Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
mercoledi 19 giugno 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://events.editricetemi.com/events/WorkshopFood&Beverage/registrazione.html?idpg=497 Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi
martedi 08 settembre 2015

Focus USA: la rivoluzione parte dal riposizionamento qualitativo

Il mercato statunitense rappresenta il primo mercato mondiale per consumi assoluti di vino: nel 2014 le quantità complessivamente consumate hanno raggiunto i 31,5 milioni di ettolitri


Focus USA: la rivoluzione parte dal riposizionamento qualitativo

Gli Stati Uniti, con oltre 4 miliardi di euro di vino importati nel 2014, rappresentano il primo mercato mondiale di riferimento per gli operatori internazionali del settore. In questo eldorando del vino l’Italia è il primo partner commerciale rappresentando il 32% dell’import totale di vino nel Paese. Per affrontare questo complesso mercato è necessario un aggiornamento costante, perché di anno in anno cambiano le dinamiche con cui gli operatori sono chiamati ad interagire. A tal proposito abbiamo pensato di organizzare assieme a Wine Monitor, Nomisma, un corso che potesse fornire aggiornati e ricerche di mercato. Vi aspettiamo dunque al Focus USA, che si terrà il 25 settembre 2015 a Bologna nella sede di Wine Monitor (Strada Maggiore, 44 - 40125 Bologna). Ecco alcune anticipazioni interessanti per orientarsi preliminarmente. 

Negli Stati Uniti già da qualche anno è in atto un processo di riposizionamento qualitativo delle importazioni di vino. Questo ha un effetto sui vini che hanno più appeal nel mercato statunitense. Secondo le stime di Wine Monitor negli ultimi anni hanno più peso i vini fermi imbottigliati che coprono il 78% delle importazioni e gli spumanti il 17%; risulta invece più debole il peso degli sfusi (pari al 5% dell’import di vino nel 2014). 

Vediamo in questi tre segmenti di mercato quali sono i Paesi leader. L’Italia, tra i Paesi stranieri, la fa da padrona nel segmento dei vini fermi imbottigliati, che ha registrato nel 2014 una crescita del valore dell’import del +1,3%, mentre i volumi sono diminuiti con un conseguente aumento del prezzo medio del prodotto.Grande aumento nel 2014 delle vendite degli sparkling (10,5% in valore e 10,7% in volume). In tale comparto, nonostante la leadership spetti alla Francia (con una quota di mercato del 63%), i vini italiani hanno fatto segnare un andamento positivo arrivando nel 2014 a coprire il 27% dell’import del segmento. I frizzanti italiani infatti sono cresciuti soprattutto a discapito degli champagne francesi, caratterizzati da un posizionamento di prezzo mediamente superiore.

Il mercato statunitense rappresenta il primo mercato mondiale per consumi assoluti di vino: nel 2014 le quantità complessivamente consumate hanno raggiunto i 31,5 milioni di ettolitri. E i canali si vendita? Il 38% delle vendite di vino passa per la GDO e il 17% per l’on-trade, ma un ruolo importante ce l’hanno i negozi specializzati (1/5 delle vendite) infatti questo fenomeno è uno degli effetti della regolamentazione della vendita degli alcolici negli USA.

Quali sono i vini più venduti?
Tra i vini fermi il Cabernet Sauvignon è il vino rosso più venduto sul mercato USA con uno share del 26%, seguito dal Merlot (23%). Gli altri principali varietali sono il Pinot Noir e lo Shiraz. Mentre tra i bianchi il 47% delle vendite riguarda lo Chardonnay. Seguono, a distanza, Pinot Grigio (13%), Sauvignon Blanc (7%) e Riesling (5%).

