Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
martedi 18 settembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

WineNet https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it www.wine2wine.net Farina Enartis Tebaldi Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi
lunedi 09 luglio

Danimarca: mercato maturo e aperto al biologico

Intervista ad Elisa Spada, food and wine consultant ed esperta di mercati internazionali, tra i fondatori di Organic Value


Danimarca: mercato maturo e aperto al biologico

Copenhagen


Come descriveresti il mercato danese?
Un El Dorado. In questo momento storico rappresenta uno dei mercati di punta tra quelli europei. Sono necessarie alcune precisazioni però. Innanzitutto è un mercato piccolo, anche se molto florido ed interessante.
Per quanto riguarda il mondo dell’importazione una percentuale altissima, circa dell’80%, è occupata da importatori della GDO e sono presenti moltissimi importatori medio-piccoli, in quanto c’è la liberalizzazione delle licenze.
Due sono i poli principali per il mondo del vino: Copenhagen e dintorni, e Aarhus, la seconda città più popolosa della Danimarca.
La cosa interessante di questo Paese è che uno stesso produttore può tranquillamente avere più importatori per diverse ragioni.

Quali sono?
La prima è che essendo gli importatori maggiormente di medio-piccole dimensioni coprono aree territoriali geograficamente circoscritte. Dunque
si può avere un importatore a Copenhagen e uno a Aarhus. In secondo luogo, non esiste come in altri Paesi, mi viene in mente il Giappone, una dinamica di fidelizzazione estrema. Dunque gli importatori mettono in conto che il produttore possa avere più referenti commerciali nel loro Paese.

Danimarca: mercato emergente o maturo?
Assolutamente maturo e culturalmente predisposto al consumo del vino, grazie alla consistente crescita avuta negli ultimi 10 anni. La Danimarca è inoltre un mercato ponte, la “principessa degli stati scandinavi”: rappresenta uno stile di vita scandinavo senza avere l’ostacolo del monopolio. Io consiglio sempre ai produttori che vogliano approcciarsi alla Scandinavia di partire dalla Danimarca, senza ombra di dubbio.

Chi è il consumatore medio di vino?
Il consumatore medio occupa una fascia di età tra i 30 e i 60 anni. Ama consumare vini più strutturati, con predilezione per i rossi, tende a preferire i brand, ma si sta anche aprendo sempre di più al consumo di vini alternativi, vitigni autoctoni o biologico.
Il consumatore medio è anche molto curioso verso le novità, viaggia molto e ama visitare le cantine e acquistare vino in loco. L’Italia, per nostra fortuna, è la meta privilegiata dell’enoturismo danese.

Che attitudine ha il consumatore verso i vini biologici?
Questo è il momento dei vini biologici in Danimarca. Da diversi anni c’è richiesta di vini sostenibili (biologici o naturali) e si sta facendo avanti un’attenzione verso l’ecosostenibilità e il wellness di tutta la filiera (dall’ambiente al consumatore finale). C’è da dire che c’è molta concorrenza di vini francesi, che sono per la maggior parte biologici, ma il rapporto qualità-prezzo dei vini italiani ci privilegia. Per questo i vini italiani sono i primi in valore e in volume in Danimarca.
Quello che non ho ancora ben capito però è la reale percezione del consumatore della differenza tra i vini certificati bio, naturali e vini senza solfiti.

Perché un produttore italiano di biologico dovrebbe puntare sulla Danimarca?
Perché non ci ha puntato prima? Mi chiedo. Se dovessi fare un’analisi di posizionamento strategico per un produttore, anche medio-piccolo, di vini biologici punterei senza dubbio sulla Danimarca: costo della vita più alto, attenzione al wellness, potere di spesa maggiore.

Con che strumenti ci si può muovere?
In questo momento mi rivolgo ai produttori medio-piccoli (per volumi o posizionamento qualitativo). Ci sono diverse opportunità, secondo la mia opinione: organizzare o partecipare a degli incoming, anche tramite il Consorzio di riferimento; partecipare a degli eventi B2B in loco dove ci sono importatori, referenti Horeca o agenti, una grande massa di contatti possibili; oppure pagare un export manager, anche plurimandatario, che fa un lavoro di selezione di quelli che sono i mercati ed eventi di riferimento.
Con il secondo scopo, organizzare eventi B2B o B2C, è nato Organic Value, che il 9 novembre 2018 sarà in Danimarca per il primo evento del tour europeo.  

