Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 21 aprile 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy http://www.varramista.it/it/ Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet
lunedi 28 maggio

I prezzi bassi spingono la Spagna sul fronte export

Con un volume nel 2017 di 22,8 milioni di ettolitri la Spagna si conferma il primo esportatore di vini al mondo davanti a Italia (21,6 milioni) e Francia (15 milioni). Ma è quest’ultima a detenere tuttoggi fortemente il primato in valore (9 miliardi di euro)


I prezzi bassi spingono la Spagna sul fronte export
In queste settimane stanno arrivando da varie fonti i dati conclusivi dell’andamento dell’export vitivinicolo nel 2017. Da questi dati emergono due elementi essenziali, per certi aspetti già da tempo noti: da un lato il consolidamento della Spagna come leader, in termini di volume, dell’export mondiale di vino sfiorando i 23 milioni di ettolitri; dall’altro il primato della Francia sul fronte dei valori con i suoi circa 9 miliardi di euro. L’Italia segue la Spagna in termini di volumi con circa 21,6 milioni di ettolitri.
Se guardiamo ai valori, l’Italia si colloca al 2° posto con i suoi circa 6 milioni di euro, seguita dalla Spagna al terzo posto con soli 2,8 miliardi di euro.
La Spagna, pertanto, evidenzia ancora una volta una forbice decisamente ampia tra volumi e valori, testimoniata ulteriormente dal prezzo medio del vino spagnolo esportato che nel 2017 si è attestato a 1,25 euro al litro, meno della metà di quello italiano (2,78 euro) e circa 1/5 di quello francese (6 euro). Ma i prezzi medi spagnoli sono anche inferiori a quelli di Australia e Cile e davanti, di poco, solo a quelli sudafricani che nel 2017 hanno registrato un prezzo medio di 1,23 euro al litro.
Risulta evidente, pertanto, il proseguire della politica di dumping del vino spagnolo sui mercati internazionali. Una politica che sicuramente sta spingendo i vini spagnoli in molti mercati, talvolta determinando una concorrenza non semplice anche per i vini italiani, ma che fa emergere delle perplessità rispetto allo sua sostenibilità economica anche nel prossimo futuro.
Su tale scelta difficile non andare con la memoria alle politiche di prezzo degli anni passati dell’Australia che hanno determinato una sorta di “bancarotta” del sistema vitivinicolo australiano (dalla quale solo ora, lentamente, si sta rialzando).
Riguardo a questa politica di prezzi bassi, recentemente Rafael del Rey, responsabile dell’Osservatorio economico del vino spagnolo ha dichiarato ad Euronews:”E’ vero che la Spagna rimane ancora indietro rispetto a Francia e Italia sul fronte del valore, ma questo perché questi due Paesi hanno maggiore esperienza di noi sui mercati internazionali”.
Non siamo così convinti che la differenza di comportamento sul fronte prezzi tra la Spagna e Francia e Italia sia da ascrivere solo alla maggiore “nostra” esperienza, riteniamo, infatti vi sia una politica strategica definita in gran parte del sistema vitivinicolo spagnolo. Consideriamo, a questo riguardo, lo stesso comportamento del vino italiano sui mercati internazionali ancora ben lontano dal garantire posizionamenti adeguati.
La domanda da porsi, pertanto, è quanto queste politiche di prezzo siano il frutto della sommatoria dell’incapacità di molte imprese spagnole, ma anche italiane, australiane, cilene, sudafricane, di sostenere adeguatamente il loro posizionamento, la loro reputazione, o quanto, invece, sia frutto di strategie precise in particolare delle imprese industriali, degli imbottigliatori.
E’ indubbio che parte del basso posizionamento dei vini spagnoli sui mercati internazionali è da ascrivere alla sua ancora forte produzione di vini sfusi che lo scorso anno ha rappresentato più della metà (12,6 milioni di hl) del vino spagnolo venduto.

Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
We have tasted for you Azienda Ronco Margherita's Ribolla Gialla saturday 20 april

Italian wines in the world: Azienda Ronco Margherita's Ribolla Gialla

We have tasted for you Azienda Ronco Margherita's Ribolla Gialla

Abbiamo degustato per voi Ribolla Gialla dell'Azienda Ronco Margherita sabato 20 aprile

Italian wines in the world: Ribolla Gialla dell'Azienda Ronco Margherita

Abbiamo degustato per voi Ribolla Gialla dell'Azienda Ronco Margherita

The famous Italian winery Dal Forno signs an exclusive distribution agreement: one bottle out of six is going to China friday 19 april

Export: Dal Forno’s Amarone conquers China

The famous Italian winery Dal Forno signs an exclusive distribution agreement: one bottle out of six is going to China

Federica Lago
Nel 2007 il valore del mercato del vino a livello mondiale era di circa 147 miliardi di dollari, nel 2018 ha superato i 198 miliardi e nel 2022 si prevede raggiungerà i 207 miliardi di dollari. Ma chi sono coloro che stanno guidando questa crescita e i protagonisti delle evoluzioni di futuro?

