Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
sabato 22 settembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Enartis Tebaldi Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it www.wine2wine.net www.ilvinocomunica.it Farina

Grazie Riedel, ancora troppo inascoltato

Il contributo di Riedel, la nota casa di produzione di bicchieri, alla valorizzazione dei vini di qualità è ormai ampiamente riconosciuto, ma sono ancora troppi, anche tra gli addetti ai lavori, coloro che sottovalutano l’importanza della tipologia di bicchiere nell’esaltazione (o meno) delle caratteristiche di un vino


Grazie Riedel, ancora troppo inascoltato
Nei giorni scorsi abbiamo avuto a fortuna di partecipare a Verona alla degustazione della nota società produttrice di bicchieri austriaca Riedel, per “raccontare” ai numerosi partecipanti le relazioni tra alcune delle loro tipologie di bicchieri più noti e le caratteristiche di alcuni dei vini più importanti.
A guidare la degustazione Maximilian J. Riedel, dal 2013 presidente della notissima azienda di Kufstein (Austria), che rappresenta la 13a generazione di una famiglia che ha scritto la storia dei bicchieri di qualità nel mondo.
Maximilian già giovanissimo si era fatto notare per aver progettato la rivoluzionaria linea di bicchieri in cristallo senza stelo “O” e per aver dato ulteriore impulso all’immagine dell’azienda anche grazie ad una notevole capacità comunicativa.
Una capacità che si è ben evidenziata anche durante la degustazione di Verona che è stata veramente sorprendente e ha letteralmente conquistato i tanti partecipanti in gran parte ristoratori e sommelier.
La degustazione è stata l’ennesima dimostrazione di quanto incide la tipologia di un bicchiere nell’esaltazione (o meno) delle caratteristiche di un vino.
E’ impressionante quanto tuttoggi, nonostante i tanti sforzi sul piano della qualificazione dei vini, molta ristorazione, anche di qualità, ma anche tante imprese, consorzi, associazioni, nelle loro degustazioni ufficiali utilizzino bicchieri assolutamente non adeguati alle tipologie di vino che si vogliono “raccontare”.
Maximilian Riedel ha utilizzato cinque tipologie di calici di cinque diverse linee dell’assortimento: Performance, la nuova collezione lanciata nel 2018, Riedel Veritas, Fatto a Mano, Degustazione e Riedel Restaurant, in abbinamento ai vini, messi a disposizione da Gaja Distribuzione (che ricordiamo distribuisce i bicchieri Riedel in Italia): Puligny Montrachet 2015 (Jadot), Caroline’s Pinot Noir 2010 New Zeland (Ostler) e Magari 2016 (Ca’Marcanda), abbinato al cioccolato dello storico partner Lindt.
Lo scopo di questo “glass tasting”, che Maximilian Riedel, come ha sottolineato a Verona, realizza in tantissime parti del mondo, è proprio quello di dimostrare agli amanti delle buone bottiglie - e in questo caso ai professionisti della ristorazione - come il bicchiere sbagliato possa realmente “penalizzare” il vino che si sta bevendo, riducendone l’espressività sia al naso che al palato.
Ed è stato proprio così.
“Si tratta di una pura e semplice questione di fisica - ha spiegato Maximilian Riedel - ovvero dove il liquido cade sulla nostra lingua mentre beviamo, come e dove percepiamo i sapori. I vitigni portano nel proprio dna profili aromatici unici, contraddistinti ognuno da un determinato spessore della buccia e colore dell’acino, quantità di tannini, contenuto in zuccheri, intensità dell’acidità e della mineralità. Forma, dimensione, materiale, spessore e persino colore del bicchiere possono migliorare - o peggiorare, qualora sbagliati - il sapore del vino”.
E le differenze che si percepiscono tra una tipologia e l’altra di bicchiere sono veramente impressionanti al punto di arrivare a farti giudicare un vino di ottima qualità per nulla interessante, se non addirittura mediocre.
Un aspetto così evidente che ti fa riflettere molto riguardo a quante degustazioni tuttoggi, magari anche all’interno di panel di autorevoli critici enologici, avviene con bicchieri sbagliati, non adeguati.
A questo punto è fondamentale chiedersi come mai non si realizza una guida specifica al bicchiere ideale al fine di evitare che un vino prezioso finisca nel contenitore sbagliato.
Come pure è essenziale che almeno gli addetti ai lavori, sommelier, ristoratori, responsabili di consorzi di tutela, critici enologici, giornalisti del vino, wine blogger aumentino la loro competenza sul fronte bicchieri e lancino insieme una vera e propria campagna di sensibilizzazione su questo tema.

Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Abbiamo degustato per voi l'Amarone della Valpolicella Classico DOCG 2012 sabato 22 settembre

Italian wines in the world: "I Coali" Amarone della Valpolicella Classico DOCG 2012 di Azienda Agricola Coali

Abbiamo degustato per voi l'Amarone della Valpolicella Classico DOCG 2012 "I Coali" di Azienda Agricola Coali

Il formato di colloqui speed dating ideato da Wine People e Vinitaly International per la quarta volta all’Hong Kong International Wine and Spirits Fair (HKIWSF) il 10 novembre 2018

Sei specializzato in mercati asiatici? #HireMeVinitaly ritorna ad Hong Kong per selezionare professionisti di mercato asiatico

Il formato di colloqui speed dating ideato da Wine People e Vinitaly International per la quarta volta all’Hong Kong International Wine and Spirits Fair (HKIWSF) il 10 novembre 2018

Secondo Wine Spectator il vino italiano è come Goldilocks (Riccioli d’Oro) la bambina della fiaba che tra i tre porridge da scegliere preferisce né quello troppo caldo né quello troppo freddo ma quello alla temperatura “giusta”

Il vino italiano è come Riccioli d’Oro

Secondo Wine Spectator il vino italiano è come Goldilocks (Riccioli d’Oro) la bambina della fiaba che tra i tre porridge da scegliere preferisce né quello troppo caldo né quello troppo freddo ma quello alla temperatura “giusta”

Fabio Piccoli
40 talenti junior internazionali hanno partecipato al Boot Camp organizzato da Allegrini presso la veronese Villa della Torre giovedi 20 settembre

Allegrini investe sui giovani

40 talenti junior internazionali hanno partecipato al Boot Camp organizzato da Allegrini presso la veronese Villa della Torre

Agnese Ceschi
Lo speed date dove domanda e offerta di figure per l’export del vino si incontrano, martedì 27 novembre a Wine2Wine 2018. 
giovedi 20 settembre

Alla ricerca di un Export Manager in azienda? Ritorna #HireMeVinitaly a Wine2Wine 2018

Lo speed date dove domanda e offerta di figure per l’export del vino si incontrano, martedì 27 novembre a Wine2Wine 2018. 

Mercoledì 28 novembre, durante Wine2Wine a Verona non perdere #HireMeVinitaly di Vinitaly International e Wine People, lo speed date per incontrare aziende alla ricerca di risorse umane
giovedi 20 settembre

Cerchi lavoro nel mondo del vino? A Wine2Wine 2018 ritorna #HireMeVinitaly!

Mercoledì 28 novembre, durante Wine2Wine a Verona non perdere #HireMeVinitaly di Vinitaly International e Wine People, lo speed date per incontrare aziende alla ricerca di risorse umane

La confidenza dei consumatori nella categoria del vino sta crescendo, guidata dall’esperienza economica e di consumo e, in generale, dal coinvolgimento crescente nel prodotto enologico, è quanto segnala l’ultimo report di Wine Intelligence. 
giovedi 20 settembre

UK Portrait 2018: La panoramica di Wine Intelligence sui consumatori di oggi nel Regno Unito

La confidenza dei consumatori nella categoria del vino sta crescendo, guidata dall’esperienza economica e di consumo e, in generale, dal coinvolgimento crescente nel prodotto enologico, è quanto segnala l’ultimo report di Wine Intelligence.

Aggiungetevi a noi il 4 e 5 marzo 2019 in occasione di Vinexpo New York, la Fiera Internazionale del vino e degli spirits, nella sua seconda edizione americana! giovedi 20 settembre

Partecipa a Vinexpo New York a marzo 2019 con Wine Meridian

Aggiungetevi a noi il 4 e 5 marzo 2019 in occasione di Vinexpo New York, la Fiera Internazionale del vino e degli spirits, nella sua seconda edizione americana!

