Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
martedi 13 novembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet CVA Canicatti https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it www.wine2wine.net https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/ http://www.fattorialamagia.it/ https://www.accordinistefano.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinapedres.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ https://www.vinica.it/it/ https://www.borgolacaccia.it/ https://www.carusoeminini.it/ http://www.cantinadicustoza.it/ https://tenutadelpriore.it/linea-col-del-mondo/ http://www.tenutastellacollio.it/en/ https://www.tenutedigiulio.it/site/ http://www.tenutamontemagno.it/ http://giannitessari.wine/
martedi 19 giugno

Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano


Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna
Questa è la storia di un’azienda che ha avuto il coraggio di essere differente. Di allontanarsi dalla zona di comfort della produzione classica.
La storia di Castelluccimiano fonda le sue radici in tempi recenti, ma su un terreno fertile e con una sua grande storicità, sulle pendici delle Madonie, in Sicilia. La storia di questa azienda inizia del recupero di vecchi vitigni ad alberello, massima espressione della viticoltura di montagna siciliana, rendendoli unici esempi di biodiversità del territorio di Valledolmo.
Abbiamo intervistato Piero Buffa, responsabile commerciale dell’azienda, che ci ha raccontato la sua versione della Sicilia dentro al calice, una versione nuova e totalmente biologica.

Come è nata Castelluccimiano?

Castelluccimiano è un progetto relativamente giovane, nato nel 2005 sulle ceneri di una vecchia cantina sociale risalente al 1964. L’azienda è stata rilevata da un piccolo gruppo di conferitori, che hanno deciso di delegare a me in qualità di responsabile commerciale e a Tonino Guzzo, in qualità di enologo, il nuovo progetto produttivo. Il nome deriva invece dall’unione di due contrade Castellucci e Miano.

Qual è il cuore pulsante del progetto Castelluccimiano?
Assolutamente la valorizzazione dei vigneti storici della zona, che sono il Catarratto e il Perricone. Siamo stati i primi a puntare sulla valorizzazione di questi due vitigni che in passato non erano considerati adatti a fare vini di qualità, l’idea era proprio di mettere questi vitigni al centro della nostra filosofia produttiva. Questa scelta ci ha premiati, complice anche l’esigenza del mercato internazionale, che cerca l’autenticità territoriale.

Come siete arrivati a ciò?
Dopo un attento studio, sono stati recuperati vecchi vigneti ad alberello, ereditati dalla grande estensione di un tempo, resi unici esempi di biodiversità del territorio di Valledolmo. I vini prodotti da queste uve rappresentano a pieno la filosofia produttiva aziendale, e consistono in un raro esempio di identità territoriale.

Dove vi trovate precisamente?
A Valledolmo, 800 m di altitudine in provincia di Palermo, sul versante interno delle Madonie. Le vigne sono allocate tra gli 800 e i 1100 m. Abbiamo recuperato un vecchio patrimonio viticolo indigeno, che fino ai primi del ‘900 contava quasi 570 ettari di vigneti ad alberello, ne abbiamo recuperato quello che ne rimane, 75 ettari, in parte di proprietà, in parte donateci da conferitori.
Sono piccoli appezzamenti di solito al di sotto di un ettaro, situati nell’agro di Valledolmo. Io li chiamo giardini agricoli, perché all’interno si trova di tutto: la vite, ma anche gli alberi da frutto, come il pero, il ciliegio, il mandorlo, l’olivo…

Questi piccoli giardini agricoli quindi producono vino biologico?

La sostenibilità ambientale e un’agricoltura biologica naturale sono la nostra filosofia.
I nostri vini sono naturalmente organici, al di là della certificazione, perché chi li cura e li coltiva fa solamente concimazione naturale con stallatico e l’unico prodotto chimico che viene utilizzato è lo zolfo.

Con quale aggettivo definirebbe il vostro progetto?

