Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 19 maggio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy http://www.varramista.it/it/ http://www.palazzoroccabruna.it/it/Eventi/Pages/2019Roccabruna/2019MostraVini.aspx Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/
martedi 12 marzo

Anteprima Chiaretto 2019: il rosé gardesano al vertice assoluto nel panorama italiano dei rosati

120 vini in assaggio del Consorzio di tutela Chiaretto e Bardolino e del Consorzio Valtènesi nella due giorni alla Dogana di Lazise


Anteprima Chiaretto 2019: il rosé gardesano al vertice assoluto nel panorama italiano dei rosati


Dieci milioni di bottiglie prodotte, che dovranno diventare 15 in cinque anni, un milione di bottiglie in più ogni anno. È questa la sfida lanciata dalla nascitura doc Chiaretto per voce del direttore dell’area comunicazione del Consorzio di tutela Chiaretto e Bardolino, Angelo Peretti e del presidente dello stesso, Franco Cristoforetti. L’occasione è stata l’Anteprima del Chiaretto, appuntamento fisso in Dogana a Lazise con il meglio della produzione vinicola in “rosa” del Lago di Garda che quest’anno ha avviato una collaborazione con il Consorzio Valtènesi, presente con 22 produttori. Quarantuno erano invece quelli del Chiaretto di Bardolino per un totale di 120 vini in assaggio. Oltre all’annata nuova anche quella precedente per consentire un confronto comparato.
I dati di produzione illustrati alla due giorni di Lazise posizionano il rosé gardesano al vertice assoluto nel panorama italiano dei rosati. «Abbiamo voluto aprire le presentazioni del Chiaretto 2018 in Francia - ha spiegato Cristoforetti- perché l’idea era quella di confrontarsi con i numeri uno, primi produttori al mondo, ma anche primi importatori di vini rosa che si attestano al 30% dei consumi, quando in Italia la percentuale tocca appena il 6%. Rispetto alle 10 milioni di bottiglie prodotte, la quota destinata all’export ha superato il 60%». E proprio la Francia è per il Chiaretto il secondo mercato per quanto riguarda l’export, dopo la leadership della Germania. Ma il dato più interessante riguardante l’export riguarda il mercato statunitense che è quello che sta crescendo più velocemente e ripaga gli investimenti in promozione internazionale del Consorzio, che negli ultimi due anni ha dato i suoi frutti. «Per questo chiuderemo il programma di appuntamenti internazionali - ha puntualizzato Cristoforetti - con la presenza al ProWein di Düsseldorf, dove il Chiaretto sarà protagonista insieme agli altri cinque vini rosa italiani, con i quali il Consorzio ha sottoscritto un patto di collaborazione per la promozione congiunta all’estero».
La crescita qualitativa del Chiaretto, certificata dai riconoscimenti delle guide e degli esperti in degustazione ha una appendice importante anche nei numeri che riguardano i soci e gli ettari. I soci del Consorzio ad oggi sono 1029 (795 viticoltori, 120 vinificatori, 114 imbottigliatori), mentre il vigneto a doc arriva a 2576 ettari, di cui 1000 di Chiaretto.

A dimostrazione di questa crescita qualitativa del Chiaretto quest’anno è arrivata una degustazione guidata del tutto particolare di quattro annate dal 2011 al 2015 di Molmenti, il rosa della cantina Costaripa di Moniga, di Mattia Vezzola. Solo la scelta della quattro annate la dice lunga della filosofia di Costaripa che è quella di ricavare dall’uvaggio Groppello un rosa in grado di invecchiare bene negli anni: «Almeno cinque per la precisione - ha spiegato Vezzola - due di affinamento in botte e tre in bottiglia. Per raggiungere questo obiettivo ovviamente non basta lavorare al meglio in cantina e in vigna, ma serve la vocazionalità, ovvero la predisposizione che ha il Garda per produrre rosati di straordinario livello. A questo si aggiunga l’obbligo di lavorare soltanto con le migliori uve, raccolte a maturazione fenolica, vendemmiate all’alba per controllare la temperatura, sane, senza pressatura meccanica e con una macerazione controllata di tre ore a dieci gradi per ridurre l’estrazione di colori, mantenendo quella dei profumi e delle concentrazioni, che ci porta ad estrarre sino al 60 per dal grappolo».

