Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
mercoledi 20 febbraio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Fondazione Edmund Mach Siddura Tommasi WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/  http://acquesi.it/ wm Vyno Dienos italian wine academy Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma
martedi 05 febbraio

Fermi tutti, l'Amarone ha qualcosa da dirci

Presentati durante Anteprima Amarone 2015, i dati relativi alla produzione e all’export dell’Amarone nel mondo. Cosa ne pensano le aziende?


Fermi tutti, l'Amarone ha qualcosa da dirci
Uno specchio davvero limpido quello che, ogni anno, Anteprima Amarone dà l’occasione di osservare ai membri del comparto vitivinicolo italiano, un’occasione per riflettere (e riflettersi) nei dati di mercato per i produttori, un’opportunità di confronto per chi, come noi, guarda all’export del vino italiano come un figlio da crescere con attenzione.

Annata 2015, “un’annata da ricordare” a detta anche di Andrea Sartori, presidente del Consorzio Tutela Vini della Valpolicella, in un dialogo con il Sen. Gian Marco Centinaio, Ministro delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, durante il convegno sul brand, il valore, l’export e il turismo dell’Amarone della prima giornata di Anteprima. Un’annata che andrà a riparare i “danni” fatti dall’annata 2014 (piuttosto deludente ed è spiacevole ricordarlo) e che porterà ad aumentare il giro d’affari del prodotto di punta della Valpolicella, chiuso al 2018 con 334 milioni di euro, secondo i dati forniti dal Consorzio. Un’annata che ha visto il duro lavoro di 2302 viticoltori, 1736 produttori soci del Consorzio tutela Vini Valpolicella, coltivati 8187 ettari di vigneto e prodotte quasi 14 milioni di bottiglie Amarone 2015.

Ad ogni modo, Amarone mantiene il proprio appeal sui mercati, specie in quelli chiave come Stati Uniti e Cina, i cui consumatori eleggono l’Amarone a prodotto di lusso (ne abbiamo parlato qui). La prima destinazione rimane però complessivamente la Germania, secondo i dati elaborati da Nomisma Wine Monitor, con una quota di mercato del 16%. Gli USA sono al secondo posto con una quota del 15%, seguiti da Svizzera al 12%, Regno Unito all’11% e infine Svezia al 7%.

Non ci siamo accontentati solamente dei dati di mercato (seppur preziosi) a cui abbiamo accesso, bensì
abbiamo approfittato della giornata per ottenere conferme da parte dei produttori della Valpolicella presenti, le cui parole dirette sono sempre la lente più veritiera su ciò che accade davvero sui mercati. Concordi tutti sulle buone aspettative dell’annata 2015, lo conferma con precisione chi già ha iniziato a venderla, un’annata che auspicano tutti sovrasti il ricordo di quella precedente. In linea più generale, secondo i pareri delle aziende (la maggior parte di esse supera il 50% come percentuale di export) Amarone funziona bene "in quei Paesi affini ai rossi corposi, quindi nel Sud-Est asiatico, e anche in alcuni mercati insospettabili, pur sempre però all'interno delle aristocrazie, ad esempio in India o nelle regioni dell'Africa" ci hanno raccontato i rappresentanti di
Bottega S.p.A, un'azienda fra le presenti che ha allargato il proprio business in tutto il mondo. "Abbiamo deciso di puntare anche su un packaging che richiami il lusso e attragga un consumatore abbiente. Con Amarone, nei mercati asiatici e africani puntiamo sulle aristocrazie, molto attratte dall'immagine esclusiva del vino italiano" proseguono

"Ci stiamo rivolgendo al mercato russo, è uno dei mercati più ricettivi, dove Amarone viene apprezzato molto. I consumatori sono fortemente amanti dei vini corposi e del vino italiano in genere, perciò stiamo avendo un buon responso." ci ha detto inoltre Giulia Ledda, marketing e communication manager dell'Azienda Tinazzi.

