Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
sabato 20 ottobre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

WineNet CVA Canicatti https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it www.wine2wine.net https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/ http://www.fattorialamagia.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinapedres.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ https://www.vinica.it/it/ Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi

Chi dorme, non piglia... business!

Come imparare a gestire le situazioni “critiche” di vendita, analizzando il proprio stile di comunicazione.


Chi dorme, non piglia... business!
Ci siamo divertiti molto a Wine2Wine, il salone della fiera di Verona, dedicato ai nuovi trend del mondo vitivinicolo, a mettere in scena, assieme all’Associazione Nazionale delle Donne del Vino, il role play “Lei non sa chi non sono io " gli errori da evitare nella presentazione del proprio brand”. All’uditorio, composto da operatori del settore, imprenditori ed export manager, è scappata qualche risata, e anche a noi. Sotto sotto, ad essere onesti, qualche sorriso è stato dovuto al fatto di riconoscersi in qualche scenetta, dove le due interpreti ricalcavano, seppur in maniera ironica, dei copioni “dejà-vù”, piccoli grandi errori, che a volte per inesperienza, a volte per mancanza di visione sulla situazione, sono capitati a tutti.

Con la seconda newsletter di Wine People, vogliamo parlare proprio di questo: cosa vuol dire, rapportarsi in maniera efficace al nostro interlocutore, in una trattativa di vendita? Quali errori si possono evitare, facendo tesoro di esperienze già accadute, o viste su altri?

Condurre una trattativa di vendita è una vera e propria forma d’arte, e diciamola tutta, non è un lavoro adatto a chiunque, né un ruolo che può essere improvvisato. Potrebbe essere annoverato nella categoria di professioni “only for brave”! Proviamo insieme a vedere quali sono le caratteristiche principali per evitare di fare dei passi falsi, nella conduzione del nostro business.

Il primo passo da compiere, per quanto possa sembrare banale, è la scelta degli interlocutori giusti. Quante volte perdiamo tempo a cercare di vendere il nostro vino a un cliente che cerca, in realtà, un prodotto diverso dal nostro? Non si tratta di non avere un prodotto di qualità, o di non essere abbastanza incisivi. Può accadere che realmente ci stiamo focalizzando su un cliente che non è affatto interessato alla nostra proposta, con la conseguenza di perdere del tempo prezioso nella ricerca di altri potenziali buyers! Sarebbe importante, quindi, come primo passo, riuscire ad avere la cognizione di chi abbiamo di fronte, scegliendo in maniera mirata il nostro interlocutore. Questo richiede acutezza ed esperienza, ma molto spesso, è sufficiente un minimo di concentrazione e di focalizzazione: se mentre cerchiamo di portare a termine una trattativa, siamo distratti da altri pensieri, o siamo presi da altre dinamiche, difficilmente avremo la capacità, del tutto istintiva, di cogliere al volo la reale opportunità (o l’assenza di questa), che abbiamo davanti.

Un’altra dote particolarmente importante per un buon venditore, è la flessibilità: dotarsi di una strategia di vendita rigida, impostata, e “meccanica”, non ci porterà molto distanti! Ogni situazione commerciale, dalle fiere, alle trattative nei mercati esteri, ai contatti che gestiamo quotidianamente, richiede una peculiare attenzione, e un comportamento specifico. Nel libro molto divertente, ma illuminante per certi versi, “Chi ha spostato il mio formaggio?” di Spencer Johnson, viene descritta la storia di quattro topolini, che vivono costantemente alla ricerca del proprio “Formaggio” all’interno di un Labirinto. Alla fine, sarà Nasofino, il protagonista più arguto, a capire che per trovare il formaggio, sarà necessario capire dove lo hanno spostato, ed essere disposti a cercarlo in posti diversi, o con modalità diverse. Questa storia, semplice ma esemplare, è una piccola metafora della vita, e del lavoro: siamo abituati ad affidarci a consuetudini consolidate, che molto spesso ci portiamo dietro da anni, o che sono “un must” della nostra azienda, ma cosa siamo disposti a cambiare, nelle nostre strategie di comunicazione, per fare in modo di ottenere dei risultati davvero eccellenti?

