Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
venerdi 19 luglio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet
mercoledi 07 novembre 2018

Approcci al mondo del vino che non funzionano

Prima puntata: la Maestrina, quando la lucida negatività non paga!


Approcci al mondo del vino che non funzionano
In questo articolo vi raccontiamo uno dei più controproducenti atteggiamenti con cui, chi non lavora in questo settore, talvolta si approccia al mondo del vino. E di solito non riesce a trovare porte aperte. Si tratta di modalità di approccio in forma scritta: spesso è la mail di accompagnamento al CV, altre volte un post sui forum o sui social network, in altri casi appelli (lettere si diceva una volta) che riceviamo direttamente. Stiamo parlando quindi di come ci si pone scrivendo a qualcun altro che, si ritiene, possa intercedere o fare qualcosa per noi e per il nostro futuro professionale.
Le opinioni espresse in questi messaggi sono apparentemente corrette e costruttive ma vi assicuriamo che l’effetto che fanno non è mai positivo. L'approccio di cui vi parliamo oggi lo chiameremo Maestrina.



Maestrina è l’atteggiamento tipico di chi nasconde il suo malcontento verso la tribolazione necessaria a trovare un’occupazione nel mondo del vino, dietro lunghissime dissertazioni sul mercato del lavoro in generale e sul settore del vino in particolare. All’apparenza la sua è un’analisi costruttiva e oggettiva, la critica appare sensata e coerente con le difficoltà che vivono soprattutto i giovani oggi e la scrittura appare lucida, curata e ben articolata. Insomma, ti verrebbe quasi da darle ragione, alla Maestrina.



Eppure... eppure nonostante le frasi siano inanellate con maestria e la lettura non risulti appesantita dalla lunghezza del messaggio, è il contenuto che, dopo le prime righe, inizia a pesare tragicamente su chi sta leggendo, e arrivare alla fine non è né facile, né piacevole. Spogliando i messaggi dalla loro falsa bontà, ciò che emerge sono accuse, accuse al mercato del vino e al mercato del lavoro. Di solito i tasti toccati sono i seguenti:
● è un mondo chiuso, che offre lavoro solo a chi già ci lavora, 
● è un mondo vecchio, che non si apre ai giovani, 
● è un mondo statico, che non accetta gli stimoli nuovi e agli apporti di chi viene da un settore diverso, 
● fino ai classicissimi: “se non ci date la possibilità di provare come possiamo noi giovani farci l’esperienza necessaria a entrare in questo settore?”

Ora non ci interessa dire se sono accuse vere o false -è un settore difficile, lo sappiamo bene, ma a) non siamo qui per giudicarlo e b) siamo testimoni di numerose storie felici proprio in questo settore- quello che ci interessa è spiegarvi che non vi porterà da nessuna parte questo genere di atteggiamento. Non vi servirà a fare breccia nel cuore di un imprenditore del vino, di un recruiter, di un Direttore Commerciale.
E volete sapere perché? 


Perché la negatività non piace a nessuno! Soprattutto nel mondo del business. Se vi presenterete portando con voi contenuti negativi stimolerete in chi vi legge sensazioni negative. E nessuno, sia chiaro, vuole assumere una Maestrina acida. Anche se ha in parte ragione.Quindi evitate il più possibile di far emergere la vostra frustrazione, la stanchezza o la rabbia che covate. Non perché non sia giusta (o giustificata) ma perché non vi aiuterà, al contrario, potrebbe danneggiarvi.



CONSIGLI
Per approcciarvi nel miglior modo al mondo del vino in particolare e al mondo del lavoro in generale:
● non portatevi addosso la negatività e la frustrazione che, comprensibilmente, state sviluppando, lasciatela fuori dalla porta e calibrate con attenzione ogni intervento critico; 
● siate tenaci, abbiamo ben presente una candidata che ha partecipato per anni ai nostri Hire Me Vinitaly e ogni anno restava fino all’ultimo minuto per sfruttare qualsiasi possibilità: oggi lavora come Jr Export Manager, fa la gavetta ma sta crescendo; 
● mettete in discussione voi prima che il sistema, con obiettività e quel distacco necessario a capire quando siete nella giusta direzione e quando invece occorre una correzione alla rotta; 
● Campus Vendita: per chi già lavora nel mondo del vino e vuole crescere le proprie competenze commerciali, per chi desidera vendere di più e meglio il vino italiano nel mondo. Qui trovate tutte le informazioni su modalità di iscrizione, costi e programma del corso. 
● Campus Export Manager: per chi ancora non lavora nel mondo del vino ma possiede passione, preparazione tecnica (sommelier, lingue), motivazione e un’indole adatta alla vendita. Qui trovate tutte le informazioni su modalità di iscrizione, costi e programma del corso. Un solo posto per ogni campus, due persone in tutto possono iscriversi. Cosa state aspettando!



Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
In queste settimane alcuni Consorzi si stanno muovendo per ridurre le produzioni con lo stop di nuovi impianti e, come per la Valpolicella, diminuire la percentuale di uve per l'Amarone. Ma è giusto che a pagare le eccedenze produttive e i bassi posizionamenti siano anche i produttori virtuosi? venerdi 19 luglio 2019

E se la miglior regola fosse la libertà e il controllo?

In queste settimane alcuni Consorzi si stanno muovendo per ridurre le produzioni con lo stop di nuovi impianti e, come per la Valpolicella, diminuire la percentuale di uve per l'Amarone. Ma è giusto che a pagare le eccedenze produttive e i bassi posizionamenti siano anche i produttori virtuosi?

Fabio Piccoli
Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino. giovedi 18 luglio 2019

L’Italia nominata miglior Paese mondiale per il vino dai wine lovers internazionali

Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino.

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere. giovedi 18 luglio 2019

Cina: dati Istat in contrasto con le dogane cinesi

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere.

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo giovedi 18 luglio 2019

Marchesi di Barolo: una storia dalle nobili origini e un grande futuro avanti a sé

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo

Noemi Mengo
L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume
giovedi 18 luglio 2019

La nuova meta delle bollicine italiane è il Canada

L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume

Noemi Mengo
Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto mercoledi 17 luglio 2019

Colline di Conegliano Valdobbiadene Unesco: ben oltre il fenomeno Prosecco

Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli. mercoledi 17 luglio 2019

Annunciati i vincitori del trentottesimo Premio Masi

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli.

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci mercoledi 17 luglio 2019

Italian wines in the world: Venere di Azienda Agricola Nenci

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero
mercoledi 17 luglio 2019

Vino italiano in Svizzera: bisogna osservare con gli occhi del consumatore

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero

Noemi Mengo
Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione. 
martedi 16 luglio 2019

Consorzio della Valpolicella: pubblicata dalla Regione Veneto la richiesta di blocco totale degli impianti

Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione.

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo martedi 16 luglio 2019

Simone Masè è il nuovo Direttore Generale del Gruppo Lunelli

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini
martedi 16 luglio 2019

Degustare il vino da un’altra prospettiva, la propria

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini

Noemi Mengo
We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca tuesday 16 july 2019

Italian wines in the world: Fattoria Varramista's Frasca

We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo martedi 16 luglio 2019

Simply Italian Great Wines, l’Italia del vino vola in Norvegia

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani
lunedi 15 luglio 2019

Il successo a stelle e strisce della Sicilia

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani

Agnese Ceschi
Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino. 
lunedi 15 luglio 2019

La ricetta di un brand di successo? Pochi (ma buoni) ingredienti, tra questi uno scopo

Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino.

Noemi Mengo


sfondo_wm