Il mercato del vino va bene, ma per chi?

Nel 2007 il valore del mercato del vino a livello mondiale era di circa 147 miliardi di dollari, nel 2018 ha superato i 198 miliardi e nel 2022 si prevede raggiungerà i 207 miliardi di dollari. Ma chi sono coloro che stanno guidando questa crescita e i protagonisti delle evoluzioni di futuro?

Fabio Piccoli
Wine Export Manager Overseas (USA, Canada, Far East) venerdi 19 aprile

Offerta di lavoro

Wine Export Manager Overseas (USA, Canada, Far East)

Domenica 19 maggio 2019, a Tenuta Frassanelle in provincia di Padova, l'evento dedicato ai vini vulcanici aperto dalla masterclass del MW John Szabo giovedi 18 aprile

Vulcanei: il più grande banco d'assaggio di vini da suolo vulcanico

Domenica 19 maggio 2019, a Tenuta Frassanelle in provincia di Padova, l'evento dedicato ai vini vulcanici aperto dalla masterclass del MW John Szabo

Domenica 12 e lunedì 13 maggio al via la prima edizione dell'evento biennale dedicato alla cultura vitivinicola del territorio e al suo vitigno principe giovedi 18 aprile

A Incontri Rotazioni 2019 protagonisti il Teroldego e i vini di Borgogna

Domenica 12 e lunedì 13 maggio al via la prima edizione dell'evento biennale dedicato alla cultura vitivinicola del territorio e al suo vitigno principe

Dal Forno sigla un accordo di distribuzione in esclusiva: una bottiglia su sei andrà in Cina.
giovedi 18 aprile

Export: l'Amarone di Dal Forno alla conquista della Cina

Dal Forno sigla un accordo di distribuzione in esclusiva: una bottiglia su sei andrà in Cina.

Federica Lago
Dal 23 aprile 2019 saranno disponibili due percorsi on-line: iscriviti alla lista d’attesa, i posti sono limitati!

Campus Online la formazione di WinePeople per tutti e ovunque

Dal 23 aprile 2019 saranno disponibili due percorsi on-line: iscriviti alla lista d’attesa, i posti sono limitati!

Maria Bandolin
Appuntamento in Russia il 31 maggio e il 1 giugno per i 25 anni di Simple Group mercoledi 17 aprile

Nuove opportunità in Russia: Simple Group racconta tendenze e prospettive di business

Appuntamento in Russia il 31 maggio e il 1 giugno per i 25 anni di Simple Group

A maggio due tappe per connettere le aziende di vino biologico ai mercati strategici di Svezia e Finlandia mercoledi 17 aprile

Organic Value: ultimi posti per il tour scandinavo nel mondo del vino biologico

A maggio due tappe per connettere le aziende di vino biologico ai mercati strategici di Svezia e Finlandia

Una Sicilia del vino nuova e diversa, la loro, ma sempre fedele a sé stessa. mercoledi 17 aprile

Cantine Settesoli, il vino salverà Selinunte

Una Sicilia del vino nuova e diversa, la loro, ma sempre fedele a sé stessa.

Carmen Guerriero
La Svezia si conferma un porto sicuro per il vino italiano nei prossimi anni. Bollicine, rosé e bianchi sono tra i favoriti, grazie al loro “healty style”. 
mercoledi 17 aprile

L’export tricolore sfreccia alto nei cieli svedesi

La Svezia si conferma un porto sicuro per il vino italiano nei prossimi anni. Bollicine, rosé e bianchi sono tra i favoriti, grazie al loro “healty style”.

Noemi Mengo
Due tappe, Mosca il 17 giugno e San Pietroburgo il 19 giugno 2019, per scoprire il mercato ed incontrare le sue figure chiave 
mercoledi 17 aprile

Partecipa alla tappa in Russia con Wine Meridian e Simply Italian Great Wines

Due tappe, Mosca il 17 giugno e San Pietroburgo il 19 giugno 2019, per scoprire il mercato ed incontrare le sue figure chiave

Il 22 e 23 maggio Wine Meridian ritorna in partnership con Wonderfud per la nuova tappa a Singapore 
mercoledi 17 aprile

Ultimi posti per il tour Singapore: agenda con b2b organizzati e masterclass

Il 22 e 23 maggio Wine Meridian ritorna in partnership con Wonderfud per la nuova tappa a Singapore

Abbiamo degustato per voi il Soave DOC Classico di Cantina del Castello mercoledi 17 aprile

Italian wines in the world: Soave DOC Classico di Cantina del Castello

Abbiamo degustato per voi il Soave DOC Classico di Cantina del Castello



sfondo_wm