Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
sabato 16 dicembre 2017 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


vinojobs Cortemoschina wbwe IWSC registration Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Siddura Tommasi Vini Cina WineNet Bixio Ceccheto Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ mackenzie Iron3 Consorzio Soave InternationalWineTraders IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace
mercoledi 15 novembre

Durello&Friends: a Verona si brinda ai trent’anni della denominazione

Dal 17 al 19 novembre si tiene la quindicesima edizione dell’evento dedicato al meglio delle bollicine berico-scaligere, tra degustazioni e piatti d’autore.


Durello&Friends: a Verona si brinda ai trent’anni della denominazione
Durello & Friends, l’evento dedicato alle bollicine di Verona e Vicenza, giunto quest’anno alla sua quindicesima edizione, torna a Verona dal 17 al 19 novembre, e lo fa “sotto il segno del numero 30”: 30 anni di denominazione che omaggiano i 30 di Slow Food.
L’evento è stato presentato questa mattina in un incontro con la stampa alla Camera di Commercio di Verona.
Saranno 30 anche le cantine presenti che metteranno in degustazione le differenti proposte di Lessini Durello, declinate in Metodo Classico e Metodo Charmat. Grandi vini in abbinamento a piatti d’eccezione, realizzati da grandi chef in costante equilibrio tra tradizione e innovazione. L'evento, ideato dal Consorzio di Tutela del Lessini Durello, gode del sostegno di Banco BPM e della Camera di Commercio di Verona.

Due le location scelte per l’appuntamento, a simboleggiare un abbraccio alla città di Verona: Venerdì 17 novembre all’hotel Due Torri di Verona, nella centralissima piazza Sant’Anastasia, si terrà alle 17.00 il focus di apertura dal titolo “1987-2017 “30 anni di durello, 30 anni di slow food: l’idea, il percorso e il sogno” con gli interventi di Gigi Piumatti presidente di Slow Food Promozione, Silvio Barbero, vice presidente di Slow Food Italia, Galdino Zara, Slow Food Veneto, Alberto Marchisio Presidente Consorzio Tutela Lessini Durello, Matteo Fongaro, Renato Cecchin, Diletta Tonello, Giulia Franchetto. Con le provocazioni di Francesca Cheyenne, di radio Rtl 102.5.

A seguire, dalle 18.00 alle 23.00, la degustazione “30x30, 30 anni x 30 aziende: Tutto il Durello del Mondo”, con abbinamenti gastronomici curati dal Consorzio Tutela Monte Veronese DOP.
Sabato 18 novembre ci si sposta allo spazio Wine2Digital, Palaexpo di VeronaFiere (ingresso A2), il “quartier generale” per la promozione del vino italiano nel mondo, dove alle 17.00 sarà la volta di “Durello and Italian Friends” la tavola rotonda con degustazione che vede la partecipazione di Alberto Marchisio, presidente Consorzio del Lessini Durello, Mattia Vezzola, enologo che parlerà del Franciacorta Docg, Enrico Paternoster, enologo che illustrerà il Trento Doc, Franco Adami, enologo che infine racconterà il Prosecco Superiore Docg. Alle 18.30 sarà la volta di “Tutto il nuovo del Durello”, degustazione guidata, con posti limitati, a cura di AIS Veneto. Dalle 17.00 alle 22.00 sarà poi aperto il banco d’assaggio per il pubblico.

Non solo vino ma anche ottimi abbinamenti gastronomici, curati dagli chef Claudio Burato, dell’Hostaria del Durello e Francesco Bertola del ristorante La Marescialla, che esalteranno le tipicità del formaggio Monte Veronese Dop e dell’Asiago DOP.
Domenica 19 novembre, sempre nell’area “Wine 2 digital” di VeronaFiere, dalle 17.00 alle 22.00 si apre il banco d’assaggio per il pubblico con “Durello d’Autore”, incontro con Andreas Marz, direttore di Meruum; Roberto Gaudio,presidente CERVIM; Andrea Gori, Intravino; Giamberto Bochese, presidente Strada del Vino Lessini Durello.
Dalle 17.00 alle 22.00 banco d’assaggio “Tutto il Durello del mondo”: in degustazione 100 vini per 30 aziende del Durello.
Alle 18.30 “Questione di metodo o di terroir… Durello e Champagne a confronto”, degustazione guidata da Andrea Gori, ambassadeur de Champagne, oste della trattoria da Burde e penna di Intravino.
Alle 20.00 Momento Magnum Gaudio per festeggiare i 30 anni della denominazione.

