Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
giovedi 18 aprile 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy http://www.varramista.it/it/
venerdi 03 luglio

Danimarca, la crisi spinge i vini biologici

L’intervista all’importatore Bio Jens Lindby Nielsen


Danimarca, la crisi spinge i vini biologici
Una tradizione di questo Paese dice che se siete invitati a cena, dovrete aspettare a bere il vostro bicchiere di vino finchè il padrone di casa non pronuncia “Skål” ovvero salute. Dopo di che siete invitati a pronunciare il vostro “Skål” con la persona seduta alla vostra destra e potrete bere, lo stesso farà lui con il convitato alla sua destra. A quale Paese apparterrà questa usanza? Ad uno dei Paesi del nord Europa tra i più interessanti per i produttori italiani in questo momento, perché i nostri vini sono al primo posto per consumo: la Danimarca. Per conoscere meglio un Paese dove il consumo di vino è aumentato esponenzialmente negli ultimi anni quasi a toccare i livelli della birra, abbiamo incontrato l’importatore danese Jens Lindby Nielsen, proprietario della società Oekvin.
Jens è un importatore di vini e liquori biologici e biodinamici, comparto molto forte in Danimarca.

Come è iniziata la sua avventura con il biologico?
“Vent’anni fa, all’inizio della mia attività, avevo una azienda biologica. Ricordo che durante una vacanza in Francia ho assaggiato dei vini biologici davvero buoni e ho pensato che in Danimarca non eravamo così avanzati nella vendita del biologico. L'incontro con quei vini mi ha ispirato a creare Oekvin, che da allora è cresciuta fino a diventare una delle più grandi aziende specializzate in vini biologici e biodinamici di qualità in Danimarca. Abbiamo fino a 150 diversi prodotti in magazzino presso la nostra bella fattoria nello Jutland”.

Oggi, rispetto a venti anni fa, i vini organici in Danimarca funzionano bene?
“Assolutamente sì. L’8% dei vini venduti in Danimarca è biologico. Siamo tra i Paesi leader in questo settore nel mondo. Nonostante la crisi, il consumo dei vini bio in Danimarca sta crescendo esponenzialmente. Infatti nonostante il periodo non favorevole a livello economico, le persone preferiscono spendere i loro soldi in prodotti più salutari, migliori per la loro salute”.

Pensa che l’Italia sia un Paese sufficientemente avanzato in questo senso?
“L’Italia ha molte varietà di uve autoctone e questo aiuta. Ci sono molti bravi produttori che hanno deciso di mettere i veleni da parte già da tempo, ma stanno aspettando la certificazione di biologico”.

Che tipo di consumatori sono i danesi?
“I danesi sono consumatori molti curiosi e attenti alla salute, per questo acquistano vini biologici molto frequentemente. Il vino viene acquistato in maggiore quantità nei supermercati, ma poi vanno molto bene anche i ristoranti, anche se hanno un prezzo molto più alto. La maggioranza dei danesi preferisce consumare il vino a casa”.

Che azioni consiglia ai produttori italiani per promuovere i vini in Danimarca?
“Partiamo dal presupposto che è molto facile vendere i vini italiani in Danimarca, perché hanno un’ottima reputazione. Organizzare tastings ed eventi di presentazione è molto importante, per far conoscere i vini a fronte di una platea di consumatori curiosi. Inoltre, i danesi hanno bisogno di essere formati ancora molto sul vino e per questo ci vuole tempo e pazienza. Io stesso dopo tanti anni continuo a fare degustazioni e ad imparare”.

Che rapporto ha con i suoi fornitori?
“Quando organizzo tastings nei ristoranti, chiedo sempre ai produttori di venire ed essere presenti per raccontare i loro vini. La cosa che cerco è una relazione a lungo termine con i produttori, un rapporto che ci permetta di strutturare insieme le strategie migliori”.