Per quanto riguarda i consumatori, ci sono ancora alcuni ostacoli da superare. Sebbene i produttori della Valpolicella stiano diventando sempre più giovani (sono
329 le aziende under 40 secondo il Consorzio), i consumatori all’estero non lo sono altrettanto. Amarone rimane comunque un vino per “più abbienti”, vuoi per rango sociale, vuoi per l’indipendenza economica data dalla maggiore età. 
"Il consumatore di Amarone resta ancora un po’ “attempato”, bisogna pertanto “ringiovanirlo” ce lo conferma anche Monte Zovo, il brand della famiglia Cottini, Mattia Cottini afferma infatti: "negli Stati Uniti in particolare, Amarone non ha ancora raggiunto a pieno i consumatori più giovani, viene scelto principalmente da bevitori di età più avanzate". 

Aggiungono poi i rappresentanti dell'Azienda Le Bignele, di Valgatara in Valpolicella: "in Italia la situazione sta cambiando, il consumatore è più giovane e decisamente più consapevole rispetto agli anni precedenti, acquista Amarone per la provenienza e le caratteristiche, prestando più attenzione all’annata e alla produzione; proviene però principalmente dalle regioni classiche del vino, in primis dalla Valpolicella stessa".

Certo, lo abbiamo detto, i dati sono buoni ed Anteprima Amarone è stata soprattutto un’occasione per festeggiare, ma gli sforzi da fare sono ancora molti. Lo richiede Sartori, lo richiede il Ministro Centinaio, lo richiedono i mercati: che non si lasci nulla al caso. Noi, lo predichiamo da tempo,
all’estero le voci soliste, non le ascolta nessuno. L’inno italiano cantiamolo in coro, uniamoci in rete e bussiamo alla porta dei mercati esteri stampandoci in viso la scritta Italia, poi parleremo di Valpolicella, poi di varietà. Saranno loro ad associarci all’Amarone, alla passione italiana per l’enogastronomia, ai paesaggi colorati per cui vale il costo di un volo intercontinentale, e il resto verrà da sé.

Dicono quasi tutti che “sarà poi il vino a parlare da solo quando lo assaggi”, ma se non gli si dà il palcoscenico adatto, per l’Amarone (o meglio tutto il vino italiano) sarà solo un monologo “in cameretta”.




Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
8 punti chiave per descrivere il mercato polacco e i suoi consumatori mercoledi 20 febbraio

Polonia: da mercato emergente ad economia in crescita

8 punti chiave per descrivere il mercato polacco e i suoi consumatori

Noemi Mengo
Partecipa con noi a Vyno Dienos, la fiera più importante per il mercato dei paesi Baltici, il 3 e 4 maggio
mercoledi 20 febbraio

Wine Meridian vola in Lituania, il mercato driver dei paesi Baltici

Partecipa con noi a Vyno Dienos, la fiera più importante per il mercato dei paesi Baltici, il 3 e 4 maggio

AGENTI VINO province Como, Varese, Milano martedi 19 febbraio

Offerta di Lavoro

AGENTI VINO province Como, Varese, Milano

I numeri di Nomisma-Wine Monitor, presentati a Benvenuto Brunello, confermano scenari importanti e unici per questo grande rosso toscano martedi 19 febbraio

Benvenuto Brunello, la grande sfida tra passato e futuro

I numeri di Nomisma-Wine Monitor, presentati a Benvenuto Brunello, confermano scenari importanti e unici per questo grande rosso toscano

Giovanna Romeo
Domenica 3 e lunedì 4 marzo torna l’appuntamento con le produzioni artigianali di qualità con centocinquanta cantine italiane e estere
martedi 19 febbraio

Live Wine 2019: a Milano la quinta edizione del Salone Internazionale del Vino Artigianale

Domenica 3 e lunedì 4 marzo torna l’appuntamento con le produzioni artigianali di qualità con centocinquanta cantine italiane e estere

Intervista a Sergio Bucci, Direttore della Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano 
martedi 19 febbraio

Viaggio nel mondo della cooperazione e delle denominazioni

Intervista a Sergio Bucci, Direttore della Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano

I problemi nascono perché ogni persona è differente, così come lo sono i mercati, i vini e i canali distributivi, mentre noi tendiamo a trattare tutti nello stesso modo. martedi 19 febbraio

Perchè è cosi difficile vendere vino?

I problemi nascono perché ogni persona è differente, così come lo sono i mercati, i vini e i canali distributivi, mentre noi tendiamo a trattare tutti nello stesso modo.

