Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
martedi 18 settembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

www.wine2wine.net Farina Enartis Tebaldi Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it

Eleganza, passione e gusto, le tre parole per convincere gli americani a scegliere vino italiano

La campagna di promozione del vino italiano negli Usa, coordinata dall’Italian Trade Agency, attraverso le pagine pubblicitarie


Eleganza, passione e gusto, le tre parole per convincere gli americani a scegliere vino italiano
Dopo tre pagine di Bacardi e una del nostro caffè Illy nel numero di luglio di Wine Spectator appare la pagina dedicata alla promozione del vino italiano nel mercato Usa.
Un’immagine divisa in due, nella parte sotto un bicchiere dove si vede del vino bianco che rotea in un bicchiere per farne uscire, nella parte superiore, un drappo di seta gialla su sfondo nero. Il tutto descritto nel pay off: ”Elegance, Passion, Taste. Savor the best of Italy”. Semplice la traduzione, ma per chi non è ancora avvezzo con la lingua inglese traduciamo: Eleganza, Passione, Gusto. Assapora il meglio dell’Italia.
Come è noto questa pagina pubblicitaria fa parte di una campagna promozionale finanziata dal Ministero per lo sviluppo economico e coordinata dall’Italian Trade Agency (Ice). Per chi volesse maggiori informazioni su questa campagna può visitare il sito www.extraordinaryitalianwines.us dove sono illustrate le altre iniziative previste, dai video ad altre pagine pubblicitarie, dalla comunicazione social media agli eventi sponsorizzati.
Si tratta del progetto istituzionale più costoso mai realizzato prima dal nostro Paese, con un investimento triennale di circa 20 milioni di euro.
Una campagna, il cui claim è “Italian Wine " Taste the Passion” (Vino Italiano " Assapora la passione), che ha l’obiettivo di aumentare soprattutto l’immagine e il posizionamento del nostro vino sul mercato Usa dove siamo primi in termini di volumi e di poco secondi dietro la Francia sul fronte del valore.
Ma si tratta di un mercato ancora oggi decisamente strategico per il nostro vino e con potenzialità di sviluppo ancora elevate.
E’ bene ricordare che oggi il mercato Usa è il più grande al mondo con un valore nel 2017 di ben 62 miliardi di dollari.
Sicuramente il vino italiano negli Usa gode di una posizione importante conquistata in tanti anni di presenza su questo mercato grazie anche al ruolo dei nostri immigrati e ad una ristorazione italiana che si accreditata nel tempo sempre di più.
Ma se c’è un limite attuale allo sviluppo del vino italiano negli Usa è proprio un’immagine talvolta “vecchia” e un po’ “stereotipata”. Paradossalmente quando si va negli Usa ci si rende conto di come non sempre all’evoluzione dell’appeal del made in Italy in generale sia seguita un’altrettanta crescita dell’immagine del nostro vino.
Spesso evidenziamo, ad esempio, come molti locali negli Usa, a partire dalle città più importanti, sono concepito con uno stile che potremmo definire “italiano”, nel gusto e nell’impostazione. Basta andare, ad esempio, nei nuovi locali trendy di Brookling o di West Harlem a New York per toccare con mano la valutazione sopra esposta.
Ma quanto il nostro vino sia riuscito ad intercettare fino in fondo questa tendenza è difficile capirlo con certezza. La sensazione è che si possa fare molto di più.
Per questo abbiamo apprezzato la campagna lanciata dal nostro Paese in questo mercato ma ora c’è da capire se si stanno utilizzando gli strumenti e i contenuti adatti.
E’ sempre difficile giudicare la validità di una campagna promozionale attraverso pagine pubblicitarie. Gli esperti sanno come quasi sempre l’acquisto di spazi pubblicitari su magazine, soprattutto su quelli specializzati (cioè rivolti ad addetti ai lavori) non significa tanto aumentare la reputazione dei nostri vini ma di “creare relazioni autorevoli con il trade, con gli opinion leader”.
E’ questo il caso, ad esempio, delle pagine pubblicate su riviste come Wine Spectator. Non si tratta, ovviamente, di convincere consumatori americani di acquistare vini italiani, quanto sensibilizzare soprattutto gli addetti ai lavori (ristoratori, sommelier, critica enologica, ecc.) a tenere presente il valore complessivo del vino italiano.
La classica operazione ad “ombrello”, dove attraverso un’immagine “forte” si vogliono racchiudere i tanti valori del vino italiano.
Un’operazione difficilissima, come è facile immaginare, e non è stato certo facile per i creativi di questa campagna concepire contenuti che potessero veramente essere esaustivi dei valori del vino made in Italy.
Dal nostro punto di vista, soffermandoci sulla pagina descritta all’inizio di questo articolo, la scelta di puntare sull’eleganza è sicuramente un fattore che racchiude molto dei nostri valori.
Cercare di legare il vino all’eleganza espressa in particolare dalla nostra moda è comprensibile anche se può apparire un po’ banale.
La sfida, pertanto, a nostro parere, sarà di creare un mix di azioni promozionali capaci di tradurre temi come l’eleganza e la passione in qualcosa di più tangibile.
Sarà ad esempio fondamentale, soprattutto nella realizzazione degli eventi, individuare quei locali che oggi rappresentano veramente i luoghi cult per gli americani in termini di eleganza e stile di vita.
Il rischio, infatti, di dichiararci “eleganti e pieni di passioni” e poi di trovarci in qualche sala banale di un Marriott qualunque per raccontare i nostri vini, è sempre dietro l’angolo.


Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Ieri si è svolta a Verona la seconda edizione del Wine Export Manager Day, l’appuntamento dedicato alla figura dell’export manager del vino. 
Presentata l’indagine Wine People-Wine Meridian svolta interrogando aziende ed export manager sul delicato tema delle risorse umane nel mondo vinicolo

Wine Export Manager Day: quando gli export manager fanno network

Ieri si è svolta a Verona la seconda edizione del Wine Export Manager Day, l’appuntamento dedicato alla figura dell’export manager del vino. Presentata l’indagine Wine People-Wine Meridian svolta interrogando aziende ed export manager sul delicato tema delle risorse umane nel mondo vinicolo

Agnese Ceschi
Una classifica Top #8 dei migliori suggerimenti per promuovere alti riconoscimenti a livello internazionale
lunedi 17 settembre

Wine scores: come promuovere i punteggi ottenuti in 8 semplici passi

Una classifica Top #8 dei migliori suggerimenti per promuovere alti riconoscimenti a livello internazionale

Noemi Mengo
Alcune anticipazioni sulle nostre due indagini che presenteremo all’Export Manager Day il prossimo 17 settembre a Verona

Export manager, se ci sei batti un colpo

Alcune anticipazioni sulle nostre due indagini che presenteremo all’Export Manager Day il prossimo 17 settembre a Verona

Fabio Piccoli
Carmelo Bonetta ci racconta l’azienda che gestisce e porta nel cuore 
venerdi 14 settembre

Baglio del Cristo di Campobello, un’azienda siciliana legata alla propria terra e ai propri ricordi

Carmelo Bonetta ci racconta l’azienda che gestisce e porta nel cuore

Ultimi posti per aderire all'evento dedicato ai produttori di biologico nella città danese giovedi 13 settembre

Organic Value vola a Copenhagen

Ultimi posti per aderire all'evento dedicato ai produttori di biologico nella città danese

I giovani talenti del mondo del vino si incontrano a Villa Della Torre, a Fumane (Verona), per il primo Allegrini Boot Camp. giovedi 13 settembre

Allegrini Boot Camp: i giovani talenti del vino si incontrano in Valpolicella

I giovani talenti del mondo del vino si incontrano a Villa Della Torre, a Fumane (Verona), per il primo Allegrini Boot Camp.

Abruzzo’s preeminent winegrower adds to its collection of prestigious national and international awards
thursday 13 september

Codice Citra: Montepulciano d’Abruzzo DOC tops the podium

Abruzzo’s preeminent winegrower adds to its collection of prestigious national and international awards

L'intervista al MW greco Yiannis Karakasis a proposito di vini italiani e non solo giovedi 13 settembre

Grecia, aperto e dinamico, il mercato del vino strizza l’occhio all’Italia

L'intervista al MW greco Yiannis Karakasis a proposito di vini italiani e non solo

Carmen Guerriero
Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People. mercoledi 12 settembre

Ultimi 10 posti per iscriversi al Wine Export Manager Day

Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People.

Chi è la persona adatta all’accoglienza allo stand e come fare? mercoledi 12 settembre

Guida alla buona riuscita della fiera

Chi è la persona adatta all’accoglienza allo stand e come fare?

