Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
lunedi 23 luglio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it Farina Enartis Tebaldi
martedi 19 giugno

Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna

Una versione della Sicilia nel calice dell’azienda Castelluccimiano


Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna
Questa è la storia di un’azienda che ha avuto il coraggio di essere differente. Di allontanarsi dalla zona di comfort della produzione classica.
La storia di Castelluccimiano fonda le sue radici in tempi recenti, ma su un terreno fertile e con una sua grande storicità, sulle pendici delle Madonie, in Sicilia. La storia di questa azienda inizia del recupero di vecchi vitigni ad alberello, massima espressione della viticoltura di montagna siciliana, rendendoli unici esempi di biodiversità del territorio di Valledolmo.
Abbiamo intervistato Piero Buffa, responsabile commerciale dell’azienda, che ci ha raccontato la sua versione della Sicilia dentro al calice, una versione nuova e totalmente biologica.

Come è nata Castelluccimiano?

Castelluccimiano è un progetto relativamente giovane, nato nel 2005 sulle ceneri di una vecchia cantina sociale risalente al 1964. L’azienda è stata rilevata da un piccolo gruppo di conferitori, che hanno deciso di delegare a me in qualità di responsabile commerciale e a Tonino Guzzo, in qualità di enologo, il nuovo progetto produttivo. Il nome deriva invece dall’unione di due contrade Castellucci e Miano.

Qual è il cuore pulsante del progetto Castelluccimiano?
Assolutamente la valorizzazione dei vigneti storici della zona, che sono il Catarratto e il Perricone. Siamo stati i primi a puntare sulla valorizzazione di questi due vitigni che in passato non erano considerati adatti a fare vini di qualità, l’idea era proprio di mettere questi vitigni al centro della nostra filosofia produttiva. Questa scelta ci ha premiati, complice anche l’esigenza del mercato internazionale, che cerca l’autenticità territoriale.

Come siete arrivati a ciò?
Dopo un attento studio, sono stati recuperati vecchi vigneti ad alberello, ereditati dalla grande estensione di un tempo, resi unici esempi di biodiversità del territorio di Valledolmo. I vini prodotti da queste uve rappresentano a pieno la filosofia produttiva aziendale, e consistono in un raro esempio di identità territoriale.

Dove vi trovate precisamente?
A Valledolmo, 800 m di altitudine in provincia di Palermo, sul versante interno delle Madonie. Le vigne sono allocate tra gli 800 e i 1100 m. Abbiamo recuperato un vecchio patrimonio viticolo indigeno, che fino ai primi del ‘900 contava quasi 570 ettari di vigneti ad alberello, ne abbiamo recuperato quello che ne rimane, 75 ettari, in parte di proprietà, in parte donateci da conferitori.
Sono piccoli appezzamenti di solito al di sotto di un ettaro, situati nell’agro di Valledolmo. Io li chiamo giardini agricoli, perché all’interno si trova di tutto: la vite, ma anche gli alberi da frutto, come il pero, il ciliegio, il mandorlo, l’olivo…

Questi piccoli giardini agricoli quindi producono vino biologico?

La sostenibilità ambientale e un’agricoltura biologica naturale sono la nostra filosofia.
I nostri vini sono naturalmente organici, al di là della certificazione, perché chi li cura e li coltiva fa solamente concimazione naturale con stallatico e l’unico prodotto chimico che viene utilizzato è lo zolfo.

Con quale aggettivo definirebbe il vostro progetto?

“Indigeni con orgoglio”. Quando abbiamo iniziato a fare vino, tutti ci ridevano quasi dietro le spalle, perché avevamo scelto di fare vino con il Catarratto, l’uva bianca più coltivata in Sicilia, e Perricone, che era per di più scomparso. Adesso per noi è fonte di grandissimo vanto e orgoglio il fatto che anche gli altri abbiano iniziato a coltivare queste varietà.

Qual è la vostra percentuale di export?

Siamo quasi al 50 % ad oggi.

