Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
giovedi 18 luglio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma
lunedi 17 giugno 2019

Amarone: deve vincere il territorio, dopo le associazioni

Guardiamo al futuro dell’Amarone, in un’intervista ad Alberto Zenato, nuovo Presidente dell’Associazione Famiglie Storiche


Amarone: deve vincere il territorio, dopo le associazioni

Alberto Zenato


Ritorniamo a parlare di uno dei prodotti che è cresciuto maggiormente negli ultimi vent’anni: l’Amarone, punta di diamante della produzione in Valpolicella, il cui sviluppo dipende dalle sapienti mani dei produttori e dalla loro volontà di promuovere il territorio e la denominazione sui mercati internazionali (e non solo).

Per capire meglio qual è lo stato di salute attuale dell’Amarone e quale sarà il suo sviluppo futuro, abbiamo chiesto il parere di Alberto Zenato, recentemente nominato nuovo Presidente dell’Associazione Famiglie Storiche, e a cui con orgoglio è stato passato il testimone da Maria Sabrina Tedeschi.

Qual è il futuro dell’Amarone e cosa è necessario fare per valorizzare al meglio la denominazione?
Stiamo vivendo un momento particolarmente impegnativo sul fronte della salvaguardia e della valorizzazione di questo prodotto, eccellenza del territorio. L’aumento delle superfici vitate, della richiesta sempre crescente di Ripasso, che è legato all’Amarone e che ne fa crescere di conseguenza la produzione, sono tutti segnali che devono trovare riscontro in una valorizzazione della qualità ed in una maggior presenza delle aziende sui mercati italiani ma anche esteri. L'obiettivo delle Famiglie Storiche è investire nella promozione del territorio e del prodotto.

Recentemente Emilio Pedron, titolare di Bertani Domains, in una tavola rotonda sul futuro della denominazione, ha affermato che: “Oggi, non si tratta più di rincorrere il mercato, ma di far entrare l’Amarone nell’alveo dei grandi vini di prestigio mondiale”. Cosa ne pensa a riguardo?
L’Amarone è già uno dei vini più prestigiosi d'Italia insieme al Brunello e al Barolo. L’obiettivo della nostra Associazione è quindi quello di continuare in questa direzione e di valorizzare le varie interpretazioni che ciascuna azienda regala al suo vino all’interno della nostra zona, esaltandone il valore culturale e storico. Questa è la direzione che tutti dovrebbero seguire, facendo squadra. Una delle nostre attività infatti sarà continuare un dialogo più propositivo possibile con le istituzioni. Sono del parere che debba vincere il territorio.

Quali sono le attività che prevede l’associazione Famiglie Storiche per i prossimi mesi sui mercati internazionali?
Al momento stiamo lavorando su un progetto che riguarda l’Inghilterra, su Londra in particolare: nel mese di ottobre vorremmo infatti organizzare una grande degustazione. Il nostro focus però non rimane orientato solo all’Inghilterra, ma vogliamo continuare la promozione in tutti i mercati mondiali, partendo da quelli che sono storicamente più affezionati a questo vino, come il Nord America, con USA e Canada in testa, o il Nord Europa con i Paesi scandinavi. Si tratta solo di un primo passo, l’obiettivo futuro è quello di andare verso i mercati asiatici, dove già ci sono vini affermati come Barolo e Brunello e dove noi dobbiamo produrre l’Amarone come vino di punta della nostra denominazione, facendo conoscere a fondo come e dove viene prodotto, al fine di valorizzare in primis il territorio. Questo è l’obiettivo che mi sono posto per questi tre anni di Presidenza.

Quali sono i mercati asiatici più forti, sui quali punterete maggiormente, considerato che un prodotto come l’Amarone incontra per certo il gusto dei consumatori di questi Paesi?
In Asia va molto forte il vino rosso strutturato, l’Amarone è quindi fra le tipologie che piace di più. Sappiamo già che città importanti come Shenzen, Shangai e Pechino in Cina sono già a conoscenza del prodotto, sono state le prime dove è approdato, allo stesso tempo però vogliamo raggiungere i mercati di seconda e terza fascia, dove c’è un certo interesse, soprattutto da parte di un pubblico giovane, i cosiddetti Millennials, quelli più attratti al momento da tutto ciò che proviene da Occidente: quindi non solo vino, ma anche abbigliamento, automotive, e cibo.

Parlando di Millennials, qual è il riscontro sugli altri mercati?
Bisogna distinguere fra grandi città e periferia. Quelli delle grandi città tendenzialmente hanno un tenore di reddito più alto, perciò sono quelli più propensi a comprare vini di fascia medio alta come l’Amarone. Spostandoci in periferia, questo risulta più difficile, ma è un fenomeno che si riscontra anche in Europa, ed è abbastanza comune anche in Italia per questo target di consumatori.  
Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino. giovedi 18 luglio 2019

L’Italia nominata miglior Paese mondiale per il vino dai wine lovers internazionali

Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino.

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere. giovedi 18 luglio 2019

Cina: dati Istat in contrasto con le dogane cinesi

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere.

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo giovedi 18 luglio 2019

Marchesi di Barolo: una storia dalle nobili origini e un grande futuro avanti a sé

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo

Noemi Mengo
L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume
giovedi 18 luglio 2019

La nuova meta delle bollicine italiane è il Canada

L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume

Noemi Mengo
Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto mercoledi 17 luglio 2019

Colline di Conegliano Valdobbiadene Unesco: ben oltre il fenomeno Prosecco

Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli. mercoledi 17 luglio 2019

Annunciati i vincitori del trentottesimo Premio Masi

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli.

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci mercoledi 17 luglio 2019

Italian wines in the world: Venere di Azienda Agricola Nenci

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero
mercoledi 17 luglio 2019

Vino italiano in Svizzera: bisogna osservare con gli occhi del consumatore

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero

Noemi Mengo
Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione. 
martedi 16 luglio 2019

Consorzio della Valpolicella: pubblicata dalla Regione Veneto la richiesta di blocco totale degli impianti

Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione.

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo martedi 16 luglio 2019

Simone Masè è il nuovo Direttore Generale del Gruppo Lunelli

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini
martedi 16 luglio 2019

Degustare il vino da un’altra prospettiva, la propria

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini

Noemi Mengo
We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca tuesday 16 july 2019

Italian wines in the world: Fattoria Varramista's Frasca

We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo martedi 16 luglio 2019

Simply Italian Great Wines, l’Italia del vino vola in Norvegia

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani
lunedi 15 luglio 2019

Il successo a stelle e strisce della Sicilia

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani

Agnese Ceschi
Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino. 
lunedi 15 luglio 2019

La ricetta di un brand di successo? Pochi (ma buoni) ingredienti, tra questi uno scopo

Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino.

Noemi Mengo
L'11 e 12 novembre 2019 saremo a Tokyo con un gruppo di produttori italiani in partnership con Wonderfud. sabato 13 luglio 2019

Partecipa con noi alla missione in Giappone con b2b con agenda programmata

L'11 e 12 novembre 2019 saremo a Tokyo con un gruppo di produttori italiani in partnership con Wonderfud.



sfondo_wm