Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
domenica 24 marzo 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

http://www.cantinavicobarone.com/ italian wine academy Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ https://www.cantinafrentana.it
giovedi 07 marzo

Dietro alle quinte dei corsi WSET dell’Italian Wine Academy

Sistematizzazione e preparazione dei corsi: che cosa accade veramente in queste fasi?


Dietro alle quinte dei corsi WSET dell’Italian Wine Academy
Negli ambienti del wine business si parla spesso di WSET, del suo approccio alla wine education e del prestigio delle sue certificazioni. Ciò che non viene approfondito però, è cosa esattamente avvenga durante i corsi: quali sono gli argomenti trattati? C’è una parte di degustazione pratica? E, soprattutto, come è strutturato l’esame finale? Queste e molte altre sono le domande che si pongono decine di aspiranti studenti WSET ogni anno: proprio per questo, l’Italian Wine Academy (IWA) di Verona ha deciso di farci fare un tour virtuale delle sue lezioni, attraverso poche semplici tappe.

Tappa #1 - Il Wine & Spirit Education Trust

Con sede a Londra, il Wine & Spirit Education Trust (WSET) è il leader mondiale nella formazione dedicata a vini, distillati e sake. I corsi di formazione WSET propongono uno standard educativo in lingua inglese e sono riconosciuti dalle maggiori organizzazioni internazionali del settore delle bevande. Con WSET possiamo dimenticare gli approcci educativi delle associazioni di riferimento italiane: l’ente inglese offre infatti corsi progressivi che si basano sulla presentazione dei contenuti con un diverso grado di approfondimento. Livello dopo livello.

Tappa #2 - Struttura e contenuti dei corsi WSET


Per quanto riguarda i corsi offerti dall’Italian Wine Academy, ossia il Livello 2 e il Livello 3, è importante sottolineare come la struttura di entrambi sia pressappoco la stessa. Attenzione però: ciò non significa che i contenuti affrontati nei due livelli siano esattamente identici, ma solo che l’organizzazione delle lezioni segue un iter pressoché uguale.

Entrambi i corsi cominciano con una Induction. Si tratta di una presentazione generale durante la quale l’insegnante spiega il Systematic Approach to Tasting (SAT), ossia il metodo di degustazione sistematico brevettato WSET che gli studenti devono imparare per affrontare al meglio lo studio dei vini in esame.

Finita la parte introduttiva, gli studenti del Livello 2 cominciano a studiare il Tasting WSET Style, una tabella di insegnamento che servirà per imparare a descrivere un vino secondo precise caratteristiche. Gli studenti del Livello 3, invece, si immergono in un Mock Exam, una simulazione dell’esame finale.

Al secondo giorno di lezioni, per entrambi i livelli cominciano i tasting, le sessioni di degustazione. Anche in questo caso, l’approccio alle degustazioni è simile: per prima cosa, l’insegnante dà una panoramica sulle regioni di provenienza del vino, spiegandone le caratteristiche climatiche e geografiche. Passa poi ai principali tipi di uva vinificati sul territorio e ai metodi di vinificazione più usati in quella data zona. Ovviamente, più alto è il livello del corso e maggiore è l’approfondimento degli aspetti trattati. La più grande differenza tra i vari corsi è infatti questa: il dettaglio nell’analisi degli argomenti.

Il Livello 2 si sviluppa su tre giorni, affrontando tematiche inerenti alle caratteristiche peculiari delle uve e spaziando tra una vasta gamma di argomenti come aroma, profumo e palato. In aggiunta, il corso mira a fornire allo studente una conoscenza propedeutica di quelle che possono essere considerate le zone principali di produzione mondiale. Diversamente, il Livello 3 si sviluppa su cinque giorni. Il suo obiettivo è quello di approfondire le conoscenze dello studente rispetto a cicli vitali della vite, gestione dei vigneti, processo di vinificazione e opzione di maturazione. Il corso fornisce inoltre informazioni dettagliate sulle principali aree vitivinicole mondiali e prevede che le due sessioni di teoria siano affiancate da una di degustazione.