In che aree esportate maggiormente?
Siamo principalmente negli Stati Uniti ed in Europa, che tra loro si bilanciano, ma anche in Canada.
Negli Stati uniti, esportiamo nella East Coast, quindi tutta la zona di New York, Massachusetts, Washington e Georgia, ora però ci sposteremo anche sulla West Coast. Per quanto riguarda l’Europa, esportiamo in Belgio, Francia,Germania, Francia, Svizzera, Polonia e Olanda.

Cosa si percepisce della Sicilia dai vostri vini?
Considerando l’immagine percepita generalmente del vino siciliano, praticamente nulla.
Secondo quella percezione comune, i nostri non sono “vini siciliani”. Noi siamo in montagna, o alta collina a seconda delle definizioni, quindi abbiamo vini con una spiccata acidità, un’ottima mineralità, e soprattutto una buona sapidità, che generalmente nei vini siciliani non è molto riconoscibile. Insomma, siamo differenti in tutti i sensi. 
Catarratto e Perricone: gli indigeni di montagna
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
L’amore per il vino italiano cresce, cerchiamo di capire i motivi di questo successo e le possibilità ancora da esplorare.
lunedi 23 luglio

Vino italiano in Cina: quali sono i nuovi trend e chi acquista i vini importati?

L’amore per il vino italiano cresce, cerchiamo di capire i motivi di questo successo e le possibilità ancora da esplorare.

Noemi Mengo
Il 21 luglio lo spumante Akènta riemergerà dal mare, un momento di spettacolo accompagnato da tanti festeggiamenti
venerdi 20 luglio

AKÈNTA DAY (& NIGHT): una giornata speciale ed uno spettacolo imperdibile

Il 21 luglio lo spumante Akènta riemergerà dal mare, un momento di spettacolo accompagnato da tanti festeggiamenti

Lo storico presidente di Slow Food ha ricordato il dovere delle imprese vitivinicole ad investire in cultura sia per “restituire” alla collettività i benefici di cui può godere sia per esaltare ulteriormente il suo legame con le risorse culturali del nostro Paese

Grazie a Carlo Petrini per averci ricordato il primato della cultura

Lo storico presidente di Slow Food ha ricordato il dovere delle imprese vitivinicole ad investire in cultura sia per “restituire” alla collettività i benefici di cui può godere sia per esaltare ulteriormente il suo legame con le risorse culturali del nostro Paese

Fabio Piccoli
Nelle fasce più giovani di consumatori interesse nei confronti di lattine e bag in box e ormai gli inglesi non evidenziano più differenze tra i tappi in sughero e quelli a vite

Le preferenze di formati e chiusure nel mercato del Regno Unito

Nelle fasce più giovani di consumatori interesse nei confronti di lattine e bag in box e ormai gli inglesi non evidenziano più differenze tra i tappi in sughero e quelli a vite

Francesco Piccoli
Intervista a Michael Blaise, Vice Presidente per la Sostenibilità di Vinventions giovedi 19 luglio

La svolta sostenibile di Vinventions

Intervista a Michael Blaise, Vice Presidente per la Sostenibilità di Vinventions

È  la consapevolezza a fare la differenza tra un buon e un ottimo manager, tra un imprenditore capace e un imprenditore di successo

Cosa ci rende buoni manager o buoni imprenditori?

È la consapevolezza a fare la differenza tra un buon e un ottimo manager, tra un imprenditore capace e un imprenditore di successo

Roberta Zantedeschi
Ecco un aggiornamento sulla tendenza in atto del consumo di vino o bevande a basso contenuto alcolico martedi 17 luglio

Low- o No-alcohol wines, sì o no?

Ecco un aggiornamento sulla tendenza in atto del consumo di vino o bevande a basso contenuto alcolico

Agnese Ceschi
La competizione, porta d’ingresso per entrare nel mercato e portavoce dei gusti dei consumatori asiatici, lancia la “call to entries” per i produttori italiani, con scadenza al 22 luglio 2018. Affrettatevi!
lunedi 16 luglio

WM rinnova la mediapartnership con l’Hong Kong International Wine and Spirits Competition

La competizione, porta d’ingresso per entrare nel mercato e portavoce dei gusti dei consumatori asiatici, lancia la “call to entries” per i produttori italiani, con scadenza al 22 luglio 2018. Affrettatevi!