“Indigeni con orgoglio”. Quando abbiamo iniziato a fare vino, tutti ci ridevano quasi dietro le spalle, perché avevamo scelto di fare vino con il Catarratto, l’uva bianca più coltivata in Sicilia, e Perricone, che era per di più scomparso. Adesso per noi è fonte di grandissimo vanto e orgoglio il fatto che anche gli altri abbiano iniziato a coltivare queste varietà.

Qual è la vostra percentuale di export?

Siamo quasi al 50 % ad oggi.

In che aree esportate maggiormente?
Siamo principalmente negli Stati Uniti ed in Europa, che tra loro si bilanciano, ma anche in Canada.
Negli Stati uniti, esportiamo nella East Coast, quindi tutta la zona di New York, Massachusetts, Washington e Georgia, ora però ci sposteremo anche sulla West Coast. Per quanto riguarda l’Europa, esportiamo in Belgio, Francia,Germania, Francia, Svizzera, Polonia e Olanda.

Cosa si percepisce della Sicilia dai vostri vini?
Considerando l’immagine percepita generalmente del vino siciliano, praticamente nulla.
Secondo quella percezione comune, i nostri non sono “vini siciliani”. Noi siamo in montagna, o alta collina a seconda delle definizioni, quindi abbiamo vini con una spiccata acidità, un’ottima mineralità, e soprattutto una buona sapidità, che generalmente nei vini siciliani non è molto riconoscibile. Insomma, siamo differenti in tutti i sensi. 
Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Il tempo è la risorsa più importante per le aziende che vogliono essere competitive sui mercati internazionali

Il fattore tempo nell’export del vino

Il tempo è la risorsa più importante per le aziende che vogliono essere competitive sui mercati internazionali

Fabio Piccoli
Si è conclusa con successo di pubblico e operatori la prima tappa di Organic Value a Copenhagen lunedi 12 novembre

Danimarca loves Italian organic wines

Si è conclusa con successo di pubblico e operatori la prima tappa di Organic Value a Copenhagen

Agnese Ceschi
The research “Yeats and terroir” is launched by Cantine Tinazzi with the cooperation of Starogen anche StarFinn. monday 12 november

Yeasts and Terroir: when biodiversity meets science

The research “Yeats and terroir” is launched by Cantine Tinazzi with the cooperation of Starogen anche StarFinn.

Ci sono opportunità che passano una volta sola! Ultimi due posti a disposizione per i nosti Campus. Che fai?

Prendere o lasciare?

Ci sono opportunità che passano una volta sola! Ultimi due posti a disposizione per i nosti Campus. Che fai?

Roberta Zantedeschi
On November 8th, 2018, two new Italian Wine Experts and seven new Italian Wine Ambassadors officially joined the Vinitaly International Academy (VIA) community of dedicated wine professionals worldwide friday 09 november

VIA's Italian Wine Ambassador Course celebrates two new Experts and seven new Ambassadors in Hong Kong

On November 8th, 2018, two new Italian Wine Experts and seven new Italian Wine Ambassadors officially joined the Vinitaly International Academy (VIA) community of dedicated wine professionals worldwide

Non rappresenta più il gate preferenziale per l’ingresso dei vini sul grande mercato cinese ma Hong Kong continua a rappresentare il più interessante laboratorio per capire le dinamiche di sviluppo del mercato asiatico. Intervista Jessica Anne Tan, Italian Wine Ambassador di Vinitaly International Academy venerdi 09 novembre

Ad Hong Kong, dove le rivoluzioni asiatiche arrivano prima

Non rappresenta più il gate preferenziale per l’ingresso dei vini sul grande mercato cinese ma Hong Kong continua a rappresentare il più interessante laboratorio per capire le dinamiche di sviluppo del mercato asiatico. Intervista Jessica Anne Tan, Italian Wine Ambassador di Vinitaly International Academy

Lavinia Furlani
L’iniziativa nel campo della ricerca scientifica e della tutela del territorio “Lieviti e terroir” porta la firma Cantine Tinazzi con la collaborazione di Startogen e StarFinn. venerdi 09 novembre

Lieviti e terroir: quando la biodiversità incontra la scienza

L’iniziativa nel campo della ricerca scientifica e della tutela del territorio “Lieviti e terroir” porta la firma Cantine Tinazzi con la collaborazione di Startogen e StarFinn.

