Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
martedi 31 marzo 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


http://www.grafical.it/it/ www.prosecco.wine  www.cantinatollo.it pradellaluna.com catullio.it cantina settesoli mossi 1558 perdomini Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go Vigna Belvedere https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/
mercoledi 12 febbraio 2020

Consumatori non si nasce, si diventa

"Vendere un'esperienza" è il concetto chiave che apre le porte del 2020 secondo Andreé RIbeirinho, che a wine2wine 2019 ha parlato delle evoluzioni della wine industry.


Consumatori non si nasce, si diventa
Ogni giorno ci interroghiamo su come attirare nuovi consumatori, ma ci siamo mai chiesti se stiamo solo cercando di attirare consumatori di qualche competitor interno o se stiamo puntando anche a quelli che ancora non sono consumatori? A primo impatto potrebbe sembrare una banalità, ma rileggendo due o tre volte questa frase qualcosa ci viene alla mente. E se stessimo solo cercando di “rubare clienti” alle altre categorie e stessimo tralasciando la creazione di nuovi consumatori? Chi pensa ad accompagnarli all’interno del meraviglioso e complesso modo del vino? Intenditori o appassionati di certo non si nasce, si diventa!

Questo è il pensiero che ci 
balza in testa dopo uno fra i più stimolanti convegni di wine2wine, il forum sul business del vino andato in scena lunedì 25 e martedì 26 novembre. Stiamo parlando dello speech di André Ribeirinho CEO di Adegga, una società che, in Portogallo, si occupa di organizzare eventi che attirino al vino quei consumatori che al vino forse mai avevano pensato consapevolmente.

L’intervento, moderato per l’occasione da Valentina Abbona dell’azienda Marchesi di Barolo, molto orientata al concetto di evoluzione dei modi di comunicare in maniera innovativa il vino italiano, verteva su un tema che accomuna tutti all’interno del comparto: riuscire ad attirare nuovi consumatori per accrescere la notorietà e la conoscenza del vino a livello globale. Di seguito andremo a delineare i passaggi principali dell’intervento, quelli che riteniamo essere uno spunto prezioso per i nostri lettori più curiosi.

Prima di tutto è bene delineare che cosa stia accadendo al momento. Ci troviamo in un periodo in cui non c’è più tempo per restare indietro, non possiamo permetterci tecniche di vendita datate, venditori vecchio stile, prodotti altezzosi e poco disposti a raccontarsi. Se pensiamo ad un’etichetta come a un sorriso, viene più voglia di avvicinarsi a essa, piuttosto che a un muso imbronciato, giusto? Ci siamo capiti. Un periodo storico in cui molte persone, confuse dalla vastità dell’offerta disponibile, prediligono i prodotti che riescono a stabilire un dialogo più diretto, con meno filtri, meno imposizioni. Secondo le statistiche proposte da Ribeirinho durante wine2wine, il modo di interagire con i prodotti in generale è sensibilmente cambiato. Il 91% delle persone vuole oggi condividere (con altri, sui social oppure no) esperienze memorabili. Due parole chiave: condivisione ed esperienza. Vogliono essere coinvolti e convinti da un brand e saranno disposti a coinvolgere autonomamente le persone a loro vicine (altro che “catene di Sant’Antonio”, qui è una diffusione del brand gratuita e automatica). Interagiscono con il brand e ci si affezionano perché l’hanno sperimentato e, se gli è piaciuto, l’acquisto è molto più probabile.

Quando si parla di cambiamenti nelle abitudini di consumo, è imprescindibile parlare della generazione Millennials. Una generazione che è nata avendo tutto, a volte troppo, e che non è assolutamente portata all’accumulo di beni materiali, quanto piuttosto a creare valore a quelli che vengono utilizzati costantemente. I loro genitori sono, invece, cresciuti con una famiglia che, nella maggior parte dei casi, non ha avuto nulla per molto tempo e che li ha portati a dare più valore all’oggetto, piuttosto che al suo utilizzo. 3 Millennials su 4 preferiscono spendere i propri soldi in esperienze, non in bottiglie.

