Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 21 aprile 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy http://www.varramista.it/it/ Farina Cantina Valpolicella
giovedi 06 dicembre

Brasile: il mercato di chi ama le sfide

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice


Brasile: il mercato di chi ama le sfide
“Brazil, the real deal” era il titolo di uno dei seminari tenutosi durante wine2wine 2018, il forum che ci ha guidati verso la scoperta di nuovi mercati e la ri-scoperta di quelli che, spesso banalmente, consideriamo mercati saturi. Parliamo del Brasile, che si colloca in mezzo, non è un mercato nuovo ma non è un mercato saturo, anzi, è un Paese sul quale si può e si deve puntare, rimanendo consapevoli che sarà un percorso ripido, ma alla lunga efficace.

Partiamo dal considerare alcuni dati, forniti da Wine Intelligence e sapientemente esposti da
Bernardo Pinto, direttore tecnico della società importatrice “Zahil Importadora” ed esperto del mercato brasiliano.
Il Brasile non è proprio un puntino sul mappamondo. Si estende su 8516 milioni di km2, è grande quasi quanto l’Europa, e al suo interno vivono 153.4 milioni di abitanti adulti. Fra questi, ci sono 89 milioni di lavoratori, 44.4 milioni di essi però guadagnano poco, in media 172 euro al mese, mentre il reddito familiare medio è di 287 euro. L’affitto medio in Brasile è di 428 euro, in particolare a San Paolo è più alto e arriva a circa 556 euro, a cui vanno sommate le spese di trasporto, circa 71 euro al mese e le spese per l’alimentazione di 162 euro al mese.

Se vi fermaste a leggere l’articolo proprio ora, pensereste che lo spazio per il vino è inesistente. Ma le buone notizie stanno per arrivare, non temete.
Addentriamoci nel mondo del vino: il Brasile è considerata l’ottava economia al mondo ed il diciassettesimo mercato del vino. Il volume di consumi nel Paese si aggira intorno ai 34.054.000 in cartoni da 9 litri, il 25% dei quali si riferisce a vini importati, quindi un totale di 8.541.000 cartoni da 9l.
In Brasile si registrano 29.7 milioni di consumatori regolari di vino, 23.8 milioni di questi consumano vino importato, e sono ben 12 milioni i consumatori che dichiarano di bere settimanalmente vino importato. Di questi, il 14% è poco coinvolto nel mondo vino, il 28% è mediamente coinvolto, il 54%, quindi la maggioranza, è altamente coinvolto.

Perché compra il consumatore brasiliano? Ecco svelati i principali motivi: l’85% per il marchio conosciuto, l’82% per il vitigno, l’80% perché il prodotto gli è stato raccomandato da famiglia e amici, il 77% per la regione di origine, il 76% per il Paese d’origine, il 70% grazie alla promozione, il 64% per il contenuto alcolico, il 58% per le premiazioni ricevute, il 58% perché raccomandato dallo staff (camerieri, sommelier, ecc), il 57% per il design dell’etichetta.

Certo, gli ostacoli ci sono: a partire dal potere d’acquisto, la burocrazia, la geografia, la poca professionalità ed educazione al vino, ma più di tutte la tassazione. Il vino è tassato al 100%, e il sistema di tasse è volutamente contorto e incomprensibile, tanto da far inspiegabilmente pagare ai consumatori doppie tasse sullo stesso prodotto. In sostanza il vino costa da 3 a 5 volte di più in Brasile, rispetto all’Italia.

Inoltre, la GDO è pronta a vendere vino di qualità e l’e-commerce (come già segnalato qui) funziona alla grande. C’è bisogno di educazione al vino, certo, ma arrivare ai wine lovers è possibile, ed il consiglio è quello di unirsi, di promuovere le denominazioni, le zone di produzione e non solo le singole realtà. Di puntare sul turismo, di creare eventi e di sfruttare il più possibile agenti e importatori.

Il dialogo è fondamentale e tra “simili” è più semplice. Infatti, oltre al fatto che nel Paese ci sono più di 520.000 cittadini italiani e dai 25 ai 30 milioni di abitanti brasiliani hanno discendenze italiane, ci sentiamo di sottolineare che il Brasile in molti suoi aspetti ricorda l’Italia: un paese dai forti contrasti e dal sentito flolklore, con una gran passione per vino e arti culinarie, rispetto delle proprie tradizioni e degli usi e costumi, e una burocrazia complessa. Un’immagine speculare no?
Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
We have tasted for you Azienda Ronco Margherita's Ribolla Gialla saturday 20 april

Italian wines in the world: Azienda Ronco Margherita's Ribolla Gialla

We have tasted for you Azienda Ronco Margherita's Ribolla Gialla

Abbiamo degustato per voi Ribolla Gialla dell'Azienda Ronco Margherita sabato 20 aprile

Italian wines in the world: Ribolla Gialla dell'Azienda Ronco Margherita

Abbiamo degustato per voi Ribolla Gialla dell'Azienda Ronco Margherita

The famous Italian winery Dal Forno signs an exclusive distribution agreement: one bottle out of six is going to China friday 19 april

Export: Dal Forno’s Amarone conquers China

The famous Italian winery Dal Forno signs an exclusive distribution agreement: one bottle out of six is going to China

Federica Lago
Nel 2007 il valore del mercato del vino a livello mondiale era di circa 147 miliardi di dollari, nel 2018 ha superato i 198 miliardi e nel 2022 si prevede raggiungerà i 207 miliardi di dollari. Ma chi sono coloro che stanno guidando questa crescita e i protagonisti delle evoluzioni di futuro?

