Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 28 febbraio 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go Vigna Belvedere https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ www.prosecco.wine  www.cantinatollo.it pradellaluna.com catullio.it cantina settesoli mossi 1558 Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza WineNet CVA Canicatti
lunedi 30 settembre 2019

Il contratto deve esistere nei rapporti commerciali internazionali

Verità e falsi miti sul contratto di distribuzione internazionale. Perché è essenziale farne ricorso?


Prevenire è molto meglio che curare. Questa è la filosofia alla base dell’intervento di Marco Giuri, avvocato esperto di contrattualistica internazionale e titolare di Studio Giuri, durante il Wine Manager Day 2019.
“Il contratto deve esistere, perché se noi non lo facciamo il rischio è di cadere soggetti alla legislazione del luogo del distributore che spesso non è così vantaggiosa per le aziende italiane.
La cosa più importante è che il contratto sia equo e tenda a migliorare il business” ha esordito l’avvocato Giuri durante il suo interessante intervento a FICO - Eataly World a Bologna.
Quotidianamente le aziende vinicole si trovano a dover scegliere che tipo di rapporto commerciale avere con i partner internazionali, con i quali però a differenza di quelli nazionali intervengono possibile complicazioni legali date dalla presenza di due ordinamenti giuridici, quello dell’azienda stessa e quello del partner, che a volte possono risultare divergenti.
Dunque, in caso di controversia, quale ordinamento va applicato?
Secondo l’intervento dell’avvocato Giuri spesso si presenta il caso di applicazione della legislazione del luogo del partner commerciale e spesso questa può risultare molto svantaggiosa per l’azienda italiana.
Come fare quindi?
“Stipulando sempre un contratto che disciplini la relazione commerciale; che sia più o meno lungo, purché esita. Dobbiamo sgombrare la testa dall’equivoco che se non abbiamo fatto un contratto siamo più liberi. Non è così! Non avere un contratto rende più deboli” spiega Giuri.

Cosa è necessario fare?
"Regolamentare il rapporto in maniera precisa e puntuale, in modo tale da: evitare lacune nella disciplina del rapporto; evitare o comunque ridurre al minimo la possibilità di insorgenza di controversie legate all'interpretazione del testo contrattuale; evitare sorprese, soprattutto in fase di risoluzione del rapporto” aggiunge Giuri.

Parlando di contenuti andiamo a capire bene quali sono quindi, le clausole suggerite da inserire nel contratto di concessione di vendita (o distribuzione) internazionale?

1) Oggetto del contratto: indicazione esatta dei prodotti contrattuali e delle eventuali esclusioni.
2) Territorio contrattuale.
3) Esclusiva: è prevista o no? Previsione di eventuali esclusioni, dunque citando i clienti serviti direttamente.
4) Obblighi delle parti: è necessario dettagliare gli obblighi di entrambe le parti in maniera analitica
5) Autorizzazione o meno alla sub-distribuzione.
6) Durata e meccanismi di rinnovo tacito.
7) Regolamentazione delle attività promozionali: la società di distribuzione compartecipa alle spese promozionali?
8) Target di acquisto e di rivendita: è importante fissare obiettivi minimi in termini di ordini e in termini di esaurimento della merce.
9) Marchi: regolamentazione puntualmente dell'uso dei marchi di proprietà del produttore/ fornitore, con grande attenzione ad alcuni Paesi come la Cina.
10) Cause di risoluzione: elenco degli inadempimenti che comportano la risoluzione ed eventuali penali.
11) Indennità di fine rapporto: è consigliato escluderle, soprattutto se il contratto non è soggetto alla legge italiana.
12) Conseguenze in caso di risoluzione: gestione dello stock, uso marchi…
13) Legge applicabile e foro competente.

In estrema sintesi: il contratto è un elemento importante, se non fondamentale nelle relazioni commerciali internazionali, perché consente di sviluppare il business. “Dobbiamo preoccuparci del vino, che è un prodotto particolare, di un marchio, che è quello dell’azienda e dell’immagine del made in Italy. Il contratto è occasione per sviluppare il business, purché non venga vissuto come un limite” conclude Giuri.


http://www.studiogiuri.it
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Nel Customer Comunication Report, realizzato da Twilio, emerge come 7 aziende su 10 pensano di comunicare efficacemente con i propri clienti, ma solo 2 su 10 consumatori sono d’accordo
venerdi 28 febbraio 2020

Ma i consumatori sono soddisfatti della comunicazione delle aziende?

Nel Customer Comunication Report, realizzato da Twilio, emerge come 7 aziende su 10 pensano di comunicare efficacemente con i propri clienti, ma solo 2 su 10 consumatori sono d’accordo

Fabio Piccoli
Oltre 5 miliardi di perdite, turismo già in difficoltà, PIL 2020 stimato a -0,1%: a rischio 15mila aziende e 60mila posti di lavoro. giovedi 27 febbraio 2020

Coronavirus e stime PIL Italia, tutti concordi sarà recessione

Oltre 5 miliardi di perdite, turismo già in difficoltà, PIL 2020 stimato a -0,1%: a rischio 15mila aziende e 60mila posti di lavoro.