Wine Export Manager Senior e Junior lunedi 16 luglio

Offerta di Lavoro

Wine Export Manager Senior e Junior

Il parere di Andrzej Sajniak, importatore polacco e titolare di Caterteam Sp.zo.o e dei punti vendita lunedi 16 luglio

Vino italiano in Polonia: quando l'alta qualità non basta

Il parere di Andrzej Sajniak, importatore polacco e titolare di Caterteam Sp.zo.o e dei punti vendita "Piccola Italia & Mediterraneo" di Varsavia

Noemi Mengo
La freschezza del Chiaretto incontra la pizza contemporanea di Renato Bosco nella terrazza estiva di Monte Zovo venerdì 20 luglio 2018. 
lunedi 16 luglio

Chiaretto&Pizza: l’aperitivo gourmet firmato Monte Zovo e Renato Bosco

La freschezza del Chiaretto incontra la pizza contemporanea di Renato Bosco nella terrazza estiva di Monte Zovo venerdì 20 luglio 2018.

Domenica 8 luglio, luna e stelle hanno fatto luce sui vigneti di Monte Gorna, a Treccastagni, ai piedi dell'Etna per un evento speciale: Notturno in Vigna. domenica 15 luglio

Nasce sull'Etna una nuova narrazione del vino

Domenica 8 luglio, luna e stelle hanno fatto luce sui vigneti di Monte Gorna, a Treccastagni, ai piedi dell'Etna per un evento speciale: Notturno in Vigna.

Lisa Sanfilippo
We have tasted for you Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 saturday 14 july

Italian wines in the world: Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016

We have tasted for you Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016

Abbiamo degustato per voi il Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 di Siddùra sabato 14 luglio

Italian wines in the world: Maìa Vermentino di Gallura docg Superiore 2016 di Siddùra

Abbiamo degustato per voi il Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 di Siddùra

All'attrice inglese Helen Mirren il Premio che è diventato negli anni uno degli appuntamenti più importanti nel panorama degli eventi culturali organizzati da un’azienda vitivinicola

Premio Apollonio per gli ulivi del Salento

All'attrice inglese Helen Mirren il Premio che è diventato negli anni uno degli appuntamenti più importanti nel panorama degli eventi culturali organizzati da un’azienda vitivinicola

Il nostro sistema vitivinicolo continua ad essere refrattario ad accettare una maggiore trasparenza e gestione dei prezzi delle denominazioni, anche di quelle più importanti e in crescita. Questo determina una costante fragilità del nostro sistema e il rischio di presidiare in maniera migliore il posizionamento dei vini italiani

Il tabù dei prezzi dei vini in Italia

Il nostro sistema vitivinicolo continua ad essere refrattario ad accettare una maggiore trasparenza e gestione dei prezzi delle denominazioni, anche di quelle più importanti e in crescita. Questo determina una costante fragilità del nostro sistema e il rischio di presidiare in maniera migliore il posizionamento dei vini italiani

Fabio Piccoli
Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!
venerdi 13 luglio

Partecipa al Tour Vietnam 2018 con Unexpected Italian

Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!

Interview with Marco Martini, CEO of Mondodelvino SpA CEO, one of the most interesting and innovative Italian wine groups of Italy and ranked 17 among Italian wine companies in terms of sales in 2017. giovedi 12 luglio

Mondodelvino: one entity, many territories

Interview with Marco Martini, CEO of Mondodelvino SpA CEO, one of the most interesting and innovative Italian wine groups of Italy and ranked 17 among Italian wine companies in terms of sales in 2017.

L'intervista ad uno dei massimi sommelier vietnamiti Alex Thinh giovedi 12 luglio

Giovane ed orientabile: il Vietnam è una delle promesse asiatiche

L'intervista ad uno dei massimi sommelier vietnamiti Alex Thinh

Agnese Ceschi
Scopri la promozione estiva pensata per supportarti nell’internazionalizzazione e comunicazione dei tuoi prodotti nel mondo
mercoledi 11 luglio

Scegli Wine Meridian come Media partner e cambia la tua comunicazione

Scopri la promozione estiva pensata per supportarti nell’internazionalizzazione e comunicazione dei tuoi prodotti nel mondo