Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
venerdi 25 maggio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 Tebaldi valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali
martedi 16 gennaio

Danimarca: dove la felicità è di casa

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo?


Danimarca: dove la felicità è di casa
Quando si parla di mercato del vino, la Danimarca è sicuramente uno dei Paesi da tenere in considerazione, specialmente quando si parla di strategie per le vendite all’estero.
Perché questo mercato, al secondo posto tra i più felici al mondo (World Happiness Report 2017), tanto da aver teorizzato anche un "metodo della felicità", l'hygge, ha le carte giuste per essere esplorato dai produttori di vino italiani?
A causa delle basse temperature nordiche che influenzano tutto il territorio, per i danesi non è possibile avviare una grande produzione di vini, ma questo non impedisce al popolo danese di essere uno tra i più amanti di vino al mondo.
Il consumo quotidiano e domestico del vino da parte dei danesi è cresciuto enormemente negli ultimi anni e una buona bottiglia di vino è anche un regalo molto apprezzato.
Il consumo pro capite, infatti, è alto rispetto alla media: dalle ultime statistiche risultano infatti registrati 30 litri pro capite l'anno, una cifra alta considerando che la media europea ne conta 23,9.

Se questo dato non dovesse bastare, per guardare a questo Paese con interesse, eccone altri che sicuramente sapranno essere molto persuasivi.
Prima di tutto, stando alle stime, l’Italia, insieme alla Francia, detiene il 50,5% delle importazioni di vino in Danimarca e questo rende molto facile approcciare al mercato, che guarda già con grande interesse ai vini del Belpaese.
Inoltre, il Paese scandinavo è ottavo nella classifica mondiale di livello di PIL (prodotto interno lordo) ed in ambito finanziario molto forte: queste sono solo due delle caratteristiche che lo rendono uno dei Paesi più felici al mondo (posto che si contende da tempo con la Norvegia, al primo posto nel 2017).
Ciò ha un grande impatto sulla psicologia del consumatore che tende a comprare vino più facilmente, anche per via di risorse finanziarie più floride.
Infine non è da sottovalutare una caratteristica, all’apparenza insignificante:
i danesi sono un popolo di grandi vedute e di mentalità aperta, predisposto all’ascolto.
Questo apre ad una miriade di possibilità anche per chi, nuovo nel mercato, si trova a presentare per la prima volta i propri prodotti. Trova sicuramente un terreno fertile alla curiosità, disponibilità e voglia di conoscere anche le novità.

Un elemento chiave importantissimo, è l’assenza di monopolio, a differenza degli altri mercati scandinavi.
Questo significa che esiste una competizione sana e forte, ma altrettanto alta: in Danimarca attualmente ci sono circa 1700 importatori.
L’assenza di monopolio richiede ovviamente onestà e correttezza, non sarebbe giusto vedere il proprio prodotto ad un prezzo nettamente superiore o inferiore di un concorrente. I danesi sono un popolo fedele ed onesto ed in quanto tale si aspettano gli stessi valori anche nelle altre persone.

Ultimo dato da considerare, ma non meno importante, l’80-90% dei vini in Danimarca passa attraverso i supermercati. Lì è dove avviene la concorrenza più spietata.
Le grandi catene sono molto selettive e conservatrici, hanno un numero definito di contatti con cui collaborano in esclusiva ed entrarvi è complesso.
Ma non bisogna scoraggiarsi. Il consiglio che viene dato dagli esperti in questi casi, è quello di trovare il giusto contatto, che possa sondare i canali più adatti e fruttuosi, prima di buttarsi a capofitto nel mercato.
Un elemento che non deve spaventare, infine, è il prezzo. I prodotti di nicchia sono infatti considerati i migliori, e il popolo danese non ha il timore di spendere qualche euro in più per una buona bottiglia di vino.
Per essere felici, infondo, basta poco anche nel Paese “della felicità”: una buona bottiglia di vino e la giusta compagnia. 
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
A Treviso, l’8 e il 22 giugno, i nuovi corsi di Gheusis “Comunicare con la stampa” e “Comunicare con le emozioni”

Le emozioni: conoscerle per comunicarle meglio

A Treviso, l’8 e il 22 giugno, i nuovi corsi di Gheusis “Comunicare con la stampa” e “Comunicare con le emozioni”

Il successo del Prosecco di questi ultimi anni aveva praticamente cancellato il ruolo e l’importanza dei diversi terroir produttivi nelle espressioni qualitative della Glera. Ultimamente sembra si voglia finalmente uscire da questo “anonimato”

Il Prosecco finalmente dà valore ai suoi terroir

Il successo del Prosecco di questi ultimi anni aveva praticamente cancellato il ruolo e l’importanza dei diversi terroir produttivi nelle espressioni qualitative della Glera. Ultimamente sembra si voglia finalmente uscire da questo “anonimato”

Fabio Piccoli
Come evitare l'effetto copia e rendere in modo autentico l'identità di un'azienda in pochi centimetri quadrati giovedi 24 maggio

Arconvert, quando l’etichetta esalta in maniera coerente l’identità

Come evitare l'effetto copia e rendere in modo autentico l'identità di un'azienda in pochi centimetri quadrati

Sabato 26 maggio 2018 a Scansano verrà ufficialmente inaugurata la nuova cantina dei Vignaioli del Morellino di Scansano, realtà storica maremmana da oggi dotata di una sede che punta ad arricchire l’offerta enoturistica locale.

