Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 19 gennaio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Tommasi WineNet Bixio Ceccheto Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/ Iron3 IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs
martedi 09 febbraio

Fare storytelling attraverso il sito web

Quando la narrazione aziendale incontra il pubblico: l’identità liquida.


Fare storytelling attraverso il sito web
In uno scenario in cui persino aziende dagli altissimi contenuti finiscono con il perdersi nel vastissimo oceano del web marketing, lo storytelling del brand diventa una condizione imprescindibile per (ri)emergere e tornare a galla. Creare contenuti all’altezza del proprio marchio e saperli raccontare efficacemente al pubblico è una strategia fondamentale ma spesso involontariamente trascurata. Molte volte ci troviamo di fronte ad aziende i cui siti web sono del tutto approssimativi, con poche descrizioni dei propri prodotti e servizi. Oppure, all’estremo opposto, abbiamo delle presentazioni barocche, invasive e fuorvianti rispetto al messaggio originario dell’azienda. Alla stregua di un venditore che non comunica abilmente i suoi prodotti, o che non li comunica affatto, anche un sito web può risultare "muto" o "logorroico", dimenticandosi che così facendo rischia di perdere potenziali clienti, coloro che si erano avvicinati al sito anche per la sola ricerca d’informazioni, esattamente come nella vita reale.

Per questa ragione lo storytelling aziendale deve essere la naturale fusione tra contenuti e design della pagina web, tra tradizione e innovazione. Se il sito web rappresenta l’estensione virtuale dell’azienda, la vetrina di comunicazione primaria di prodotti e idee che altrimenti resterebbero silenziati, lo storytelling deve lavorare sulle emozioni, mettere in campo valori largamente condivisi dai suoi fruitori al fine di coinvolgere il proprio pubblico, facendolo quindi sentire parte della storia e membro attivo di quella grande famiglia aziendale che è il brand. Questo perché il pubblico non è più semplice pubblico ma è diventato community, "prosumer" (promotore-consumatore), ossia ha acquisito potere di influenzamento virale.

«Le persone hanno il megafono» scrive Miriam Bertoli, Web Marketing Manager, nel suo libro "Web marketing per le PMI", edito da Hoepli. «Esprimono opinioni che influenzano la reputazione delle aziende e dei loro prodotti e, di conseguenza, le scelte di altre persone». Lo storytelling, la narrazione dell’identità aziendale, si completa infatti con ciò che i "prosumer" raccontano, siano essi utenti sporadici o veri e propri collaboratori. Per questa ragione si parla di identità liquida, ossia quella capacità del brand aziendale di sapersi interfacciare con le diverse tipologie d’utenza, assumendo una forma mutevole e duttile a seconda del target che si vuole colpire. Lo storytelling diventa così sfaccettato e multidirezionale, mantenendosi però all’interno di un unico filone narrativo principale, quello della comunicazione del brand.
Paolo Errico, SocialMeter Analysis

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Prosecco pedina di scambio nell’accordo tra UE e Australia?

Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Francesco Piccoli
Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunitĂ  di condividere esperienze

Pochi giorni al meeting per gli export manager di Wineout

Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunitĂ  di condividere esperienze

Intervista a Nicola BaĂą e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters giovedi 18 gennaio

Importare vini italiani in America: non ci si improvvisa

Intervista a Nicola BaĂą e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters

Noemi Mengo
Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei piĂą influenti wine blog al mondo, Social Vignerons giovedi 18 gennaio

Wine influencer: quanto valore portano alla wine community e quanto accrescono la conoscenza comune del vino?

Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei piĂą influenti wine blog al mondo, Social Vignerons

Noemi Mengo
Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere piĂą risultati. A febbraio il primo incontro.

Cosa significa essere oggi un imprenditore del vino?

Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere piĂą risultati. A febbraio il primo incontro.

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo? martedi 16 gennaio

Danimarca: dove la felicità è di casa

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo?

Agnese Ceschi
Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta? lunedi 15 gennaio

120 cm ² per raccontare la propria storia

Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta?

La piĂą importante hub del commercio asiatico venerdi 12 gennaio

Inserirsi nel mercato cinese: perché dovreste usare Hong Kong come tramite

La piĂą importante hub del commercio asiatico

Noemi Mengo
Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme… giovedi 11 gennaio

Come essere influenti in Cina

Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme…

Redazione Wine Meridian
Finalmente ci siamo: a febbraio partirĂ  il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Il primo corso per imparare a vendere vino nel mondo e in Italia

Finalmente ci siamo: a febbraio partirĂ  il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Diventare imprenditori del vino consapevoli

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Fabio Piccoli
Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

In onore di Gualtiero Marchesi

Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

Vincenzo Ercolino


WineMeridian