Bollicine dalle mille interpretazioni per altrettante proposte gastronomiche, insieme alle differenti declinazioni del Monte Veronese DOP, firmate da “chef-bandiera” della denominazione berico-scaligera, quali Luca Comerlati del ristorante Convivio di Monteforte, ed Elio Bertoldo del ristorante La Fracanzana.
Non solo vino e degustazioni ma anche cultura e approfondimento con due incontri dedicati alla corsa della Val d’Alpone per entrare nella lista del Patrimonio UNESCO: venerdì 17 novembre dalle 9.30 alle 16.00 si tiene al Museo Civico di Storia Naturale di Verona il convegno “Val D’Alpone" faune, flore e rocce dell’Eocene”, mentre sabato 18 novembre dalle 9,30 alle 16.00 al Museo dei Fossili di Bolca, si tiene il convegno “La candidatura UNESCO della Valle d’Alpone: iter di candidatura nella Tentative list Italiana”.

«Quella di quest’anno è senza dubbio un’edizione speciale - ha sottolineato Alberto Marchisio, presidente del Consorzio del Lessini Durello " a cominciare dalle “candeline” che la doc del Lessini durello andrà a spegnere. Si tratta di un traguardo importante non solo in termini di maturità anagrafica ma anche e, soprattutto, sul fronte della qualità e delle chance di mercato: le nostre bollicine, forti dell’appeal che stanno riscontrando sia in Italia sia all’estero e legate a filo doppio ad una marcata identità territoriale, hanno oggi reali possibilità di distinguersi e di concorre sui grandi mercati internazionali».
Gli ha fatto eco Maurizio Danese, componente di Giunta della Camera di Commercio di Verona che ha sottolineato come «la durella, da vitigno poco conosciuto ora sta avendo un grande successo sul mercato. Gli amanti del vino premiano il rapporto con il territorio: tanto che il comparto è ormai strettamente legato al turismo. La Camera di Commercio lo riscontra spesso nelle numerose iniziative di promozione organizzate sia all’estero che in Italia: il turista conosce i nostri vini in vacanza e poi li acquista una volta tornato a casa propria per “rivivere” i bei momenti trascorsi a Verona».



Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
We tasted for you Siddùra's Bacco Cagnulari Isola dei Nuraghi igt 2015 saturday 16 december

Italian Wines in the world: Bàcco Cagnulari Isola dei Nuraghi igt 2015

We tasted for you Siddùra's Bacco Cagnulari Isola dei Nuraghi igt 2015

Abbiamo degustato per voi il Bàcco Cagnulari Isola dei Nuraghi IGT 2015 dell'azienda agricola Siddùra sabato 16 dicembre

Italian Wines in the world: Bàcco Cagnulari Isola dei Nuraghi igt 2015

Abbiamo degustato per voi il Bàcco Cagnulari Isola dei Nuraghi IGT 2015 dell'azienda agricola Siddùra

Con un allestimento particolare, il Bistrot diventa set fotografico per un giorno pronto ad accogliere influencer e instagrammer. venerdi 15 dicembre

Igers Veneto, la comunità veneta di instagram, brinda al Natale al caffè Dante di Verona

Con un allestimento particolare, il Bistrot diventa set fotografico per un giorno pronto ad accogliere influencer e instagrammer.

