Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 28 febbraio 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Fondazione Edmund Mach WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go Vigna Belvedere https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ www.prosecco.wine  www.cantinatollo.it pradellaluna.com catullio.it cantina settesoli mossi 1558 Cantina Valpolicella Cantina di Custoza
martedi 01 ottobre 2019

Il coraggio di indossare la giacca del venditore oggi

Un approfondimento sul ruolo dell’agente Italia e sulla sua evoluzione negli ultimi 30 anni


“Di mestiere vado al ristorante, o almeno così è come mia figlia definisce il mio lavoro”. Ha esordito con questa frase al Wine Manager Day, Lorenzo Righi, Direttore di Club Excellence (club dei distributori e importatori nazionali) e da molti anni esperto del mercato italiano, nel quale ha lavorato come agente per importanti realtà del panorama vitivinicolo. Una frase che fa sorridere, ma che fa anche pensare a quanto tempo effettivamente un agente o un export manager passi a contatto con il mondo della ristorazione e della distribuzione. Un compito sicuramente piacevole, ma che se non svolto con le giuste tecniche, evolvendosi con i tempi che cambiano, può non portare i frutti desiderati.

Ma la strada per fare il salto di qualità nella carriera di un agente, è sempre dietro l’angolo, specie per chi è nel settore da molti anni, basta apportare alcuni piccoli accorgimenti, dotarsi di coraggio e pazienza ed ascoltare i tempi che cambiano.

Come Righi ha fatto notare, in questi 30 anni tanto discussi per il mondo del vino, ci sono stati principalmente 4 grandi avvenimenti che hanno segnato delle tappe importanti per il comparto.
Primo fra tutti lo scandalo del metanolo, nel lontano 1986, un evento che cominciò a spostare le carte in tavola di quegli agenti che, allora, lavoravano più spensieratamente. Per chi non ricordasse bene, l’evento provocò 23 vittime con decine di persone con lesioni gravissime 
per via delle intossicazioni, causate dall’inserimento di metanolo, o alcool metilico, al fine di aumentare la gradazione alcolica del vino. Le ripercussioni, in termini di popolarità di un prodotto che nei tempi ha goduto di fama inestimabile, si fecero sentire aspramente: la fiducia dei consumatori, impauriti dall’accaduto, in parte cambiò il mercato.

Il secondo avvenimento che incise con fermezza sulla vendita del vino fu, nel 2000, l’arrivo di internet, che ancora oggi non ha smesso di spostare le tendenze e crearne di nuove. Con la nascita del web gli esperti diventarono “meno esperti”, perché con pochi passaggi su Google o sulle app dedicate, chiunque ha potuto sedersi a tavola e scoprire di più su ciò che stava degustando.

Il terzo è sicuramente il cambio dalla lira all’euro, nel 2002, una rivoluzione che, come per tutti gli altri settori merceologici, incise moltissimo sul
lo sviluppo del comparto. Il cambio equiparò i paesi europei, e il vantaggio competitivo dell’Italia sparì completamente, le aziende allora interpretarono molto male questa fase di cambiamento nel prezzo, ed iniziarono a proporre prezzi più approssimativi, fino ad arrivare a far spendere al cliente più per il vino che per il pranzo intero.

Così arrivò il quarto passaggio, nel 2008, la crisi finanziaria, che produsse professionalità e che, inevitabilmente, portò alla diffusione della distribuzione. Il mondo del vino cambiò ancora: dove prima c’era più domanda che offerta da proporre, ora c’è più offerta e meno domanda a cui proporre.

Il mercato italiano è arrivato a posizionarsi quinto, in termini di valore, e sesto, in termini di volume, su scala mondiale, e così come è cambiato il settore, sono cambiati i modi di gestire i clienti, è cambiata la vendita. La distribuzione l’ha capito: oggi non basta più essere “buoni raccoglitori d’ordini”, bisogna buttarsi nella mischia, comunicare, abbracciare la sfida di vendere prodotti più difficili, scovando il target giusto.

La vendita secondo Lorenzo Righi: tre tipologie
In conclusione al suo intervento, Righi ha messo in luce tre diverse tipologie di vendita, distanti tra loro in termini di qualità, dalla più bassa alla più alta (spoiler alert: l’ultima è decisamente la migliore).

Per prima, la vendita di necessità: se la richiesta è di un vino bianco, 12 gradi, giallo chiaro che “dia l’idea di fresco”, il venditore di necessità si limiterà ad accontentare il bisogno base. Davvero poco spazio alla professionalità.

La vendita empatica: qui le cose si complicano leggermente, questo tipo di vendita rafforza il ruolo di agente, rendendolo consulente e potenziando le sue relazioni con importatori e distributori. “So che la tua richiesta è stata questa, ma voglio proporti qualcosa che, per te, è ideale” rappresenta una frase di fiducia, tra agente e acquirente.

