Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
lunedi 20 agosto 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

roncoblanchis.it Farina Enartis wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali
martedi 31 luglio

Finché newsletter non ci separi

Gli errori da evitare e i consigli giusti per costruire solide relazioni con i clienti, attraverso l’email marketing


Finché newsletter non ci separi
Dimmi che newsletter mandi e ti dirò chi sei, o meglio, ti dirò se la tua strategia sta funzionando o meno. Nonostante le evoluzioni della tecnologia e della comunicazione tramite i social media, le mail rimangono, per i membri del mondo del lavoro, il mezzo principale di comunicazione, e nonostante la loro struttura sia piuttosto statica, non immaginereste mai quanti messaggi sbagliati si possono veicolare tramite esse. Proprio perché ognuno di noi ne riceve a centinaia, riuscire a colpire l’attenzione di chi scorre la propria casella di posta, sta diventando una specie di forma d’arte.
Il mondo del vino non ne può fare a meno, quindi abbiamo deciso di selezionare e riportarvi un elenco degli errori da evitare e i consigli da seguire se volete fare dell’e-mail marketing uno strumento attraente per il vostro business, e non una via fin troppo facile per sbarazzarvi per sempre dei vostri clienti. Noi puntiamo dritti alla prima opzione, e voi?

Conoscete davvero chi sta dall’altro lato dello schermo?
La parola “target” è un termine ormai sulla bocca di tutti e sembra rappresenti un concetto semplice da capire e applicare alla propria attività, ma riuscire davvero a targetizzare i propri destinatari è tutta un’altra storia. Sarebbe importante suddividere i destinatari in quelle che noi definiamo “nicchie”, ogni prodotto strizza l’occhio a un pubblico preciso, che necessita un linguaggio e un livello di “formalità” peculiari.
Ad esempio, se proponiamo uno sparkling adatto all’aperitivo e ci aspettiamo che l’acquirente medio sia giovane e lo voglia proporre agli amici per una serata, dovremo adattare il nostro linguaggio in newsletter, rendendolo più amichevole, fresco e fruibile. Al contrario, se proponiamo un prodotto luxury, adatto a chi vorrà il nostro prodotto in un contesto più elegante e formale, sarà inappropriato rivolgerci con domande eccessivamente dirette o “sfacciate”, meglio essere, come dicono gli inglesi “polite” (ma mai altezzosi).

La divina commedia lasciamola a Dante
Ovviamente, la grandezza delle nostre novità è direttamente proporzionale all’entusiasmo con cui vogliamo gridarle a tutti, ma le newsletter non sono il luogo adatto. Per il titolo, 5, massimo 6 parole, ed una piccola porzione di testo, che faccia intendere di cosa parliamo, ma che non spieghi proprio tutto.

L’appetito vien leggendo
Ricollegandoci all’ultimo punto, è importante non lasciare che il nostro lettore si accontenti di ciò che ha letto in newsletter, bisogna stuzzicarlo, eventualmente provocarlo con alcune domande ed invogliarlo a scoprire cosa c’è di più, inserendo link al nostro sito.

L’erba del vicino è sempre più verde
Purché non si vada a “diffamare” altre realtà, perché non invogliare il lettore facendogli notare i nostri vantaggi rispetto alla concorrenza (nostra e anche sua)? Se, ad esempio, ci aspettiamo che tra i nostri lettori ci siano dei ristoratori o titolari di wine shop, perché non fargli capire subito i vantaggi di ottenere i nostri prodotti? Per farlo tramite una newsletter, occorrerà utilizzare domande brevi, magari retoriche o provocatorie, elenchi puntati (che contengano link a ciò che si cita) e immagini suggestive, con dei colori sgargianti, possibilmente che rimandino a quelli contenuti nel nostro logo o nella struttura del nostro sito.

Il saluto è importante, e non costa nulla
I saluti nelle email sono fondamentali, infatti i messaggi senza saluto hanno più possibilità di finire nello SPAM. La maggior parte dei client di posta elettronica mostra, oltre all’oggetto, anche alcune parole introduttive del contenuto della newsletter, perciò utilizzare dei saluti che abbiano un senso, senza essere troppo invadenti, ovvero cordiali, è un buon modo per iniziare.

