Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 24 novembre 2017 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Social Meter Analysis Michele Shah Siddura winethics Vini Cina WineNet Bixio Ceccheto Farina http://www.principedicorleone.it/ mackenzie Iron3 Consorzio Soave InternationalWineTraders IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Cortemoschina wbwe IWSC registration Wine Monitor Fondazione Edmund Mach
giovedi 02 marzo

Dove prospera l’economia, prospera il vino! L’esempio della Polonia

Da un recente articolo pubblicato sul Financial Times, analizziamo alcune considerazioni di Jancis Robinson sul crescente mercato del vino in Polonia.


Dove prospera l’economia, prospera il vino! L’esempio della Polonia
Fino a poco tempo fa e a differenza di molti popoli europei, i polacchi non sembravano particolarmente interessati al vino, ne dal punto di vista produttivo ne dal punto di vista del consumo. Tuttavia in anni recenti e molto rapidamente, in Polonia si sta sviluppando una buona cultura del vino.

Ne ha scritto in un articolo recente apparso sul Financial Times (3 febbraio 2017) la celebre giornalista, scrittrice e critico di vino, Jancis Robinson, la quale ricorda come le vendite di vini fermi siano aumentate del 60 per cento negli ultimi 10 anni. La Robinson, invitata a Cracovia da uno dei due più autorevoli magazine di vino polacchi, Czas Wina, scrive "sono sicura di non essere stata l’unica inglese a visitare la Polonia per la prima volta e a rimanere colpita da quanto le città e l'intero Paese sembrino prosperare [...]. Presumibilmente il consumo di vino è un riflesso di tale prosperità [...]".
Tuttavia non si tratta solo di consumo. Infatti, in parte a causa dei cambiamenti climatici, in Polonia si sta tornando a produrre vino. Sì, tornando, poiché già in epoca medievale in questi territori si coltivava la vite e si produceva vino, che con l'abbassarsi delle temperature nei secoli successivi è stato sostituito da birra e spiriti. E anche se nella Slesia (regione dell'Europa centrale, storicamente parte della Prussia e che oggi si estende a sud ovest della Polonia, per la maggior parte, ma anche in Repubblica Ceca e Germania, ndr.) si è continuato a produrre vino per uso domestico, il consumo di vino era circoscritto alle importazioni, soprattutto di Tokaji della vicina Ungheria, non a caso apprezzato per la sua robustezza.

Oggi la situazione sta cambiando rapidamente. "La maggior parte dei vitigni piantati, viste le rigide condizioni climatiche continentali, sono ibridi come Solaris, Rondo e soprattutto Regent (considerato vantaggiosamente compatibile con l'affinamento in botti di rovere francese), che matura abbastanza velocemente da sfuggire alla minaccia dell'inverno polacco. Tuttavia anche il Pinot Noir sta diventando popolare" aggiunge Jancis Robinson.

Ci sono già più di 200 ettari coltivati, soprattutto nel sud del Paese, ma la crescente popolarità del vino in Polonia ha portato gli osservatori a prevedere che non ci vorrà molto prima che si raggiungano i 1.000 ettari di superficie vitata. Il Wine & Spirit Education Trust lavora attivamente con quattro istituti che si occupano di educazione al vino e anche se di una popolazione di 38 milioni si stima che solo un milione di consumatori sia responsabile del boom del vino in Polonia, questi sono decisamente entusiasti e i presupposti per un ulteriore sviluppo sono ottimi.

E si sa, dove c’è spazio per il vino locale, c’è spazio per la cultura del vino. In Polonia, rispetto ad altri Paesi del mondo dove il lavoro da fare è molto più radicato negli usi e consumi, una reminiscenza del consumo di vino è già presente e i segnali di una ripresa sono evidenti. Dunque “na zdrowie!”. 
Alice Alberti

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
A febbraio inizio il nostro nuovo progetto formativo per imprenditori basato totalmente sulle esperienze, i fabbisogni degli imprenditori del vino italiani

Wine People Campus, quando la formazione parla il linguaggio degli imprenditori

A febbraio inizio il nostro nuovo progetto formativo per imprenditori basato totalmente sulle esperienze, i fabbisogni degli imprenditori del vino italiani

Arte e buona tavola protagonisti di UP!ART il 5 dicembre 2017 @ Cucina Madre, Treviso giovedi 23 novembre

L’arte è di casa a Cucina Madre

Arte e buona tavola protagonisti di UP!ART il 5 dicembre 2017 @ Cucina Madre, Treviso

Un importante gruppo vitivinicolo abruzzese ricerca WINE SALES AND MARKETING MANAGER giovedi 23 novembre

