Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 19 gennaio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Tommasi WineNet Bixio Ceccheto Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 IWSC

E-commerce in Cina: il nostro futuro in anteprima?

Cosa possiamo imparare dall'evoluzione dell'e-commerce cinese? Riflessione sull'intervento di Alessandro Felici, CEO di Evlonet, a wine2wine 2016


E-commerce in Cina: il nostro futuro in anteprima?
Dallo scorso 9 settembre, quando Alibaba lanciò il "Tmall 9.9 Global Wine&Spirits Festival", tutti nel mondo del vino e non solo hanno capito l'enorme importanza dell’online e dell'e-commerce nel mercato cinese. Per meglio definire il concetto di "enorme" basti pensare che secondo un recente report pubblicato della società di ricerche sul digitale eMarketer, nel 2016 sono stati spesi globalmente quasi 2 mila miliardi di dollari per acquisti e-commerce, di cui quasi la metà nella sola Cina, dove il 15% degli acquisti totali avviene online (e secondo le previsioni diventeranno il 25% entro il 2020).

A parlare della complessità, ma anche delle grandi opportunità, dell'e-commerce cinese durante il wine2wine appena trascorso è stato chiamato Alessandro Felici, CEO di Evlonet, società che si occupa di sviluppare strategie di business online in Cina.
Felici ha mostrato come non ci sia nulla che non possa essere venduto online in Cina, perfino le auto di lusso. Generalmente i cinesi non comprano online sul sito del produttore, ma acquistano tramite retailer online, come Tmall (al cui interno si possono trovare i flagship store delle varie marche), oppure tramite marketplace, come Taobao. L'acquisto online dunque non è un atto dettato dal prezzo più vantaggioso o dalla mancanza di tempo.
L'intero processo d'acquisto (vedo la marca, la conosco, la ritengo affidabile, la compro) avviene prevalentemente online. In questo senso è importante non confondere l'e-commerce con il digital marketing: il primo è un canale commerciale, il secondo l'insieme di strategie online per aumentare il valore di marca. Tuttavia ai fini del successo nell'e-commerce è necessario avere una strategia digital adeguata, coerente e ben integrata, anche con la strategia offline.

Sì, perché anche nella super tecnologica Cina l'offline ha la sua importanza, soprattutto in fase di comunicazione e in questo senso la presenza dei testimonial è cruciale: per tradizione i cinesi hanno bisogno di una sorta di “endorsement” da parte di persone influenti, che possono essere “celebrities”, ma anche figure politiche o addirittura istituzioni stesse, che "garantiscano" che il prodotto è valido e merita di essere acquistato. Per un prodotto relativamente nuovo, o che comunque deve ancora affermarsi, come il vino italiano è utile sapere che l'immagine dell'Italia in Cina è legata non solo all'alta moda (cosa ampiamente risaputa), ma anche al calcio e che quindi proprio da questi due bacini si potrebbero attingere gli “endorsement” necessari per farlo conoscere meglio ai consumatori.

A livello pratico sono due gli aspetti più complicati da gestire per chi vende online: il prezzo e le promozioni. Bisogna fare attenzione che la differenza di prezzo tra online e offline non superi il 10/15% del valore e che i prezzi online siano omogenei attraverso tutte le piattaforme su cui il prodotto è disponibile. In questo scenario è chiaro che saper gestire durata, importo e rotazione delle promozioni tra i vari retailer è fondamentale. Per questo, ha ricordato Felici, avere una strategia “omni-channel” integrata permette di aver maggiore controllo sul prodotto e di sfruttare al meglio le potenzialità del proprio investimento in Cina. In conclusione Felici ha esposto un dato di fatto, "la Cina è il Paese più evoluto al mondo nell'e-commerce", che conduce ad una riflessione in buona parte condivisibile: "Vincere in Cina con questi strumenti oggi significa vincere in USA tra 5 anni e in Europa tra 10". La notizia di poche ora fa secondo cui Amazon, la celebra piattaforma di acquisti online, ha annunciato di aver consegnato oltre 1 miliardo di pacchi nel solo periodo natalizio appena trascorso, quintuplicando i volumi del 2015 e segnando un nuovo record storico, pare una chiara conferma di una tendenza destinata a crescere.
Alice Alberti

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Prosecco pedina di scambio nell’accordo tra UE e Australia?

Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Francesco Piccoli
Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Pochi giorni al meeting per gli export manager di Wineout

Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters giovedi 18 gennaio

Importare vini italiani in America: non ci si improvvisa

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters

Noemi Mengo
Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons giovedi 18 gennaio

Wine influencer: quanto valore portano alla wine community e quanto accrescono la conoscenza comune del vino?

Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons

Noemi Mengo
Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Cosa significa essere oggi un imprenditore del vino?

Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo? martedi 16 gennaio

Danimarca: dove la felicità è di casa

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo?

Agnese Ceschi
Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta? lunedi 15 gennaio

120 cm ² per raccontare la propria storia

Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta?

La più importante hub del commercio asiatico venerdi 12 gennaio

Inserirsi nel mercato cinese: perché dovreste usare Hong Kong come tramite

La più importante hub del commercio asiatico

Noemi Mengo
Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme… giovedi 11 gennaio

Come essere influenti in Cina

Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme…

Redazione Wine Meridian
Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Il primo corso per imparare a vendere vino nel mondo e in Italia

Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Diventare imprenditori del vino consapevoli

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Fabio Piccoli
Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

In onore di Gualtiero Marchesi

Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

Vincenzo Ercolino


WineMeridian