Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
giovedi 28 maggio 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers



Cantina di Custoza Masciarelli WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go www.unexpecteditalian.it Vigna Belvedere CIR http://www.grafical.it/it/  www.cantinatollo.it cantina settesoli mossi 1558 perdomini vidra.com Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Fondazione Edmund Mach
lunedi 08 luglio 2019

Due facce, una sola medaglia: benvenuti ad Hong Kong

Un focus su Hong Kong, da un lato centro commerciale per chi vuole importare in Asia, dall’altro centro di consumo


Due facce, una sola medaglia: benvenuti ad Hong Kong
Sulla traccia del prezioso Hong Kong Landscapes 2019 recentemente rilasciato da Wine Intelligence, in questo articolo ci concentriamo sui progressi della città di Hong Kong, ormai affermato hub commerciale per il vino destinato ai consumatori asiatici, ma anche importante destinazione di approdo. Chi importa ad Hong Kong si trova letteralmente di fronte ad un centro commerciale, da quando, circa un decennio fa, è stata abolita la tassa sul vino, ed ora circolano grandi quantità di vino di tutte le categorie, che formano insieme più di tre quarti di tutto il vino importato in Asia. Ma Hong Kong non è solamente un fondamentale nodo di scambio, bensì anche un centro di consumo interessante, che andiamo ad analizzare di seguito, avvalorando le ricerche condotte da Wine Intelligence con i dati forniti dal report di IWSR.

Visto tutto il circolare di vino importato nel Paese,
i consumatori negli anni si sono evoluti, sono stati educati al vino d’occidente, sono cresciute competenza e fiducia, lasciando spazio allo sviluppo di gusti e preferenze. I consumatori stanno diventando sempre più coinvolti nell’intero comparto, con una crescita significativa nella percentuale di coloro che considerano il vino un elemento importante per il proprio stile di vita.

Secondo i dati IWSR, le previsioni per il 2022 sul vino fermo, tutto importato, sono abbastanza stabili, ruotano infatti attorno ad un volume che non si discosta dai 3.6 milioni in casse da 9 litri, con un consumo pro capite tra i 5.3 e 5.4 litri per adulto annui. I rossi occupano la quota maggiore rispetto alle altre categorie, ed i consumatori intervistati per la realizzazione del report di Wine Intelligence sostengono di essersi avvicinati alla categoria grazie all’influenza di consumatori già inseriti nell’ambiente ed affezionati al consumo dei rossi. Sembra comunque che ci sia una potenziale crescita per il vino bianco e il rosé, poiché non sono più considerati solo vini da bella stagione.

La Francia è il primo importatore, a seguire l’Australia (con crescita prevista dal 2017 al 2022 e un CAGR positivo al +2.0%), poi USA che perde quota, Spagna e solo dopo Italia, che sempre secondo IWSR registrerà timidi aumenti fino al 2022, il CAGR quinquennale infatti è a +0.4%.
Cresce il consumo nelle fasce di prezzo Standard, Premium e Super Premium+, diminuisce nella fascia low cost, segno che i consumatori si stanno sempre più orientando a bere vino di maggiore qualità.

Anche le bollicine sono tutte d’importazione, e la loro crescita si registra timida ma comunque costante. Al momento lo Champagne occupa la quota più grande dei consumi (oltre la metà degli intervistati sostiene di aver bevuto Champagne almeno una volta durante l’anno), mentre il Prosecco quella più ridotta, segno che la bolla italiana deve ancora investire nella promozione su questo mercato. Grazie però ad altre denominazioni, fra cui l’Asti, l’Italia si guadagna la medaglia di bronzo al podio degli importatori, dopo Francia e Australia. Anche qui la fascia di prezzo più bassa non ha grandi riscontri, le fasce di prezzo più considerate sono quelle Standard o Super Premium+.

