Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 21 febbraio 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go Vigna Belvedere https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ www.prosecco.wine  www.cantinatollo.it pradellaluna.com catullio.it Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs
mercoledi 06 novembre 2019

Identità e consapevolezza per essere imprenditori riconoscibili in un Mercato-Puzzle da 45730 pezzi!

Recensione libro “Essere imprenditori del vino oggi” di Fabio Piccoli e Fabio Tavazzani


Identità e consapevolezza per essere imprenditori riconoscibili in un Mercato-Puzzle da 45730 pezzi!
Un libro che non può mancare sulla “tavolo di lavoro” di un vero imprenditore del vino che desidera “essere” imprenditore più che farlo!
Nel testo viene fatta un’attenta analisi dell’evoluzione del mercato vitivinicolo con lo sguardo di chi questa realtà l’ha vissuta e la vive “dall’interno”, ma soprattutto vengono messi in evidenza tutti gli aspetti necessari a sviluppare le adeguate capacità imprenditoriali per affrontare le evoluzioni degli ultimi anni. Aspetti significativi colti da chi con queste “capacità” si confronta proprio in un ambito di consulenza e formazione, nel quale emergono gravi problematiche.
Scrivono gli autori: «Per questa ragione riteniamo che il principale problema allo sviluppo dell’imprenditorialità vitivinicola italiana sia legato a limiti “culturali” più che “dimensionali”»

Si parla di una realtà dove “sopravvive ancora l’idea che l’intuito” basti per un imprenditore, quando invece essere realmente competitivi significa avere una competente visione della realtà e della propria identità aziendale.
Il libro è uno strumento efficace per iniziare a porsi “le giuste domande”, per mettere “ordine” e iniziare a conoscer-si e conoscere il proprio modo di fare impresa, per riuscire così a fare riflessioni utili e svolgere al meglio il proprio ruolo.

Temi centrali quindi, identità e visione aziendale.

Leggiamo:
«Impossibile pensare concretamente allo sviluppo della propria azienda se non si parte da una chiara identità produttiva in cui riconoscersi e attraverso cui farsi riconoscere. Allo stesso tempo è indispensabile comprendere e confrontarsi con il mercato per riuscire a costruire una visione aziendale forte, credibile e quindi anche competitiva»

Dati, tabelle e informazioni non vengono semplicemente riportati al fine di un “mero indottrinamento”, ma vengo calati nel loro concreto utilizzo quotidiano e riassunti per permettere ai nostri manager di focalizzarsi sugli elementi essenziali al proprio lavoro.
Nella lettura ritroviamo le dieci informazioni chiave che ogni imprenditore del vino deve conoscere e una vera e propria panoramica delle attività e figure con le quali dovrà, o almeno secondo gli autori dovrebbe, affrontare il mercato, anche internazionale.

I valori di questo volume sono sicuramente mettere in risalto i punti più nodali di questa professione e non quelli già “raccontati”, far conoscere le ragioni dei problemi che l’imprenditore riscontra nel suo lavoro e che spesso ignora, ma soprattutto le diverse soluzioni per cambiare il passo e condurre con una chiara visione la propria impresa, a fronte dei forti cambiamenti del settore vitienologico.

Appare evidente che al centro del successo o meno di un’impresa del vino ci sia “la consapevolezza” dell’imprenditore, cosa magari nella norma per altre realtà, ma invece un’assoluta novità nelle “famigliari imprese vitivinicole”.
“La situazione si complica maledettamente, preconizzando disastri annunciati quando le attività di marketing, vendita e gestione sono interpretate come un male necessario da delegare a personaggi terzi dotati di poteri miracolosi, salvo scoprire presto e con grande amarezza, che i miracoli sono merce assai rara! In pratica e indipendentemente dalle propensioni personali, l’imprenditore deve rendersi conto di avere la responsabilità complessiva della gestione e capire che non può sottrarsi dall’organizzare e controllare una parte dei processi aziendali accampando l’alibi del poco tempo disponibile o della scarsa propensione a certe materie: è un alibi che non regge. ..quali sono le soluzioni a un problema così complesso? Non esiste una soluzione unica ma quattro pilastri su cui ogni imprenditore può costruire la propria soluzione: formazione, delega, gestione e controllo”

La lettura aiuta il lettore a comprendere cosa significa saper gestire un’azienda, ossia attribuire la delega ed esercitare il controllo.