Quali sono i criteri di scelta dei vini?
“Per prima cosa prendo solo vini certificati, perché i consumatori danesi guardano l’etichetta e la certificazione. Dunque chi vende biologico deve avere coscienza del fatto che i danesi acquistano solo biologico certificato. In secondo luogo io non cerco subito il prezzo. Cerco prima di tutto di conoscere il prodotto, capire se può andare bene al mio mercato.
In Danimarca piacciono molto i vini bianchi, specialmente gli sparkling, perché si adattano bene al pesce, un ingrediente tipico della nostra cucina. E poi come in tutti i Paesi del nord vanno molto bene anche i vini rossi fermi”.

Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Domenica 19 maggio 2019, a Tenuta Frassanelle in provincia di Padova, l'evento dedicato ai vini vulcanici aperto dalla masterclass del MW John Szabo giovedi 18 aprile

Vulcanei: il piĂą grande banco d'assaggio di vini da suolo vulcanico

Domenica 19 maggio 2019, a Tenuta Frassanelle in provincia di Padova, l'evento dedicato ai vini vulcanici aperto dalla masterclass del MW John Szabo

Domenica 12 e lunedì 13 maggio al via la prima edizione dell'evento biennale dedicato alla cultura vitivinicola del territorio e al suo vitigno principe giovedi 18 aprile

A Incontri Rotazioni 2019 protagonisti il Teroldego e i vini di Borgogna

Domenica 12 e lunedì 13 maggio al via la prima edizione dell'evento biennale dedicato alla cultura vitivinicola del territorio e al suo vitigno principe

Dal Forno sigla un accordo di distribuzione in esclusiva: una bottiglia su sei andrĂ  in Cina.
giovedi 18 aprile

Export: l'Amarone di Dal Forno alla conquista della Cina

Dal Forno sigla un accordo di distribuzione in esclusiva: una bottiglia su sei andrĂ  in Cina.

Federica Lago
Dal 23 aprile 2019 saranno disponibili due percorsi on-line: iscriviti alla lista d’attesa, i posti sono limitati!

Campus Online la formazione di WinePeople per tutti e ovunque

Dal 23 aprile 2019 saranno disponibili due percorsi on-line: iscriviti alla lista d’attesa, i posti sono limitati!

Maria Bandolin
Appuntamento in Russia il 31 maggio e il 1 giugno per i 25 anni di Simple Group mercoledi 17 aprile

Nuove opportunitĂ  in Russia: Simple Group racconta tendenze e prospettive di business

Appuntamento in Russia il 31 maggio e il 1 giugno per i 25 anni di Simple Group

A maggio due tappe per connettere le aziende di vino biologico ai mercati strategici di Svezia e Finlandia mercoledi 17 aprile

Organic Value: ultimi posti per il tour scandinavo nel mondo del vino biologico

A maggio due tappe per connettere le aziende di vino biologico ai mercati strategici di Svezia e Finlandia

Una Sicilia del vino nuova e diversa, la loro, ma sempre fedele a sé stessa. mercoledi 17 aprile

Cantine Settesoli, il vino salverĂ  Selinunte

Una Sicilia del vino nuova e diversa, la loro, ma sempre fedele a sé stessa.

Carmen Guerriero
La Svezia si conferma un porto sicuro per il vino italiano nei prossimi anni. Bollicine, rosé e bianchi sono tra i favoriti, grazie al loro “healty style”. 
mercoledi 17 aprile

L’export tricolore sfreccia alto nei cieli svedesi

La Svezia si conferma un porto sicuro per il vino italiano nei prossimi anni. Bollicine, rosé e bianchi sono tra i favoriti, grazie al loro “healty style”.

