Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
mercoledi 20 febbraio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura Tommasi WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/  http://acquesi.it/ wm Vyno Dienos italian wine academy
giovedi 07 febbraio

Cina: l’export italiano si tinge di rosa

Previsioni stabili per l’export italiano ed un target all’orizzonte più strategico che mai: le donne!


Cina: l’export italiano si tinge di rosa
Non è certo la prima volta che affrontiamo il mercato cinese, ma abbiamo deciso di tornare a sbirciare gli ultimi aggiornamenti, perché il mercato della Cina (proprio come le donne) "ne sa una più del diavolo". Per farlo, ci avvaliamo dei dati forniti da IWSR, nel report quinquennale 2017/2022, che rassicura i produttori italiani riguardo al mercato dei vini importati, al momento forte e stabile. Un target sempre più importante va delineandosi ed è quello del mondo femminile, categoria di consumo le cui peculiarità tratteremo in conclusione a questo articolo.

Prima di tutto, un po’ di background
La crescita del comparto vitivinicolo in Cina si prevede rimanga forte, anche se subirà un lieve declino nei prossimi 5 anni. Una stabilità che però non prende in considerazione eventuali periodi di crisi finanziaria o politica che potrebbero svilupparsi durante questo periodo, vista la vulnerabilità delle istituzioni cinesi. Anche la disoccupazione dovrebbe rimanere stabile, mentre la popolazione aumenterà raggiungendo i 19 milioni nel periodo futuro. Tra i consumatori però si sta registrando un generale invecchiamento, la categoria dai 50 anni in su sta crescendo mentre i giovani diminuiscono in numero.

Vini fermi
Il vino fermo importato è attualmente la categoria più forte in Cina: al contrario degli anni passati, c’è stato un recupero impressionante. Nel 2018 sono è stato registrato un volume di 66.5 milioni in casse da 9 litri per i vini importati, che si prevede cresca a 89.7 nel 2022, e 87.0 milioni in casse da 9 litri per i vini di produzione locale, che pare diminuiranno a 66.9 milioni.
I rossi, che hanno perso terreno tra il 2012 e il 2014, recuperando leggermente nel 2016 ma tornando a decrescere in volume nel 2018 (133.5 milioni) rimarranno pressoché stabili all’interno del mercato: le previsioni al 2022 registrano un volume di 132.6 milioni in casse da 9 litri.
I vini bianchi, invece, aumenteranno il proprio volume, passando da 18.9 milioni nel 2018 a 22.5 milioni nel 2022. I consumatori finalmente percepiscono il vino come un drink per ogni occasione, e la crescente quantità di consumatori anziani sembra tendere verso i vini bianchi fermi e delicati, poiché dà loro la sensazione di guardare anche all’aspetto salutare.

Il consumo pro capite è sceso rispetto agli anni precedenti e le previsioni lo attestano stabile tra 1.29 e 1.30 litri per adulto annui fino al 2022. Ciò avverrà probabilmente a causa dell’invecchiamento della popolazione e della conseguente minore attitudine al consumo. Infatti, in contrasto con la tendenza generale degli altri paesi, gli uomini cinesi bevono di meno man mano che invecchiano, perché frequentano meno eventi o cene di lavoro per mantenere il proprio network di contatti.

Bollicine

Le previsioni segnalano importanti progressi per quanto riguarda i vini sparkling, dove Champagne e Prosecco cresceranno e guideranno i consumi fino al 2022. Anche qui i vini importati occupano uno spazio ingombrante nel mercato, lasciando davvero poco territorio alle bollicine di produzione locale. Nel 2018 sono stati registrati 1.5 milioni in casse da nove litri per quanto riguarda il volume, mentre le bollicine locali occupavano solamente 0.2 milioni. Nel 2022 si prevede che il volume degli sparkling importati cresca fino a 1.9 milioni e che il locale rimanga attorno ai 0,2 milioni. Il consumo pro capite subirà un’impennata: da 0.014 litri annui per adulto a 0.018 litri annui nel 2022.
L’Italia è il primo importatore nel Paese, seguito da Spagna, Francia e Australia, ed il suo prodotto di punta, il Prosecco, affronterà una crescita sostanziosa negli anni a venire, dovendo però sempre fare i conti con la popolarità del concorrente Champagne.