Di cosa si tratta?
Si tratta di un evento prettamente B2B, ma con una finestra dedicata al consumatore finale, rivolto esclusivamente ai produttori di biologico italiani. Qual è la sua forza? Che non esiste un evento dedicato a vini italiani bio certificati in Danimarca, ma anche nel resto del mondo e ciò attirerà l’attenzione degli importatori.

Come è organizzato l’evento di Organic Wine in Danimarca? Con che finalità ed interlocutori?
L’evento prevede due parti: una mattinata e primo pomeriggio dedicata al B2B, con la presenza di importatori, esponenti del mondo Horeca, giornalisti, sommelier ed agenti. Nel tardo pomeriggio invece una finestra di due ore sarà dedicata ai consumatori finali, perché in questo mercato maturo il pubblico finale è importante a prescindere, per avere un confronto ma anche un riscontro economico diretto, perché i danesi viaggiano molto e acquistano andando in cantina. 

Informazioni sul Tour di Copenhagen
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Ieri si è svolta a Verona la seconda edizione del Wine Export Manager Day, l’appuntamento dedicato alla figura dell’export manager del vino. 
Presentata l’indagine Wine People-Wine Meridian svolta interrogando aziende ed export manager sul delicato tema delle risorse umane nel mondo vinicolo

Wine Export Manager Day: quando gli export manager fanno network

Ieri si è svolta a Verona la seconda edizione del Wine Export Manager Day, l’appuntamento dedicato alla figura dell’export manager del vino. Presentata l’indagine Wine People-Wine Meridian svolta interrogando aziende ed export manager sul delicato tema delle risorse umane nel mondo vinicolo

Agnese Ceschi
Una classifica Top #8 dei migliori suggerimenti per promuovere alti riconoscimenti a livello internazionale
lunedi 17 settembre

Wine scores: come promuovere i punteggi ottenuti in 8 semplici passi

Una classifica Top #8 dei migliori suggerimenti per promuovere alti riconoscimenti a livello internazionale

Noemi Mengo
Alcune anticipazioni sulle nostre due indagini che presenteremo all’Export Manager Day il prossimo 17 settembre a Verona

Export manager, se ci sei batti un colpo

Alcune anticipazioni sulle nostre due indagini che presenteremo all’Export Manager Day il prossimo 17 settembre a Verona

Fabio Piccoli
Carmelo Bonetta ci racconta l’azienda che gestisce e porta nel cuore 
venerdi 14 settembre

Baglio del Cristo di Campobello, un’azienda siciliana legata alla propria terra e ai propri ricordi

Carmelo Bonetta ci racconta l’azienda che gestisce e porta nel cuore

Ultimi posti per aderire all'evento dedicato ai produttori di biologico nella città danese giovedi 13 settembre

Organic Value vola a Copenhagen

Ultimi posti per aderire all'evento dedicato ai produttori di biologico nella città danese

I giovani talenti del mondo del vino si incontrano a Villa Della Torre, a Fumane (Verona), per il primo Allegrini Boot Camp. giovedi 13 settembre

Allegrini Boot Camp: i giovani talenti del vino si incontrano in Valpolicella

I giovani talenti del mondo del vino si incontrano a Villa Della Torre, a Fumane (Verona), per il primo Allegrini Boot Camp.

Abruzzo’s preeminent winegrower adds to its collection of prestigious national and international awards
thursday 13 september

Codice Citra: Montepulciano d’Abruzzo DOC tops the podium

Abruzzo’s preeminent winegrower adds to its collection of prestigious national and international awards

L'intervista al MW greco Yiannis Karakasis a proposito di vini italiani e non solo giovedi 13 settembre

Grecia, aperto e dinamico, il mercato del vino strizza l’occhio all’Italia

L'intervista al MW greco Yiannis Karakasis a proposito di vini italiani e non solo

Carmen Guerriero
Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People. mercoledi 12 settembre

Ultimi 10 posti per iscriversi al Wine Export Manager Day

Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People.

Chi è la persona adatta all’accoglienza allo stand e come fare? mercoledi 12 settembre

Guida alla buona riuscita della fiera

Chi è la persona adatta all’accoglienza allo stand e come fare?

