Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
martedi 11 dicembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

http://www.fattorialamagia.it/ https://www.accordinistefano.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinapedres.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ https://www.vinica.it/it/  http://acquesi.it/ https://www.borgolacaccia.it/ https://www.carusoeminini.it/ http://www.cantinadicustoza.it/ https://tenutadelpriore.it/linea-col-del-mondo/ http://www.tenutastellacollio.it/en/ https://www.tenutedigiulio.it/site/ http://www.tenutamontemagno.it/ http://giannitessari.wine/ Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/
venerdi 06 aprile

Autenticità, ricordi e rispetto per la natura: gli ingredienti di un meritato successo per Zorzettig

Intervista ad Annalisa Zorzettig, titolare di Zorzettig “Friuli Colli Orientali”


Autenticità, ricordi e rispetto per la natura: gli ingredienti di un meritato successo  per Zorzettig

Annalisa Zorzettig


Il vino è un piacere ed un dono prezioso della natura. Quando sono la passione e la tradizione a renderlo simbolo di convivialità, si può dire di aver costruito un prodotto di successo. La filosofia aziendale di Zorzettig, azienda storica friulana, vede il vino in quest’ottica: un regalo fatto dalla terra in grado di costruire relazioni ed esaltare le nostre emozioni.
Abbiamo chiacchierato con Annalisa Zorzettig, titolare dell'azienda di Cividale del Friuli, che ci ha raccontato la storia che sta dietro a questa realtà, ricca di tradizione e di amore per il prodotto vino. 


Come è nata la vostra azienda?
La storia della mia famiglia nel vino inizia più di 100 anni fa, in un Friuli uscito dalla Grande Guerra, quando sulle colline di Spessa, nel cuore dei Colli Orientali del Friuli, si riprende a valorizzare la coltura della vite, ridando una fisionomia al territorio lacerato. Le prime bottiglie arrivano circa 70 anni fa, in pieno sviluppo industriale, quando ancora erano pochi i coraggiosi che decidevano di investire risorse e fatiche nella terra.
La mia famiglia, oltre ai terreni di proprietà, coltivava le vigne dell’ospedale di Cividale. Quando l’ente ospedaliero decise di vendere le proprietà terriere, furono acquisite dalla mia famiglia e così iniziò una lenta, ma progressiva crescita, gestita dai tre fratelli Zorzettig, che ci portò a diventare una delle realtà più importanti del territorio.
Circa 30 anni fa la svolta per la famiglia: i tre fratelli intrapresero strade indipendenti attraverso tre marchi distinti. Giuseppe, mio padre, fu colui che collegò il nome della famiglia al marchio aziendale e che assieme a mia madre e ai miei fratelli, riuscì a creare un’azienda solida ed efficiente, conosciuta non solo in Friuli, ma anche al di fuori dei confini regionali.
Il resto è storia recente, negli ultimi 10 anni c’è stata una crescita e una riqualificazione che ci ha permesso di arrivare ai vertici della produzione regionale.

Come definirebbe la vostra azienda?
Un tourbillon. Siamo in continuo movimento, una perenne evoluzione che ci consente di non seguire le mode del momento ma di affermare con orgoglio un nostro modo di essere fatto di autenticità, attenzione per uno stile di vita moderno e in armonia con la natura. Sono concetti che voglio trasmettere anche con le etichette dove il vino è un’onda, un pensiero “liquido” che fluisce sul foglio come il fluire della vita e del tempo.   
Il tempo ci attraversa senza che una stagione sia mai uguale all’altra e Zorzettig asseconda il normale lavoro della natura, così il vino che scorre nei nostri bicchieri non è mai uguale a quello dell’anno precedente. 

Qual è la filosofia che sta dietro ai vostri vini?
La nostra è una viticoltura che vuole essere parte integrante di un ecosistema dove ogni componente possa portare il suo prezioso contributo nel rispetto della natura e delle sue leggi.
Grande importanza è riservata all’ospitalità, con il vino che diviene una sorta di catalizzatore del pensiero e delle emozioni di chi fa visita all’azienda. Gli ospiti arrivano nell’antica casa di contadinanza, dove si respira la storia rurale, che racconta le vicissitudini della vita contadina di queste terre. Credo fermamente nell’indissolubile binomio tra vino e cultura, che mi piace condividere anche negli spazi del nostro agriturismo, il Relais La Collina, con manifestazioni e momenti di incontro.

Che vini producete e in che territorio?
La linea principale è la Classica Zorzettig che comprende vini bianchi e rossi autoctoni. 
La mia sfida più grande, quella in cui ho creduto con tutta me stessa e che sento del tutto mia, è la selezione Myò Vigneti di Spessa. Al suo interno troviamo gli autoctoni friulani, bianchi e rossi e due vitigni alloctoni, il Pinot Bianco e il Sauvignon, che sanno esprimersi ai massimi livelli sui declivi nei dintorni di Cividale. I vigneti per questa produzione sono stati accuratamente selezionati fra i più vecchi e fra i più promettenti della tenuta e tutte le uve sono vendemmiate a mano.
Nei nostri vigneti di Spessa, a poca distanza da Cividale del Friuli, possono beneficiare di un terroir e un microclima ideali per la viticoltura, protetti dalle fredde correnti dalle Alpi e godendo della benefica ventilazione dal mare Adriatico.

