Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
giovedi 18 luglio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma

Come si è evoluto il mercato del vino nell’horeca italiana?

L’horeca continua ad essere un canale inesplorato e poco conosciuto con tanti luoghi comuni.


Come si è evoluto il mercato del vino nell’horeca italiana?
"In Italia c'è più vino da vendere, che gente che ne vuole bere!"
"In italia non comperano più neanche i clienti...che non pagano le fatture!"

Il mercato Ho.re.ca. del vino è pieno di luoghi comuni, TUTTI VERI, aggiungo da buon cinico commerciale!

In realtà questi concetti in equilibrio tra il ridicolo e il drammatico (commercialmente parlando), nascondono un momento di grande incertezza del nostro mercato, e di conseguenza del nostro modo di operare.
I cambiamenti del mercato sono stati, nell'ultimo decennio, così veloci e radicali, da cogliere del tutto impreparati la maggior parte degli operatori.

L'approccio del cliente nei confronti dei fornitori è cambiato molte volte dal 1986 (anno dello scandalo del metanolo) ad oggi. Il problema è che negli anni 80 e 90 i cambiamenti erano lenti, e assimilati dal mercato, oggi, con l'avvento del web, degli smartphone e delle vendite online tutto è rapido, immediato, frenetico, e noi perennemente in ritardo. E come se noi attori di questo teatro del vino, recitassimo una battuta perennemente in ritardo rispetto all'andamento del copione.

Ci sono talmente tanti temi che possono influenzare la vendita del vino e le scelte dei produttori in modo potenziale, diventa infatti molto complesso capire quale direzione dare alla propria attività e quali strategie utilizzare per mettere il proprio prodotto sul mercato.
- la crescita delle distribuzioni specializzate nel settore horeca, che amplificano i propri fatturati ogni anno. "Quindi la distribuzione è una opportunità per noi produttori? Ma non rischia di farmi perdere il contatto con il cliente?"
- la crescita della vendita online: diventa sempre più performante anche dal punto di vista della logistica. "Quindi devo provare a mettere i miei prodotti sul web? Ma non faccio poi arrabbiare i miei ristoratori?"
- le catene di enoteche sempre più numerose. "Quindi devo prendere accordi di esclusiva con queste strutture? ma non rischio poi di perdere il contatto con il resto del mercato ho.re.ca?"
- i grossisti, anch'essi con un ruolo sempre più importante sul mercato. "Quindi devo crearmi una rete di grossisti locali? ma non rischio di svilire il mio prodotto mettendolo a fianco di bibite e acqua minerale? o di perdere il controllo della distribuzione a causa del parallelo?"

Queste sono solo alcune delle domande che le aziende mi pongono quando mi chiedono qualche consulenza. Domande che denotano una grande incertezza dovuta alla velocità del mercato. Un soggetto veloce è molto difficile da fotografare, ed è ciò che accade nel mercato del vino. Domande che richiedono tempo, analisi, strategia. La ricetta valida per tutti non esiste. Banalmente potrei dire che: rendersi conto che vi sono radicali cambiamenti in atto è già un successo, vi sono centinaia di produttori che continuano a vendere il vino come 30 anni fa, salvo poi domandarsi perchè i risultati non sono più quelli di 30 anni fa.

Cosa voglio dire: dobbiamo smettere di produrre e vendere vino perchè non siamo capaci di gestire o comprendere la direzione del mercato? NO! Dobbiamo renderci conto che le regole di 30, 20, o anche solo 10 anni fa non valgono più. Se un tempo bastava fare vini più buoni degli altri, oggi, in virtù della larghezza dell'offerta ciò non è più sufficiente. Dobbiamo renderci conto che: produrre vino, vendere vino, e comunicare il vino sono tre mestieri diversi, tre fasi tutte ugualmente necessarie al posizionamento di un prodotto sul mercato. Difficilmente saremo bravi e performanti in tutte e tre le fasi (a meno che non vi chiamiate Dom Perignon!). L'analisi dell'azienda ci deve portare pertanto ad individuare le nostre peculiarità e criticità, cercando poi di identificare o immaginare il percorso migliore per la nostra azienda sul mercato. A quel punto, capire chi ci può aiutare diventa più facile.