Roberta Zantedeschi
Intervista a Richard Alderson, appassionato ed esperto di vino in Nuova Zelanda, che ci svela i lunedi 18 febbraio

Nuova Zelanda: l’educazione al vino italiano partendo dalla GDO

Intervista a Richard Alderson, appassionato ed esperto di vino in Nuova Zelanda, che ci svela i "segreti" di questo piccolo ma interessante mercato del vino che presenta anche buone opportunità di sviluppo per le nostre imprese

Noemi Mengo
We have tasted for you Ronco Blanchis' Chardonnay Particella 3 saturday 16 february

Italian wines in the world: Ronco Blanchis' Chardonnay Particella 3

We have tasted for you Ronco Blanchis' Chardonnay Particella 3

Abbiamo degustato per voi Chardonnay Particella 3 di Ronco Blanchis 
sabato 16 febbraio

Italian wines in the world: Chardonnay Particella 3 di Ronco Blanchis

Abbiamo degustato per voi Chardonnay Particella 3 di Ronco Blanchis

Image Line raccoglie le testimonianze delle aziende vitivinicole che hanno adottato soluzioni digitali per la gestione dei loro vigneti e l’ottimizzazione del lavoro in campo.
venerdi 15 febbraio

Innovazione in vigneto: la parola a chi ha accolto la sfida

Image Line raccoglie le testimonianze delle aziende vitivinicole che hanno adottato soluzioni digitali per la gestione dei loro vigneti e l’ottimizzazione del lavoro in campo.

Anche le attuali difficoltà dei produttori di latte in Sardegna ci evidenziano il maggiore limite del nostro agroalimentare, la cultura di vendita, e anche nel settore vitivinicolo il problema è evidente

AAA cultura di vendita cercasi

Anche le attuali difficoltà dei produttori di latte in Sardegna ci evidenziano il maggiore limite del nostro agroalimentare, la cultura di vendita, e anche nel settore vitivinicolo il problema è evidente

Fabio Piccoli
Cerchiamo un Wine Sales Manager - Piemonte

Offerta di lavoro

Cerchiamo un Wine Sales Manager - Piemonte

In previsione del nostro tour a Singagore, il 22 e 23 maggio prossimi, presentiamo le previsioni al 2022 di IWSR su questo importante mercato del sud est asiatico dove l'Italia ha ampi margini di crescita
giovedi 14 febbraio

A Singapore dove il Prosecco fa recuperare quote all'Italia del vino

In previsione del nostro tour a Singagore, il 22 e 23 maggio prossimi, presentiamo le previsioni al 2022 di IWSR su questo importante mercato del sud est asiatico dove l'Italia ha ampi margini di crescita

Noemi Mengo
Basta vini a basso prezzo, solo Shiraz o vini dal medesimo stile, il cambio di rotta degli australiani negli Usa sta generando un nuovo rinascimento del vino made in Australia nel Paese a stelle e strisce
mercoledi 13 febbraio

Fascia premium e diversità le parole chiave della rinascita del vino australiano in Usa

Basta vini a basso prezzo, solo Shiraz o vini dal medesimo stile, il cambio di rotta degli australiani negli Usa sta generando un nuovo rinascimento del vino made in Australia nel Paese a stelle e strisce

Agnese Ceschi
Raccontaci cosa fai per promuovere e per comunicare il tuo vino. Siamo alla ricerca di progetti e di idee originali per valorizzarlo e comunicarlo. mercoledi 13 febbraio

Partecipa al concorso "Il Meridiano del vino": Wine Meridian premia le migliori idee di comunicazione e promozione del vino italiano

Raccontaci cosa fai per promuovere e per comunicare il tuo vino. Siamo alla ricerca di progetti e di idee originali per valorizzarlo e comunicarlo.

Un manuale per chi vuole fare impresa e non solo produrre buon vino

Un libro per gli imprenditori del mondo del vino di oggi

Un manuale per chi vuole fare impresa e non solo produrre buon vino

Roberta Zantedeschi
Intervista ad Andrea Fioratti, coordinatore del WSET Approved Programme Provider di Verona Italian Wine Academy

lunedi 11 febbraio

Uno sguardo all’interno di Italian Wine Academy

Intervista ad Andrea Fioratti, coordinatore del WSET Approved Programme Provider di Verona Italian Wine Academy



http://www.winemeridian.com/