Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
venerdi 18 ottobre 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ cantamessa vini www.prosecco.wine WINE2WINE La Torraccia Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs
lunedi 30 settembre 2019

Il contratto deve esistere nei rapporti commerciali internazionali

Verità e falsi miti sul contratto di distribuzione internazionale. Perché è essenziale farne ricorso?


Prevenire è molto meglio che curare. Questa è la filosofia alla base dell’intervento di Marco Giuri, avvocato esperto di contrattualistica internazionale e titolare di Studio Giuri, durante il Wine Manager Day 2019.
“Il contratto deve esistere, perché se noi non lo facciamo il rischio è di cadere soggetti alla legislazione del luogo del distributore che spesso non è così vantaggiosa per le aziende italiane.
La cosa più importante è che il contratto sia equo e tenda a migliorare il business” ha esordito l’avvocato Giuri durante il suo interessante intervento a FICO - Eataly World a Bologna.
Quotidianamente le aziende vinicole si trovano a dover scegliere che tipo di rapporto commerciale avere con i partner internazionali, con i quali però a differenza di quelli nazionali intervengono possibile complicazioni legali date dalla presenza di due ordinamenti giuridici, quello dell’azienda stessa e quello del partner, che a volte possono risultare divergenti.
Dunque, in caso di controversia, quale ordinamento va applicato?
Secondo l’intervento dell’avvocato Giuri spesso si presenta il caso di applicazione della legislazione del luogo del partner commerciale e spesso questa può risultare molto svantaggiosa per l’azienda italiana.
Come fare quindi?
“Stipulando sempre un contratto che disciplini la relazione commerciale; che sia più o meno lungo, purché esita. Dobbiamo sgombrare la testa dall’equivoco che se non abbiamo fatto un contratto siamo più liberi. Non è così! Non avere un contratto rende più deboli” spiega Giuri.

Cosa è necessario fare?
"Regolamentare il rapporto in maniera precisa e puntuale, in modo tale da: evitare lacune nella disciplina del rapporto; evitare o comunque ridurre al minimo la possibilità di insorgenza di controversie legate all'interpretazione del testo contrattuale; evitare sorprese, soprattutto in fase di risoluzione del rapporto” aggiunge Giuri.

Parlando di contenuti andiamo a capire bene quali sono quindi, le clausole suggerite da inserire nel contratto di concessione di vendita (o distribuzione) internazionale?

1) Oggetto del contratto: indicazione esatta dei prodotti contrattuali e delle eventuali esclusioni.
2) Territorio contrattuale.
3) Esclusiva: è prevista o no? Previsione di eventuali esclusioni, dunque citando i clienti serviti direttamente.
4) Obblighi delle parti: è necessario dettagliare gli obblighi di entrambe le parti in maniera analitica
5) Autorizzazione o meno alla sub-distribuzione.
6) Durata e meccanismi di rinnovo tacito.
7) Regolamentazione delle attività promozionali: la società di distribuzione compartecipa alle spese promozionali?
8) Target di acquisto e di rivendita: è importante fissare obiettivi minimi in termini di ordini e in termini di esaurimento della merce.
9) Marchi: regolamentazione puntualmente dell'uso dei marchi di proprietà del produttore/ fornitore, con grande attenzione ad alcuni Paesi come la Cina.
10) Cause di risoluzione: elenco degli inadempimenti che comportano la risoluzione ed eventuali penali.
11) Indennità di fine rapporto: è consigliato escluderle, soprattutto se il contratto non è soggetto alla legge italiana.
12) Conseguenze in caso di risoluzione: gestione dello stock, uso marchi…
13) Legge applicabile e foro competente.

In estrema sintesi: il contratto è un elemento importante, se non fondamentale nelle relazioni commerciali internazionali, perché consente di sviluppare il business. “Dobbiamo preoccuparci del vino, che è un prodotto particolare, di un marchio, che è quello dell’azienda e dell’immagine del made in Italy. Il contratto è occasione per sviluppare il business, purché non venga vissuto come un limite” conclude Giuri.


http://www.studiogiuri.it
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
L’intervento del Direttore Fabio Piccoli ad un incontro dedicato al futuro dei giovani nel mondo del vino, promosso da Univerò, il Ferstival del Placement dell’Università degli Studi di Verona
venerdi 18 ottobre 2019

L’epoca delle contaminazioni

L’intervento del Direttore Fabio Piccoli ad un incontro dedicato al futuro dei giovani nel mondo del vino, promosso da Univerò, il Ferstival del Placement dell’Università degli Studi di Verona

Noemi Mengo
La salvaguardia del successo del Pinot Grigio passa anche attraverso una maggiore reputazione e diffusione sul mercato del nostro Paese venerdi 18 ottobre 2019

Ora il Pinot Grigio deve parlare anche italiano

La salvaguardia del successo del Pinot Grigio passa anche attraverso una maggiore reputazione e diffusione sul mercato del nostro Paese

Fabio Piccoli
Un quadro composito, ricco di sfumature, armonie e contrasti. Jancis Robinson racconta così a Modena Champagne Experience la lenta rivoluzione in atto. 
giovedi 17 ottobre 2019

Lo Champagne e i suoi trend: facciamo il punto

Un quadro composito, ricco di sfumature, armonie e contrasti. Jancis Robinson racconta così a Modena Champagne Experience la lenta rivoluzione in atto.

