Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
giovedi 18 luglio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio
lunedi 13 maggio 2019

Bollicine: una crescita che sorride ai mercati mondiali

Una panoramica sull’andamento mondiale della categoria sparkling, ed un focus sul continente europeo, primo fra tutti in termini di consumi e importazioni


Bollicine: una crescita che sorride ai mercati mondiali
Visto il grande e recente successo delle bollicine che, negli ultimi anni, stanno crescendo, soprattutto grazie al Prosecco e al relativo aumento di bottiglie presenti sui mercati, abbiamo pensato di andare ad osservare con la nostra lente lo storico dei risultati ottenuti dalla categoria sparkling, confrontando alcune previsioni per i prossimi anni. Per farlo, ci avvaliamo sia dei dati forniti da IWSR Vinexpo relativi al periodo 2017-2022, sia del prezioso Dossier Spumanti realizzato da UIV (Unione Italiana Vini) e dal periodico Il Corriere Vinicolo.

Dal 2008 in poi, sono 3 i Paesi che hanno reagito al mercato sparkling nella maniera più positiva: UK, USA e Germania, che secondo i dati forniti da UIV, sono passati da un commercio totale di spumanti del 39% nel 2008 a un totale di 43% nel 2017. Inoltre, su questi tre Paesi fanno scalo i 2/3 delle spedizioni di spumante a livello mondiale, nel 2017 pari a 8,1 milioni di ettolitri. Questi Paesi rientrano fra i mercati più grandi per le bollicine, e anche fra i maggiori importatori, a seguirli, certo con minore impatto, sono Belgio, Giappone, Russia, Francia, Svizzera, Canada, tra i primi 10.

I dati IWSR generici sul comparto delle bollicine ci conferma alcuni di questi dati, infatti USA e Germania rimangono, nelle previsioni, sulle loro comode postazioni, ma il Regno Unito, all’alba del 2022 verrà letteralmente spedito a qualche gradino più sotto, per fare posto all’Italia, che si confermerà il mercato più grande e attivo, con un CAGR quinquennale 2017-2022 in positivo al +2.1%, con un volume complessivo che passerà dai 40 milioni in casse da 9 litri del 2017 a 45 milioni nel 2022. La Germania subirà una lieve decrescita, con un CAGR a -1.1% passerà dagli attuali 45 milioni, a 43 milioni; gli Stati Uniti cresceranno, con +4.5% di CAGR fino al 2022 e passeranno da 28 milioni a 35 milioni. Resta più in basso, secondo IWSR il Regno Unito, che da 15 milioni nel 2017 passerà grazie a +2.4% di CAGR a 17 milioni.

I dati UIV ci forniscono anche un’interessante panoramica sulle importazioni per continenti, a capo dei quali vi è dal 2008 in testa l’Europa, sul quale faremo un breve approfondimento, con una sensibile crescita durante gli anni che l’ha portata da un volume d’importazione di 352.898 ettolitri nel 2008 a 494.670 ettolitri nel 2017. A seguire il Nord America, con una crescita inferiore in termini di ettolitri, ma più decisiva: nel 2008 erano 59.865 gli ettolitri registrati per le bollicine in questo mercato, mentre nel 2017 sono diventati 150.507. A seguire, l’Asia, con 95.783 ettolitri registrati nel 2017; il Centro e Sud America con 27.138 ettolitri; l’Oceania con 22.173 ettolitri e infine l’Africa con 15.232 ettolitri nel 2017.