Intervista all'esperto di vini italiani Thomas Ilkjaer a un giorno dall'inizio dell'evento Organic Value giovedi 08 novembre

Danimarca: dove il biologico è di casa

Intervista all'esperto di vini italiani Thomas Ilkjaer a un giorno dall'inizio dell'evento Organic Value

Agnese Ceschi
Prima puntata: la Maestrina, quando la lucida negatività non paga! mercoledi 07 novembre

Approcci al mondo del vino che non funzionano

Prima puntata: la Maestrina, quando la lucida negatività non paga!

Tutti li rincorrono, tutti li vogliono, ma quanto un premio può aiutare un vino a farsi comprare o bere dai nostri millenials? martedi 06 novembre

L'importanza dei premi per i millenials 2.0 (o 3.0?)

Tutti li rincorrono, tutti li vogliono, ma quanto un premio può aiutare un vino a farsi comprare o bere dai nostri millenials?

Bastano pochi “tap” per vendere e acquistare in modo pratico, veloce ed efficace 
martedi 06 novembre

Enosocial®, l’app che dà valore al Direct to Consumer

Bastano pochi “tap” per vendere e acquistare in modo pratico, veloce ed efficace

Veronafiere and Vinitaly International Academy (VIA) have teamed up with ICE-Italian Trade Agency in Toronto and two of the leading Canadian Monopolies, Nova Scotia Liquor Corporation (NSLC) and the Newfoundland and Labrador Liquor Corporation (NFLC), to bring Canada Roadshow Executive Seminars to cities in Eastern Canada.
tuesday 06 november

Canada Roadshow Executive Seminars offer up a taste of the "bella vita"

Veronafiere and Vinitaly International Academy (VIA) have teamed up with ICE-Italian Trade Agency in Toronto and two of the leading Canadian Monopolies, Nova Scotia Liquor Corporation (NSLC) and the Newfoundland and Labrador Liquor Corporation (NFLC), to bring Canada Roadshow Executive Seminars to cities in Eastern Canada.

Presente anche il Ministro Centinaio durante la settimana del CIIE dal 5 al 10 novembre martedi 06 novembre

Veronafiere apre una sede permanente a Shanghai

Presente anche il Ministro Centinaio durante la settimana del CIIE dal 5 al 10 novembre

Vinitaly International Academy (VIA) launches its reformatted Italian Wine Ambassador certification course in Hong Kong from November 4th to 8th at the Hong Kong in the lead-up to the region’s famous International Wine and Spirits Fair starting on November 8th monday 05 november

Vinitaly International Academy to launch reformatted, tasting-intensive Italian Wine Ambassador course in Hong Kong

Vinitaly International Academy (VIA) launches its reformatted Italian Wine Ambassador certification course in Hong Kong from November 4th to 8th at the Hong Kong in the lead-up to the region’s famous International Wine and Spirits Fair starting on November 8th

La storia dei Monovitigno iniziata con il Cabernet Franc passa il testimone alle nuove etichette di Vignamaggio dedicate a Sangiovese e Merlot. lunedi 05 novembre

Nascono i Cru monovitigno di Vignamaggio

La storia dei Monovitigno iniziata con il Cabernet Franc passa il testimone alle nuove etichette di Vignamaggio dedicate a Sangiovese e Merlot.

