Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
domenica 15 dicembre 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ cantamessa vini www.prosecco.wine http://www.colmello.it/ La Torraccia  www.cantinatollo.it Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca
martedi 12 novembre 2019

Hong Kong e Sud Est Asiatico: parola ai produttori

Le impressioni di alcuni dei produttori intervistati durante l'Hong Kong International Wine & Spirits Fair, che si conferma fiera di grande importanza per il vino italiano, porta di ingresso dell'area del Sud Est Asiatico


Hong Kong e Sud Est Asiatico: parola ai produttori

I produttori dello stand Wine Meridian ad Hong Kong


L’importanza di Hong Kong nell’economia del business del vino in tutto il Sud est asiatico è confermata non solo dai dati (di cui abbiamo parlato qui), ma anche dai produttori che hanno partecipato alla dodicesima edizione dell’Hong Kong International Wine & Spirits Fair. Un’edizione un pò più sottotono se ci focalizziamo solo sui numeri e sull'affluenza (del resto non ci si poteva aspettare altrimenti, visti i recenti ribaltamenti sociali che sta vivendo l’ex colonia britannica), ma di grande spessore per quanto riguarda la qualità dei contatti, come confermano i numerosi produttori intervistati. “Le premesse non erano buone, perché a causa dei disordini degli ultimi sei mesi si pensava che ci sarebbe stata poca affluenza, ma devo dire che la realtà è stata diversa. Abbiamo avuto un numero inferiore di visitatori, ma di qualità all’altezza di questa area geografica” ha confermato Paolo Clemente, Asia business manager dell’azienda Apollonio
Un mercato evoluto dunque quello di Hong Kong, un gate ideale, dove gli operatori si sono dimostrati competenti, al di sopra della media asiatica, e curiosi di scoprire la grande varietà delle proposte del vino italiano. “Questo mercato sta continuando a maturare e lo fa in maniera costante già da qualche anno. La maturazione riguarda sia la conoscenza dei vini italiani, che dei nostri vini toscani. Per noi è stata un’esperienza molto positiva che ci ha permesso di mettere qualche pedina in più in questo interessante mercato” ha spiegato Alessandro Mugnaioli de Il Drago e la Fornace. Anche secondo Paolo Lasagni di Bosco Viticultori “la fiera si è dimostrata al di sopra delle nostre aspettative, perché nonostante le premesse sono arrivati diversi operatori del Sud est asiatico da Paesi come Filippine, Vietnam e Laos”.
Giacomo Danese dell’azienda veronese Corte Moschina ha confermato che “questa fiera è un punto di riferimento per il mercato asiatico per noi produttori, perché convoglia operatori da Cina, Taiwan, Singapore, India e Vietnam. Sono mercati in forte fermento e stanno suscitando molto interesse. Siamo contenti di aver lavorato in armonia nello stand collettivo con altre aziende e abbiamo condiviso contatti e suggerimenti preziosi”.
La risposta degli operatori presenti è stata entusiastica, confermata dal nuovo VIA Vinitaly International Ambassador Jacopo Fanciulli: “L’Italia è arrivata ad Hong Kong mostrando il meglio di sé e soprattutto la sua grande varietà, che è il suo reale cavallo di battaglia”. Ogni produttore è riuscito infatti a veicolare messaggi più sofisticati e approfonditi riguardo ai propri vini, ai vitigni e alla regionalità. Massimiliano Apollonio, produttore pugliese, ha dichiarato ai nostri microfoni l’importanza di puntare sulla propria specificità regionale: “La Puglia continua a crescere in Asia. Abbiamo la fortuna di avere molti vitigni autoctoni che attirano la curiosità degli esperti e dei meno esperti. In questo mercato molto sofisticato come è Hong Kong l’eleganza del Negroamaro prende il sopravvento sulla rusticità e generosità del Primitivo. La storicità della nostra azienda e il continuare a credere nella Puglia e non seguire le mode del momento ci fa sicuramente procedere sempre diritti verso i nostri obiettivi”. Diamante Zulli, responsabile commerciale dell’azienda abruzzese Colle moro, ormai consolidata da tempo sul mercato di Hong Kong, ha dichiarato di continuare a puntare su questa fiera perchè: “nonostante quest’anno sia un momento particolare per Hong Kong, non possiamo negare che sia un hub per l’intero sud est asiatico, dove il vino italiano si sta molto espandendo. Dunque la porta di ingresso per la Cina su cui investire con assiduità”.
La fiera non è solo occasione preziosa di acquisire, consolidare o definire contatti e rapporti commerciali, ma è ancora di più un modo per affermare l’esigenza di una progettualità collettiva. “Vivere la fiera con questi produttori che hanno aderito alla nostra area collettiva e condividere con loro la progettualità in termini di export è per noi molto importante - ha spiegato il direttore commerciale di Wine Meridian Marco Fasoli presente in fiera. “La fiera ha un bacino di utenza importante nel sud est asiatico, questo ci ha permesso di valutare anche altre aree geografiche emergenti vicine ad Hong Kong, ma la cosa più importante è stata la vicinanza con i produttori, che hanno dimostrato di cercare una collaborazione che è quello che fino ad ora manca al nostro Paese per guardare al futuro del nostro export”. 
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Artigianalità, identità, ruralità ma anche monitoraggio di costi e margini, pianificazione strategica e sostenibilità economica. Il bilanciamento rappresenta la chiave di volta. sabato 14 dicembre 2019