Agnese Ceschi
Ottimi riscontri per le bollicine italiane nel mercato canadese, si prevede una crescita inarrestabile
martedi 11 settembre

L’Italia fra i maggiori esportatori in Canada: è il Prosecco a scalare le classifiche

Ottimi riscontri per le bollicine italiane nel mercato canadese, si prevede una crescita inarrestabile

Noemi Mengo
Il wine bar di proprietà dell'azienda italiana Avignonesi offre 100 referenze rigorosamente rispettose dell'ambiente lunedi 10 settembre

Un angolo di Italia (biologica e biodinamica) nel cuore di Notting Hill

Il wine bar di proprietà dell'azienda italiana Avignonesi offre 100 referenze rigorosamente rispettose dell'ambiente

Agnese Ceschi
Il progetto Volcanic Wines racconta a ViniMilo i suoi primi 10 anni e presenta le nuove iniziative dell’associazione. venerdi 07 settembre

Sull’Etna si festeggiano le 10 candeline del progetto Volcanic Wines

Il progetto Volcanic Wines racconta a ViniMilo i suoi primi 10 anni e presenta le nuove iniziative dell’associazione.

Mai come in questi ultimi anni si è acceso il dibattito sulle diverse tipologie di tappi che nel tempo hanno assunto un ruolo sempre più importante non solo nella qualificazione dei vini ma anche nella percezione da parte dei consumatori

Il futuro del vino visto dai “tappi”

Mai come in questi ultimi anni si è acceso il dibattito sulle diverse tipologie di tappi che nel tempo hanno assunto un ruolo sempre più importante non solo nella qualificazione dei vini ma anche nella percezione da parte dei consumatori

Fabio Piccoli
Il periodo più importante dell’anno in cui si decide il futuro dell’intera produzione 
venerdi 07 settembre

La vendemmia dei ricordi di Dal Maso

Il periodo più importante dell’anno in cui si decide il futuro dell’intera produzione

Inizia la corsa ai biglietti per partecipare alla 27^ edizione di Merano WineFestival dal 9 al 13 novembre 2018 venerdi 07 settembre

Merano WineFestival 2018: ecco tutti gli appuntamenti da non perdere

Inizia la corsa ai biglietti per partecipare alla 27^ edizione di Merano WineFestival dal 9 al 13 novembre 2018

L’Osservatorio del Vino ha presentato le previsioni vendemmiali 2018 giovedi 06 settembre

Vendemmia 2018: l'Italia si conferma primo produttore al mondo

L’Osservatorio del Vino ha presentato le previsioni vendemmiali 2018

Lettera invito al Wine Export Manager Day del direttore di Wine Meridian a tutti coloro che sono impegnati a conseguire il successo del vino italiano nel mondo: produttori, export manager, imprenditori

Caro export manager ti scrivo….

Lettera invito al Wine Export Manager Day del direttore di Wine Meridian a tutti coloro che sono impegnati a conseguire il successo del vino italiano nel mondo: produttori, export manager, imprenditori

Fabio Piccoli
Con l’incoronazione di Carlo Pagano dal Molise come miglior sommelier del Soave, si chiude la kermesse veronese con ampia partecipazione di pubblico e ristoratori.

Soave Versus: un successo annunciato per i 50 anni della DOC

Con l’incoronazione di Carlo Pagano dal Molise come miglior sommelier del Soave, si chiude la kermesse veronese con ampia partecipazione di pubblico e ristoratori.

Come si è evoluta in questi ultimi anni la figura del wine ambassador nato per spingere la notorietà di un brand a vantaggio dell’azione commerciale ed oggi spesso messa in discussione

C’era una volta il brand ambassador

Come si è evoluta in questi ultimi anni la figura del wine ambassador nato per spingere la notorietà di un brand a vantaggio dell’azione commerciale ed oggi spesso messa in discussione

Fabio Piccoli
I vini della Cantina Santa Maria La Palma hanno ricevuto due prestigiosi riconoscimenti durante l’importante fiera internazionale mercoledi 05 settembre

Medaglia d’oro e d’argento per Aragosta Vermentino di Sardegna DOC e Cannonau Riserva all’Asia Wine Trophy

I vini della Cantina Santa Maria La Palma hanno ricevuto due prestigiosi riconoscimenti durante l’importante fiera internazionale