Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
domenica 15 dicembre 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


way to go https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ cantamessa vini www.prosecco.wine http://www.colmello.it/ La Torraccia  www.cantinatollo.it Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri
mercoledi 30 gennaio 2019

Enosocial® strizza l’occhio al packaging

Dai cartellini alle retroetichette, l’app DTC che mette in contatto produttori e clienti, si orienta su due elementi strategici per attrarre i consumatori più giovani: packaging e rapidità del sistema


Enosocial® strizza l’occhio al packaging

Esempio di retroetichetta


Anno nuovo, nuovi propositi anche per Enosocial® una fra le prime app in Italia a fare del D-T-C (Direct to Consumer) il suo punto cardine, dando valore al potere decisionale del consumatore, regalandogli un’esperienza più gratificante possibile, e venendo incontro alle esigenze delle cantine.

Come è ben noto, un elemento fondamentale del prodotto vino è l’etichetta, ovvero la prima impressione, il “colpo di fulmine” per chi si avvicina alla bottiglia, se non una delle caratteristiche che inevitabilmente influenzano la decisione d’acquisto, perché in fondo anche l’occhio vuole la sua parte.

Considerata la quota crescente di consumatori, soprattutto quelli appartenenti alla categoria dei “Millennials”, parlare di packaging oggi è diventato qualcosa di imprescindibile. Secondo diverse indagini, svolte anche dalla nota piattaforma Wine Monitor, sembra che la tendenza delle nuove generazioni sia quella di prestare molta più attenzione agli aspetti visivi, rispetto alle generazioni di consumatori più “attempate”. Nella vita di questi giovani gli elementi visivi sono una predominante, così come lo è la loro necessità di soddisfare i propri bisogni sempre più rapidamente, senza un’eccessiva perdita di tempo. Le innovazioni tecnologiche hanno condotto la società a correre a frequenze più alte, costringendo le aziende del mondo a mantenere questo ritmo per non rischiare di cadere e non rialzarsi più.

Drammi a parte, è da evidenziare per certo la volontà di Enosocial® di venire incontro ad entrambi questi elementi:
attrattività del packaging e necessità di una filiera più veloce.

Ovviamente ci sono molti fattori che entrano in gioco nel momento decisivo di acquisto, come la notorietà del Brand, la tipologia di vino, ma una percentuale importante nella scelta finale la gioca anche il design della bottiglia. Per questo Enosocial®, con il 2019, ha deciso di affinare la propria versatilità, garantendo ai produttori che scelgono di “salire a bordo” di integrare in maniera coerente e fluida nel loro design d’etichetta l’Enosocial® Code, che permetterà agli utenti di completare i propri acquisti, ovunque essi si trovino. Per ogni prodotto registrato e messo in vendita dal produttore nella piattaforma viene automaticamente generato uno speciale Enosocial® Code che la cantina può utilizzare inserendolo nelle retroetichette già durante la loro realizzazione armonizzandolo con il resto della grafica ed in modo non invasivo. Ma c’è di più. Il sistema infatti con l’apposito pulsante KIT BOTTIGLIA consente al produttore di realizzare da solo e con la propria stampante dei cartellini (da infilare sul collo delle bottiglie) o delle retro-etichette adesive (da incollare direttamente sulle bottiglie) qualora volesse aggiungere a posteriori questo metodo di vendita sulle bottiglie già pronte.

Le cantine che aderiscono a questo progetto, registrandosi gratuitamente dal portale admin.enosocial.com hanno la possibilità di scegliere attraverso un intuitivo portale le modalità con cui preferiscono inserire il codice (come visibile dalla foto di accompagnamento), se in una etichetta aderente alla bottiglia, se in un collarino attorno al collo della bottiglia (molto d’impatto ad esempio sugli scaffali di un wine shop) o se inserirlo all’interno della retroetichetta del vino stessa. Per ogni possibilità il produttore ha a disposizione un test visivo per ogni opzione scelta, così da compiere la decisione migliore, eventualmente una differente per ogni linea registrata. 
Altra cosa importante da evidenziare è che gli Enosocial® Code sono “multipricing e geo-referenziati” ovvero lo stesso Enosocial® Code può ritornare prezzi diversi per lo stesso vino a seconda di dove l’utente si trova quando lo inquadra. Ma delle possibilità di utilizzo di questa ultima funzione di Enosocial® vi parleremo in un prossimo approfondimento.
Nel frattempo non resta che provare, magari già a Vinitaly, giusto?


Enosocial® strizza l’occhio al packaging


Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Artigianalità, identità, ruralità ma anche monitoraggio di costi e margini, pianificazione strategica e sostenibilità economica. Il bilanciamento rappresenta la chiave di volta. sabato 14 dicembre 2019

Il successo? Un equilibrio tra pragmatismo e idealismo

Artigianalità, identità, ruralità ma anche monitoraggio di costi e margini, pianificazione strategica e sostenibilità economica. Il bilanciamento rappresenta la chiave di volta.

Emanuele Fiorio
Abbiamo degustato per voi il Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo sabato 14 dicembre 2019

Italian wines in the world: Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo

Abbiamo degustato per voi il Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo

I programmi formativi di successo sono quelli in grado di creare un network di contatti tra mercato, media, influencer e consumatori. venerdi 13 dicembre 2019

Il segreto di un percorso formativo qualificante sono i legami personali. Community significa maggior apprendimento e visibilità

I programmi formativi di successo sono quelli in grado di creare un network di contatti tra mercato, media, influencer e consumatori.