Ma come interagiscono questi consumatori? Che domanda, online! Le persone oggi leggono quasi tutto su internet, anzi, fanno quasi tutto su internet e, in particolare su uno smartphone.
“Ah ma sì, ho fatto creare il mio sito 5 anni fa, andrà ancora benissimo, perché dovrei cambiarlo?” Sbagliato. I tempi si evolvono e la wine industry, rispetto ad altre categorie, non attira nuovi consumatori abbastanza velocemente. Partire da un sito fatto bene, immediato, originale, è il primo passo per dare vita a un più grande cambiamento. Per rendere ancora più chiaro il concetto: noi passiamo ogni giorno ore con gli occhi fissi sul display del nostro cellulare, mentre alle porte del 2020 solamente il 3% di tutto il vino disponibile viene venduto online.

“Non dimenticatevi l’offline però! È vero che l’industria sta andando verso un mondo più digital, ma l’online non ucciderà mai l’offline, bisogna però trovare il modo di farli convivere” ha dichiarato André Ribeirinho. “Un esempio: qual è secondo voi la tasting room più grande del mondo? I ristoranti! Consiglio ai produttori di sfruttarli di più come opportunità di crescita” ha concluso.

L’intervento di Ribeirinho ha toccato molti punti interessanti, con uno in particolare ci sentiamo di concludere l’articolo. Il cambiamento va intrapreso, i vini italiani possono crescere ancora tanto (durante wine2wine la speranza ci ha sicuramente rinvigorito) ma per testare nuove vie di comunicazione di esso all’estero, occorre dirigere il cambiamento dall’Italia, e poi diffonderlo globalmente. 
Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Come decidiamo di reagire alle situazioni che viviamo dà un significato diverso al nostro tempo, decisione e condizione vitale sono due fattori chiave martedi 31 marzo 2020

Tempo inesorabile e tempo opportuno: come viverlo con “senso”

Come decidiamo di reagire alle situazioni che viviamo dà un significato diverso al nostro tempo, decisione e condizione vitale sono due fattori chiave

Lavinia Furlani
L’attuale slittamento delle iniziative b2b a livello internazionale deve rappresentare un’opportunità per le aziende del vino italiane per prepararsi al meglio al fine di costruire un nuovo modello di approccio ai mercati mondiali del vino.

È tempo di prepararsi ai mercati del futuro

L’attuale slittamento delle iniziative b2b a livello internazionale deve rappresentare un’opportunità per le aziende del vino italiane per prepararsi al meglio al fine di costruire un nuovo modello di approccio ai mercati mondiali del vino.

Lavinia Furlani
Titoli e curricula non bastano, l’importanza del ruolo delle società specializzate e del network di relazioni

La ricerca delle opportunità di lavoro nel mondo del vino: il Curriculum Vitae

Titoli e curricula non bastano, l’importanza del ruolo delle società specializzate e del network di relazioni

Redazione Wine Meridian
Perchè le aziende del vino ricorrono meno alle società di recruiting rispetto alle imprese degli altri settori? - Quarta puntata martedi 31 marzo 2020

#OBIEZIONE 4: Perché devo pagare degli acconti alla società di Head Hunting?

Perchè le aziende del vino ricorrono meno alle società di recruiting rispetto alle imprese degli altri settori? - Quarta puntata

Andrea Pozzan
Un’occasione per continuare a parlare di vino e condividere la nostra passione. lunedi 30 marzo 2020

“IO DEGUSTO A CASA” con FISAR Milano

Un’occasione per continuare a parlare di vino e condividere la nostra passione.

Come sta affrontando la drammaticità del momento Cielo e terra , che sta impegnando ogni risorsa perché il ciclo di produzione si svolga nella massima sicurezza. lunedi 30 marzo 2020

Cielo e terra vini, dai clienti nel mondo messaggi di sostegno e solidarietà

Come sta affrontando la drammaticità del momento Cielo e terra , che sta impegnando ogni risorsa perché il ciclo di produzione si svolga nella massima sicurezza.

