Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
lunedi 25 giugno 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Michele Shah Tommasi WineNet https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 Tebaldi valdoca pertinace wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach
mercoledi 04 maggio

C’è ancora molta strada da fare per la promozione del vino italiano nel Regno Unito

Intervista a Peter McCombie, Master of Wine e consulente del settore vinicolo inglese


C’è ancora molta strada da fare per la promozione del vino italiano nel Regno Unito
I vini italiani e il Regno Unito. I prodotti delle nostre vigne sono apprezzati ormai da tempo dagli inglesi, anche se, la promozione non è ancora abbastanza. E, come nel detto "l'unione fa la forza", i produttori che condividono, oltre alla terra, anche le stesse idee, dovrebbero darsi una mano per migliorare la diffusione dei propri prodotti. È quanto ha affermato Peter McCombie, neozelandese di nascita e inglese d'adozione, Master of Wine e consulente del settore vinicolo, soprattutto per hotel e ristoranti, e allo stesso tempo comunicatore e formatore, Wine & Spirit Education Trust Accredited Tutor. Peter ha spiegato a Michele Shah, che lo ha intervistato, quali sono le regioni del vino più apprezzate nel panorama vinicolo del Regno Unito e ha dato qualche consiglio sulla promozione dei prodotti vinicoli Made in Italy.


Quali vini si vendono meglio in UK?
Sono sempre i classici ad essere i più apprezzati. Al primo posto troviamo il Barolo e il Brunello, seguiti dal Chianti. In termini di grandi volumi e prezzi bassi, i vini rossi della Puglia, etichettati e DOC, sono i primi, seguiti dai vini siciliani, soprattutto i rossi, senza dimenticare Prosecco e Pinot Grigio.

Quali sono le varietà preferite nel mercato?
Senza dubbio, il Pinot Grigio è quello più gradito. Ma vista la grande diversità dei vini italiani è difficile stabilire quali siano le varietà maggiormente apprezzate. Ad ogni modo, hanno successo il Nero d'Avola, il Barbera, il Sangiovese, il Primitivo e il Montepulciano.

Quale fascia di prezzo vende meglio?
Le ultime statistiche della Nielsen mostrano che in media il prezzo a litro, e non a bottiglia, è di £7,18. L’Italia raggiunge un prezzo medio di £4,96 per bottiglia, tra i vini italiani il Pinot Grigio sembra ricoprire una fascia di prezzo rispettabile, si parla di £5,17. È interessante, invece, scoprire che il Sauvignon Blanc italiano riporta un prezzo come £6,00, mentre quello proveniente dalla Nuova Zelanda raggiunge la cifra di £7,11, la più alta tra tutti i Paesi. Bisogna ricordarsi, però, che l’accisa supera le £2 per bottiglia e non lascia molto spazio per il vino di qualità.

In base alla Sua esperienza nel mondo delle degustazioni e della promozione cosa manca?
A parte i grandi nomi, alcune volte sono stato coinvolto in degustazioni e masterclass di organizzazioni meno conosciute, che hanno avuto un discreto successo, ma purtroppo rimangono eventi ad hoc e sporadici, quando invece sono un’occasione interessante di contatto con produttori meno conosciuti. Al fine di avere un maggiore effetto, dovrebbero essere più innovativi e più regolari. Ma anche ICE, Borsa Vini Italiani e altre associazioni hanno creato eventi in cui ho avuto la sensazione che le liste di partecipanti fossero limitate ai soliti personaggi. Penso che questi eventi potrebbero essere più efficaci se venisse dedicato a loro più spazio e si aggiornassero più spesso le liste dei partecipanti.

Quale è il modo migliore per promuovere il vino italiano nel mercato del suo Paese?
Per promuovere meglio i prodotti vinicoli Made in Italy, i produttori dovrebbero avere maggiore visibilità. Alcuni importatori hanno fatto un buon lavoro organizzando degustazioni a cui hanno preso parte anche piccoli produttori dedicati ad una piccola audience commerciale.Inoltre, dovrebbero essere organizzate altre attività non solo a Londra, ma anche nelle città e nelle regioni lontane dalla capitale. Così aumentano le possibilità di avere un impatto maggiore.