Giovanna Romeo
Oltre 100 professionisti del mondo del vino riuniti per il Wine Generation Forum (WGF) a Milano Wine Week giovedi 17 ottobre 2019

Milano Wine Week: nuove generazioni del vino italiano protagoniste al Wine Generation Forum

Oltre 100 professionisti del mondo del vino riuniti per il Wine Generation Forum (WGF) a Milano Wine Week

Secondo Wine Intelligence, ci sono 10 fattori d’impatto sullo scenario mondiale del settore vitivinicolo. Abbiamo selezionato per voi i nostri Top 5. 
giovedi 17 ottobre 2019

5 punti per osservare il mondo del vino che cambia

Secondo Wine Intelligence, ci sono 10 fattori d’impatto sullo scenario mondiale del settore vitivinicolo. Abbiamo selezionato per voi i nostri Top 5.

Noemi Mengo
Una guida dedicata agli enoturisti che vogliono mettere al centro della loro esperienza l’incontro diretto con il vino, i luoghi, e le persone che lo producono mercoledi 16 ottobre 2019

La meraviglia del vino, nasce la "Guida alle Cantine" Made in Piedmont

Una guida dedicata agli enoturisti che vogliono mettere al centro della loro esperienza l’incontro diretto con il vino, i luoghi, e le persone che lo producono

Il Consorzio di Tutela della DOC Prosecco sblocca la quota bio della riserva vendemmiale mercoledi 16 ottobre 2019

Cresce la domanda di Prosecco biologico

Il Consorzio di Tutela della DOC Prosecco sblocca la quota bio della riserva vendemmiale

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG Extra Dry dell'Azienda Agricola Tomasi
mercoledi 16 ottobre 2019

Italian wines in the world: Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG Extra Dry dell'Azienda Agricola Tomasi

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG Extra Dry dell'Azienda Agricola Tomasi

A circa dieci anni dalla crisi finanziaria che ha messo in ginocchio l’Unione Europea, IWSR ci aggiorna sul cambiamento delle abitudini di consumo del vino dei Paesi europei.  
mercoledi 16 ottobre 2019

10 anni dalla crisi: come è cambiata l’Europa del vino?

A circa dieci anni dalla crisi finanziaria che ha messo in ginocchio l’Unione Europea, IWSR ci aggiorna sul cambiamento delle abitudini di consumo del vino dei Paesi europei.

Noemi Mengo
Risorse Umane: chi decide la retribuzione corretta per un manager? martedi 15 ottobre 2019

Chi più spende più guadagna

Risorse Umane: chi decide la retribuzione corretta per un manager?

We have tasted for you Azienda Agricola Vigna Belvedere's Najma Prosecco Doc Extra Dry tuesday 15 october 2019

Italian wines in the world: Azienda Agricola Vigna Belvedere's Najma Prosecco Doc Extra Dry

We have tasted for you Azienda Agricola Vigna Belvedere's Najma Prosecco Doc Extra Dry

Giovanna Romeo
Viaggiare in Moldavia alla scoperta di piccole cantine e produttori che con cura e attitudine lavorano vitigni autoctoni, varietà caucasiche e internazionali perfettamente adattate al terroir locale. lunedi 14 ottobre 2019

Sognando di fare vino. Noroc!

Viaggiare in Moldavia alla scoperta di piccole cantine e produttori che con cura e attitudine lavorano vitigni autoctoni, varietà caucasiche e internazionali perfettamente adattate al terroir locale.

Giovanna Romeo
All'alba della sentenza WTO che autorizza gli USA ad applicare dazi per 7,5 miliardi di dollari sull'import UE, quali saranno le sorti del vino italiano ed europeo? lunedi 14 ottobre 2019

Il vino italiano sarà il meno colpito dai dazi USA

All'alba della sentenza WTO che autorizza gli USA ad applicare dazi per 7,5 miliardi di dollari sull'import UE, quali saranno le sorti del vino italiano ed europeo?

Agnese Ceschi
Abbiamo degustato per voi il Najma Prosecco Doc Extra Dry dell'Azienda Agricola Vigna Belvedere sabato 12 ottobre 2019

Italian wines in the world: Najma Prosecco Doc Extra Dry dell'Azienda Agricola Vigna Belvedere

Abbiamo degustato per voi il Najma Prosecco Doc Extra Dry dell'Azienda Agricola Vigna Belvedere

Giovanna Romeo
Le infinite possibilità del neuromarketing abbracciano i nostri 5 sensi, preziosi indicatori di cosa ci piace e di come scegliamo cosa acquistare. La vista, fra tutti, è quello da soddisfare per primo. sabato 12 ottobre 2019

Neuromarketing: anche l'occhio vuole la sua parte

Le infinite possibilità del neuromarketing abbracciano i nostri 5 sensi, preziosi indicatori di cosa ci piace e di come scegliamo cosa acquistare. La vista, fra tutti, è quello da soddisfare per primo.

Noemi Mengo
La terza edizione della Scuola degli Imprenditori

Campus Impresa: come gestire una azienda del vino?

La terza edizione della Scuola degli Imprenditori

Riflessioni finali sulle nostre recenti tappe in Corea del Sud e Vietnam, due mercati emergenti che per essere “sfruttati” devono essere affrontati con dei precisi requisiti
venerdi 11 ottobre 2019

Le sfide difficili dei mercati emergenti

Riflessioni finali sulle nostre recenti tappe in Corea del Sud e Vietnam, due mercati emergenti che per essere “sfruttati” devono essere affrontati con dei precisi requisiti

Fabio Piccoli


sfondo_wm