Non può essere la paura a guidare ancora le scelte per il nostro futuro. Importanti riflessioni dello scrittore Alessandro Baricco che possono essere molto utili anche per dare un contributo utile alle nostre imprese del vino in una fase così difficile della nostra storia

La più importante lezione da questa emergenza

Non può essere la paura a guidare ancora le scelte per il nostro futuro. Importanti riflessioni dello scrittore Alessandro Baricco che possono essere molto utili anche per dare un contributo utile alle nostre imprese del vino in una fase così difficile della nostra storia

Fabio Piccoli
Gli scenari dei mercati del vino il Oltre Covid-19: andare oltre la crisi, imparare a conoscere la nostra identità e a saperla comunicare lunedi 30 marzo 2020

Partecipa al nostro webinar solidale mercoledi 1 aprile alle 15

Gli scenari dei mercati del vino il Oltre Covid-19: andare oltre la crisi, imparare a conoscere la nostra identità e a saperla comunicare

Ottimi export, consumi interni, GDO ma l’eccessiva dipendenza dal Prosecco rappresenta una debolezza per l’intero settore. lunedi 30 marzo 2020

Spumanti Italia? Forti ma deboli

Ottimi export, consumi interni, GDO ma l’eccessiva dipendenza dal Prosecco rappresenta una debolezza per l’intero settore.

Emanuele Fiorio
I 6 consigli della Sommelier Choice Awards, associazione americana di supporto al mondo dell'Horeca. lunedi 30 marzo 2020

Come può l’industria del vino affrontare il caos causato dal Covid-19?

I 6 consigli della Sommelier Choice Awards, associazione americana di supporto al mondo dell'Horeca.

Agnese Ceschi
Champagne e Barolo hanno annunciato azioni per mantenere i prezzi stabili e garantire la qualità. Roger Morris ci spiega come hanno evitato eccedenze di vino e deflazione dei prezzi. lunedi 30 marzo 2020

Champagne e Barolo, esempi di gestione virtuosa

Champagne e Barolo hanno annunciato azioni per mantenere i prezzi stabili e garantire la qualità. Roger Morris ci spiega come hanno evitato eccedenze di vino e deflazione dei prezzi.

Emanuele Fiorio
Passione, storie, unicità, vigneti autoctoni, tradizione: siete felici di pagare per la reputazione, la rarità e le storie?...perché no! lunedi 30 marzo 2020

Qualità-prezzo, parametro reale o fittizio?

Passione, storie, unicità, vigneti autoctoni, tradizione: siete felici di pagare per la reputazione, la rarità e le storie?...perché no!

Emanuele Fiorio
Ultimo giorno per aderire ai due corsi e-learning  “Vendita e wine marketing” e  “Voglio lavorare nel mondo del vino” a 99 euro lunedi 30 marzo 2020

Formarsi per non fermarsi

Ultimo giorno per aderire ai due corsi e-learning “Vendita e wine marketing” e “Voglio lavorare nel mondo del vino” a 99 euro

Cristian Fanzolato
Crescono le esportazioni, Stati Uniti e Germania i mercati top in valore e volume. Delude il Regno Unito, exploit Russia e Giappone. domenica 29 marzo 2020

Export Italia 2019: volumi da primato mondiale

Crescono le esportazioni, Stati Uniti e Germania i mercati top in valore e volume. Delude il Regno Unito, exploit Russia e Giappone.

Emanuele Fiorio
Uno scopo rivolto al futuro può far aprire davanti a noi una nuova strada lì dove non pensavamo sabato 28 marzo 2020

Blocco generale: come fare quando il timore dipinge davanti a noi un disegno più distorto che veritiero.

Uno scopo rivolto al futuro può far aprire davanti a noi una nuova strada lì dove non pensavamo

Cristian Fanzolato
Tutti gli osservatori ripetono che dopo l’emergenza Coronavirus il mondo non sarà più lo stesso. Ma se questo è vero, come potrebbe cambiare il mercato del vino? venerdi 27 marzo 2020

Ma quanto cambierà il mercato del vino?

Tutti gli osservatori ripetono che dopo l’emergenza Coronavirus il mondo non sarà più lo stesso. Ma se questo è vero, come potrebbe cambiare il mercato del vino?

Fabio Piccoli


WineMeridian