Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
giovedi 18 luglio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ Farina
mercoledi 19 giugno 2019

Brexit: la filiera del vino incontra l'ambasciatore britannico Jill Morris

Mercato del vino e denominazioni: documento strategico verrà proposto al Ministro Centinaio


Brexit: la filiera del vino incontra l'ambasciatore britannico Jill Morris
Due importanti appuntamenti istituzionali hanno visto protagonisti il 17 giugno, nella sede nazionale di Confagricoltura a Roma, i presidenti della Filiera del Vino Italiano. I vertici delle Associazioni, Confagricoltura, Cia, Aci Alleanza della cooperative agroalimentari, Copagri, Unione italiana vini, Federvini, Federico e Assoenologi hanno aperto i lavori con un importante incontro con l’Ambasciatore del Regno Unito in Italia Jill Morris, sul tema della Brexit.
“La scelta dei cittadini britannici di lasciare le istituzioni europee non deve essere letta come un segnale di chiusura, né come un’azione volta a minare l’armonia del libero mercato." ha dichiarato l’Ambasciatore Morris. "Il lavoro del governo britannico e dei negoziatori è volto a limitare gli effetti di questo passaggio su cittadini e settore produttivo, per cui siamo impegnati a far in modo che non vengano inserite inutili e dannose barriere al commercio internazionale e continueremo a promuovere e rispettare le regole e i valori del multilateralismo e del libero commercio. Nello specifico del settore vitivinicolo, comprendiamo le preoccupazioni dei produttori, tuttavia voglio confermare che il Regno Unito, anche in caso di un’uscita senza accordo dall’UE (c.d. no-deal), non applicherà dazi ai vini importati dall’Italia”.

L’incontro dei Presidenti è proseguito poi con una agenda particolarmente intensa. In primis, la proposta di sviluppo di una strategia comune per il settore, sulla quale confrontarsi con Gian Marco Centinaio, Ministro delle Politiche Agricole alimentari, Forestali e del Turismo, partendo dall’obiettivo di monitorare e approfondire la congiuntura economica del comparto per agevolare le scelte e le decisioni dei prossimi anni.

Centrale è la proposta di riorganizzazione e razionalizzazione del numero e delle caratteristiche di riconoscimento dei sistemi DOP e IGP. Al fine di valorizzare il vertice della piramide del sistema delle denominazioni e indicazioni geografiche italiane, la Filiera propone una modifica dei requisiti di riconoscimento delle DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita) contenuta nell’articolo 33, comma 1, della legge 238/2016.
Schedario viticolo e “vigneto Italia” sono stati altri due punti fondamentali delle discussioni. In questo senso, la Filiera sottolinea l’importanza di poter conoscere in modo approfondito e puntuale i dati produttivi, a partire dal corretto funzionamento dello schedario viticolo, per assicurare anche certezza giuridica agli operatori del settore. Nell’ottica di garantire una completa tracciabilità del sistema vitivinicolo del Paese, le organizzazioni auspicano l’avvio di un progetto che possa portare all’interconnessione tra i dati contenuti nello schedario e il registro telematico del SIAN.

L’incontro è stato anche l’occasione per analizzare lo stato del mercato vitivinicolo italiano: la Filiera ritiene necessario un confronto sulla situazione del mercato e sulle possibili modalità di ridefinizione nel medio periodo. Altresì, con l’obiettivo di puntare a un equilibrio di medio-lungo periodo del mercato del vino, i presidenti delle organizzazioni hanno valutato due vie d’azione.
La prima prevede di assicurare la certezza del dato produttivo e di consentire al mercato di determinare il reale stato del settore, prevenendo anche talune pratiche sleali. La seconda, invece, ha portato la Filiera a valutare la riduzione delle rese massime di produzione di vini senza Indicazione Geografica, con un valore specifico anche per i vini varietali.

I Presidenti hanno infine sottolineato, vista l’evoluzione dei modelli di consumo sul mercato nazionale, la necessità di avviare in tempi stretti una riflessione per valorizzare la cultura del vino e la tradizione agroalimentare italiana e hanno rimarcato l’importanza dello sviluppo di una rete di ricerca e di collaborazioni che aiuti le organizzazioni nell’orientarsi nelle scelte strategiche che le attendono, anche nella prospettiva della futura riforma della PAC. In questa direzione, considerando la peculiarità del tessuto imprenditoriale italiano, dove prevalgono aziende ed operatori di piccole e medie dimensioni, è emersa l’esigenza di un sostegno verso le attività di ricerca e innovazione condivise a livello territoriale e nazionale.


Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino. giovedi 18 luglio 2019

L’Italia nominata miglior Paese mondiale per il vino dai wine lovers internazionali

Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino.

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere. giovedi 18 luglio 2019

Cina: dati Istat in contrasto con le dogane cinesi

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere.

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo giovedi 18 luglio 2019

Marchesi di Barolo: una storia dalle nobili origini e un grande futuro avanti a sé

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo

Noemi Mengo
L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume
giovedi 18 luglio 2019

La nuova meta delle bollicine italiane è il Canada

L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume

Noemi Mengo
Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto mercoledi 17 luglio 2019

Colline di Conegliano Valdobbiadene Unesco: ben oltre il fenomeno Prosecco

Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli. mercoledi 17 luglio 2019

Annunciati i vincitori del trentottesimo Premio Masi

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli.

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci mercoledi 17 luglio 2019

Italian wines in the world: Venere di Azienda Agricola Nenci

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero
mercoledi 17 luglio 2019

Vino italiano in Svizzera: bisogna osservare con gli occhi del consumatore

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero

Noemi Mengo
Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione. 
martedi 16 luglio 2019

Consorzio della Valpolicella: pubblicata dalla Regione Veneto la richiesta di blocco totale degli impianti

Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione.

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo martedi 16 luglio 2019

Simone Masè è il nuovo Direttore Generale del Gruppo Lunelli

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini
martedi 16 luglio 2019

Degustare il vino da un’altra prospettiva, la propria

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini

Noemi Mengo
We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca tuesday 16 july 2019

Italian wines in the world: Fattoria Varramista's Frasca

We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo martedi 16 luglio 2019

Simply Italian Great Wines, l’Italia del vino vola in Norvegia

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani
lunedi 15 luglio 2019

Il successo a stelle e strisce della Sicilia

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani

Agnese Ceschi
Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino. 
lunedi 15 luglio 2019

La ricetta di un brand di successo? Pochi (ma buoni) ingredienti, tra questi uno scopo

Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino.

Noemi Mengo
L'11 e 12 novembre 2019 saremo a Tokyo con un gruppo di produttori italiani in partnership con Wonderfud. sabato 13 luglio 2019

Partecipa con noi alla missione in Giappone con b2b con agenda programmata

L'11 e 12 novembre 2019 saremo a Tokyo con un gruppo di produttori italiani in partnership con Wonderfud.



sfondo_wm