Il successo? Un equilibrio tra pragmatismo e idealismo

Artigianalità, identità, ruralità ma anche monitoraggio di costi e margini, pianificazione strategica e sostenibilità economica. Il bilanciamento rappresenta la chiave di volta.

Emanuele Fiorio
Abbiamo degustato per voi il Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo sabato 14 dicembre 2019

Italian wines in the world: Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo

Abbiamo degustato per voi il Barolo DOCG del Comune di Barolo di Marchesi di Barolo

I programmi formativi di successo sono quelli in grado di creare un network di contatti tra mercato, media, influencer e consumatori. venerdi 13 dicembre 2019

Il segreto di un percorso formativo qualificante sono i legami personali. Community significa maggior apprendimento e visibilità

I programmi formativi di successo sono quelli in grado di creare un network di contatti tra mercato, media, influencer e consumatori.

Emanuele Fiorio
I consumatori nel mondo sono sempre meno fossilizzati su un’unica bevanda alcolica. Dobbiamo considerare un fatto positivo la fine delle “ideologie” nel mercato del vino? venerdi 13 dicembre 2019

Sempre più “laico” il mercato del vino

I consumatori nel mondo sono sempre meno fossilizzati su un’unica bevanda alcolica. Dobbiamo considerare un fatto positivo la fine delle “ideologie” nel mercato del vino?

Fabio Piccoli
La viticoltura eroica, negli ultimi anni al centro di forte interesse, è ben rappresentata in Italia dalla Valle d’Aosta, territorio che nonostante le grandi fragilità, si è reso protagonista di questo fenomeno mondiale. giovedi 12 dicembre 2019

Valle d’Aosta: avanguardia di una viticoltura tra terra e cielo

La viticoltura eroica, negli ultimi anni al centro di forte interesse, è ben rappresentata in Italia dalla Valle d’Aosta, territorio che nonostante le grandi fragilità, si è reso protagonista di questo fenomeno mondiale.

Giovanna Romeo
Concretezza, praticità, aggiornamento, confronto costante con la realtà del  settore vinicolo: questa è la sintesi della proposta WinePeople Campus.  giovedi 12 dicembre 2019

WinePeople Campus, formazione a contatto con le esigenze aziendali: “insegniamo quello che facciamo e facciamo quello che insegniamo”

Concretezza, praticità, aggiornamento, confronto costante con la realtà del settore vinicolo: questa è la sintesi della proposta WinePeople Campus.