Noemi Mengo
Due tappe, Mosca il 17 giugno e San Pietroburgo il 19 giugno 2019, per scoprire il mercato ed incontrare le sue figure chiave 
mercoledi 17 aprile

Partecipa alla tappa in Russia con Wine Meridian e Simply Italian Great Wines

Due tappe, Mosca il 17 giugno e San Pietroburgo il 19 giugno 2019, per scoprire il mercato ed incontrare le sue figure chiave

Il 22 e 23 maggio Wine Meridian ritorna in partnership con Wonderfud per la nuova tappa a Singapore 
mercoledi 17 aprile

Ultimi posti per il tour Singapore: agenda con b2b organizzati e masterclass

Il 22 e 23 maggio Wine Meridian ritorna in partnership con Wonderfud per la nuova tappa a Singapore

Abbiamo degustato per voi il Soave DOC Classico di Cantina del Castello mercoledi 17 aprile

Italian wines in the world: Soave DOC Classico di Cantina del Castello

Abbiamo degustato per voi il Soave DOC Classico di Cantina del Castello

Nel 2018 il volume è cresciuto del 10,5% nei canali Nielsen (2,25 milioni di casse), con vendite aumentate del 14,2% (347 milioni di dollari). Aumenti del 12,3% (1,6 milioni di casse) anche nei canali IRI per un valore aumentato del 16,4% (247 milioni di dollari)
martedi 16 aprile

Il Prosecco guida il boom degli sparkling anche negli Usa

Nel 2018 il volume è cresciuto del 10,5% nei canali Nielsen (2,25 milioni di casse), con vendite aumentate del 14,2% (347 milioni di dollari). Aumenti del 12,3% (1,6 milioni di casse) anche nei canali IRI per un valore aumentato del 16,4% (247 milioni di dollari)

Fabio Piccoli
Interessante tasting a Vinitaly per capire se esiste uno stile italiano nel Pinot Grigio che consentirebbe una comunicazione piĂą chiara di uno dei vini del nostro Paese di maggior successo sui mercati internazionali
lunedi 15 aprile

Pinot Grigio, esiste uno stile italiano?

Interessante tasting a Vinitaly per capire se esiste uno stile italiano nel Pinot Grigio che consentirebbe una comunicazione piĂą chiara di uno dei vini del nostro Paese di maggior successo sui mercati internazionali

Fabio Piccoli
Un convegno sui temi del vino in relazione alla territorialità e quindi alla sostenibilità e all’efficienza di azioni concrete, ed una cena di chiusura con specialità delle 4 regioni protagoniste. lunedi 15 aprile

Le Donne del Vino delle Marche protagoniste a Vinitaly 2019

Un convegno sui temi del vino in relazione alla territorialità e quindi alla sostenibilità e all’efficienza di azioni concrete, ed una cena di chiusura con specialità delle 4 regioni protagoniste.

A Verona l'evento di Vinea Domini con lo Chef Stellato Ciro Scamardella del Ristorante Pipero lunedi 15 aprile

Gotto D'oro a Vinitaly: Vinea Domini mostra il suo lato Nobile alla Roma Stellata

A Verona l'evento di Vinea Domini con lo Chef Stellato Ciro Scamardella del Ristorante Pipero

We have tasted for you Principe di Corleone's San Loé Metodo Classico saturday 13 april

Italian wines in the world: Principe di Corleone's San Loé Metodo Classico

We have tasted for you Principe di Corleone's San Loé Metodo Classico

Abbiamo degustato per voi San Loé Metodo Classico dell'azienda Principe di Corleone sabato 13 aprile

Italian wines in the world: San Loé Metodo Classico dell'azienda Principe di Corleone

Abbiamo degustato per voi San Loé Metodo Classico dell'azienda Principe di Corleone

Sono solo cinque negli Usa i territori del vino italiani nella classifica delle prime 45 regioni vitivinicole riconosciute dai consumatori regolari di vino statunitensi venerdi 12 aprile

Allarme “riconoscibilità origine” anche negli Usa

Sono solo cinque negli Usa i territori del vino italiani nella classifica delle prime 45 regioni vitivinicole riconosciute dai consumatori regolari di vino statunitensi

Fabio Piccoli


sfondo_wm