Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
venerdi 22 marzo 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ italian wine academy Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Tebaldi

Grazie Riedel, ancora troppo inascoltato

Il contributo di Riedel, la nota casa di produzione di bicchieri, alla valorizzazione dei vini di qualità è ormai ampiamente riconosciuto, ma sono ancora troppi, anche tra gli addetti ai lavori, coloro che sottovalutano l’importanza della tipologia di bicchiere nell’esaltazione (o meno) delle caratteristiche di un vino


Grazie Riedel, ancora troppo inascoltato
Nei giorni scorsi abbiamo avuto a fortuna di partecipare a Verona alla degustazione della nota società produttrice di bicchieri austriaca Riedel, per “raccontare” ai numerosi partecipanti le relazioni tra alcune delle loro tipologie di bicchieri più noti e le caratteristiche di alcuni dei vini più importanti.
A guidare la degustazione Maximilian J. Riedel, dal 2013 presidente della notissima azienda di Kufstein (Austria), che rappresenta la 13a generazione di una famiglia che ha scritto la storia dei bicchieri di qualità nel mondo.
Maximilian già giovanissimo si era fatto notare per aver progettato la rivoluzionaria linea di bicchieri in cristallo senza stelo “O” e per aver dato ulteriore impulso all’immagine dell’azienda anche grazie ad una notevole capacità comunicativa.
Una capacità che si è ben evidenziata anche durante la degustazione di Verona che è stata veramente sorprendente e ha letteralmente conquistato i tanti partecipanti in gran parte ristoratori e sommelier.
La degustazione è stata l’ennesima dimostrazione di quanto incide la tipologia di un bicchiere nell’esaltazione (o meno) delle caratteristiche di un vino.
E’ impressionante quanto tuttoggi, nonostante i tanti sforzi sul piano della qualificazione dei vini, molta ristorazione, anche di qualità, ma anche tante imprese, consorzi, associazioni, nelle loro degustazioni ufficiali utilizzino bicchieri assolutamente non adeguati alle tipologie di vino che si vogliono “raccontare”.
Maximilian Riedel ha utilizzato cinque tipologie di calici di cinque diverse linee dell’assortimento: Performance, la nuova collezione lanciata nel 2018, Riedel Veritas, Fatto a Mano, Degustazione e Riedel Restaurant, in abbinamento ai vini, messi a disposizione da Gaja Distribuzione (che ricordiamo distribuisce i bicchieri Riedel in Italia): Puligny Montrachet 2015 (Jadot), Caroline’s Pinot Noir 2010 New Zeland (Ostler) e Magari 2016 (Ca’Marcanda), abbinato al cioccolato dello storico partner Lindt.
Lo scopo di questo “glass tasting”, che Maximilian Riedel, come ha sottolineato a Verona, realizza in tantissime parti del mondo, è proprio quello di dimostrare agli amanti delle buone bottiglie - e in questo caso ai professionisti della ristorazione - come il bicchiere sbagliato possa realmente “penalizzare” il vino che si sta bevendo, riducendone l’espressività sia al naso che al palato.
Ed è stato proprio così.
“Si tratta di una pura e semplice questione di fisica - ha spiegato Maximilian Riedel - ovvero dove il liquido cade sulla nostra lingua mentre beviamo, come e dove percepiamo i sapori. I vitigni portano nel proprio dna profili aromatici unici, contraddistinti ognuno da un determinato spessore della buccia e colore dell’acino, quantità di tannini, contenuto in zuccheri, intensità dell’acidità e della mineralità. Forma, dimensione, materiale, spessore e persino colore del bicchiere possono migliorare - o peggiorare, qualora sbagliati - il sapore del vino”.
E le differenze che si percepiscono tra una tipologia e l’altra di bicchiere sono veramente impressionanti al punto di arrivare a farti giudicare un vino di ottima qualità per nulla interessante, se non addirittura mediocre.
Un aspetto così evidente che ti fa riflettere molto riguardo a quante degustazioni tuttoggi, magari anche all’interno di panel di autorevoli critici enologici, avviene con bicchieri sbagliati, non adeguati.
A questo punto è fondamentale chiedersi come mai non si realizza una guida specifica al bicchiere ideale al fine di evitare che un vino prezioso finisca nel contenitore sbagliato.
Come pure è essenziale che almeno gli addetti ai lavori, sommelier, ristoratori, responsabili di consorzi di tutela, critici enologici, giornalisti del vino, wine blogger aumentino la loro competenza sul fronte bicchieri e lancino insieme una vera e propria campagna di sensibilizzazione su questo tema.

Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019
venerdi 22 marzo

Milano Wine Week punta all'internazionalità

In occasione di ProWein, svelato a Düsseldorf il concept dell’edizione 2019

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms. friday 22 march

Italian Wine Podcast: two years of “cin cin” with Italian wine people

On March 10th, 2019, the Italian Wine Podcast celebrated its second anniversary since its first weekly episodes were launched on dedicated digital platforms.

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now! friday 22 march

World's Leading Wine Experts Share Tried and Tested Solutions to Mitigate Climate Change

Climate change is a huge subject that touches everyone. Many of us cannot even conceive the dangers inflicted on our planet by climate change. Time is running out, we need to take charge now!

Michele Shah
Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Donne e vino: più sensibili alla sostenibilità ma meno disposte a spendere

Dall’indagine di Wine Intelligence emerge il ruolo delle donne nel consumo dei vini, sempre più vicino a quello dei maschi. Negli Usa preoccupante calo di consumatori abituali tra i più giovani

Fabio Piccoli
Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese giovedi 21 marzo

L'esplosione del biologico nel Regno Unito

Drink less, but drink better: il nuovo mantra del consumatore inglese

Agnese Ceschi
General Manager mercoledi 20 marzo

Offerta di Lavoro

General Manager

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

mercoledi 20 marzo

Prowein 2019, una fiera didattica

La manifestazione di Düsseldorf non solo rappresenta oggi la miglior “piazza” commerciale del vino nel mondo ma anche uno straordinario osservatorio per capire come si è evoluto e si sta evolvendo il settore vitivinicolo a livello mondiale

Fabio Piccoli
L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse mercoledi 20 marzo

La figura del Business Coach nel mondo del vino: Chi è? A cosa serve?

L’organizzazione aziendale ha spesso bisogno di un professionista esterno per valorizzare le proprie risorse

Massimo Benedetti, Marketing and communication specialist
Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca martedi 19 marzo

ProWein 2019: buona la seconda (giornata)!

Abbiamo girato per i padiglioni italiani alla ricerca delle impressioni dei produttori su questa edizione della nota kermesse tedesca

Agnese Ceschi e Noemi Mengo
Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese 
lunedi 18 marzo

ProWein 2019: deboli piogge, ma previste schiarite

Report dalla prima giornata di ProWein. Dal Business Report della fiera di Düsseldorf grande crescita in attrattività del mercato cinese

Noemi Mengo e Agnese Ceschi
L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein domenica 17 marzo

ProWein here we go!

L'intervista a Marius Berlemann, Global Head Wine & Spirits e direttore di ProWein

Agnese Ceschi
Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa 
sabato 16 marzo

ProWein: 3 punti chiave per fare il giusto ingresso in fiera

Ci prepariamo all’edizione 2019 della kermesse più attesa in Europa

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso saturday 16 march

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno sabato 16 marzo

Italian wines in the world: Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Abbiamo degustato per voi Solis Vis Monferrato Bianco DOC Timorasso di Tenuta Montemagno

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

venerdi 15 marzo

Il ritorno “silenzioso” ma prezioso della tipicità

Sembrava stata cancellata dal vocabolario del vino e invece mai come oggi si continua a parlare di tipicità e di quel legame straordinario tra il vino e la sua origine. Ma perché?

Fabio Piccoli
Ettore Nicoletto, dal 2008 Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC, una delle denominazioni emergenti del panorama vitivinicolo nazionale. giovedi 14 marzo

Ettore Nicoletto, Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC.

Ettore Nicoletto, dal 2008 Amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC, una delle denominazioni emergenti del panorama vitivinicolo nazionale.

Salvato dal fallimento uno dei marchi storici del Chianti, salvaguardato anche il futuro dei soci conferitori del soci di una delle più importanti cooperative giovedi 14 marzo

Tenute Piccini rilanciano il Geografico

Salvato dal fallimento uno dei marchi storici del Chianti, salvaguardato anche il futuro dei soci conferitori del soci di una delle più importanti cooperative

Fabio Piccoli


http://www.winemeridian.com/