Emanuele Fiorio
Dal Gruppo Veronafiere nasce la nuova fiera Wine to Asia, programmata dal 9 all'11 novembre 2020, con l'obiettivo di diventare un riferimento permanente per il Far East, mercato che vale, solo per il comparto vino, 6,4 miliardi di euro di import. giovedi 12 dicembre 2019

Nasce la società Shenzen Baina International Exhibitions per operare sul mercato cinese e asiatico

Dal Gruppo Veronafiere nasce la nuova fiera Wine to Asia, programmata dal 9 all'11 novembre 2020, con l'obiettivo di diventare un riferimento permanente per il Far East, mercato che vale, solo per il comparto vino, 6,4 miliardi di euro di import.

La Master of Wine Annette Scarfe esplora questo competitivo mercato, hub commerciale nel sud est asiatico giovedi 12 dicembre 2019

Singapore: tra accise e premium wines

La Master of Wine Annette Scarfe esplora questo competitivo mercato, hub commerciale nel sud est asiatico

Agnese Ceschi
Roberto Salis, Direttore Commerciale di Cantina Santa Maria La Palma, ci racconta origini e aneddoti del vino da “record” Aragosta 
giovedi 12 dicembre 2019

Linea Aragosta, un’etichetta storica dal futuro scintillante

Roberto Salis, Direttore Commerciale di Cantina Santa Maria La Palma, ci racconta origini e aneddoti del vino da “record” Aragosta

Abbiamo degustato per voi mercoledi 11 dicembre 2019

Italian wines in the world: "Reius" Amarone della Valpolicella Classico di Casa Vinicola Sartori

Abbiamo degustato per voi "Reius" Amarone della Valpolicella Classico di Casa Vinicola Sartori

Con il progetto “lieviti e terroir”, realizzato in collaborazione con Startogen e con StarFinn, Tinazzi investe sui lieviti autoctoni per la produzione di Corvina e Primitivo 2019 e sposa la causa della ricerca innovativa e della salvaguardia del proprio patrimonio microbiologico. mercoledi 11 dicembre 2019

"Innovazione tradizionale": Tinazzi punta sui lieviti autoctoni nella vendemmia 2019

Con il progetto “lieviti e terroir”, realizzato in collaborazione con Startogen e con StarFinn, Tinazzi investe sui lieviti autoctoni per la produzione di Corvina e Primitivo 2019 e sposa la causa della ricerca innovativa e della salvaguardia del proprio patrimonio microbiologico.

Ha risposto a questa domanda Jonas H Röjerman, Master of Wine e Responsabile Qualità Prodotto per il monopolio svedese, durante un'interessante simulazione di un tender. mercoledi 11 dicembre 2019

Come faccio a vincere un tender in Svezia?

Ha risposto a questa domanda Jonas H Röjerman, Master of Wine e Responsabile Qualità Prodotto per il monopolio svedese, durante un'interessante simulazione di un tender.

Agnese Ceschi
Tramutare le sciagure in opportunità: andata e ritorno dall’Inferno martedi 10 dicembre 2019

Yannick Benjamin, l’Araba Fenice dell’Hospitality

Tramutare le sciagure in opportunità: andata e ritorno dall’Inferno

Emanuele Fiorio
Considerazioni e consigli preziosi sul mercato cinese martedi 10 dicembre 2019

Ombre cinesi

Considerazioni e consigli preziosi sul mercato cinese

Graziano Molon
Viaggio negli eventi internazionali, quali sono le reali probabilità di successo? martedi 10 dicembre 2019

Evento B2B: un contenitore perfetto

Viaggio negli eventi internazionali, quali sono le reali probabilità di successo?

Lavinia Furlani
We have tasted for you Tenuta Montemagno's Invictus tuesday 10 december 2019

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's Invictus

We have tasted for you Tenuta Montemagno's Invictus

Un focus sulle strategie di costruzione del brand per misurare la propria forza sul mercato
martedi 10 dicembre 2019

Come si costruisce un brand?

Un focus sulle strategie di costruzione del brand per misurare la propria forza sul mercato

Noemi Mengo


WineMeridian