Focus sul mercato europeo
In questo primo di una serie di approfondimenti sulla categoria sparkling, scegliamo di addentrarci nei dati relativi all’Europa, primo continente per importazione e consumo di spumanti. Bisogna considerare innanzitutto un primo elemento: all’interno del blocco europeo, c’è una delle tre potenze segnalate inizialmente: Il Regno Unito, che con 1,4 milioni di ettolitri nel 2017 rappresentava il 30% di tutto lo spumante circolato nel continente, di conseguenza, le performance continentali seguono gli andamenti di questo mercato, che trova parziali bilanciamenti solo dalla Germania, detentrice del 14% del totale, ma con dinamiche d’importazione stabili. 
Dossier Spumanti, suddivide il continente europeo in 7 sottogruppi, che abbiamo deciso di riportare: il primo è l’insulare (UK+Irlanda) con importazioni a 145.426 ettolitri nel 2017; poi il centro del continente (quindi Germania, Svizzera, Francia, Paesi Bassi, Austria, Belgio) che detiene una fetta del 40%, con tassi di crescita discreti sul lungo periodo (+2% nel secondo quadriennio considerato dalle statistiche (CAGR 2014-2017), per un volume di poco meno di 2 milioni di ettolitri di prodotto, cresciuti partendo dai 163.694 registrati nel 2010).Terzo blocco è quello che fa capo alla Russia e ingloba le repubbliche baltiche, Ucraina e Bielorussia: il totale assorbito è di circa 65.000 ettolitri, il 13% del totale continentale, con performance in riduzione (- 3% sul CAGR 2014/2017). A seguire il blocco scandinavo, di cui la metà dei traffici (43.000 ettolitri) viaggiano con direzione Stoccolma, uno dei nuovi presidi del Prosecco. Quote inferiori, appartengono all’Europa mediterranea, con l’Italia al 40% del totale (fatto soprattutto di Champagne), e dall’Europa Est continentale (Polonia, Ungheria, Rep. Ceca e Slovacchia), blocco in positivo. Chiude la parte balcanica, dove il principale importatore è la Romania, con oltre un terzo degli oltre 12.400 ettolitri assorbiti. 

Un buon posizionamento per gli sparkling nel continente che ci ospita e che sembra avere tutta l’intenzione di continuare ad investire sul mercato della spumantistica, vista la crescente notorietà di alcune categorie come Prosecco e Asti, e le positive previsioni per gli anni a venire. 

Bollicine: una crescita che sorride ai mercati mondiali

Fonte: UIV Dossier Spumanti - Corriere Vinicolo


Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino. giovedi 18 luglio 2019

L’Italia nominata miglior Paese mondiale per il vino dai wine lovers internazionali

Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino.

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere. giovedi 18 luglio 2019

Cina: dati Istat in contrasto con le dogane cinesi

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere.

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo giovedi 18 luglio 2019

Marchesi di Barolo: una storia dalle nobili origini e un grande futuro avanti a sé

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo

Noemi Mengo
L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume
giovedi 18 luglio 2019

La nuova meta delle bollicine italiane è il Canada

L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume

Noemi Mengo
Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto mercoledi 17 luglio 2019

Colline di Conegliano Valdobbiadene Unesco: ben oltre il fenomeno Prosecco

Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli. mercoledi 17 luglio 2019

Annunciati i vincitori del trentottesimo Premio Masi

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli.

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci mercoledi 17 luglio 2019

Italian wines in the world: Venere di Azienda Agricola Nenci

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero
mercoledi 17 luglio 2019

Vino italiano in Svizzera: bisogna osservare con gli occhi del consumatore

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero

Noemi Mengo
Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione. 
martedi 16 luglio 2019

Consorzio della Valpolicella: pubblicata dalla Regione Veneto la richiesta di blocco totale degli impianti

Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione.

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo martedi 16 luglio 2019

Simone Masè è il nuovo Direttore Generale del Gruppo Lunelli

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini
martedi 16 luglio 2019

Degustare il vino da un’altra prospettiva, la propria

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini

Noemi Mengo
We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca tuesday 16 july 2019

Italian wines in the world: Fattoria Varramista's Frasca

We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo martedi 16 luglio 2019

Simply Italian Great Wines, l’Italia del vino vola in Norvegia

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani
lunedi 15 luglio 2019

Il successo a stelle e strisce della Sicilia

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani

Agnese Ceschi
Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino. 
lunedi 15 luglio 2019

La ricetta di un brand di successo? Pochi (ma buoni) ingredienti, tra questi uno scopo

Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino.

Noemi Mengo
L'11 e 12 novembre 2019 saremo a Tokyo con un gruppo di produttori italiani in partnership con Wonderfud. sabato 13 luglio 2019

Partecipa con noi alla missione in Giappone con b2b con agenda programmata

L'11 e 12 novembre 2019 saremo a Tokyo con un gruppo di produttori italiani in partnership con Wonderfud.



sfondo_wm