Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
venerdi 22 marzo 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ italian wine academy Farina
venerdi 11 gennaio

Gotto D’Oro: il Lazio che rivendica la qualità in Italia e all'estero

La storica cantina sociale dei Castelli romani vuole andare oltre i preconcetti, per affermare la bontà e le potenzialità delle sue produzioni


Gotto D’Oro: il Lazio che rivendica la qualità in Italia e all'estero

Luigi Caporicci - Presidente di Gotto D'Oro


Per troppo tempo e troppo spesso il vino della regione Lazio è stato associato ad un vino di scarsa qualità, vino da tavola e non da grandi occasioni.
“L’obiettivo è invertire questa tendenza e far scoprire ai wine lovers di tutto il mondo che le denominazioni laziali sono denominazioni di qualità, e possiamo farlo solo investendo in una migliore comunicazione”. Ce lo ha spiegato
Luigi Caporicci, presidente di Gotto D’Oro, che in questa intervista ci ha raccontato l’azienda, la sua storia e l’obiettivo di elevare e rendere merito alla sua attività, una produzione di qualità, quella romana, che necessita di essere conosciuta, sfatando i falsi miti che la circondano.

Come è nata l’azienda?
Nasce dall’unione sapiente degli agricoltori di Marino, in provincia di Roma, sul finire della Seconda Guerra Mondiale, un momento storico in cui collocare il vino nella vicina Capitale era difficile a causa della forte crisi. Questi produttori decisero di unire le forze per cercare di allargare i propri orizzonti e provare a portare il vino dei Castelli Romani al di fuori dei confini, in tutta Italia e nel mondo. Così nacque l’azienda, nel 1945, composta da circa 40 agricoltori unitisi in cooperativa prendendo in gestione l’ex monopolio di Ciampino, andato distrutto durante la guerra, e rimesso in piedi per stabilire la sede della cantina.
Tra gli obiettivi dell’unione, quello di svincolarsi dai commercianti di zona che spesso dettavano regole scomode e andare oltre, portare i vini soprattutto nelle regioni del nord, quelle che ancora oggi per l’azienda sono strategiche: Veneto, Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna.

Che vini producete?
Sono tutti quelli dei castelli romani: Doc Frascati, Doc Marino, Doc Castelli Romani, Doc Roma e IGT Lazio. I nostri vigneti si estendono da Frascati fino a Coli e raccogliamo uve da circa 1400 ettari di vigneti: un grande polmone verde intorno alla Capitale, dove i nostri produttori coltivano le uve che verranno conferite.

Qual è il vino che maggiormente rappresenta la vostra realtà?
Sicuramente il vino per cui siamo conosciuti maggiormente è il Marino, tanto è vero che fino agli anni ’80 eravamo conosciuti più come “La Marino”, piuttosto che “Gotto D’Oro”. Però quell’identificativo, Marino, lo dobbiamo ringraziare, è per via della sua fama che siamo riusciti in pochi anni ad esportare negli USA fino a 2 milioni di galloni da 2 litri di Marino. Possiamo sicuramente considerarlo il nostro cavallo di battaglia, un vino a cui siamo legati e che ci ha resi orgogliosi di diversi riconoscimenti, fra cui quello di Luca Maroni per l’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Come descriverebbe l’azienda e la vostra filosofia?
Noi siamo una filiera corta, che consente al produttore di vedere le sue uve raccolte, trasformate, vinificate e consegnate in tutta Italia, dalle Alpi alla Sicilia.
Questa modalità ci ha permesso di far conoscere il nostro territorio e dare ai nostri agricoltori la certezza di poter conferire le uve senza sottostare alle leggi di mercato. Ci piace definirci “la certezza del contadino”.

In che mercati siete più presenti, e qual è la percentuale di export?
La percentuale di export attualmente è bassa, perché noi negli anni passati abbiamo puntato sull’Italia e non abbiamo curato molto l’export. La percentuale si aggira attorno al 7-8%. Però siamo presenti da sempre con continuità in Canada, in Germania, Inghilterra e negli USA, dove stiamo cercando di allargare il mercato, e in Cina, mercato interessante ma che ci dà alcune difficoltà.

Qual è attualmente la sfida più grande per voi, soprattutto all’estero?

La sfida maggiore è sfatare una leggenda che si è creata in questi anni, ovvero che il Lazio non sia una regione di grandi vini, che i Castelli Romani non ne producano di alta qualità e che le cantine sociali siano invece legate a vini di bassa qualità. Il nostro obiettivo è quello di andare oltre a questi preconcetti, dimostrando che i vini laziali hanno ottime carte da giocare, e che i nostri vini partono dal produttore e arrivano al consumatore, sono prodotti tracciabili, la cui qualità deve essere resa chiara. Certo, si tratta di uno sforzo grande, ma vogliamo vincere questo modo di pensare, in Italia e all'estero. 


Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019
venerdi 22 marzo

Milano Wine Week punta all'internazionalità

In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms. friday 22 march

Italian Wine Podcast: two years of “cin cin” with Italian wine people

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms.

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now! friday 22 march

World's Leading Wine Experts Share Tried and Tested Solutions to Mitigate Climate Change

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now!

Michele Shah
Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Donne e vino: più sensibili alla sostenibilità ma meno disposte a spendere

Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Fabio Piccoli
Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese giovedi 21 marzo

L'esplosione del biologico nel Regno Unito

Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese

Agnese Ceschi
General Manager mercoledi 20 marzo

Offerta di Lavoro

General Manager

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

mercoledi 20 marzo

Prowein 2019, una fiera didattica

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

Fabio Piccoli
L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse mercoledi 20 marzo

La figura del Business Coach nel mondo del vino: Chi è? A cosa serve?

L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse

Massimo Benedetti, Marketing and communication specialist
Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca martedi 19 marzo

ProWein 2019: buona la seconda (giornata)!

Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca

Agnese Ceschi e Noemi Mengo
Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese 
lunedi 18 marzo

ProWein 2019: deboli piogge, ma previste schiarite

Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese

Noemi Mengo e Agnese Ceschi
L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein domenica 17 marzo

ProWein here we go!

L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein

Agnese Ceschi
Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa 
sabato 16 marzo

ProWein: 3 punti chiave per fare il giusto ingresso in fiera

Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso saturday 16 march

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno sabato 16 marzo

Italian wines in the world: Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

venerdi 15 marzo

Il ritorno “silenzioso” ma prezioso della tipicità

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

Fabio Piccoli
Ettore Nicoletto, dal 2008 Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC, una delle denominazioni emergenti del panorama vitivinicolo nazionale. giovedi 14 marzo

Ettore Nicoletto, Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC.

Ettore Nicoletto, dal 2008 Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC, una delle denominazioni emergenti del panorama vitivinicolo nazionale.

Salvato dal fallimento uno dei marchi storici del Chianti, salvaguardato anche il futuro dei soci conferitori del soci di una delle più importanti cooperative giovedi 14 marzo

Tenute Piccini rilanciano il Geografico

Salvato dal fallimento uno dei marchi storici del Chianti, salvaguardato anche il futuro dei soci conferitori del soci di una delle più importanti cooperative

Fabio Piccoli


http://www.winemeridian.com/