Il video giovedi 20 settembre

Wine Spectator Video Contest 2018: primo premio al "corto" sulle Cantine Marchesi di Barolo

Il video "The Soul of Barolo" del regista Will Miceli trionfa al Wine Spectator Video Contest 2018

Praga, Varsavia e Kiev, le tappe del Consorzio Valpolicella. A Praga anche la prima lezione condotta da un Valpolicella Wine Specialist 
mercoledi 19 settembre

Riparte dall'Est Europa il Valpolicella 50 Anniversary Tour

Praga, Varsavia e Kiev, le tappe del Consorzio Valpolicella. A Praga anche la prima lezione condotta da un Valpolicella Wine Specialist

La relazione diretta con i consumatori finali e la disintermediazione delle vendite appare sempre di più il modello di commercializzazione dei vini nel futuro

Il Direct-To-Customer (DTC) è il futuro?

La relazione diretta con i consumatori finali e la disintermediazione delle vendite appare sempre di più il modello di commercializzazione dei vini nel futuro

Francesco Piccoli
Lo stilista Lorenzo Mossa gli dedica un abito di alta moda martedi 18 settembre

Il Soave Classico Superiore Rocca Sveva cambia nome e look

Lo stilista Lorenzo Mossa gli dedica un abito di alta moda

Ieri si è svolta a Verona la seconda edizione del Wine Export Manager Day, l’appuntamento dedicato alla figura dell’export manager del vino. 
Presentata l’indagine Wine People-Wine Meridian svolta interrogando aziende ed export manager sul delicato tema delle risorse umane nel mondo vinicolo

Wine Export Manager Day: quando gli export manager fanno network

Ieri si è svolta a Verona la seconda edizione del Wine Export Manager Day, l’appuntamento dedicato alla figura dell’export manager del vino. Presentata l’indagine Wine People-Wine Meridian svolta interrogando aziende ed export manager sul delicato tema delle risorse umane nel mondo vinicolo

Agnese Ceschi
Una classifica Top #8 dei migliori suggerimenti per promuovere alti riconoscimenti a livello internazionale
lunedi 17 settembre

Wine scores: come promuovere i punteggi ottenuti in 8 semplici passi

Una classifica Top #8 dei migliori suggerimenti per promuovere alti riconoscimenti a livello internazionale

Noemi Mengo
La Cantina maremmana presenta il nuovo logo, il nuovo sito e la nuova grafica delle etichette.

Nuova immagine per il Rigoloccio

La Cantina maremmana presenta il nuovo logo, il nuovo sito e la nuova grafica delle etichette.

Alcune anticipazioni sulle nostre due indagini che presenteremo all’Export Manager Day il prossimo 17 settembre a Verona

Export manager, se ci sei batti un colpo

Alcune anticipazioni sulle nostre due indagini che presenteremo all’Export Manager Day il prossimo 17 settembre a Verona

Fabio Piccoli
Carmelo Bonetta ci racconta l’azienda che gestisce e porta nel cuore 
venerdi 14 settembre

Baglio del Cristo di Campobello, un’azienda siciliana legata alla propria terra e ai propri ricordi

Carmelo Bonetta ci racconta l’azienda che gestisce e porta nel cuore

Ultimi posti per aderire all'evento dedicato ai produttori di biologico nella città danese giovedi 13 settembre

Organic Value vola a Copenhagen

Ultimi posti per aderire all'evento dedicato ai produttori di biologico nella città danese

I giovani talenti del mondo del vino si incontrano a Villa Della Torre, a Fumane (Verona), per il primo Allegrini Boot Camp. giovedi 13 settembre

Allegrini Boot Camp: i giovani talenti del vino si incontrano in Valpolicella

I giovani talenti del mondo del vino si incontrano a Villa Della Torre, a Fumane (Verona), per il primo Allegrini Boot Camp.

Abruzzo’s preeminent winegrower adds to its collection of prestigious national and international awards
thursday 13 september

Codice Citra: Montepulciano d’Abruzzo DOC tops the podium

Abruzzo’s preeminent winegrower adds to its collection of prestigious national and international awards

L'intervista al MW greco Yiannis Karakasis a proposito di vini italiani e non solo giovedi 13 settembre

Grecia, aperto e dinamico, il mercato del vino strizza l’occhio all’Italia

L'intervista al MW greco Yiannis Karakasis a proposito di vini italiani e non solo

Carmen Guerriero