Dare spazio ai nostri punti di forza! Molti errori, anche nel complesso mondo dei vini, derivano dal fatto che, nelle relazioni commerciali, spesso ci lasciamo condizionare dal pensiero delle aspettative del nostro interlocutore. Ci chiediamo di cosa avrà bisogno lui, cosa sarà disposto a comprare, e perdiamo di vista che la prima cosa che lui avrà di fronte, saremo proprio noi! Abbiamo la grande responsabilità di essere protagonisti, in prima persona, di rappresentare l’etichetta e l’azienda che proponiamo in quel momento. Quale modo migliore per farlo, se non attraverso la consapevolezza dei nostri pregi (che sicuramente avremo, assieme ai punti deboli), mettendo in gioco le nostre risorse? In anni di esperienza di recruiting e consulenza, ci siamo resi conto che spesso, sia export manager, che produttori, non hanno realmente chiaro il raggio di possibilità che hanno davanti, perché semplicemente non sono del tutto consapevoli dei punti di forza che possono mettere in campo. Non si tratta di spavalderia, ma di tirar fuori, al momento giusto, la sicurezza di riuscire puntare sulle proprie competenze, e sulle abilità che ci si riconosce.

4. Non lasciare nulla al caso. La distrazione, in ogni ambito, può rivelarsi fatale, e fonte di tanti ragionamenti, fatti al lume del “senno di poi”. Vale davvero la pena , quando abbiamo un appuntamento commerciale, prestare attenzione ai dettagli apparentemente più banali: dalla location dell’incontro, al nostro abbigliamento, alle usanze dei paesi in cui stiamo esportando, ai piccoli accorgimenti verso il nostro interlocutore. Tutto può servire per concludere il nostro business con successo. E una volta ottenuto il risultato sperato, è importante “fissarlo”, con scadenze temporali o con decisioni inequivocabili per entrambe le parti. “Il bottino”, non deve essere rimesso in discussione!

Questi spunti, sono solo un piccolo assaggio di quello che un venditore di vini dovrebbe tenere in mente, un piccolo “prontuario” per gestire al meglio, di volta in volta, la complessità della relazione di vendita. Se hai trovato utili i nostri suggerimenti, ti invitiamo a non perdere il nostro appuntamento del mercoledì: nella prossima newsletter parleremo di empowerment, un argomento molto interessante sia per gli addetti alle vendite nel mondo del vino, ma di grande importanza anche per i produttori, e troverai un prezioso report sugli errori più frequenti nella vendita, che abbiamo redatto, partendo da “fatti realmente accaduti”, visti in varie situazioni commerciali.

Ti ricordiamo, se ti è piaciuto il capitolo omaggio del nostro libro, allegato alla scorsa newsletter, che puoi acquistarlo intero qui , e che puoi scoprire qui i nostri corsi di formazione per diventare un venditore di successo, che tu sia un export manager (o aspirante tale), o un imprenditore! Visita il nostro sito www.winepeople-network.com nella pagina dedicata ai Campus, e scarica la brochure per scoprire i dettagli!

A prestissimo!

File allegato 1: Brochure campus


Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Abbiamo degustato per voi il Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016 di Dal Maso sabato 20 ottobre

Italian wines in the world: Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016 di Dal Maso

Abbiamo degustato per voi il Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016 di Dal Maso

We have tasted for you Dal Maso's Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016 saturday 20 october

Italian wines in the world: Dal Maso's Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016

We have tasted for you Dal Maso's Montemitorio Colli Berici DOC Tai Rosso 2016

La cantina friulana presenta un'edizione limitata di una magnum di rosso con un uvaggio di Refosco e Pignolo. venerdi 19 ottobre

Zorzettig rosso fuoco: la forza e la passione degli autoctoni

La cantina friulana presenta un'edizione limitata di una magnum di rosso con un uvaggio di Refosco e Pignolo.

La manifestazione, organizzata dal Consorzio Tutela Vini Valpolicella, si svolgerà dal 20 al 21 ottobre a Sant’Ambrogio di Valpolicella. venerdi 19 ottobre

Nasce Valpolitech, fiera espositiva dedicata alla viticoltura sostenibile

La manifestazione, organizzata dal Consorzio Tutela Vini Valpolicella, si svolgerà dal 20 al 21 ottobre a Sant’Ambrogio di Valpolicella.

Siamo veramente convinti che il problema dello sviluppo del nostro export sia che è troppo legato alle cosiddette nicchie?

Vino italiano nel mondo: può vivere di sole nicchie?

Siamo veramente convinti che il problema dello sviluppo del nostro export sia che è troppo legato alle cosiddette nicchie?

