Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
domenica 24 marzo 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ italian wine academy Farina Cantina Valpolicella https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it
martedi 12 marzo

Anteprima Chiaretto 2019: il rosé gardesano al vertice assoluto nel panorama italiano dei rosati

120 vini in assaggio del Consorzio di tutela Chiaretto e Bardolino e del Consorzio Valtènesi nella due giorni alla Dogana di Lazise


Anteprima Chiaretto 2019: il rosé gardesano al vertice assoluto nel panorama italiano dei rosati


Dieci milioni di bottiglie prodotte, che dovranno diventare 15 in cinque anni, un milione di bottiglie in più ogni anno. È questa la sfida lanciata dalla nascitura doc Chiaretto per voce del direttore dell’area comunicazione del Consorzio di tutela Chiaretto e Bardolino, Angelo Peretti e del presidente dello stesso, Franco Cristoforetti. L’occasione è stata l’Anteprima del Chiaretto, appuntamento fisso in Dogana a Lazise con il meglio della produzione vinicola in “rosa” del Lago di Garda che quest’anno ha avviato una collaborazione con il Consorzio Valtènesi, presente con 22 produttori. Quarantuno erano invece quelli del Chiaretto di Bardolino per un totale di 120 vini in assaggio. Oltre all’annata nuova anche quella precedente per consentire un confronto comparato.
I dati di produzione illustrati alla due giorni di Lazise posizionano il rosé gardesano al vertice assoluto nel panorama italiano dei rosati. «Abbiamo voluto aprire le presentazioni del Chiaretto 2018 in Francia - ha spiegato Cristoforetti- perché l’idea era quella di confrontarsi con i numeri uno, primi produttori al mondo, ma anche primi importatori di vini rosa che si attestano al 30% dei consumi, quando in Italia la percentuale tocca appena il 6%. Rispetto alle 10 milioni di bottiglie prodotte, la quota destinata all’export ha superato il 60%». E proprio la Francia è per il Chiaretto il secondo mercato per quanto riguarda l’export, dopo la leadership della Germania. Ma il dato più interessante riguardante l’export riguarda il mercato statunitense che è quello che sta crescendo più velocemente e ripaga gli investimenti in promozione internazionale del Consorzio, che negli ultimi due anni ha dato i suoi frutti. «Per questo chiuderemo il programma di appuntamenti internazionali - ha puntualizzato Cristoforetti - con la presenza al ProWein di Düsseldorf, dove il Chiaretto sarà protagonista insieme agli altri cinque vini rosa italiani, con i quali il Consorzio ha sottoscritto un patto di collaborazione per la promozione congiunta all’estero».
La crescita qualitativa del Chiaretto, certificata dai riconoscimenti delle guide e degli esperti in degustazione ha una appendice importante anche nei numeri che riguardano i soci e gli ettari. I soci del Consorzio ad oggi sono 1029 (795 viticoltori, 120 vinificatori, 114 imbottigliatori), mentre il vigneto a doc arriva a 2576 ettari, di cui 1000 di Chiaretto.

A dimostrazione di questa crescita qualitativa del Chiaretto quest’anno è arrivata una degustazione guidata del tutto particolare di quattro annate dal 2011 al 2015 di Molmenti, il rosa della cantina Costaripa di Moniga, di Mattia Vezzola. Solo la scelta della quattro annate la dice lunga della filosofia di Costaripa che è quella di ricavare dall’uvaggio Groppello un rosa in grado di invecchiare bene negli anni: «Almeno cinque per la precisione - ha spiegato Vezzola - due di affinamento in botte e tre in bottiglia. Per raggiungere questo obiettivo ovviamente non basta lavorare al meglio in cantina e in vigna, ma serve la vocazionalità, ovvero la predisposizione che ha il Garda per produrre rosati di straordinario livello. A questo si aggiunga l’obbligo di lavorare soltanto con le migliori uve, raccolte a maturazione fenolica, vendemmiate all’alba per controllare la temperatura, sane, senza pressatura meccanica e con una macerazione controllata di tre ore a dieci gradi per ridurre l’estrazione di colori, mantenendo quella dei profumi e delle concentrazioni, che ci porta ad estrarre sino al 60 per dal grappolo».

E alla prova degustativa tutte e quattro le annate hanno superato brillantemente l’esame. Anche la 2011 si è mostrata con una bella evoluzione, non ancora completata e sorretta da una buona acidità. La 2012 che ha segnato il passaggio al controllo delle temperature in macerazione ha mostrato, assieme ad un colore tenue, buccia di cipolla, un’ottima acidità, una componente aromatica articolata ed interessante, floreale, in grado di lasciar presagire uno sviluppo ulteriore nel tempo. Insomma la sfida della longevità, assieme a quella della crescita sui mercati americani, sono state lanciate e i presupposti per vincerle entrambe sono incoraggianti.

Anteprima Chiaretto 2019: il rosé gardesano al vertice assoluto nel panorama italiano dei rosati
Alberto Tonello

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
We have tasted for you Cantina Santa Maria La Palma's Ràfia Vermentino di Sardegna DOC saturday 23 march

Italian wines in the world: Cantina Santa Maria La Palma's Ràfia

We have tasted for you Cantina Santa Maria La Palma's Ràfia Vermentino di Sardegna DOC

Abbiamo degustato per voi Ràfia Vermentino di Sardegna DOC di Cantina Santa Maria La Palma sabato 23 marzo

Italian wines in the world: Ràfia di Cantina Santa Maria La Palma

Abbiamo degustato per voi Ràfia Vermentino di Sardegna DOC di Cantina Santa Maria La Palma

In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019
venerdi 22 marzo

Milano Wine Week punta all'internazionalità

In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms. friday 22 march

Italian Wine Podcast: two years of “cin cin” with Italian wine people

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms.

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now! friday 22 march

World's Leading Wine Experts Share Tried and Tested Solutions to Mitigate Climate Change

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now!

Michele Shah
Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Donne e vino: più sensibili alla sostenibilità ma meno disposte a spendere

Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Fabio Piccoli
Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese giovedi 21 marzo

L'esplosione del biologico nel Regno Unito

Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese

Agnese Ceschi
General Manager mercoledi 20 marzo

Offerta di Lavoro

General Manager

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

mercoledi 20 marzo

Prowein 2019, una fiera didattica

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

Fabio Piccoli
L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse mercoledi 20 marzo

La figura del Business Coach nel mondo del vino: Chi è? A cosa serve?

L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse

Massimo Benedetti, Marketing and communication specialist
Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca martedi 19 marzo

ProWein 2019: buona la seconda (giornata)!

Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca

Agnese Ceschi e Noemi Mengo
Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese 
lunedi 18 marzo

ProWein 2019: deboli piogge, ma previste schiarite

Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese

Noemi Mengo e Agnese Ceschi
L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein domenica 17 marzo

ProWein here we go!

L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein

Agnese Ceschi
Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa 
sabato 16 marzo

ProWein: 3 punti chiave per fare il giusto ingresso in fiera

Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso saturday 16 march

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno sabato 16 marzo

Italian wines in the world: Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

venerdi 15 marzo

Il ritorno “silenzioso” ma prezioso della tipicità

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

Fabio Piccoli


http://www.winemeridian.com/