Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
venerdi 14 dicembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/ http://www.fattorialamagia.it/ https://www.accordinistefano.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinapedres.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ https://www.vinica.it/it/  http://acquesi.it/ https://www.borgolacaccia.it/ https://www.carusoeminini.it/ http://www.cantinadicustoza.it/ https://tenutadelpriore.it/linea-col-del-mondo/ http://www.tenutastellacollio.it/en/ https://www.tenutedigiulio.it/site/ http://www.tenutamontemagno.it/ http://giannitessari.wine/ Farina
martedi 07 agosto

Comunicare con la stampa: questione di rispetto, ricerca e sensibilità

Intervista a Silvia Baratta di Gheusis, agenzia di comunicazione specializzata nel settore enogastronomico


Comunicare con la stampa: questione di rispetto, ricerca e sensibilità

Silvia Baratta


Gestire un’attività di successo è frutto di impegno su moltissimi fronti diversi. Nel caso del settore enogastronomico, avere con sé un prodotto di successo non basta a conquistare i pubblici desiderati, ci vuole una sana pianificazione e un’attenzione particolare verso i propri interlocutori.
Quando ci presentiamo ad un’altra persona, capita spesso di concentrarsi talmente tanto sul proprio nome, da dimenticare il nome della persona che sta di fronte a noi. È un errore piuttosto comune e sorprendentemente accade anche quando si parla di comunicazione aziendale. Perché
“comunicare non è ciò che noi diciamo, ma ciò che l’altro comprende”.
Questa frase, così significativa, è alla base del lavoro quotidiano di Silvia Baratta che con l’agenzia Gheusis dal 2004 affianca le aziende del settore enogastronomico nell’atto di comunicare con la stampa, e non solo.
Abbiamo deciso fare una chiacchierata con Silvia sul tema della comunicazione aziendale e dei rapporti con la stampa, per capirne ancora di più di questo argomento, che sembra essere dato per scontato da molti produttori.

Vista la Sua esperienza nel settore, quali sono gli errori più comuni delle aziende vitivinicole italiane, quando si parla di comunicazione?
L’approccio che spesso viene erroneamente utilizzato consiste nel partire dal proprio punto di vista, ovvero cosa è importante per noi, invece che di domandarsi cosa interessa all’interlocutore.
Il secondo errore comune è fermarsi a concetti ormai troppo utilizzati, come “tradizione ed innovazione, eccellenza nella produzione, etc..”
Ognuno ha la propria storia e la propria identità perché il vino non si fa mai per “caso”, servono investimenti, costanza, pazienza, per attendere di raccogliere i frutti del proprio lavoro. Sapere esprimere chi si è equivale a raccontare il proprio talento.

Rapporto con la stampa: qual è l’approccio più adatto per comunicare il lancio di un nuovo prodotto?
Anzitutto impostare un mix di azioni, tutte utili per raggiungere l’obiettivo. Tra queste, studiare le testate che si desidera contattare, verificando se il taglio di quel mezzo di informazione prevede spazio per le recensioni o le novità, produrre un comunicato stampa trovando una notizia centrale che possa incuriosire i destinatari, affiancare alla notizia un invio di campioni per la recensione, contattare personalmente i giornalisti principali per verificare il loro interesse.

Perché, secondo Lei, molte aziende ancora non investono molto nella comunicazione?
Credo vi siano più motivazioni. Nella maggior parte dei casi, le aziende investono molto nella produzione, perché considerano questo aspetto più concreto e tangibile rispetto alla comunicazione, a volte valutata di importanza secondaria. Faccio un esempio: acquistare una nuova pressa consente di toccare, ammirare e utilizzare concretamente questo strumento. La comunicazione produce invece reputazione e notorietà. Produrre un buon vino e non farlo conoscere, tuttavia, significa rinunciare a molte opportunità che il mercato offre.

Su quali aspetti è meglio concentrarsi quando ci si rapporta con dei giornalisti internazionali? Quali aspetti della realtà consiglia di mettere in evidenza?
Potremmo distinguere due parti. La prima è il contenuto. La stampa estera si aspetta di conoscere da vicino il nostro Paese e quel che lo rende così straordinario. Inserire nel proprio racconto alcuni elementi della nostra identità, come la cultura del bello e del buono, aumentano certamente il nostro appeal.
Quanto all’ esposizione, oggi si parla molto di storytelling, modalità efficace per raccontare la propria identità. Vi siete mai chiesti perché? La mente umana è “programmata” per ricordare le storie; ciò consente di mettere in ordine le informazioni date. Si tratta di qualcosa di ancestrale, che forse a volte sottovalutiamo. Si tratta, quindi, di neuroscienza, non di moda. D’altro canto, provate a pensare alla leggenda di Dom Pérignon, così nota. Non è forse una storia ben raccontata?