La cantina cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano inaugura la nuova cantina

Sabato 26 maggio 2018 a Scansano verrà ufficialmente inaugurata la nuova cantina dei Vignaioli del Morellino di Scansano, realtà storica maremmana da oggi dotata di una sede che punta ad arricchire l’offerta enoturistica locale.

Dieci testimonial, tra produttori ed enologi, intervistati da Vino.tv per il colosso delle chiusure giovedi 24 maggio

Vinventions, da Nord a Sud l'Italia del vino sceglie l'innovazione

Dieci testimonial, tra produttori ed enologi, intervistati da Vino.tv per il colosso delle chiusure

Back Office Commerciale Estero - USA, Canada, Giappone

Offerta di lavoro

Back Office Commerciale Estero - USA, Canada, Giappone

Un’azienda più che centenaria, che vuole valorizzare i Colli Tortonesi per farli conoscere al mondo intero.
giovedi 24 maggio

Cantine Volpi, la storica realtà piemontese pioniera nella produzione del biologico

Un’azienda più che centenaria, che vuole valorizzare i Colli Tortonesi per farli conoscere al mondo intero.

Il contributo di Riedel, la nota casa di produzione di bicchieri, alla valorizzazione dei vini di qualità è ormai ampiamente riconosciuto, ma sono ancora troppi, anche tra gli addetti ai lavori, coloro che sottovalutano l’importanza della tipologia di bicchiere nell’esaltazione (o meno) delle caratteristiche di un vino

Grazie Riedel, ancora troppo inascoltato

Il contributo di Riedel, la nota casa di produzione di bicchieri, alla valorizzazione dei vini di qualità è ormai ampiamente riconosciuto, ma sono ancora troppi, anche tra gli addetti ai lavori, coloro che sottovalutano l’importanza della tipologia di bicchiere nell’esaltazione (o meno) delle caratteristiche di un vino

Fabio Piccoli
Careful selection of grapes and longer aging compared to official guidelines: this is Coali's philosophy thursday 24 may

From marble to wine: Azienda Agricola Coali in the heart of Valpolicella Classica

Careful selection of grapes and longer aging compared to official guidelines: this is Coali's philosophy

Agnese Ceschi
Il 12 ottobre l’Open Day per presentare i Campus 2018/2019. Saranno tre i percorsi di quest'anno: uno dedicato all'export manager uno alla vendita di vino e uno all'impresa.

Wine Campus: la formazione per i professionisti del vino

Il 12 ottobre l’Open Day per presentare i Campus 2018/2019. Saranno tre i percorsi di quest'anno: uno dedicato all'export manager uno alla vendita di vino e uno all'impresa.

Un luogo di condivisione per tutti  gli operatori di export

Wine-Out: il forum per gli export manager

Un luogo di condivisione per tutti gli operatori di export

Agnese Ceschi
Non perdetevi le nostre prossime tappe internazionali in autunno! martedi 22 maggio

Wine Meridian International Tour

Non perdetevi le nostre prossime tappe internazionali in autunno!

La seconda edizione della Scuola degli Imprenditori

Campus Impresa: come gestire una azienda del vino?

La seconda edizione della Scuola degli Imprenditori

Al via il Campus beginners: diventare export manager del vino

Campus Export Manager: entrare nel mondo del vino

Al via il Campus beginners: diventare export manager del vino

Marco Farnè, referente di Unexpected Italian ed export manager, ci spiega perché puntare al Vietnam, un mercato emergente dalle potenzialità di sviluppo molto interessanti anche per i vini italiani

Imprese del vino in Vietnam con Wine Meridian

Marco Farnè, referente di Unexpected Italian ed export manager, ci spiega perché puntare al Vietnam, un mercato emergente dalle potenzialità di sviluppo molto interessanti anche per i vini italiani

 Piccolo test pratico in quattro punti. Per entrare nel mercato giapponese, prima di qualsiasi passo, quello che occorre capire è se i vini hanno la potenzialità necessaria per piacere a quel mercato. martedi 22 maggio

I vostri vini piaceranno in Giappone?

Piccolo test pratico in quattro punti. Per entrare nel mercato giapponese, prima di qualsiasi passo, quello che occorre capire è se i vini hanno la potenzialità necessaria per piacere a quel mercato.

Roberto Bosticco, corrispondente da Tokyo
Dal 30 ottobre al 1 novembre 2018 andremo prima a Vancouver e poi a Seattle, due città centrali per il business del vino nord americano martedi 22 maggio

Partecipa con noi al tour Canada e Usa 2018

Dal 30 ottobre al 1 novembre 2018 andremo prima a Vancouver e poi a Seattle, due città centrali per il business del vino nord americano

Un corso per imparare a vendere più vino

Campus Vendita: la palestra per i venditori del vino

Un corso per imparare a vendere più vino