Tappa #3 - L’esame finale

Come nel caso dei contenuti delle lezioni, anche la distinzione tra le prove finali dei due corsi si basa sul livello di approfondimento. L’esame del Livello 2 consiste esclusivamente in una prova scritta di 50 domande a risposta multipla. Il test del Livello 3 è strutturato in due parti: la prima composta da 50 domande a risposta multipla e 4 domande aperte, la seconda da una prova di degustazione.

È un aspetto di questa ultima tappa ciò che differenzia l’operato dell’Italian Wine Academy da quello di altre scuole. L’accademia veronese è infatti l’unica in tutto il Paese a lasciare al candidato circa due mesi di tempo per prepararsi all’esame. Scopo di questa operazione è quello di dare più tempo agli studenti per concentrarsi sullo studio e assimilare i contenuti con più precisione.

Tappa #4 - Perché preferire l’Italian Wine Academy

La possibilità di posticipare la prova finale è solo uno dei motivi per cui scegliere l’Italian Wine Academy. Si aggiungono la validità internazionale delle certificazioni WSET, la credibilità e la grande professionalità dell’insegnante della scuola, Jean-Charles Viens, l’opportunità di acquisire un lessico specifico del settore vino che viene condiviso a in tutto il mondo. Non ultima è la possibilità di usufruire di formule speciali, come la scontistica riservata ai membri di Wine People.

I prossimi appuntamenti per l’anno accademico 2019 dell’Italian Wine Academy sono dal 12 al 14 aprile, con il WSET Livello 2, dal 7 al 9 giugno, di nuovo con il WSET Livello 2, e dal 12 al 16 giugno con il WSET Livello 3. Le iscrizioni sono già aperte: per ulteriori dettagli e informazioni è possibile contattare lo staff dell’istituto all’indirizzo e-mail info@italianwineacademy.org. 

Dietro alle quinte dei corsi WSET dell’Italian Wine Academy


Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
We have tasted for you Cantina Santa Maria La Palma's Ràfia Vermentino di Sardegna DOC saturday 23 march

Italian wines in the world: Cantina Santa Maria La Palma's Ràfia

We have tasted for you Cantina Santa Maria La Palma's Ràfia Vermentino di Sardegna DOC

Abbiamo degustato per voi Ràfia Vermentino di Sardegna DOC di Cantina Santa Maria La Palma sabato 23 marzo

Italian wines in the world: Ràfia di Cantina Santa Maria La Palma

Abbiamo degustato per voi Ràfia Vermentino di Sardegna DOC di Cantina Santa Maria La Palma

In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019
venerdi 22 marzo

Milano Wine Week punta all'internazionalità

In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms. friday 22 march

Italian Wine Podcast: two years of “cin cin” with Italian wine people

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms.

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now! friday 22 march

World's Leading Wine Experts Share Tried and Tested Solutions to Mitigate Climate Change

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now!

Michele Shah
Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Donne e vino: più sensibili alla sostenibilità ma meno disposte a spendere

Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Fabio Piccoli
Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese giovedi 21 marzo

L'esplosione del biologico nel Regno Unito

Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese

Agnese Ceschi
General Manager mercoledi 20 marzo

Offerta di Lavoro

General Manager

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

mercoledi 20 marzo

Prowein 2019, una fiera didattica

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

Fabio Piccoli
L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse mercoledi 20 marzo

La figura del Business Coach nel mondo del vino: Chi è? A cosa serve?

L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse

Massimo Benedetti, Marketing and communication specialist
Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca martedi 19 marzo

ProWein 2019: buona la seconda (giornata)!

Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca

Agnese Ceschi e Noemi Mengo
Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese 
lunedi 18 marzo

ProWein 2019: deboli piogge, ma previste schiarite

Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese

Noemi Mengo e Agnese Ceschi
L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein domenica 17 marzo

ProWein here we go!

L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein

Agnese Ceschi
Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa 
sabato 16 marzo

ProWein: 3 punti chiave per fare il giusto ingresso in fiera

Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso saturday 16 march

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno sabato 16 marzo

Italian wines in the world: Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

venerdi 15 marzo

Il ritorno “silenzioso” ma prezioso della tipicità

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

Fabio Piccoli


http://www.winemeridian.com/