Occhio vede e attenzione duole
La struttura del messaggio email non va mai data per scontata o trascurata. Negli anni sono state condotte parecchie ricerche su come le persone leggono i contenuti digitali, sia su siti web che nei messaggi email. I risultati mostrano che la maggior parte delle persone legge secondo il modello di lettura F, ovvero la legge di Fitts, un principio che descrive la meccanica umana che ha come scopo il movimento. Vale a dire, come la distanza e le dimensioni influenzano il tempo che serve a concentrarsi su una cosa. Inserire un titolo grande, o più titoli nel corpo del testo attira l’attenzione dello sguardo del destinatario, e lo fa rapidamente.

Concludere in bellezza
Secondo la legge di Hick, legge che prende il nome dallo psicologo inglese William Edmund Hicks, il tempo che si impiega per decidere dipende da quante possibilità si hanno a disposizione. Perciò, il modo migliore per concludere una newsletter è con la cosiddetta “chiamata all’azione”, un bottone colorato e ben visibile contenente un link diretto al nostro sito.

Lettura all’avanguardia
Sembrerà scontato, ma perché le newsletter abbiano ancora più efficacia, è necessario adattarle con la modalità layout “responsive”, ovvero la lettura per dispositivi mobili, in quanto un grandissimo numero di utenti apre la posta da cellulare.
Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
La seconda edizione del campus vendita: la palestra per i venditori di vino lunedi 20 agosto

Come fare a vendere più vino?

La seconda edizione del campus vendita: la palestra per i venditori di vino

Il Gruppo vitivinicolo ha ottenuto la certificazione SA 8000:2014 lunedi 20 agosto

Mondodelvino, un altro traguardo in tema di sostenibilità

Il Gruppo vitivinicolo ha ottenuto la certificazione SA 8000:2014

The Group obtains the certification standard, SA 8000:2014
monday 20 august

Mondodelvino achieves yet another objective towards sustainability

The Group obtains the certification standard, SA 8000:2014

Intervista allo staff di The Wine and More sulle potenzialità del vino italiano nel mercato croato
venerdi 17 agosto

Croazia: le importazioni crescono e l’Italia ha la strada spianata

Intervista allo staff di The Wine and More sulle potenzialità del vino italiano nel mercato croato

Noemi Mengo
Prossima tappa in Puglia il 13 e il 14 novembre 2018

Le Donne Del Vino e Wine People per la formazione sulla comunicazione, la vendita e la valorizzazione brand territoriali e sui Consorzi di tutela

Prossima tappa in Puglia il 13 e il 14 novembre 2018

Ultimi giorni per chiedere la borsa di studio per i campus Wine People mercoledi 15 agosto

Formarsi ad un prezzo agevolato

Ultimi giorni per chiedere la borsa di studio per i campus Wine People

Cos’è un Hospitality Manager e perché ha guadagnato importanza nel settore del vino? 
lunedi 13 agosto

Wine Talent: vi segnaliamo un Hospitality Manager

Cos’è un Hospitality Manager e perché ha guadagnato importanza nel settore del vino?

Le previsioni vendemmiali in Italia sono storicamente un rito dove difficilmente si esce da solito codice di comunicazione dove alla fine si tenta di salvare sempre tutto

Quello che non ci piace dire della vendemmia 2018

Le previsioni vendemmiali in Italia sono storicamente un rito dove difficilmente si esce da solito codice di comunicazione dove alla fine si tenta di salvare sempre tutto

La “bibbia del vino internazionale” ha selezionato il prodotto italiano realizzato in Sardegna tra tanti vini, scegliendolo per l’ottimo rapporto qualità prezzo
giovedi 09 agosto

Il Vermentino Aragosta è il vino della settimana per la rivista americana Wine Spectator