Agnese Ceschi
Ottimi riscontri per le bollicine italiane nel mercato canadese, si prevede una crescita inarrestabile
martedi 11 settembre

L’Italia fra i maggiori esportatori in Canada: è il Prosecco a scalare le classifiche

Ottimi riscontri per le bollicine italiane nel mercato canadese, si prevede una crescita inarrestabile

Noemi Mengo
Il wine bar di proprietà dell'azienda italiana Avignonesi offre 100 referenze rigorosamente rispettose dell'ambiente lunedi 10 settembre

Un angolo di Italia (biologica e biodinamica) nel cuore di Notting Hill

Il wine bar di proprietà dell'azienda italiana Avignonesi offre 100 referenze rigorosamente rispettose dell'ambiente

Agnese Ceschi
Il progetto Volcanic Wines racconta a ViniMilo i suoi primi 10 anni e presenta le nuove iniziative dell’associazione. venerdi 07 settembre

Sull’Etna si festeggiano le 10 candeline del progetto Volcanic Wines

Il progetto Volcanic Wines racconta a ViniMilo i suoi primi 10 anni e presenta le nuove iniziative dell’associazione.

Mai come in questi ultimi anni si è acceso il dibattito sulle diverse tipologie di tappi che nel tempo hanno assunto un ruolo sempre più importante non solo nella qualificazione dei vini ma anche nella percezione da parte dei consumatori

Il futuro del vino visto dai “tappi”

Mai come in questi ultimi anni si è acceso il dibattito sulle diverse tipologie di tappi che nel tempo hanno assunto un ruolo sempre più importante non solo nella qualificazione dei vini ma anche nella percezione da parte dei consumatori

Fabio Piccoli
Il periodo più importante dell’anno in cui si decide il futuro dell’intera produzione 
venerdi 07 settembre

La vendemmia dei ricordi di Dal Maso

Il periodo più importante dell’anno in cui si decide il futuro dell’intera produzione

Inizia la corsa ai biglietti per partecipare alla 27^ edizione di Merano WineFestival dal 9 al 13 novembre 2018 venerdi 07 settembre

Merano WineFestival 2018: ecco tutti gli appuntamenti da non perdere

Inizia la corsa ai biglietti per partecipare alla 27^ edizione di Merano WineFestival dal 9 al 13 novembre 2018

L’Osservatorio del Vino ha presentato le previsioni vendemmiali 2018 giovedi 06 settembre

Vendemmia 2018: l'Italia si conferma primo produttore al mondo

L’Osservatorio del Vino ha presentato le previsioni vendemmiali 2018

Lettera invito al Wine Export Manager Day del direttore di Wine Meridian a tutti coloro che sono impegnati a conseguire il successo del vino italiano nel mondo: produttori, export manager, imprenditori

Caro export manager ti scrivo….

Lettera invito al Wine Export Manager Day del direttore di Wine Meridian a tutti coloro che sono impegnati a conseguire il successo del vino italiano nel mondo: produttori, export manager, imprenditori

Fabio Piccoli
Con l’incoronazione di Carlo Pagano dal Molise come miglior sommelier del Soave, si chiude la kermesse veronese con ampia partecipazione di pubblico e ristoratori.

Soave Versus: un successo annunciato per i 50 anni della DOC

Con l’incoronazione di Carlo Pagano dal Molise come miglior sommelier del Soave, si chiude la kermesse veronese con ampia partecipazione di pubblico e ristoratori.

Come si è evoluta in questi ultimi anni la figura del wine ambassador nato per spingere la notorietà di un brand a vantaggio dell’azione commerciale ed oggi spesso messa in discussione

C’era una volta il brand ambassador

Come si è evoluta in questi ultimi anni la figura del wine ambassador nato per spingere la notorietà di un brand a vantaggio dell’azione commerciale ed oggi spesso messa in discussione

Fabio Piccoli
I vini della Cantina Santa Maria La Palma hanno ricevuto due prestigiosi riconoscimenti durante l’importante fiera internazionale mercoledi 05 settembre

Medaglia d’oro e d’argento per Aragosta Vermentino di Sardegna DOC e Cannonau Riserva all’Asia Wine Trophy

I vini della Cantina Santa Maria La Palma hanno ricevuto due prestigiosi riconoscimenti durante l’importante fiera internazionale