Il Giappone rimane la nostra prima frontiera sul grande mercato asiatico. Nonostante numeri ancora abbastanza ridotti per il nostro export la curiosità nei confronti dei nostri vini è in costante crescita e sono ancora molto ampi i nostri margini di sviluppo

venerdi 15 dicembre

In Giappone, dove le potenzialità di sviluppo sono ancora tante

Il Giappone rimane la nostra prima frontiera sul grande mercato asiatico. Nonostante numeri ancora abbastanza ridotti per il nostro export la curiosità nei confronti dei nostri vini è in costante crescita e sono ancora molto ampi i nostri margini di sviluppo

Fabio Piccoli
Gorancho Boshkov, capo sommelier del ristorante Scarpetta all'iconico Fontainebleau Miami Beach Hotel, ci racconta il viaggio nel vino italiano che viene offerto ai clienti del ristorante premiato da Wine Spectator giovedi 14 dicembre

A Miami il vino italiano risveglia i ricordi dei turisti

Gorancho Boshkov, capo sommelier del ristorante Scarpetta all'iconico Fontainebleau Miami Beach Hotel, ci racconta il viaggio nel vino italiano che viene offerto ai clienti del ristorante premiato da Wine Spectator

Grande interesse per i vini di The Wine Net, prima rete dell’eccellenza della cooperazione vitivinicola italiana, in una masterclass guidata dal noto giornalista giapponese Isao Miyajima nella sede ICE di Tokyo
mercoledi 13 dicembre

The Wine Net sbarca in Giappone

Grande interesse per i vini di The Wine Net, prima rete dell’eccellenza della cooperazione vitivinicola italiana, in una masterclass guidata dal noto giornalista giapponese Isao Miyajima nella sede ICE di Tokyo

Come fare il tuo lavoro di vendita con successo? Impara a gestire la trattativa di vendita

Il Venditore di vino tradizionale è in via di estinzione

Come fare il tuo lavoro di vendita con successo? Impara a gestire la trattativa di vendita

La viticoltura tutelata dal Consorzio Vini Venezia si estende per ben due province, quella di Treviso e quella di Venezia, dalle Alpi alla laguna; tra vini locali e internazionali è il Pinot Grigio Doc Venezia che viene apprezzato dal palato estero. mercoledi 13 dicembre

Consorzio Vini Venezia - una storia con radici profonde, 5 denominazioni con un solo obiettivo: raccontare il territorio!

La viticoltura tutelata dal Consorzio Vini Venezia si estende per ben due province, quella di Treviso e quella di Venezia, dalle Alpi alla laguna; tra vini locali e internazionali è il Pinot Grigio Doc Venezia che viene apprezzato dal palato estero.

La grande crescita dell’azienda di Diego Cottini oggi una delle realtà più dinamiche e moderne nel panorama vitienologico della provincia di Verona

Monte Zovo, dove qualità fa rima con modernità

La grande crescita dell’azienda di Diego Cottini oggi una delle realtà più dinamiche e moderne nel panorama vitienologico della provincia di Verona

Nonostante tutti i sondaggi e gli esperti dichiarino il grande amore dei cinesi nei confronti del vino italiano le nostre performance restano molto modeste e soprattutto sembriamo ancora privi di una strategia seria e concreta martedi 12 dicembre

Cina, dove l’Italia del vino sbaglia tutto

Nonostante tutti i sondaggi e gli esperti dichiarino il grande amore dei cinesi nei confronti del vino italiano le nostre performance restano molto modeste e soprattutto sembriamo ancora privi di una strategia seria e concreta

Fabio Piccoli
Nuova linfa per l'enoturismo e il turismo enogastronomico italiano lunedi 11 dicembre

Nasce a Castiglione del Lago 'Il Coordinamento Nazionale delle Strade del Vino, dell'Olio e dei Sapori italiani'

Nuova linfa per l'enoturismo e il turismo enogastronomico italiano

Il festival internazionale di vino e spirits sfusi: il 26 e il 27 febbraio 2018 al The Royal Horticultural Halls di Londra lunedi 11 dicembre

L’International Bulk Wine and Spirits Show sbarca a Londra

Il festival internazionale di vino e spirits sfusi: il 26 e il 27 febbraio 2018 al The Royal Horticultural Halls di Londra

Gli Usa festeggiano la ripresa con i vini francesi lunedi 11 dicembre

Impasse italiano negli Usa, Francia allunga

Gli Usa festeggiano la ripresa con i vini francesi

Il community management, in italiano la gestione della community, è il passo successivo per coloro che hanno deciso di essere presenti online. lunedi 11 dicembre

Una community attiva è una community che converte!

Il community management, in italiano la gestione della community, è il passo successivo per coloro che hanno deciso di essere presenti online.

Elena Mazzali, esperta di Social Media Marketing


WineMeridian