Emanuele Fiorio
I nemici da affrontare nel 2020? A parte le guerre commerciali e la situazione politica, il vino dovrà fare i conti con un surplus di prodotto, con la fine della premiumizzazione e nuove generazioni che non interagiscono come sperato. giovedi 27 febbraio 2020

Le previsioni 2020 nel mercato americano

I nemici da affrontare nel 2020? A parte le guerre commerciali e la situazione politica, il vino dovrà fare i conti con un surplus di prodotto, con la fine della premiumizzazione e nuove generazioni che non interagiscono come sperato.

Agnese Ceschi
I produttori che verranno a Vilnius il 22 e 23 maggio troveranno una porta aperta verso i Paesi Baltici e la Bielorussia giovedi 27 febbraio 2020

Un viaggio alla scoperta del promettente mercato lituano

I produttori che verranno a Vilnius il 22 e 23 maggio troveranno una porta aperta verso i Paesi Baltici e la Bielorussia

Traduzione di un articolo di Michele Shah
Un approfondimento di due giornate per affrontare al meglio il “nuovo” mercato italiano del vino giovedi 27 febbraio 2020

Seminari Wine Meridian 2020: 18 e 19 giugno focus Vendita Italia

Un approfondimento di due giornate per affrontare al meglio il “nuovo” mercato italiano del vino

Cristian Fanzolato
Dal 22 al  23 maggio in Lituania, un mercato dinamico dove l’interesse per i vini italiani è sempre più grande. giovedi 27 febbraio 2020

Vyno Dienos 2020: partecipa con Wine Meridian ad uno dei principali appuntamenti dedicati al vino nell’est Europa

Dal 22 al 23 maggio in Lituania, un mercato dinamico dove l’interesse per i vini italiani è sempre più grande.

Cristian Fanzolato
Decisione concertata con le principali associazioni di settore, il presidente della Regione del Veneto ed il sindaco di Verona. Il dg Mantovani: «Il settore vino sia svolta positiva per il Paese». mercoledi 26 febbraio 2020

Veronafiere: Vinitaly conferma la data nella terza decade di Aprile 2020 (19/22)

Decisione concertata con le principali associazioni di settore, il presidente della Regione del Veneto ed il sindaco di Verona. Il dg Mantovani: «Il settore vino sia svolta positiva per il Paese».

In controtendenza, aumentano consumi, categorie, produzione, superfici, export, il biologico appare inarrestabile. mercoledi 26 febbraio 2020

Mercato vino in flessione? il bio crescerà a 3 cifre

In controtendenza, aumentano consumi, categorie, produzione, superfici, export, il biologico appare inarrestabile.

Emanuele Fiorio
Realtà storica, leader nella distribuzione con un occhio di riguardo per piccole realtà dal grande potenziale. mercoledi 26 febbraio 2020

Gruppo Meregalli, inossidabile certezza

Realtà storica, leader nella distribuzione con un occhio di riguardo per piccole realtà dal grande potenziale.

Emanuele Fiorio
Dall'1 al 2 aprile 2020 saremo a Toronto (Ontario) per un tour con b2b attraverso appuntamenti organizzati in partnership con Wonderfud
mercoledi 26 febbraio 2020

B2B a Toronto: ultimi giorni per aderire

Dall'1 al 2 aprile 2020 saremo a Toronto (Ontario) per un tour con b2b attraverso appuntamenti organizzati in partnership con Wonderfud

Strumenti pratici ed efficaci per espandere il vostro business all’estero, una singolare combinazione di conoscenze linguistiche, commerciali e di marketing relazionale martedi 25 febbraio 2020

Seminari Wine Meridian 2020: 16 e 17 giugno due giornate di “English for wineries”

Strumenti pratici ed efficaci per espandere il vostro business all’estero, una singolare combinazione di conoscenze linguistiche, commerciali e di marketing relazionale

Cristian Fanzolato
We have tasted for you Azienda Vitivinicola Cantamessa's Ciòt - Barbera d'Asti DOCG Superiore tuesday 25 february 2020

Italian wines in the world: Azienda Vitivinicola Cantamessa's Ciòt - Barbera d'Asti DOCG Superiore

We have tasted for you Azienda Vitivinicola Cantamessa's Ciòt - Barbera d'Asti DOCG Superiore

Come imparare a gestire le situazioni “critiche” di vendita, analizzando il proprio stile di comunicazione.

Come si conduce una trattativa di vendita?

Come imparare a gestire le situazioni “critiche” di vendita, analizzando il proprio stile di comunicazione.

Circa 4mila visitatori per il debuttto dell'annata 2015. lunedi 24 febbraio 2020

Vino: chiusura a 5 stelle per Benvenuto Brunello 2020

Circa 4mila visitatori per il debuttto dell'annata 2015.

Due giornate dedicate ad una figura sempre più strategica per l’export del vino, in dettaglio programma e modulo di iscrizione lunedi 24 febbraio 2020

Seminari Wine Meridian: Multibrand Export Manager il 6 e 7 maggio

Due giornate dedicate ad una figura sempre più strategica per l’export del vino, in dettaglio programma e modulo di iscrizione

Cristian Fanzolato
Dazi americani e coronavirus cinese sono una combo micidiale per il mercato 2020, previsioni al ribasso e allarme diffuso. lunedi 24 febbraio 2020

Il coronavirus contagia l’industria degli alcolici

Dazi americani e coronavirus cinese sono una combo micidiale per il mercato 2020, previsioni al ribasso e allarme diffuso.

Emanuele Fiorio


WineMeridian