In base alla Sua esperienza personale, cosa suggerirebbe ai produttori italiani per promuovere i propri prodotti?
Credo che i singoli produttori debbano pensare a come poter lavorare in modo produttivo con il proprio importatore. Non parlo solo di Consorzi o di gruppi generici, ma anche di produttori della stessa zona con gli stessi interessi e lo stesso modo di pensare. È un approccio che può portare buoni frutti. L’unione fa la forza!
Michele Shah

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere
lunedi 25 giugno

La grande ripresa del mercato Thailandese: spazio all’export italiano

Non lasciatevi spaventare dai consumi decrescenti degli scorsi anni, il mercato della Thailandia ritorna a vivere

Noemi Mengo
La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Eleganza, passione e gusto, le tre parole per convincere gli americani a scegliere vino italiano

La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie

Fabio Piccoli
Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano. 
venerdi 22 giugno

Mondo del Vino: una realtà, tanti territori

Intervista a Marco Martini, CEO di Mondodelvino SpA, una delle realtà più interessanti ed innovative del panorama vitivinicolo italiano.

Agnese Ceschi
Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

giovedi 21 giugno

Tenute Piccini e Banca IFIS insieme per la crescita della filiera vitivinicola in Italia

Stipulato un accordo fra Tenute Piccini e Banca IFIS per una migliore gestione dei pagamenti per la consegna dell'uva e una facilitazione all'accesso del credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani
giovedi 21 giugno

Il solido mercato di Singapore, vecchio amico con il quale sperimentare

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani

Noemi Mengo
La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People mercoledi 20 giugno

Open Day Wine People Campus: il 12 ottobre presenteremo i nuovi corsi pensati per voi!

La presentazione dei nuovi Campus Vendita, Impresa ed Export Manager di Wine People

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass 

wednesday 20 june

Catarratto and Perricone: mountain natives

A version of Sicily inside Castelluccimiano’s glass

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno mercoledi 20 giugno

GARGANICA 2018: un evento per scoprire il Gambellara Doc

Oltre venti espositori, tra aziende vitivinicole e produttori artigianali di specialità gastronomiche, si sono riuniti nel cuore del centro storico di Vicenza all'interno del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo in occasione di Garganica 2018 dal 9 all'11 giugno

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano martedi 19 giugno

Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano

Agnese Ceschi
I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

martedi 19 giugno

Danni da grandine, cosa ci insegna la Francia

I danni delle gravi grandinate che hanno coinvolto recentemente importanti territori produttivi della Francia sono stati comunicati in una maniera molto più chiara, dettagliata e trasparente rispetto alla modalità con cui questi eventi vengono raccontati nel nostro Paese

Fabio Piccoli
Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates
monday 18 june

Tommasi: a history of family values and resourcefulness

Interview with Pierangelo Tommasi, executive director of Tommasi Family Estates

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Il nostro pensiero sulla promozione del vino in Cina

Il mercato cinese rappresenta una straordinaria opportunità anche per dimostrare finalmente la nostra capacità di coordinare attività di promozione, di selezionare i progetti con un criterio meritocratico e di monitorare con attenzione e trasparenza i risultati e l’efficacia delle iniziative

Fabio Piccoli
Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso venerdi 15 giugno

Focus sugli autoctoni: il Tai Rosso

Il Tai Rosso dei Colli Berici raccontato da Nicola Dal Maso

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018
venerdi 15 giugno

Best in show all’Amarone e Platino al Ripasso di Cantina Soave

Medaglie importanti per i vini di Cantina di Soave al Decanter World Wine Awards 2018

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione? giovedi 14 giugno

Non si arresta la crescita dei rosè negli Usa

Negli Stati Uniti attualmente si consuma il 20% della produzione mondiale di vini rosé, dietro solo alla Francia. Sono la tipologia di vini dalla maggior crescita anche nel 2017 con un +59% rispetto all’anno precedente. La Francia con il 51% di quota di mercato è la leader seguita da Usa (37%) e Italia (5%). Ma quanto durerà questa evoluzione?

Fabio Piccoli
Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale giovedi 14 giugno

La nuova sfida futura in Asia passa dall’India

Una panoramica sui fattori che rendono l’India un mercato potenziale

Noemi Mengo
Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!
mercoledi 13 giugno

Ultime possibilità per unirsi al Tour Vietnam 2018 con Unexpected Italian

Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!

Sembra strano, ma parlando di valore quello che è ovvio per i prodotti e i servizi viene completamente disatteso quando si parla del lavoro delle persone.

Chi decide la retribuzione corretta per un manager?

Sembra strano, ma parlando di valore quello che è ovvio per i prodotti e i servizi viene completamente disatteso quando si parla del lavoro delle persone.