Ed è per questo che abbiamo creato un campus dedicato agli agenti e al mercato italiano. Per info clicca qui.


Lorenzo Righi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino. giovedi 18 luglio 2019

L’Italia nominata miglior Paese mondiale per il vino dai wine lovers internazionali

Il sondaggio di Lastminute.com, uno dei maggiori portali di offerta turistica, rivela la predilezione per l'Italia del vino.

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere. giovedi 18 luglio 2019

Cina: dati Istat in contrasto con le dogane cinesi

Export a +7,9% o a -14,4%? La babele di numeri contrastanti continua ad incombere.

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo giovedi 18 luglio 2019

Marchesi di Barolo: una storia dalle nobili origini e un grande futuro avanti a sé

Intervista a Valentina Abbona, sesta generazione della storica cantina Marchesi di Barolo

Noemi Mengo
L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume
giovedi 18 luglio 2019

La nuova meta delle bollicine italiane è il Canada

L'Italia continua a guidare la classifica con una quota di mercato del 33% in volume

Noemi Mengo
Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto mercoledi 17 luglio 2019

Colline di Conegliano Valdobbiadene Unesco: ben oltre il fenomeno Prosecco

Interviene la Confraternita di Valdobbiadene ricordando che il riconoscimento UNESCO si riferisce al territorio e non al prodotto

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli. mercoledi 17 luglio 2019

Annunciati i vincitori del trentottesimo Premio Masi

A ricevere il prestigioso riconoscimento sabato 28 settembre Jeannie Cho Lee, Roberto Citran, Alain Finkielkraut, Piero Luxardo e Nando Pagnoncelli.

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci mercoledi 17 luglio 2019

Italian wines in the world: Venere di Azienda Agricola Nenci

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero
mercoledi 17 luglio 2019

Vino italiano in Svizzera: bisogna osservare con gli occhi del consumatore

Intervista ad Armin H. Mueller, esperto conoscitore del mercato svizzero

Noemi Mengo
Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione. 
martedi 16 luglio 2019

Consorzio della Valpolicella: pubblicata dalla Regione Veneto la richiesta di blocco totale degli impianti

Secondo il presidente Sartori è una misura necessaria per tutelare l'equilibrio tra mercato e produzione.

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo martedi 16 luglio 2019

Simone Masè è il nuovo Direttore Generale del Gruppo Lunelli

Masè subentra a Beniamino Garofalo, che ha terminato il 30 giugno un positivo percorso all’interno del Gruppo

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini
martedi 16 luglio 2019

Degustare il vino da un’altra prospettiva, la propria

Venerdì 12 luglio, il primo incontro: un grande inizio per il corso di avvicinamento al vino di Alberto Ugolini

Noemi Mengo
We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca tuesday 16 july 2019

Italian wines in the world: Fattoria Varramista's Frasca

We have tasted for you Fattoria Varramista's Frasca

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo martedi 16 luglio 2019

Simply Italian Great Wines, l’Italia del vino vola in Norvegia

Continua il Simply Italian Great Wines World Tour che il 23 settembre conquista Oslo, in Norvegia, per il quarto anno consecutivo

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani
lunedi 15 luglio 2019

Il successo a stelle e strisce della Sicilia

Valore, varietà e sostenibilità stanno facendo scalare le classifiche americane ai vini siciliani

Agnese Ceschi
Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino. 
lunedi 15 luglio 2019

La ricetta di un brand di successo? Pochi (ma buoni) ingredienti, tra questi uno scopo

Acquisti e motivazione vanno a braccetto, anche nel mondo del vino.

Noemi Mengo
L'11 e 12 novembre 2019 saremo a Tokyo con un gruppo di produttori italiani in partnership con Wonderfud. sabato 13 luglio 2019

Partecipa con noi alla missione in Giappone con b2b con agenda programmata

L'11 e 12 novembre 2019 saremo a Tokyo con un gruppo di produttori italiani in partnership con Wonderfud.



sfondo_wm