Fabio Piccoli
Al Bassano Expo oltre 400 vini in degustazione da tutta Italia da sabato 20 a lunedì 22 ottobre giovedi 18 ottobre

Al via il Bassano Wine Festival 2018: tre giorni per scoprire, degustare a acquistare

Al Bassano Expo oltre 400 vini in degustazione da tutta Italia da sabato 20 a lunedì 22 ottobre

Sono sempre di più, grazie alle nuove tecnologie, le innovazioni che si possono realizzare sul packaging ed il settore vitivinicolo ha ancora molti margini di crescita per sfruttare al meglio una serie di opportunità già oggi a disposizione

Ultimi sviluppi nella corsa al packaging intelligente

Sono sempre di più, grazie alle nuove tecnologie, le innovazioni che si possono realizzare sul packaging ed il settore vitivinicolo ha ancora molti margini di crescita per sfruttare al meglio una serie di opportunità già oggi a disposizione

Francesco Piccoli
L'azienda veneta conferma l'impegno ecosostenibile con il progetto RafCycle giovedi 18 ottobre

Cantina di Soave ricicla 62.000 kg di supporti per etichette in 3 anni

L'azienda veneta conferma l'impegno ecosostenibile con il progetto RafCycle

Lynne Sherriff MW and Daniele Cernilli will lead the cohort of 80+ judges for 5StarWines 2019 the international wine selection that will take place in Verona from the 3rd to the 5th of April 2019. wednesday 17 october

Lynne Sherriff MW and Daniele Cernilli join Vinitaly International Grand Tasting 5StarWines 2019

Lynne Sherriff MW and Daniele Cernilli will lead the cohort of 80+ judges for 5StarWines 2019 the international wine selection that will take place in Verona from the 3rd to the 5th of April 2019.

The speed-dating interview format created by Wine People and Vinitaly International for the fourth time at the Hong Kong International Wine and Spirits Fair (HKIWSF) on 10th November 2018. wednesday 17 october

Are you expert in Asian markets? #HireMeVinitaly returns to Hong Kong to select Asian market professionals

The speed-dating interview format created by Wine People and Vinitaly International for the fourth time at the Hong Kong International Wine and Spirits Fair (HKIWSF) on 10th November 2018.

Wine Export Manager - GDO o Key Account 

mercoledi 17 ottobre

Offerta di lavoro

Wine Export Manager - GDO o Key Account

Cerchiamo un Wine Export Manager mercoledi 17 ottobre

Offerta di lavoro

Cerchiamo un Wine Export Manager

Agrifood Monitor, Nomisma e Crif rilasciano un aggiornamento importante in merito alle condizioni dell'export italiano all'interno del mercato del Regno Unito mercoledi 17 ottobre

Brexit ed export italiano: ci sono aggiornamenti?

Agrifood Monitor, Nomisma e Crif rilasciano un aggiornamento importante in merito alle condizioni dell'export italiano all'interno del mercato del Regno Unito

Focus conclusivo sui risultati emersi dalle indagini presentate a Wine Export Manager Day
mercoledi 17 ottobre

Una lobby degli export manager è possibile, ma come?

Focus conclusivo sui risultati emersi dalle indagini presentate a Wine Export Manager Day

Noemi Mengo
Un pericoloso concorrente si prepara ad avanzare nella produzione di rosé di alta qualità, il mercato italiano dovrà prepararsi ad affrontare un’ondata di successo made in Germany nei prossimi anni 
mercoledi 17 ottobre

Nel mercato tedesco impazza la moda del rosé di produzione locale

Un pericoloso concorrente si prepara ad avanzare nella produzione di rosé di alta qualità, il mercato italiano dovrà prepararsi ad affrontare un’ondata di successo made in Germany nei prossimi anni

Noemi Mengo
Un nuovo Amarone e un progetto di recupero storico martedi 16 ottobre

Tommasi lancia il nuovo brand De Buris

Un nuovo Amarone e un progetto di recupero storico

Le tipologie di consumatori si stanno evolvendo sempre di più e a velocità imprevedibili. Per capire il potenziale sviluppo dei mercati internazionali del vino sarà sempre più importante conoscere in profondità le diverse tipologie di target

I consigli di Euromonitor su come raggiungere le nuove 8 categorie di consumatori

Le tipologie di consumatori si stanno evolvendo sempre di più e a velocità imprevedibili. Per capire il potenziale sviluppo dei mercati internazionali del vino sarà sempre più importante conoscere in profondità le diverse tipologie di target

Francesco Piccoli
Se hai un passaggio generazionale in atto, scopri come formare al meglio nuovi imprenditori del vino, preparati, aggiornati e produttivi. lunedi 15 ottobre

Campus Impresa: la scelta degli imprenditori consapevoli

Se hai un passaggio generazionale in atto, scopri come formare al meglio nuovi imprenditori del vino, preparati, aggiornati e produttivi.