Domenica 11 novembre la cantina di Spessa sarà presente con quattro vini della linea Myò nella nuova area in piazza della Rena lunedi 05 novembre

I vini Zorzettig al Merano Wine Festival protagonisti allo spazio The Circle

Domenica 11 novembre la cantina di Spessa sarà presente con quattro vini della linea Myò nella nuova area in piazza della Rena

Preparate il passaporto: ecco le nostre tappe internazionali previste per il 2019
lunedi 05 novembre

Wine Meridian around the world

Preparate il passaporto: ecco le nostre tappe internazionali previste per il 2019

Il mondo del vino è piuttosto chiuso e spesso il livello medio di professionalità dei manager è più basso rispetto ad altri settori. Non sempre la conoscenza dei prodotti e dei mercati compensano determinate lacune. Aprirsi a influenze professionali provenienti da altri ambiti, potrebbe quindi procurare molti vantaggi.

Ibrido è bello

Il mondo del vino è piuttosto chiuso e spesso il livello medio di professionalità dei manager è più basso rispetto ad altri settori. Non sempre la conoscenza dei prodotti e dei mercati compensano determinate lacune. Aprirsi a influenze professionali provenienti da altri ambiti, potrebbe quindi procurare molti vantaggi.

Lavinia Furlani
  Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona lunedi 05 novembre

Informazione pubblicitaria
AVVISO DI VENDITA COMPETITIVA

Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona

We tasted for you MGM Mondo del Vino’s Asio Otus saturday 03 november

Italian wines in the world: MGM Mondo del Vino’s Asio Otus

We tasted for you MGM Mondo del Vino’s Asio Otus

Abbiamo degustato per voi Asio Otus di MGM Mondo del Vino sabato 03 novembre

Italian wines in the world: Asio Otus di MGM Mondo del Vino

Abbiamo degustato per voi Asio Otus di MGM Mondo del Vino

I consumatori più giovani valutano decine, centinaia, migliaia di brand, scartandone moltissimi per poi affezionarsi ad una lista molto limitata di essi. Lo spostamento dai grandi marchi verso qualcosa di più piccolo, più locale e più artigianale, che meglio rispecchia i valori di ognuno, è ormai un dato di fatto

Millennials più fedeli ai brand degli spirits che di vino e birra

I consumatori più giovani valutano decine, centinaia, migliaia di brand, scartandone moltissimi per poi affezionarsi ad una lista molto limitata di essi. Lo spostamento dai grandi marchi verso qualcosa di più piccolo, più locale e più artigianale, che meglio rispecchia i valori di ognuno, è ormai un dato di fatto

Francesco Piccoli
La relazione è una delle regole chiave per la vendita: quali sono le altre?
giovedi 01 novembre

Le 7 caratteristiche del venditore ideale

La relazione è una delle regole chiave per la vendita: quali sono le altre?

Noemi Mengo
Si conferma una delle province canadesi più dinamiche e curiose, con agenzie di importazione alla ricerca di novità e consumatori sempre più sofisticati. La sfida però è di fare vivere esperienze del made in Italy autentico

In British Columbia, dove la curiosità è di casa

Si conferma una delle province canadesi più dinamiche e curiose, con agenzie di importazione alla ricerca di novità e consumatori sempre più sofisticati. La sfida però è di fare vivere esperienze del made in Italy autentico

Fabio Piccoli
Partirà il 23 novembre il corso di otto lezioni totalmente dedicato agli imprenditori che vogliono migliorare la loro capacità di gestione dell’azienda, la loro competenza sui mercati italiano ed esteri, la loro facoltà a scegliere e guidare in maniera adeguata le risorse umane, la loro efficienza comunicativa.

CAMPUS IMPRESA: l'unico corso formativo per gli imprenditori del vino

Partirà il 23 novembre il corso di otto lezioni totalmente dedicato agli imprenditori che vogliono migliorare la loro capacità di gestione dell’azienda, la loro competenza sui mercati italiano ed esteri, la loro facoltà a scegliere e guidare in maniera adeguata le risorse umane, la loro efficienza comunicativa.