La “bibbia del vino internazionale” ha selezionato il prodotto italiano realizzato in Sardegna tra tanti vini, scegliendolo per l’ottimo rapporto qualità prezzo

giovedi 09 agosto

Casale del Giglio, produzione sostenibile nell'Agro Pontino

"La gente conosce il prezzo di tutte le cose, ma non conosce il valore di nessuna": la filosofia dell'azienda di proprietà di Antonio Santarelli

L’e-commerce va gestito in maniera molto diversa rispetto ai canali di distribuzione tradizionale e la figura classica dell’agente può trasformarsi in un grande limite nello sviluppo di questo modello di vendita che cresce a doppia cifra anno dopo anno giovedi 09 agosto

E-commerce? trattatelo da cliente direzionale

L’e-commerce va gestito in maniera molto diversa rispetto ai canali di distribuzione tradizionale e la figura classica dell’agente può trasformarsi in un grande limite nello sviluppo di questo modello di vendita che cresce a doppia cifra anno dopo anno

B.P.
I Vignaioli del Morellino di Scansano sono la prima cantina italiana a certificare un proprio vino con la nuova norma europea Product Environmental Footprint - PEF.
mercoledi 08 agosto

Dai Vignaioli del Morellino di Scansano, il primo vino con la certificazione europea PEF per la sostenibilità ambientale di prodotto

I Vignaioli del Morellino di Scansano sono la prima cantina italiana a certificare un proprio vino con la nuova norma europea Product Environmental Footprint - PEF.

Al via il Campus per diventare export manager del vino

Aspiranti Export Manager, il Wine People Campus vi aspetta!

Al via il Campus per diventare export manager del vino

Intervista a Silvia Baratta di Gheusis, agenzia di comunicazione specializzata nel settore enogastronomico
martedi 07 agosto

Comunicare con la stampa: questione di rispetto, ricerca e sensibilità

Intervista a Silvia Baratta di Gheusis, agenzia di comunicazione specializzata nel settore enogastronomico

Noemi Mengo
5StarWines featuring Wine Without Walls, the annual wine selection held in the lead-up to Vinitaly, has just released the online edition of its wine guide monday 06 august

Digital version of 5StarWines - the Book 2019 now online

5StarWines featuring Wine Without Walls, the annual wine selection held in the lead-up to Vinitaly, has just released the online edition of its wine guide

Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People. Date il vostro contributo e riceverete un omaggio molto utile! lunedi 06 agosto

Ritorna Wine Export Manager Day con un'indagine sull'export del vino

Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People. Date il vostro contributo e riceverete un omaggio molto utile!

We tasted for you Ricossa's Barolo Riserva DOCG 2009 saturday 04 august

Italian wines in the world: Ricossa's Barolo Riserva DOCG 2009

We tasted for you Ricossa's Barolo Riserva DOCG 2009

Abbiamo degustato per voi il Ricossa Barolo Riserva DOCG 2009 sabato 04 agosto

Italian wines in the world: Barolo Riserva DOCG 2009 di Ricossa

Abbiamo degustato per voi il Ricossa Barolo Riserva DOCG 2009

In preparazione della nostra seconda edizione di Wine Campus Impresa alcune riflessioni sui limiti attuali dell’imprenditoria vitivinicola italiana che a nostro parere sono da ascrivere più a limiti “culturali” che “dimensionali”

Essere imprenditori del vino oggi

In preparazione della nostra seconda edizione di Wine Campus Impresa alcune riflessioni sui limiti attuali dell’imprenditoria vitivinicola italiana che a nostro parere sono da ascrivere più a limiti “culturali” che “dimensionali”

Fabio Piccoli
Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!
venerdi 03 agosto

Partecipa al Tour Vietnam 2018: Ho Chi Minh ed Hanoi

Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!

Varietà e qualità del territorio gli elementi distintivi su cui puntare per affermare la Denominazione sempre più apprezzata a livello nazionale e internazionale venerdi 03 agosto

Francesco Mazzei alla guida del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana

Varietà e qualità del territorio gli elementi distintivi su cui puntare per affermare la Denominazione sempre più apprezzata a livello nazionale e internazionale