questo momento lunedi 05 agosto 2019

Hon-Sul, vini naturali e orange: i nuovi trend della Corea del Sud

Un approfondimento sul mercato sud coreano con la head sommelier Su-Jin Park ci fa scoprire uno dei mercati più dinamici in Asia di questo momento

Agnese Ceschi
La storica azienda di Bassano del Grappa ha scelto di essere una distilleria aperta che ospita al mese decine di migliaia di visitatori lunedi 05 agosto 2019

Poli, quando grappa fa rima con ospitalità

La storica azienda di Bassano del Grappa ha scelto di essere una distilleria aperta che ospita al mese decine di migliaia di visitatori

Lavinia Furlani


sfondo_wm