E alla prova degustativa tutte e quattro le annate hanno superato brillantemente l’esame. Anche la 2011 si è mostrata con una bella evoluzione, non ancora completata e sorretta da una buona acidità. La 2012 che ha segnato il passaggio al controllo delle temperature in macerazione ha mostrato, assieme ad un colore tenue, buccia di cipolla, un’ottima acidità, una componente aromatica articolata ed interessante, floreale, in grado di lasciar presagire uno sviluppo ulteriore nel tempo. Insomma la sfida della longevità, assieme a quella della crescita sui mercati americani, sono state lanciate e i presupposti per vincerle entrambe sono incoraggianti.

Anteprima Chiaretto 2019: il rosé gardesano al vertice assoluto nel panorama italiano dei rosati
Alberto Tonello

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
We have tasted for you DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio saturday 18 may

Italian wines in the world: DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio

We have tasted for you DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio

Giovanna Romeo
Abbiamo degustato per voi la Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898 sabato 18 maggio

Italian wines in the world: Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898

Abbiamo degustato per voi la Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898

Giovanna Romeo
Wine Meridian sarà presente a Vinexpo Shanghai, che si svolgerà il prossimo ottobre, con una nuova area collettiva di aziende italiane sabato 18 maggio

Vinexpo apre le porte ad una nuova fiera a Shanghai

Wine Meridian sarà presente a Vinexpo Shanghai, che si svolgerà il prossimo ottobre, con una nuova area collettiva di aziende italiane

La collaborazione con venerdi 17 maggio

Signorvino e le nuove etichette personalizzate

La collaborazione con "Cibo" contro i simboli nazifascisti

Lunedì 20 maggio a Stoccolma e mercoledì 22 maggio ad Helsinki per valorizzare le aziende biologiche italiane e connetterle a due dei mercati più attratti dai prodotti organic venerdi 17 maggio

Stoccolma ed Helsinki per le aziende bio, con Organic Value

Lunedì 20 maggio a Stoccolma e mercoledì 22 maggio ad Helsinki per valorizzare le aziende biologiche italiane e connetterle a due dei mercati più attratti dai prodotti organic

Due mondi che faticano ancora a confrontarsi eppure sia i produttori che i distributori hanno sempre più bisogno l’uno dell’altro

Alleanza produttori e distributori cercasi

Due mondi che faticano ancora a confrontarsi eppure sia i produttori che i distributori hanno sempre più bisogno l’uno dell’altro

Fabio Piccoli
Si riconferma con voto unanime la presidenza di Francesco Cavazza Isolani per il Consorzio Pignoletto Emilia Romagna venerdi 17 maggio

Francesco Cavazza Isolani presidente in terzo mandato del Consorzio Pignoletto Emilia Romagna

Si riconferma con voto unanime la presidenza di Francesco Cavazza Isolani per il Consorzio Pignoletto Emilia Romagna

Conosciamo una realtà storica, che ha avuto il coraggio di ri-lanciarsi nel mercato vitivinicolo di oggi, contando solo sulle proprie forze. 
giovedi 16 maggio

Vigna Belvedere: una storia di famiglia, radici e ambizione

Conosciamo una realtà storica, che ha avuto il coraggio di ri-lanciarsi nel mercato vitivinicolo di oggi, contando solo sulle proprie forze.