A livello di prezzi, è bene segnalare una differenza fra le categorie vini fermi e bollicine. Per quanto riguarda i vini fermi la categoria più consumata è quella dal prezzo più basso, anche se sembra essere una tendenza in diminuzione, considerando che il CAGR quinquennale è negativo, -5.9% tra 2017 e 2022. Le bollicine più consumate sono invece quelle appartenenti alla categoria “standard” con un CAGR più che positivo di 7.6%.

Più la popolazione cinese si arricchisce, più la conoscenza e l’educazione riportano il vino ad essere un indicatore di status di benessere sociale, ed in questo, le donne cinesi, che per tradizione non hanno mai bevuto, stanno giocando un ruolo importante nel mercato.

Women Power
Le donne asiatiche stanno vivendo in un periodo storico che le occidentali hanno dovuto già affrontare in passato, per quanto, a dire la verità (ed è una donna a scrivere) certi progressi non potranno mai dirsi realmente compiuti. Stiamo parlando di una ricerca dell’indipendenza femminile ma allo stesso tempo di accettazione all’interno di una società che non ostacola le donne ma, semplicemente, facilita gli uomini. Il vino sta progressivamente diventando un messaggio di status symbol, un fenomeno a cui chi fa export in Cina non può rinunciare e che dovrà sfruttare a proprio vantaggio. Pare che le donne asiatiche consumatrici di vino siano in espansione, poiché cominciano a considerare il vino, oltre che come status symbol, come un’alternativa più “stilosa” alla birra. La soluzione migliore per conquistarle è perciò donare loro un modo per dichiarare la propria indipendenza, il proprio stato di benessere economico e sociale: la possibilità di acquistare del buon vino.. italiano (e sfruttiamola questa reputazione!).

Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
8 punti chiave per descrivere il mercato polacco e i suoi consumatori mercoledi 20 febbraio

Polonia: da mercato emergente ad economia in crescita

8 punti chiave per descrivere il mercato polacco e i suoi consumatori

Noemi Mengo
Partecipa con noi a Vyno Dienos, la fiera più importante per il mercato dei paesi Baltici, il 3 e 4 maggio
mercoledi 20 febbraio

Wine Meridian vola in Lituania, il mercato driver dei paesi Baltici

Partecipa con noi a Vyno Dienos, la fiera più importante per il mercato dei paesi Baltici, il 3 e 4 maggio

AGENTI VINO province Como, Varese, Milano martedi 19 febbraio

Offerta di Lavoro

AGENTI VINO province Como, Varese, Milano

I numeri di Nomisma-Wine Monitor, presentati a Benvenuto Brunello, confermano scenari importanti e unici per questo grande rosso toscano martedi 19 febbraio

Benvenuto Brunello, la grande sfida tra passato e futuro

I numeri di Nomisma-Wine Monitor, presentati a Benvenuto Brunello, confermano scenari importanti e unici per questo grande rosso toscano

Giovanna Romeo
Domenica 3 e lunedì 4 marzo torna l’appuntamento con le produzioni artigianali di qualità con centocinquanta cantine italiane e estere
martedi 19 febbraio

Live Wine 2019: a Milano la quinta edizione del Salone Internazionale del Vino Artigianale

Domenica 3 e lunedì 4 marzo torna l’appuntamento con le produzioni artigianali di qualità con centocinquanta cantine italiane e estere

Intervista a Sergio Bucci, Direttore della Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano 
martedi 19 febbraio

Viaggio nel mondo della cooperazione e delle denominazioni

Intervista a Sergio Bucci, Direttore della Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano

I problemi nascono perché ogni persona è differente, così come lo sono i mercati, i vini e i canali distributivi, mentre noi tendiamo a trattare tutti nello stesso modo. martedi 19 febbraio

Perchè è cosi difficile vendere vino?

I problemi nascono perché ogni persona è differente, così come lo sono i mercati, i vini e i canali distributivi, mentre noi tendiamo a trattare tutti nello stesso modo.