Il punto su cui è necessario “lavorare” è la forte resistenza dell’imprenditore, che in alcuni casi diventa quasi un “tabù”, a chiedere il supporto professionale ad altri esperti, dal marketing al valido enologo.

“Non siamo più nelle condizioni di scegliere: la crescente complessità del business del vino non lascia intravedere un futuro per i produttori che non sono preparati alla gestione e non sono consapevoli del ruolo, per coloro che non vogliono sfruttare i vantaggi delle reti d’impresa e condividere l’opportunità di mettere in comune i fattori produttivi”

Riga dopo riga si comincia a comprendere che “maggiori sono le informazioni che si possiedono sul settore vino, superiori saranno le capacità nelle scelte imprenditoriali, ma cosa più importante, che possedere un’informazione non significa essere in grado di tradurla ma serve un’adeguata competenza.

Il lavoro dell’imprenditore del vino è alquanto articolato, è fatto di molteplici relazioni e aspetti da considerare, e il libro si presenta come un valido contributo alla “costruzione della nuova classe dirigente del vino italiano”.


Per acquistare clicca qui



Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Mentre il settore delle bevande alcoliche si sta diversificando sempre di più cercando di intercettare il maggior numero di tipologie di consumatori, il comparto del vino si concentra troppo solo nella categoria dei consumatori “ad alta frequenza”.
venerdi 21 febbraio 2020

Il vino ha bisogno estremo di nuovi consumatori

Mentre il settore delle bevande alcoliche si sta diversificando sempre di più cercando di intercettare il maggior numero di tipologie di consumatori, il comparto del vino si concentra troppo solo nella categoria dei consumatori “ad alta frequenza”.

Fabio Piccoli
Il tour UNIT WINE TOUR - Mission Asia 2020 sbarca ad Almaty il 26 giugno per un evento b2b che coinvolge player anche dei Paesi limitrofi dell'Eurasia. venerdi 21 febbraio 2020

Kazakhstan: centro commerciale e di transito dell’Asia Centrale, un ponte tra Europa e Asia

Il tour UNIT WINE TOUR - Mission Asia 2020 sbarca ad Almaty il 26 giugno per un evento b2b che coinvolge player anche dei Paesi limitrofi dell'Eurasia.

Alla Stazione Leopolda di Firenze il Gallo Nero conferma il trend positivo della denominazione. Fatturato in aumento e grande risalto per le tipologie “premium”. giovedi 20 febbraio 2020

Vento in poppa per il Chianti Classico

Alla Stazione Leopolda di Firenze il Gallo Nero conferma il trend positivo della denominazione. Fatturato in aumento e grande risalto per le tipologie “premium”.

Giovanna Romeo
Il team di Wine Meridian sarà felice di incontrarti a Prowein: fissa ora un appuntamento per confrontarti con noi. giovedi 20 febbraio 2020

Piano Business di successo per il 2020: parliamone a Prowein dal 15 al 17 marzo!

Il team di Wine Meridian sarà felice di incontrarti a Prowein: fissa ora un appuntamento per confrontarti con noi.

Cristian Fanzolato
Wine Meridian premia le migliori idee di comunicazione e promozione del vino italiano. Aspettiamo le vostre “storie”, diteci cosa fate per promuovere e comunicare il vostro vino. giovedi 20 febbraio 2020

Partecipa al concorso gratuito "Il Meridiano del vino"

Wine Meridian premia le migliori idee di comunicazione e promozione del vino italiano. Aspettiamo le vostre “storie”, diteci cosa fate per promuovere e comunicare il vostro vino.