Emanuele Fiorio
I consumatori nel mondo sono sempre meno fossilizzati su un’unica bevanda alcolica. Dobbiamo considerare un fatto positivo la fine delle “ideologie” nel mercato del vino? venerdi 13 dicembre 2019

Sempre più “laico” il mercato del vino

I consumatori nel mondo sono sempre meno fossilizzati su un’unica bevanda alcolica. Dobbiamo considerare un fatto positivo la fine delle “ideologie” nel mercato del vino?

Fabio Piccoli
La viticoltura eroica, negli ultimi anni al centro di forte interesse, è ben rappresentata in Italia dalla Valle d’Aosta, territorio che nonostante le grandi fragilità, si è reso protagonista di questo fenomeno mondiale. giovedi 12 dicembre 2019

Valle d’Aosta: avanguardia di una viticoltura tra terra e cielo

La viticoltura eroica, negli ultimi anni al centro di forte interesse, è ben rappresentata in Italia dalla Valle d’Aosta, territorio che nonostante le grandi fragilità, si è reso protagonista di questo fenomeno mondiale.

Giovanna Romeo
Concretezza, praticità, aggiornamento, confronto costante con la realtà del  settore vinicolo: questa è la sintesi della proposta WinePeople Campus.  giovedi 12 dicembre 2019

WinePeople Campus, formazione a contatto con le esigenze aziendali: “insegniamo quello che facciamo e facciamo quello che insegniamo”

Concretezza, praticità, aggiornamento, confronto costante con la realtà del settore vinicolo: questa è la sintesi della proposta WinePeople Campus.

Emanuele Fiorio
Dal Gruppo Veronafiere nasce la nuova fiera Wine to Asia, programmata dal 9 all'11 novembre 2020, con l'obiettivo di diventare un riferimento permanente per il Far East, mercato che vale, solo per il comparto vino, 6,4 miliardi di euro di import. giovedi 12 dicembre 2019

Nasce la società Shenzen Baina International Exhibitions per operare sul mercato cinese e asiatico

Dal Gruppo Veronafiere nasce la nuova fiera Wine to Asia, programmata dal 9 all'11 novembre 2020, con l'obiettivo di diventare un riferimento permanente per il Far East, mercato che vale, solo per il comparto vino, 6,4 miliardi di euro di import.

La Master of Wine Annette Scarfe esplora questo competitivo mercato, hub commerciale nel sud est asiatico giovedi 12 dicembre 2019

Singapore: tra accise e premium wines

La Master of Wine Annette Scarfe esplora questo competitivo mercato, hub commerciale nel sud est asiatico

Agnese Ceschi
Roberto Salis, Direttore Commerciale di Cantina Santa Maria La Palma, ci racconta origini e aneddoti del vino da “record” Aragosta 
giovedi 12 dicembre 2019

Linea Aragosta, un’etichetta storica dal futuro scintillante

Roberto Salis, Direttore Commerciale di Cantina Santa Maria La Palma, ci racconta origini e aneddoti del vino da “record” Aragosta

Abbiamo degustato per voi mercoledi 11 dicembre 2019

Italian wines in the world: "Reius" Amarone della Valpolicella Classico di Casa Vinicola Sartori

Abbiamo degustato per voi "Reius" Amarone della Valpolicella Classico di Casa Vinicola Sartori

Con il progetto “lieviti e terroir”, realizzato in collaborazione con Startogen e con StarFinn, Tinazzi investe sui lieviti autoctoni per la produzione di Corvina e Primitivo 2019 e sposa la causa della ricerca innovativa e della salvaguardia del proprio patrimonio microbiologico. mercoledi 11 dicembre 2019

"Innovazione tradizionale": Tinazzi punta sui lieviti autoctoni nella vendemmia 2019

Con il progetto “lieviti e terroir”, realizzato in collaborazione con Startogen e con StarFinn, Tinazzi investe sui lieviti autoctoni per la produzione di Corvina e Primitivo 2019 e sposa la causa della ricerca innovativa e della salvaguardia del proprio patrimonio microbiologico.

Ha risposto a questa domanda Jonas H Röjerman, Master of Wine e Responsabile Qualità Prodotto per il monopolio svedese, durante un'interessante simulazione di un tender. mercoledi 11 dicembre 2019

Come faccio a vincere un tender in Svezia?

Ha risposto a questa domanda Jonas H Röjerman, Master of Wine e Responsabile Qualità Prodotto per il monopolio svedese, durante un'interessante simulazione di un tender.

Agnese Ceschi
Tramutare le sciagure in opportunità: andata e ritorno dall’Inferno martedi 10 dicembre 2019

Yannick Benjamin, l’Araba Fenice dell’Hospitality

Tramutare le sciagure in opportunità: andata e ritorno dall’Inferno

Emanuele Fiorio
Considerazioni e consigli preziosi sul mercato cinese martedi 10 dicembre 2019

Ombre cinesi

Considerazioni e consigli preziosi sul mercato cinese

Graziano Molon
Viaggio negli eventi internazionali, quali sono le reali probabilità di successo? martedi 10 dicembre 2019

Evento B2B: un contenitore perfetto

Viaggio negli eventi internazionali, quali sono le reali probabilità di successo?

Lavinia Furlani
We have tasted for you Tenuta Montemagno's Invictus tuesday 10 december 2019

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's Invictus

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Invictus

Un focus sulle strategie di costruzione del brand per misurare la propria forza sul mercato
martedi 10 dicembre 2019

Come si costruisce un brand?

Un focus sulle strategie di costruzione del brand per misurare la propria forza sul mercato

Noemi Mengo


WineMeridian