In generale il Paese registra note positive a livello economico e sociale, il tasso di crescita annuo del PIL di Hong Kong dovrebbe aumentare gradualmente nel periodo di previsione, dal 2,8% nel 2017 al 3,3% nel 2020 e la disoccupazione rimarrà bassa intorno al 3%. Anche la popolazione dovrebbe aumentare, precisamente dello 0,8% fino al 2022, grazie ad un rialzo della natalità.

Sono sempre più tese però le relazioni politiche con la Cina, dal momento che le opinioni tra i residenti di Hong Kong e il governo centrale cinese divergono su questioni come la governance e la democrazia. Negli ultimi anni, inoltre, ci sono state diverse proteste importanti e le divergenze minacciano la fiducia delle imprese locali nel Paese.

I turisti continentali sono un fattore importante nel mercato, garantiscono infatti un notevole impulso ai settori del retail e dell'ospitalità. Tuttavia, il gran numero di turisti che pesa sulle risorse ha portato a relazioni difficili tra i residenti di Hong Kong e i visitatori della Cina continentale. I ricchi padroni di casa, scontenti di essere trattati come cittadini di seconda classe a Hong Kong, iniziano a spostarsi, viaggiando sempre più verso Taiwan, il Giappone, l'Europa e gli Stati Uniti. Il profilo dei turisti sta quindi cambiando, passando da cinesi con alto potere d’acquisto a classi medie, meno abbienti.


Se vuoi partecipare con noi alla prossima Fiera di Hong Kong, clicca qui.

Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Il Covid-19 ha cambiato le scelte dei consumatori britannici e americani sia in termini di modalità di acquisto, ma anche di prodotto acquistato. giovedi 28 maggio 2020

Usa e Regno Unito: le abitudini di consumo tra nuovi e vecchi trend

Il Covid-19 ha cambiato le scelte dei consumatori britannici e americani sia in termini di modalità di acquisto, ma anche di prodotto acquistato.

Agnese Ceschi
Assoenologi ha organizzato una nuova diretta per parlare del difficile momento per l'industria del vino. giovedi 28 maggio 2020

Le risposte delle Istituzioni e l'analisi degli enologi del mondo

Assoenologi ha organizzato una nuova diretta per parlare del difficile momento per l'industria del vino.

Astrid Panizza
Due terzi degli italiani disposti a pagare 20% in più per garantirsi l’italianità del prodotto. Bandiera italiana e claim “100% italiano” fanno crescere le vendite. giovedi 28 maggio 2020

Voglia di Made in Italy: il packaging “tricolore” paga

Due terzi degli italiani disposti a pagare 20% in più per garantirsi l’italianità del prodotto. Bandiera italiana e claim “100% italiano” fanno crescere le vendite.

Emanuele Fiorio
L'indagine di Global Web Index traccia i profili di alcuni comportamenti ricorrenti del consumatori mondiali. Diventeranno questi i paradigmi del panorama della Nuova Normalità? giovedi 28 maggio 2020

Il ventaglio di alternative della Nuova Normalità

L'indagine di Global Web Index traccia i profili di alcuni comportamenti ricorrenti del consumatori mondiali. Diventeranno questi i paradigmi del panorama della Nuova Normalità?

Agnese Ceschi
Per la cantina altoatesina la vendita di vino nel commercio al dettaglio di generi alimentari raggiunge il 45% e si apre la Norvegia come nuovo mercato. mercoledi 27 maggio 2020

Cantina Bolzano: strategie anti-crisi

Per la cantina altoatesina la vendita di vino nel commercio al dettaglio di generi alimentari raggiunge il 45% e si apre la Norvegia come nuovo mercato.

Siamo alla ricerca di nuove idee, testimonianze di successo per raccontare un'Italia che non si ferma. mercoledi 27 maggio 2020

Wine Meridian recruiter di storie vincenti: aspettiamo te!

Siamo alla ricerca di nuove idee, testimonianze di successo per raccontare un'Italia che non si ferma.

Astrid Panizza
Per le aziende statunitensi è una fase cruciale, rimangono le vendite online e gli happy hour virtuali ma molti puntano sulle degustazioni all’aperto. mercoledi 27 maggio 2020

Usa: i produttori affrontano la riapertura

Per le aziende statunitensi è una fase cruciale, rimangono le vendite online e gli happy hour virtuali ma molti puntano sulle degustazioni all’aperto.