Il mercato del vino va bene, ma per chi?

Nel 2007 il valore del mercato del vino a livello mondiale era di circa 147 miliardi di dollari, nel 2018 ha superato i 198 miliardi e nel 2022 si prevede raggiungerà i 207 miliardi di dollari. Ma chi sono coloro che stanno guidando questa crescita e i protagonisti delle evoluzioni di futuro?

Fabio Piccoli
Wine Export Manager Overseas (USA, Canada, Far East) venerdi 19 aprile

Offerta di lavoro

Wine Export Manager Overseas (USA, Canada, Far East)

Domenica 19 maggio 2019, a Tenuta Frassanelle in provincia di Padova, l'evento dedicato ai vini vulcanici aperto dalla masterclass del MW John Szabo giovedi 18 aprile

Vulcanei: il più grande banco d'assaggio di vini da suolo vulcanico

Domenica 19 maggio 2019, a Tenuta Frassanelle in provincia di Padova, l'evento dedicato ai vini vulcanici aperto dalla masterclass del MW John Szabo

Domenica 12 e lunedì 13 maggio al via la prima edizione dell'evento biennale dedicato alla cultura vitivinicola del territorio e al suo vitigno principe giovedi 18 aprile

A Incontri Rotazioni 2019 protagonisti il Teroldego e i vini di Borgogna

Domenica 12 e lunedì 13 maggio al via la prima edizione dell'evento biennale dedicato alla cultura vitivinicola del territorio e al suo vitigno principe

Dal Forno sigla un accordo di distribuzione in esclusiva: una bottiglia su sei andrà in Cina.
giovedi 18 aprile

Export: l'Amarone di Dal Forno alla conquista della Cina

Dal Forno sigla un accordo di distribuzione in esclusiva: una bottiglia su sei andrà in Cina.

Federica Lago
Dal 23 aprile 2019 saranno disponibili due percorsi on-line: iscriviti alla lista d’attesa, i posti sono limitati!

Campus Online la formazione di WinePeople per tutti e ovunque

Dal 23 aprile 2019 saranno disponibili due percorsi on-line: iscriviti alla lista d’attesa, i posti sono limitati!

Maria Bandolin
Appuntamento in Russia il 31 maggio e il 1 giugno per i 25 anni di Simple Group mercoledi 17 aprile

Nuove opportunità in Russia: Simple Group racconta tendenze e prospettive di business

Appuntamento in Russia il 31 maggio e il 1 giugno per i 25 anni di Simple Group

A maggio due tappe per connettere le aziende di vino biologico ai mercati strategici di Svezia e Finlandia mercoledi 17 aprile

Organic Value: ultimi posti per il tour scandinavo nel mondo del vino biologico

A maggio due tappe per connettere le aziende di vino biologico ai mercati strategici di Svezia e Finlandia

Una Sicilia del vino nuova e diversa, la loro, ma sempre fedele a sé stessa. mercoledi 17 aprile

Cantine Settesoli, il vino salverà Selinunte

Una Sicilia del vino nuova e diversa, la loro, ma sempre fedele a sé stessa.

Carmen Guerriero
La Svezia si conferma un porto sicuro per il vino italiano nei prossimi anni. Bollicine, rosé e bianchi sono tra i favoriti, grazie al loro “healty style”. 
mercoledi 17 aprile

L’export tricolore sfreccia alto nei cieli svedesi

La Svezia si conferma un porto sicuro per il vino italiano nei prossimi anni. Bollicine, rosé e bianchi sono tra i favoriti, grazie al loro “healty style”.

Noemi Mengo
Due tappe, Mosca il 17 giugno e San Pietroburgo il 19 giugno 2019, per scoprire il mercato ed incontrare le sue figure chiave 
mercoledi 17 aprile

Partecipa alla tappa in Russia con Wine Meridian e Simply Italian Great Wines

Due tappe, Mosca il 17 giugno e San Pietroburgo il 19 giugno 2019, per scoprire il mercato ed incontrare le sue figure chiave

Il 22 e 23 maggio Wine Meridian ritorna in partnership con Wonderfud per la nuova tappa a Singapore 
mercoledi 17 aprile

Ultimi posti per il tour Singapore: agenda con b2b organizzati e masterclass

Il 22 e 23 maggio Wine Meridian ritorna in partnership con Wonderfud per la nuova tappa a Singapore

Abbiamo degustato per voi il Soave DOC Classico di Cantina del Castello mercoledi 17 aprile

Italian wines in the world: Soave DOC Classico di Cantina del Castello

Abbiamo degustato per voi il Soave DOC Classico di Cantina del Castello



sfondo_wm