Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
lunedi 17 dicembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

http://www.tenutastellacollio.it/en/ https://www.tenutedigiulio.it/site/ http://www.tenutamontemagno.it/ http://giannitessari.wine/ Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/ http://www.fattorialamagia.it/ https://www.accordinistefano.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinapedres.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ https://www.vinica.it/it/  http://acquesi.it/ https://www.borgolacaccia.it/ https://www.carusoeminini.it/ http://www.cantinadicustoza.it/ https://tenutadelpriore.it/linea-col-del-mondo/
venerdi 03 luglio

Danimarca, la crisi spinge i vini biologici

L’intervista all’importatore Bio Jens Lindby Nielsen


Danimarca, la crisi spinge i vini biologici
Una tradizione di questo Paese dice che se siete invitati a cena, dovrete aspettare a bere il vostro bicchiere di vino finchè il padrone di casa non pronuncia “Skål” ovvero salute. Dopo di che siete invitati a pronunciare il vostro “Skål” con la persona seduta alla vostra destra e potrete bere, lo stesso farà lui con il convitato alla sua destra. A quale Paese apparterrà questa usanza? Ad uno dei Paesi del nord Europa tra i più interessanti per i produttori italiani in questo momento, perché i nostri vini sono al primo posto per consumo: la Danimarca. Per conoscere meglio un Paese dove il consumo di vino è aumentato esponenzialmente negli ultimi anni quasi a toccare i livelli della birra, abbiamo incontrato l’importatore danese Jens Lindby Nielsen, proprietario della società Oekvin.
Jens è un importatore di vini e liquori biologici e biodinamici, comparto molto forte in Danimarca.

Come è iniziata la sua avventura con il biologico?
“Vent’anni fa, all’inizio della mia attività, avevo una azienda biologica. Ricordo che durante una vacanza in Francia ho assaggiato dei vini biologici davvero buoni e ho pensato che in Danimarca non eravamo così avanzati nella vendita del biologico. L'incontro con quei vini mi ha ispirato a creare Oekvin, che da allora è cresciuta fino a diventare una delle più grandi aziende specializzate in vini biologici e biodinamici di qualità in Danimarca. Abbiamo fino a 150 diversi prodotti in magazzino presso la nostra bella fattoria nello Jutland”.

Oggi, rispetto a venti anni fa, i vini organici in Danimarca funzionano bene?
“Assolutamente sì. L’8% dei vini venduti in Danimarca è biologico. Siamo tra i Paesi leader in questo settore nel mondo. Nonostante la crisi, il consumo dei vini bio in Danimarca sta crescendo esponenzialmente. Infatti nonostante il periodo non favorevole a livello economico, le persone preferiscono spendere i loro soldi in prodotti più salutari, migliori per la loro salute”.

Pensa che l’Italia sia un Paese sufficientemente avanzato in questo senso?
“L’Italia ha molte varietà di uve autoctone e questo aiuta. Ci sono molti bravi produttori che hanno deciso di mettere i veleni da parte già da tempo, ma stanno aspettando la certificazione di biologico”.

Che tipo di consumatori sono i danesi?
“I danesi sono consumatori molti curiosi e attenti alla salute, per questo acquistano vini biologici molto frequentemente. Il vino viene acquistato in maggiore quantità nei supermercati, ma poi vanno molto bene anche i ristoranti, anche se hanno un prezzo molto più alto. La maggioranza dei danesi preferisce consumare il vino a casa”.

Che azioni consiglia ai produttori italiani per promuovere i vini in Danimarca?
“Partiamo dal presupposto che è molto facile vendere i vini italiani in Danimarca, perché hanno un’ottima reputazione. Organizzare tastings ed eventi di presentazione è molto importante, per far conoscere i vini a fronte di una platea di consumatori curiosi. Inoltre, i danesi hanno bisogno di essere formati ancora molto sul vino e per questo ci vuole tempo e pazienza. Io stesso dopo tanti anni continuo a fare degustazioni e ad imparare”.

Che rapporto ha con i suoi fornitori?
“Quando organizzo tastings nei ristoranti, chiedo sempre ai produttori di venire ed essere presenti per raccontare i loro vini. La cosa che cerco è una relazione a lungo termine con i produttori, un rapporto che ci permetta di strutturare insieme le strategie migliori”.

Quali sono i criteri di scelta dei vini?
“Per prima cosa prendo solo vini certificati, perché i consumatori danesi guardano l’etichetta e la certificazione. Dunque chi vende biologico deve avere coscienza del fatto che i danesi acquistano solo biologico certificato. In secondo luogo io non cerco subito il prezzo. Cerco prima di tutto di conoscere il prodotto, capire se può andare bene al mio mercato.
In Danimarca piacciono molto i vini bianchi, specialmente gli sparkling, perché si adattano bene al pesce, un ingrediente tipico della nostra cucina. E poi come in tutti i Paesi del nord vanno molto bene anche i vini rossi fermi”.

Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Intervista a Massimiliano Naso, ingegnere ambientale e Responsabile Vendite Italia Grandi Clienti di Liquigas lunedi 17 dicembre

GPL e GNL soluzioni energetiche sostenibili per le aziende del vino

Intervista a Massimiliano Naso, ingegnere ambientale e Responsabile Vendite Italia Grandi Clienti di Liquigas

In questi ultimi mesi, in particolare, vi è una proliferazione di pagine pubblicitarie di aziende del vino sui media generalisti. Quali i significati di questo grande “ritorno”?

Il gran ritorno della pubblicità sul vino

In questi ultimi mesi, in particolare, vi è una proliferazione di pagine pubblicitarie di aziende del vino sui media generalisti. Quali i significati di questo grande “ritorno”?

Fabio Piccoli
Un modo di narrare complesso ma efficace, ancora sconosciuto nel mondo del vino
lunedi 17 dicembre

Mai sentito parlare del Transmedia Storytelling?

Un modo di narrare complesso ma efficace, ancora sconosciuto nel mondo del vino

Noemi Mengo
We tasted for you Siddùra's Èrema Cannonau di Sardegna DOC 2016 saturday 15 december

Italian wines in the world: Siddùra's Èrema Cannonau di Sardegna DOC 2016

We tasted for you Siddùra's Èrema Cannonau di Sardegna DOC 2016

In pre-anteprima a Bardolino l’annata 2018 della DOC gardesana venerdi 14 dicembre

Il Chiaretto cavalca l’onda della pink revolution

In pre-anteprima a Bardolino l’annata 2018 della DOC gardesana

Celebrati i risultati ottenuti da Cantina di Soave e presentato il resoconto del Bilancio d’esercizio, attraverso la tradizionale Conferenza Stampa di fine anno
venerdi 14 dicembre

Cantina di Soave: traguardi, novità ed un bilancio che eleva il lavoro dei soci

Celebrati i risultati ottenuti da Cantina di Soave e presentato il resoconto del Bilancio d’esercizio, attraverso la tradizionale Conferenza Stampa di fine anno

Intervista ad Andrea Bianchi, CEO e co-fondatore dell’app Enosocial® 
giovedi 13 dicembre

Credere nel valore delle proprie idee: il successo del caso Enosocial®

Intervista ad Andrea Bianchi, CEO e co-fondatore dell’app Enosocial®

Abbiamo degustato per voi l'Èrema Cannonau di Sardegna DOC 2016 di Siddùra giovedi 13 dicembre

Italian Wines in the World: Èrema Cannonau di Sardegna DOC 2016 di Siddùra

Abbiamo degustato per voi l'Èrema Cannonau di Sardegna DOC 2016 di Siddùra

Troppo spesso l’operatività supera la progettualità con il rischio di sprecare risorse e non centrare il vero obiettivo. mercoledi 12 dicembre

Marketing e comunicazione: trova la tua strategia!

Troppo spesso l’operatività supera la progettualità con il rischio di sprecare risorse e non centrare il vero obiettivo.

Massimo Benedetti, Marketing and communication specialist
Dall'acino al bicchiere per la tracciabilità e trasparenza del processo produttivo mercoledi 12 dicembre

Wine Blockchain: quali i vantaggi per l’industria vitivinicola?

Dall'acino al bicchiere per la tracciabilità e trasparenza del processo produttivo

Agnese Ceschi
A spiegarcelo ci pensa “4 colori per vendere il vino”, il nuovo libro di Lavinia Furlani e Andrea Pozzan di WinePeople mercoledi 12 dicembre

Vendere il vino. Sì, ma a chi?

A spiegarcelo ci pensa “4 colori per vendere il vino”, il nuovo libro di Lavinia Furlani e Andrea Pozzan di WinePeople

Progetto Ponza, la novità della storica azienda vinicola dell'Agro Pontino, Casale del Giglio. mercoledi 12 dicembre

Casale del Giglio: storia di un'isola, di una famiglia ed un progetto inimitabile

Progetto Ponza, la novità della storica azienda vinicola dell'Agro Pontino, Casale del Giglio.

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro martedi 11 dicembre

L'azienda agricola Accordini Stefano premiata al Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild
martedi 11 dicembre

Vino italiano nel mondo: educare partendo dal principio

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild

Noemi Mengo
  Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona martedi 11 dicembre

Informazione pubblicitaria
AVVISO DI SOLLECITAZIONE OFFERTE

Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Giganti in un popolo di nani

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Andrea Pozzan
We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014 saturday 08 december

Italian wines in the world: Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro sabato 08 dicembre

Italian wines in the world: Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis
venerdi 07 dicembre

Il coraggio di puntare sull’identità del Collio

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis

Agnese Ceschi
L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino. venerdi 07 dicembre

Winebel debutta a wine2wine 2018

L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino.

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Si chiama trasparenza la svolta comunicativa dello Champagne

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Fabio Piccoli
Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani! giovedi 06 dicembre

Anna Spinato: focus sui Millenials

Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani!

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice 
giovedi 06 dicembre

Brasile: il mercato di chi ama le sfide

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice

Noemi Mengo
Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi? mercoledi 05 dicembre

Vinexpo New York: i 10 motivi per cui non mancare!

Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi?

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017 mercoledi 05 dicembre

Il restyling di Rigoloccio

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017