Emanuele Fiorio
Slancio positivo per gli spumanti italiani che si assicurano il 35% del mercato totale, il Prosecco sta diventando un “every day wine”, un’abitudine di consumo degli americani. mercoledi 27 maggio 2020

Usa: gli spumanti italiani non perdono un colpo

Slancio positivo per gli spumanti italiani che si assicurano il 35% del mercato totale, il Prosecco sta diventando un “every day wine”, un’abitudine di consumo degli americani.

Emanuele Fiorio
We have tasted for you Masot’s Colfondo igt Colli Trevigiani 2017 wednesday 27 may 2020

Italian wines in the world: Masot’s Colfondo igt Colli Trevigiani 2017

We have tasted for you Masot’s Colfondo igt Colli Trevigiani 2017

Ottimo periodo pre-pandemia, i principali fornitori europei di vini sfusi sono cresciuti a 2 cifre in volume, ma l’emergenza globale produrrà perdite sostanziali. mercoledi 27 maggio 2020

Export vini sfusi: la “Belle Èpoque” prima del Covid-19

Ottimo periodo pre-pandemia, i principali fornitori europei di vini sfusi sono cresciuti a 2 cifre in volume, ma l’emergenza globale produrrà perdite sostanziali.

Emanuele Fiorio
In attesa dello sblocco del canale Horeca negli Usa, aziende, distributori e importatori si confrontano per pianificare lo sviluppo dell’agroalimentare italiano nel post Covid-19
mercoledi 27 maggio 2020

Prepararsi al rilancio del vino italiano negli Usa

In attesa dello sblocco del canale Horeca negli Usa, aziende, distributori e importatori si confrontano per pianificare lo sviluppo dell’agroalimentare italiano nel post Covid-19

Astrid Panizza
Un sistema di finanziamento alternativo e innovativo che crea l’incontro tra produttori vitivinicoli italiani di qualità e wine lovers trasformando l’acquisto in un’esperienza con l’inedita possibilità di acquistare anche En Primeur. martedi 26 maggio 2020

Nasce CrowdWine: la prima piattaforma di crowdfunding dedicata al vino italiano

Un sistema di finanziamento alternativo e innovativo che crea l’incontro tra produttori vitivinicoli italiani di qualità e wine lovers trasformando l’acquisto in un’esperienza con l’inedita possibilità di acquistare anche En Primeur.

Il business media britannico, premiato dalla UK Press Gazette come migliore iniziativa giornalistica durante la pandemia del Coronavirus, ci accompagna in uno dei principali mercati del vino mondiale in una delle crisi più complesse della storia moderna. martedi 26 maggio 2020

Con “The Buyer” nel Regno Unito in epoca Covid-19

Il business media britannico, premiato dalla UK Press Gazette come migliore iniziativa giornalistica durante la pandemia del Coronavirus, ci accompagna in uno dei principali mercati del vino mondiale in una delle crisi più complesse della storia moderna.

Federica Mataluna
Come convertire il paradosso di Cenerentola nella vita aziendale. martedi 26 maggio 2020

Prepararsi alla ripresa: la gestione del capitale umano

Come convertire il paradosso di Cenerentola nella vita aziendale.

Astrid Panizza
Il parere di Emilio Pedron, uno dei più autorevoli manager del vino italiano, che auspica l’affermarsi di una nuova élite manageriale ed una rinascita del mercato domestico e delle denominazioni, non dimenticando gli errori del passato. martedi 26 maggio 2020

Puntare sull’Italia con nuovi dirigenti capaci di fare rete

Il parere di Emilio Pedron, uno dei più autorevoli manager del vino italiano, che auspica l’affermarsi di una nuova élite manageriale ed una rinascita del mercato domestico e delle denominazioni, non dimenticando gli errori del passato.

Emanuele Fiorio