A Suo avviso, qual è la chiave per mantenere un buon rapporto con la stampa per un periodo di lunga durata?
Alla base vi è il rispetto reciproco. Il giornalista non è solo uno strumento che ci serve in un dato momento per promuovere una certa notizia, è un professionista, che ha esigenze precise per fare bene il proprio lavoro. Studiare una comunicazione sartoriale, che fornisca ad ognuno ciò che realmente interessa, consente di fare bene il proprio lavoro e costruire relazioni umane di valore.



Per saperne di più su Gheusis visitate il sito: www.gheusis.com 

Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
In questi ultimi mesi, in particolare, vi è una proliferazione di pagine pubblicitarie di aziende del vino sui media generalisti. Quali i significati di questo grande “ritorno”?

Il gran ritorno della pubblicità sul vino

In questi ultimi mesi, in particolare, vi è una proliferazione di pagine pubblicitarie di aziende del vino sui media generalisti. Quali i significati di questo grande “ritorno”?

Fabio Piccoli
In pre-anteprima a Bardolino l’annata 2018 della DOC gardesana venerdi 14 dicembre

Il Chiaretto cavalca l’onda della pink revolution

In pre-anteprima a Bardolino l’annata 2018 della DOC gardesana

Celebrati i risultati ottenuti da Cantina di Soave e presentato il resoconto del Bilancio d’esercizio, attraverso la tradizionale Conferenza Stampa di fine anno
venerdi 14 dicembre

Cantina di Soave: traguardi, novità ed un bilancio che eleva il lavoro dei soci

Celebrati i risultati ottenuti da Cantina di Soave e presentato il resoconto del Bilancio d’esercizio, attraverso la tradizionale Conferenza Stampa di fine anno

Intervista ad Andrea Bianchi, CEO e co-fondatore dell’app Enosocial® 
giovedi 13 dicembre

Credere nel valore delle proprie idee: il successo del caso Enosocial®

Intervista ad Andrea Bianchi, CEO e co-fondatore dell’app Enosocial®

Troppo spesso l’operatività supera la progettualità con il rischio di sprecare risorse e non centrare il vero obiettivo. mercoledi 12 dicembre

Marketing e comunicazione: trova la tua strategia!

Troppo spesso l’operatività supera la progettualità con il rischio di sprecare risorse e non centrare il vero obiettivo.

Massimo Benedetti, Marketing and communication specialist
Dall'acino al bicchiere per la tracciabilità e trasparenza del processo produttivo mercoledi 12 dicembre

Wine Blockchain: quali i vantaggi per l’industria vitivinicola?

Dall'acino al bicchiere per la tracciabilità e trasparenza del processo produttivo

Agnese Ceschi
A spiegarcelo ci pensa “4 colori per vendere il vino”, il nuovo libro di Lavinia Furlani e Andrea Pozzan di WinePeople mercoledi 12 dicembre

Vendere il vino. Sì, ma a chi?

A spiegarcelo ci pensa “4 colori per vendere il vino”, il nuovo libro di Lavinia Furlani e Andrea Pozzan di WinePeople

Progetto Ponza, la novità della storica azienda vinicola dell'Agro Pontino, Casale del Giglio. mercoledi 12 dicembre

Casale del Giglio: storia di un'isola, di una famiglia ed un progetto inimitabile

Progetto Ponza, la novità della storica azienda vinicola dell'Agro Pontino, Casale del Giglio.

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro martedi 11 dicembre

L'azienda agricola Accordini Stefano premiata al Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild
martedi 11 dicembre

Vino italiano nel mondo: educare partendo dal principio

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild

Noemi Mengo
  Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona martedi 11 dicembre

Informazione pubblicitaria
AVVISO DI SOLLECITAZIONE OFFERTE

Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Giganti in un popolo di nani

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Andrea Pozzan
We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014 saturday 08 december

Italian wines in the world: Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro sabato 08 dicembre

Italian wines in the world: Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis
venerdi 07 dicembre

Il coraggio di puntare sull’identità del Collio

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis

Agnese Ceschi
L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino. venerdi 07 dicembre

Winebel debutta a wine2wine 2018

L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino.

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Si chiama trasparenza la svolta comunicativa dello Champagne

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Fabio Piccoli
Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani! giovedi 06 dicembre

Anna Spinato: focus sui Millenials

Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani!

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice 
giovedi 06 dicembre

Brasile: il mercato di chi ama le sfide

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice

Noemi Mengo
Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi? mercoledi 05 dicembre

Vinexpo New York: i 10 motivi per cui non mancare!

Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi?

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017 mercoledi 05 dicembre

Il restyling di Rigoloccio

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO mercoledi 05 dicembre

Soave sito mondiale patrimonio dell’umanità per l’agricoltura

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America
mercoledi 05 dicembre

"Sip Trip": parte il viaggio on the road di Jeff Porter alla scoperta del vino italiano

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona mercoledi 05 dicembre

Le quattro chiavi per superare i limiti della Russia

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona

Agnese Ceschi
Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert
martedi 04 dicembre

Singapore: un mercato fertile e curioso

Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert

Noemi Mengo