Horeca, Prosecco, Pinot Grigio: dopo la crisi del 2015 in Russia, questi i tre moschettieri chiamati a difendere i segnali di crescita economica nel settore del vino
giovedi 16 maggio

Russia: tra crisi e rinascita

Horeca, Prosecco, Pinot Grigio: dopo la crisi del 2015 in Russia, questi i tre moschettieri chiamati a difendere i segnali di crescita economica nel settore del vino

Giulia Tartaglione
Il 16 settembre 2019, presso FICO EATALYWORLD di Bologna, la 3° edizione della giornata dedicata agli export manager del vino con delle grandi novità
giovedi 16 maggio

Save the date: torna il Wine Export Manager Day!

Il 16 settembre 2019, presso FICO EATALYWORLD di Bologna, la 3° edizione della giornata dedicata agli export manager del vino con delle grandi novità

WinePeople presenta il suo nuovo percorso di 25 lezioni e-learning sulle modalità di vendita del vino 
giovedi 16 maggio

Vendita, marketing e comunicazione del vino: formazione a distanza

WinePeople presenta il suo nuovo percorso di 25 lezioni e-learning sulle modalità di vendita del vino

Maria Bandolin
Lunedì 20 maggio la seconda giornata di incontri e degustazioni dedicata alla prima rete di cooperative dell'eccellenza italiana presso l'azienda Val d'Oca mercoledi 15 maggio

Alla scoperta di The Wine Net

Lunedì 20 maggio la seconda giornata di incontri e degustazioni dedicata alla prima rete di cooperative dell'eccellenza italiana presso l'azienda Val d'Oca

Abbiamo degustato per voi il Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna mercoledi 15 maggio

Italian wines in the world: Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna

Abbiamo degustato per voi il Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna

Parte la nostra analisi sul mercato del vino italiano attraverso gli “occhi” e le “esperienze” degli agenti e delle agenzie commerciali italiane. Obiettivo è capire da un lato le evoluzioni del mercato, i fabbisogni del trade, dei canali di distribuzione e dall’altro le competenze necessarie oggi per essere una risorsa umana adeguata allo sviluppo del wine business sul mercato nazionale

Indagine sul mercato del vino in Italia visto dall’Osservatorio Agenti

Parte la nostra analisi sul mercato del vino italiano attraverso gli “occhi” e le “esperienze” degli agenti e delle agenzie commerciali italiane. Obiettivo è capire da un lato le evoluzioni del mercato, i fabbisogni del trade, dei canali di distribuzione e dall’altro le competenze necessarie oggi per essere una risorsa umana adeguata allo sviluppo del wine business sul mercato nazionale

Intervista a Graziano Molon, Direttore del Consorzio Vini del Trentino mercoledi 15 maggio

Consorzio Vini del Trentino: una realtà che parla di unione e valorizzazione del territorio

Intervista a Graziano Molon, Direttore del Consorzio Vini del Trentino

Essere Junior (area manager) in un mondo che vuole solo Senior

Vengo anch'io? No, tu no!

Essere Junior (area manager) in un mondo che vuole solo Senior

Andrea Pozzan
Partito il progetto di formazione frutto della collaborazione tra WinePeople e Assoenologi con lo scopo di migliorare le competenze comunicative di una delle figure più strategiche anche nello sviluppo dell’immagine del vino italiano nel mondo

WinePeople e Assoenologi uniti nella comunicazione del vino

Partito il progetto di formazione frutto della collaborazione tra WinePeople e Assoenologi con lo scopo di migliorare le competenze comunicative di una delle figure più strategiche anche nello sviluppo dell’immagine del vino italiano nel mondo

Dai premi internazionali uno slancio per l’isola, puntando su nuovi flussi in arrivo grazie all’enoturismo lunedi 13 maggio

Siddùra ambasciatrice della Sardegna nel mondo: quattro ori e cinque argenti al World Wine Contest

Dai premi internazionali uno slancio per l’isola, puntando su nuovi flussi in arrivo grazie all’enoturismo



sfondo_wm