Offerta di lavoro

Un importante gruppo vitivinicolo abruzzese ricerca WINE SALES AND MARKETING MANAGER

Intervista a Jacqueline Pirolo, General Manager e Beverage Director del ristorante Macchialina giovedi 23 novembre

Miami: quando il vino diventa generoso e si fa conoscere a tutti…

Intervista a Jacqueline Pirolo, General Manager e Beverage Director del ristorante Macchialina

Prossima edizione 9-13 novembre 2018. The Wine Hunter, Helmuth Köcher, torna a caccia dei migliori vini e prodotti gastronomici
giovedi 23 novembre

Numeri e highlights del 26° Merano WineFestival

Prossima edizione 9-13 novembre 2018. The Wine Hunter, Helmuth Köcher, torna a caccia dei migliori vini e prodotti gastronomici

Un nuovo modo di comunicare, un nuovo modo di vendere...il giro d'Italia più gustoso dell'anno, giovedì 23 Novembre da Signorvino a Bologna mercoledi 22 novembre

"Il giro d'Italia del vino"

Un nuovo modo di comunicare, un nuovo modo di vendere...il giro d'Italia più gustoso dell'anno, giovedì 23 Novembre da Signorvino a Bologna

Lo speed date per le aziende alla ricerca di nuove figure per l'export del vino mercoledi 22 novembre

Sei alla ricerca di un Export Manager? HireMeVinitaly torna a Wine2wine 2017

Lo speed date per le aziende alla ricerca di nuove figure per l'export del vino

Vinitaly International e Wine People propongono il format di incontro domanda e offerta. Ecco quando, dove e come potrai partecipare il 5 dicembre a Verona mercoledi 22 novembre

Cerchi lavoro per l'export? #HireMeVinitaly ti presenta le migliori aziende in cerca di Export Manager durante Wine2wine a Verona

Vinitaly International e Wine People propongono il format di incontro domanda e offerta. Ecco quando, dove e come potrai partecipare il 5 dicembre a Verona

Parte a febbraio il primo corso, unico in Italia, dedicato alla vendita del vino.

Wine Campus, la scuola dei venditori del vino

Parte a febbraio il primo corso, unico in Italia, dedicato alla vendita del vino.

Una chiacchierata con Massimo Ruggero, ad di Siddùra, su export, Sardegna, nuove tecnologie e gusti del consumatore odierno. 
lunedi 20 novembre

Vini sardi: tra longevità, terroir e il concetto di "autoctono"

Una chiacchierata con Massimo Ruggero, ad di Siddùra, su export, Sardegna, nuove tecnologie e gusti del consumatore odierno.

Agnese Ceschi
Domenica 19 novembre, la presentazione del primo Panettone artigianale con perle di Amarone della Valpolicella DOCG realizzato da Faber Dulcis con l’azienda vinicola Farina venerdi 17 novembre

Il Panettone sposa l’Amarone

Domenica 19 novembre, la presentazione del primo Panettone artigianale con perle di Amarone della Valpolicella DOCG realizzato da Faber Dulcis con l’azienda vinicola Farina

Noemi Mengo
Tra vini locali e internazionali è il Pinot Grigio Doc Venezia che viene apprezzato dal palato estero venerdi 17 novembre

Consorzio Vini Venezia, cinque denominazioni con un solo obiettivo: raccontare il territorio.

Tra vini locali e internazionali è il Pinot Grigio Doc Venezia che viene apprezzato dal palato estero

Un viaggio alla scoperta di storie di vita, di vino, di produttori locali in giro per l'Italia

venerdi 17 novembre

Born to be wine. Persone oltre il vino

Un viaggio alla scoperta di storie di vita, di vino, di produttori locali in giro per l'Italia

World-renowned International Wine & Spirit Competition reveals the wine and spirit trends for the new year, following 2017 Awards Banquet friday 17 november

The 2018 tipples to watch

World-renowned International Wine & Spirit Competition reveals the wine and spirit trends for the new year, following 2017 Awards Banquet

Si può rimanere se stessi, autenticamente legati alla vocazionalità del proprio territorio e dei propri vitigni e garantirsi comunque un appeal adeguato sul mercato? Si se si accettano i limiti, a partire da quelli quantitativi

Quando la risposta è racchiusa nel limite

Si può rimanere se stessi, autenticamente legati alla vocazionalità del proprio territorio e dei propri vitigni e garantirsi comunque un appeal adeguato sul mercato? Si se si accettano i limiti, a partire da quelli quantitativi

Fabio Piccoli


WineMeridian