Wine Monitor conclude l’analisi rilevando come le dinamiche positive che hanno caratterizzato il mercato statunitense del vino nell’ultimo periodo continueranno anche nei prossimi anni, benché a tassi di crescita più contenuti, grazie ad un contesto socio-economico favorevole: aumento del Pil e della popolazione e tasso di cambio dollaro/euro più favorevole. Si prevede soprattutto una crescita sostenuta dei consumi di vini in contesti informali e contraddistinti da prezzi accessibili, a scapito dei vini più costosi e sofisticati.
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Mercato del vino e denominazioni: documento strategico verrà proposto al Ministro Centinaio mercoledi 19 giugno 2019

Brexit: la filiera del vino incontra l'ambasciatore britannico Jill Morris

Mercato del vino e denominazioni: documento strategico verrà proposto al Ministro Centinaio

Abbiamo degustato per voi Montepulciano d'Abruzzo DOC di Cantina Wilma Il Vino di Donna Thieti mercoledi 19 giugno 2019

Italian wines in the world: Montepulciano d'Abruzzo DOC di Cantina Wilma Il Vino di Donna Thieti

Abbiamo degustato per voi Montepulciano d'Abruzzo DOC di Cantina Wilma Il Vino di Donna Thieti

È il quinto mercato al mondo per import di prodotti agroalimentari ed una meta di estremo interesse per l’export tricolore. Come potremmo non parlarne?
mercoledi 19 giugno 2019

Giappone: here we go again!

È il quinto mercato al mondo per import di prodotti agroalimentari ed una meta di estremo interesse per l’export tricolore. Come potremmo non parlarne?

Noemi Mengo
La nuova collezione propone i primi due gioielli: Müller Thurgau e Pinot Grigio martedi 18 giugno 2019

Mezzacorona lancia “MUSIVUM”, un progetto per valorizzare le eccellenze enologiche del territorio trentino

La nuova collezione propone i primi due gioielli: Müller Thurgau e Pinot Grigio

Suggerimenti sulle soft skills degli export manager nel loro habitat di caccia: la fiera internazionale del vino.
martedi 18 giugno 2019

Come essere vincenti in fiera

Suggerimenti sulle soft skills degli export manager nel loro habitat di caccia: la fiera internazionale del vino.

Dal 17 al 22 giugno al via la seconda edizione del roadshow b2b con 55 aziende espositrici e importatori da 12 province cinesi lunedi 17 giugno 2019

Vinitaly e ICE allargano la mappa del vino italiano in Cina

Dal 17 al 22 giugno al via la seconda edizione del roadshow b2b con 55 aziende espositrici e importatori da 12 province cinesi

L'Italia detiene il primato commerciale anche per il 2019 in Russia con una quota di mercato del 27% lunedi 17 giugno 2019

Solo Italiano: rinnovato l'evento IEM in Russia che esalta il vino italiano

L'Italia detiene il primato commerciale anche per il 2019 in Russia con una quota di mercato del 27%

We have tasted for you Vigna Dogarina's Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 monday 17 june 2019

Italian wines in the world: Vigna Dogarina's Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018

We have tasted for you Vigna Dogarina's Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018

Guardiamo al futuro dell’Amarone, in un’intervista ad Alberto Zenato, nuovo Presidente dell’Associazione Famiglie Storiche lunedi 17 giugno 2019

Amarone: deve vincere il territorio, dopo le associazioni

Guardiamo al futuro dell’Amarone, in un’intervista ad Alberto Zenato, nuovo Presidente dell’Associazione Famiglie Storiche

Noemi Mengo
Wine Meridian affianca le aziende del vino italiane sui mercati esteri venerdi 14 giugno 2019

Tour Internazionali: ecco il nostro calendario

Wine Meridian affianca le aziende del vino italiane sui mercati esteri

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori venerdi 14 giugno 2019

Torna Roséxpo il Salone Internazionale dei Vini Rosati

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole. venerdi 14 giugno 2019

Un percorso attraverso il tempo e lo spazio degli spumanti metodo classico

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole.

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano venerdi 14 giugno 2019

Più che cambio è rivoluzione generazionale

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano

Fabio Piccoli
Una collezione di risultati che non può non essere raccontata 
venerdi 14 giugno 2019

Cantina di Soave, un 2019 da record

Una collezione di risultati che non può non essere raccontata

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi venerdi 14 giugno 2019

Le potenzialità del "vulcano"

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi

Agnese Ceschi
Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 
giovedi 13 giugno 2019

Hong Kong International Wine and Spirits Fair, unisciti a noi!

Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 



sfondo_wm