Roberta Zantedeschi
Intervista a Richard Alderson, appassionato ed esperto di vino in Nuova Zelanda, che ci svela i lunedi 18 febbraio

Nuova Zelanda: l’educazione al vino italiano partendo dalla GDO

Intervista a Richard Alderson, appassionato ed esperto di vino in Nuova Zelanda, che ci svela i "segreti" di questo piccolo ma interessante mercato del vino che presenta anche buone opportunità di sviluppo per le nostre imprese

Noemi Mengo
We have tasted for you Ronco Blanchis' Chardonnay Particella 3 saturday 16 february

Italian wines in the world: Ronco Blanchis' Chardonnay Particella 3

We have tasted for you Ronco Blanchis' Chardonnay Particella 3

Abbiamo degustato per voi Chardonnay Particella 3 di Ronco Blanchis 
sabato 16 febbraio

Italian wines in the world: Chardonnay Particella 3 di Ronco Blanchis

Abbiamo degustato per voi Chardonnay Particella 3 di Ronco Blanchis

Image Line raccoglie le testimonianze delle aziende vitivinicole che hanno adottato soluzioni digitali per la gestione dei loro vigneti e l’ottimizzazione del lavoro in campo.
venerdi 15 febbraio

Innovazione in vigneto: la parola a chi ha accolto la sfida

Image Line raccoglie le testimonianze delle aziende vitivinicole che hanno adottato soluzioni digitali per la gestione dei loro vigneti e l’ottimizzazione del lavoro in campo.

Anche le attuali difficoltà dei produttori di latte in Sardegna ci evidenziano il maggiore limite del nostro agroalimentare, la cultura di vendita, e anche nel settore vitivinicolo il problema è evidente

AAA cultura di vendita cercasi

Anche le attuali difficoltà dei produttori di latte in Sardegna ci evidenziano il maggiore limite del nostro agroalimentare, la cultura di vendita, e anche nel settore vitivinicolo il problema è evidente

Fabio Piccoli
Cerchiamo un Wine Sales Manager - Piemonte

Offerta di lavoro

Cerchiamo un Wine Sales Manager - Piemonte

In previsione del nostro tour a Singagore, il 22 e 23 maggio prossimi, presentiamo le previsioni al 2022 di IWSR su questo importante mercato del sud est asiatico dove l'Italia ha ampi margini di crescita
giovedi 14 febbraio

A Singapore dove il Prosecco fa recuperare quote all'Italia del vino

In previsione del nostro tour a Singagore, il 22 e 23 maggio prossimi, presentiamo le previsioni al 2022 di IWSR su questo importante mercato del sud est asiatico dove l'Italia ha ampi margini di crescita

Noemi Mengo
Basta vini a basso prezzo, solo Shiraz o vini dal medesimo stile, il cambio di rotta degli australiani negli Usa sta generando un nuovo rinascimento del vino made in Australia nel Paese a stelle e strisce
mercoledi 13 febbraio

Fascia premium e diversità le parole chiave della rinascita del vino australiano in Usa

Basta vini a basso prezzo, solo Shiraz o vini dal medesimo stile, il cambio di rotta degli australiani negli Usa sta generando un nuovo rinascimento del vino made in Australia nel Paese a stelle e strisce

Agnese Ceschi
Raccontaci cosa fai per promuovere e per comunicare il tuo vino. Siamo alla ricerca di progetti e di idee originali per valorizzarlo e comunicarlo. mercoledi 13 febbraio

Partecipa al concorso "Il Meridiano del vino": Wine Meridian premia le migliori idee di comunicazione e promozione del vino italiano

Raccontaci cosa fai per promuovere e per comunicare il tuo vino. Siamo alla ricerca di progetti e di idee originali per valorizzarlo e comunicarlo.

Un manuale per chi vuole fare impresa e non solo produrre buon vino

Un libro per gli imprenditori del mondo del vino di oggi

Un manuale per chi vuole fare impresa e non solo produrre buon vino

Roberta Zantedeschi
Intervista ad Andrea Fioratti, coordinatore del WSET Approved Programme Provider di Verona Italian Wine Academy

lunedi 11 febbraio

Uno sguardo all’interno di Italian Wine Academy

Intervista ad Andrea Fioratti, coordinatore del WSET Approved Programme Provider di Verona Italian Wine Academy



http://www.winemeridian.com/