Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
venerdi 22 marzo 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ italian wine academy Farina Cantina Valpolicella Tebaldi valdoca http://www.consorziomorellino.it/
giovedi 03 gennaio

Caro Export italiano, come stai?

Uno sguardo alla situazione odierna: i dati di consumo nel mondo e lo stop di import fra Cina e Usa ci danno la speranza che meritiamo


Caro Export italiano, come stai?
“Export all’italiana, tutti per uno e nessuno per tutti” era il titolo di uno dei più importanti seminari presentati all’interno del forum wine2wine, prezioso momento di riflessione per tutti i membri del comparto del vino. Il titolo, provocatorio non a caso, parla chiaro sulla situazione odierna dell’export italiano: dalle grandi potenzialità ma all’interno del quale si fa ancora fatica a comunicare. Per capire meglio quali sono le novità, ci avvaliamo delle statistiche esposte durante l’evento da Denis Pantini, Responsabile Wine Monitor di Nomisma, che ci ha reso chiari i dati di import di fonte doganale, risultanti dalle indagini dell’Osservatorio Vinitaly-Nomisma Wine Monitor.

Export e mercati del mondo: che succede?
Negli ultimi 5 anni la domanda di vino italiana è cresciuta quasi ovunque, in Australia e Nuova Zelanda, nell’Europa dell’Est, in Chile e in Argentina, in alcuni Stati centrali dell’Africa e in Cina è cresciuto oltre il 50%, mentre in Russia, nei Paesi Scandinavi, in Brasile, in Francia e in Inghilterra, negli Stati Uniti e in Alaska ha subito una crescita che va dal 20% al 50% tra il 2012 e il 2017.

Non bisogna però adagiarsi sugli allori, i consumi di vino nel 2018 sono calati in 4 mercati su 10. I consumi assoluti maggiori si riscontrano negli Stati Uniti, con 32 milioni di hl e in Germania con 20.1 milioni di hl, mercato che però ha subito nell’ultimo anno un ribasso di -0.1%. In calo anche il mercato inglese con una perdita tra il 2012 e il 2017 del -4.7% e dal 2017 al 2018 del -1.6%, il mercato del Giappone con un valore di consumo di 3.5 milioni di hl, ma con un calo nel corso dell’ultimo anno del -1.3%, e il mercato svizzero, che è calato dal 2012 al 2017 del -1.9% e nell’ultimo anno di -0.9%.

Segnano il passo le importazioni (non solo italiane) di vini fermi, in particolare in USA, il cui valore di importazione si attesta a 3.876 milioni di euro, di cui 1.263 milioni riferiti al vino italiano, nel 2018, UK con 2.167 milioni di euro, di cui 370 milioni di vino italiano, e Germania con 1.570 milioni di euro, di cui 621 milioni di vino italiano.

Continuano il loro viaggio sull’onda di tendenza i vini sparkling, che crescono in USA, nell’ultimo anno sono cresciuti del +4.9% toccando i 1.115 milioni di euro come valore di importazione, di cui 386 di vino italiano; in UK, dove dal 2012 al 2017 erano calati del -5.1% ed ora sono ricresciuti del +4.2% con 736 milioni di euro, di cui 345 milioni di vino italiano; e in Giappone, cresciuti del -10.5% con 527 milioni di euro, di cui 33 milioni di vino italiano, nel 2018.

E la Cina? Si è presa una pausa di riflessione dagli USA
A causa della recente guerra commerciale dei dazi che ha visto protagonisti gli Stati Uniti di Donald Trump e la Cina, per la quale è stato dichiarato lo stop alle importazioni statunitensi, è difficile avvalersi di statistiche aggiornate, in quanto i dati doganali non sono facilmente reperibili, ma ripercorrendo a ritroso i flussi e ricostruendoli ci è dato sapere che le possibilità di crescita per noi ci sono. Proprio per via delle vicende accadute, in Cina sono oggi presenti forti accumuli di scorte, fattore che mette il Paese nelle condizioni di prendersi una sorta di pausa di riflessione e ridimensionare le proprie entrate di vino. Tendiamo le orecchie noi italiani, perché alla lunga lo stallo fra Usa e Cina potrebbe portarci bei vantaggi. Secondo uno studio svolto da Coldiretti su dati Istat infatti, sembra che Il vino italiano potrebbe avvantaggiarsi della guerra commerciale tra Usa e Cina dopo che le esportazioni dello stesso all’interno del Paese hanno raggiunto il massimo storico di oltre 130 milioni di euro nel 2017, grazie all’aumento del 29%.

Il momento di agire quindi è proprio questo. Abbiamo tutte le carte in regola per fare una promozione sensata e strategica, portando il vino italiano nel mondo come forza unita e compatta, e non spingendo solo le singole aziende, modalità che sembra vincente all’inizio ma controproducente poi, perché è facile dimenticare. Il lavoro da fare è tanto, e ci vorrà del tempo, degli accordi bilaterali e la volontà di cambiare un quadro che da decenni ha smesso di funzionare. 
Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019
venerdi 22 marzo

Milano Wine Week punta all'internazionalità

In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms. friday 22 march

Italian Wine Podcast: two years of “cin cin” with Italian wine people

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms.

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now! friday 22 march

World's Leading Wine Experts Share Tried and Tested Solutions to Mitigate Climate Change

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now!

Michele Shah
Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Donne e vino: più sensibili alla sostenibilità ma meno disposte a spendere

Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Fabio Piccoli
Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese giovedi 21 marzo

L'esplosione del biologico nel Regno Unito

Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese

Agnese Ceschi
General Manager mercoledi 20 marzo

Offerta di Lavoro

General Manager

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

mercoledi 20 marzo

Prowein 2019, una fiera didattica

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

Fabio Piccoli
L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse mercoledi 20 marzo

La figura del Business Coach nel mondo del vino: Chi è? A cosa serve?

L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse

Massimo Benedetti, Marketing and communication specialist
Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca martedi 19 marzo

ProWein 2019: buona la seconda (giornata)!

Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca

Agnese Ceschi e Noemi Mengo
Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese 
lunedi 18 marzo

ProWein 2019: deboli piogge, ma previste schiarite

Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese

Noemi Mengo e Agnese Ceschi
L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein domenica 17 marzo

ProWein here we go!

L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein

Agnese Ceschi
Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa 
sabato 16 marzo

ProWein: 3 punti chiave per fare il giusto ingresso in fiera

Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso saturday 16 march

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno sabato 16 marzo

Italian wines in the world: Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

venerdi 15 marzo

Il ritorno “silenzioso” ma prezioso della tipicità

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

Fabio Piccoli
Ettore Nicoletto, dal 2008 Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC, una delle denominazioni emergenti del panorama vitivinicolo nazionale. giovedi 14 marzo

Ettore Nicoletto, Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC.

Ettore Nicoletto, dal 2008 Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC, una delle denominazioni emergenti del panorama vitivinicolo nazionale.

Salvato dal fallimento uno dei marchi storici del Chianti, salvaguardato anche il futuro dei soci conferitori del soci di una delle più importanti cooperative giovedi 14 marzo

Tenute Piccini rilanciano il Geografico

Salvato dal fallimento uno dei marchi storici del Chianti, salvaguardato anche il futuro dei soci conferitori del soci di una delle più importanti cooperative

Fabio Piccoli


http://www.winemeridian.com/