Cristian Fanzolato
La cooperativa del Sannio aderisce alla rete di cooperative dell'eccellenza italiana. giovedi 20 febbraio 2020

La Guardiense entra a far parte di The Wine Net

La cooperativa del Sannio aderisce alla rete di cooperative dell'eccellenza italiana.

Agnese Ceschi
La formazione nel mondo del vino alza il tiro incontrando docenti esperti di Export Multibrand, English for wineries, Cina, Vendita Italia e Hospitality. giovedi 20 febbraio 2020

I seminari di Wine Meridian: due giorni full immersion con focus specifici

La formazione nel mondo del vino alza il tiro incontrando docenti esperti di Export Multibrand, English for wineries, Cina, Vendita Italia e Hospitality.

Cristian Fanzolato
Futuro Responsabile Imbottigliamento. mercoledi 19 febbraio 2020

Offerta di lavoro

Futuro Responsabile Imbottigliamento.

Successo del World Tour organizzato dal Consorzio tutela vini Oltrepò Pavese.
mercoledi 19 febbraio 2020

La sfida internazionale dell’Oltrepò Pavese

Successo del World Tour organizzato dal Consorzio tutela vini Oltrepò Pavese.

La prima tappa del tour UNIT WINE TOUR 2020 sarà a Baku, capitale del Paese più importante per il Made in Italy del Caucaso meridionale. mercoledi 19 febbraio 2020

Azerbaijan: snodo strategico tra Asia ed Europa

La prima tappa del tour UNIT WINE TOUR 2020 sarà a Baku, capitale del Paese più importante per il Made in Italy del Caucaso meridionale.

Arconvert offre visibilità gratuita alle cantine attraverso i suoi strumenti di marketing e il concorso internazionale Fedrigoni TOP AWARD.
mercoledi 19 febbraio 2020

L'era dell'immagine digitale aiuta a promuovere il prodotto

Arconvert offre visibilità gratuita alle cantine attraverso i suoi strumenti di marketing e il concorso internazionale Fedrigoni TOP AWARD.

Se siete alla ricerca di Risorse umane per l’export, incontrate i responsabili di WinePeople a Prowein. Un’occasione per visionare il “Book degli Export Manager”

Come trovare risorse umane profilate per la tua azienda

Se siete alla ricerca di Risorse umane per l’export, incontrate i responsabili di WinePeople a Prowein. Un’occasione per visionare il “Book degli Export Manager”

Andrea Pozzan
La proposta da parte di Unione Italiana Vini e Alleanza della Cooperative è stata ben accolta dal Consorzio delle Venezie doc ma adesso è necessario definire in maniera concreta un piano di sviluppo del Pinot Grigio italiano sia in termini di qualificazione produttiva che di promozione della sua immagine

Bene la gestione coordinata del Pinot Grigio e poi?

La proposta da parte di Unione Italiana Vini e Alleanza della Cooperative è stata ben accolta dal Consorzio delle Venezie doc ma adesso è necessario definire in maniera concreta un piano di sviluppo del Pinot Grigio italiano sia in termini di qualificazione produttiva che di promozione della sua immagine

Fabio Piccoli
Logistica, commercializzazione, formazione e tendenze di mercato: quando l’unione fa la forza. mercoledi 19 febbraio 2020

Premium Wine Selection, compagine d’eccellenza nella distribuzione

Logistica, commercializzazione, formazione e tendenze di mercato: quando l’unione fa la forza.

Emanuele Fiorio
Le dichiarazioni del Presidente Manetti martedi 18 febbraio 2020

Chianti Classico Collection 2020 si chiude con numeri record

Le dichiarazioni del Presidente Manetti

Si crea in America un polo distributivo trainato dal Pinot Grigio e dall'Amarone. martedi 18 febbraio 2020

Masi e Santa Margherita USA: accordo tra due top player dei vini italiani

Si crea in America un polo distributivo trainato dal Pinot Grigio e dall'Amarone.



WineMeridian