Qual è il vino che vi rappresenta di più?
Sicuramente il Friulano, quello che nei nostri cuori si chiamerà sempre Tocai. Quando abbiamo dovuto abbandonare questo nome storico, ho voluto ricordare l’ultima vendemmia di Tocai con un’etichetta speciale “L’Ultin” che in friulano significa l’ultimo. Un’etichetta legata alla mia famiglia che è stata anche insignita del Label Award 2008 per la Cultura del vino “a riconoscimento dell'intuizione straordinaria di far diventare un tributo alla storia del Tocai italiano elemento di comunicazione valoriale”.
Noi, però, guardiamo sempre avanti e il cambio di nome è stato uno stimolo ancora maggiore per lavorare sulla qualità del nostro Friulano, perché potesse diventare ancor più rappresentativo del carattere della nostra terra e della nostra gente.

Qual è la sfida più grande oggi per un produttore di vino?
Preservare un insieme di valori legati ad un territorio e trasmetterli attraverso il vino ad un pubblico ampio e variegato. Dentro una bottiglia c'è la saggezza dei nostri avi, c'è il sole e l'aria che hanno maturato le uve, c'è una cultura agricola e imprenditoriale che ci ha permesso di arrivare a livelli qualitativi un tempo inimmaginabili. Se non si riesce a veicolare questi valori, se non si riesce a far comprendere l'essenza di quanto facciamo anche a chi ha una cultura molto diversa dalla nostra, tutto il nostro lavoro è vano. Dobbiamo trovare linguaggi e modi di comunicare che siano in sintonia con i ritmi di oggi, per poter affermare valori senza tempo.

Quali sono i mercati del mondo in cui siete più presenti?

Siamo presenti in diversi mercati, dall’Asia agli Stati Uniti, all’Australia oltre ovviamente all’Europa, dove Germania e Austria sono i mercati più storici. Non ci poniamo limiti: i vini Friulani portano con sé un messaggio globale, fatto di autenticità e rispetto per la natura.





Autenticità, ricordi e rispetto per la natura: gli ingredienti di un meritato successo  per Zorzettig
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 was awarded with the gold medal at Mondial des Vins extrêmes 2018
tuesday 11 december

Azienda Agricola Accordini Stefano awarded at the Mondial des Vins Extrêmes wine competition

Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 was awarded with the gold medal at Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro martedi 11 dicembre

L'azienda agricola Accordini Stefano premiata al Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild
martedi 11 dicembre

Vino italiano nel mondo: educare partendo dal principio

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild

Noemi Mengo
  Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona martedi 11 dicembre

Informazione pubblicitaria
AVVISO DI SOLLECITAZIONE OFFERTE

Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Giganti in un popolo di nani

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Andrea Pozzan
We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014 saturday 08 december

Italian wines in the world: Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro sabato 08 dicembre

Italian wines in the world: Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis
venerdi 07 dicembre

Il coraggio di puntare sull’identità del Collio

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis

Agnese Ceschi
L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino. venerdi 07 dicembre

Winebel debutta a wine2wine 2018

L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino.

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Si chiama trasparenza la svolta comunicativa dello Champagne

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Fabio Piccoli
Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani! giovedi 06 dicembre

Anna Spinato: focus sui Millenials

Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani!

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice 
giovedi 06 dicembre

Brasile: il mercato di chi ama le sfide

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice

Noemi Mengo
Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi? mercoledi 05 dicembre

Vinexpo New York: i 10 motivi per cui non mancare!

Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi?

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017 mercoledi 05 dicembre

Il restyling di Rigoloccio

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO mercoledi 05 dicembre

Soave sito mondiale patrimonio dell’umanità per l’agricoltura

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America
mercoledi 05 dicembre

"Sip Trip": parte il viaggio on the road di Jeff Porter alla scoperta del vino italiano

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona mercoledi 05 dicembre

Le quattro chiavi per superare i limiti della Russia

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona

Agnese Ceschi
Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert
martedi 04 dicembre

Singapore: un mercato fertile e curioso

Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert

Noemi Mengo
Quando anche i candidati devono partire da una autoconsapevolezza

Vorrei ma non posso: quando si chiede senza dare [abbastanza]

Quando anche i candidati devono partire da una autoconsapevolezza

Andrea Pozzan
We have tasted for you Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015 saturday 01 december

Italian wines in the world: Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015

We have tasted for you Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015

Abbiamo degustato per voi il I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia
sabato 01 dicembre

Italian wines in the world: I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia

Abbiamo degustato per voi il I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia

Lo straordinario e istruttivo intervento di Margareth Henriquez, presidente e ceo di Krug, alla quinta edizione di Wine2Wine

La preziosa lezione di Madame Krug

Lo straordinario e istruttivo intervento di Margareth Henriquez, presidente e ceo di Krug, alla quinta edizione di Wine2Wine

Fabio Piccoli
Karen MacKenzie's wineries tour in Piemonte friday 30 november

Persistently Premier Piemonte

Karen MacKenzie's wineries tour in Piemonte

Karen MacKenzie
Partecipa al tour Simply Italian Great Wine a Fort Lauderdale e Città del Messico
venerdi 30 novembre

Partecipa con noi al tour Miami e Mexico febbraio 2019

Partecipa al tour Simply Italian Great Wine a Fort Lauderdale e Città del Messico

La rivoluzione Enosocial® e Clicknbuy™ è appena iniziata e non sembra fermarsi. Ecco i dettagli e un video di spiegazione dell’applicazione smartphone dedicata a produttori e wine lovers
giovedi 29 novembre

Degustare e acquistare in un battito di ciglia: è possibile?

La rivoluzione Enosocial® e Clicknbuy™ è appena iniziata e non sembra fermarsi. Ecco i dettagli e un video di spiegazione dell’applicazione smartphone dedicata a produttori e wine lovers