Infine, la vendita strategica: la più difficile ma anche la più efficace, in quanto risponde alle esigenze del cliente, ma sopratutto del produttore e fornitore. “Spesso noi agenti commettiamo l’errore di puntare ad arricchire subito il nostro portafogli” dice Lorenzo Righi “proponendo solamente il prodotto più rappresentativo dell’azienda”. La cosa giusta da fare è, come dicono gli inglesi,
“look at the big picture”, valorizzando, ognuno a modo suo, tutti i prodotti dell’azienda che si va a rappresentare. Non si tratta di un vendita d’improvvisazione, ma di un processo pianificato che alla lunga rafforzerà le capacità professionali e relazionali dell’agente.

“Sinceramente, per me venditore e agente sono due concetti molto diversi, l’agente, con orgoglio, veste una giacca e rappresenta un’azienda, un brand. Oggi essere agenti non è un mestiere facile, perché bisogna avere il coraggio di indossarla quella giacca, senza timore” conclude Righi.



Lorenzo Righi sarà uno dei coordinatori del prossimo Campus Agenti, il progetto formativo ideato da WinePeople per formare i nuovi agenti del vino e per dare nuovi strumenti a chi già opera nel settore. Per info scrivi a redazione@winemeridian.com



Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Nel Customer Comunication Report, realizzato da Twilio, emerge come 7 aziende su 10 pensano di comunicare efficacemente con i propri clienti, ma solo 2 su 10 consumatori sono d’accordo
venerdi 28 febbraio 2020

Ma i consumatori sono soddisfatti della comunicazione delle aziende?

Nel Customer Comunication Report, realizzato da Twilio, emerge come 7 aziende su 10 pensano di comunicare efficacemente con i propri clienti, ma solo 2 su 10 consumatori sono d’accordo

Fabio Piccoli
Oltre 5 miliardi di perdite, turismo già in difficoltà, PIL 2020 stimato a -0,1%: a rischio 15mila aziende e 60mila posti di lavoro. giovedi 27 febbraio 2020

Coronavirus e stime PIL Italia, tutti concordi sarà recessione

Oltre 5 miliardi di perdite, turismo già in difficoltà, PIL 2020 stimato a -0,1%: a rischio 15mila aziende e 60mila posti di lavoro.

Emanuele Fiorio
I nemici da affrontare nel 2020? A parte le guerre commerciali e la situazione politica, il vino dovrà fare i conti con un surplus di prodotto, con la fine della premiumizzazione e nuove generazioni che non interagiscono come sperato. giovedi 27 febbraio 2020

Le previsioni 2020 nel mercato americano

I nemici da affrontare nel 2020? A parte le guerre commerciali e la situazione politica, il vino dovrà fare i conti con un surplus di prodotto, con la fine della premiumizzazione e nuove generazioni che non interagiscono come sperato.

Agnese Ceschi
I produttori che verranno a Vilnius il 22 e 23 maggio troveranno una porta aperta verso i Paesi Baltici e la Bielorussia giovedi 27 febbraio 2020

Un viaggio alla scoperta del promettente mercato lituano

I produttori che verranno a Vilnius il 22 e 23 maggio troveranno una porta aperta verso i Paesi Baltici e la Bielorussia

Traduzione di un articolo di Michele Shah
Un approfondimento di due giornate per affrontare al meglio il “nuovo” mercato italiano del vino giovedi 27 febbraio 2020

Seminari Wine Meridian 2020: 18 e 19 giugno focus Vendita Italia

Un approfondimento di due giornate per affrontare al meglio il “nuovo” mercato italiano del vino

Cristian Fanzolato
Dal 22 al  23 maggio in Lituania, un mercato dinamico dove l’interesse per i vini italiani è sempre più grande. giovedi 27 febbraio 2020

Vyno Dienos 2020: partecipa con Wine Meridian ad uno dei principali appuntamenti dedicati al vino nell’est Europa

Dal 22 al 23 maggio in Lituania, un mercato dinamico dove l’interesse per i vini italiani è sempre più grande.

Cristian Fanzolato
Decisione concertata con le principali associazioni di settore, il presidente della Regione del Veneto ed il sindaco di Verona. Il dg Mantovani: «Il settore vino sia svolta positiva per il Paese». mercoledi 26 febbraio 2020

Veronafiere: Vinitaly conferma la data nella terza decade di Aprile 2020 (19/22)

Decisione concertata con le principali associazioni di settore, il presidente della Regione del Veneto ed il sindaco di Verona. Il dg Mantovani: «Il settore vino sia svolta positiva per il Paese».

In controtendenza, aumentano consumi, categorie, produzione, superfici, export, il biologico appare inarrestabile. mercoledi 26 febbraio 2020

Mercato vino in flessione? il bio crescerà a 3 cifre

In controtendenza, aumentano consumi, categorie, produzione, superfici, export, il biologico appare inarrestabile.

Emanuele Fiorio
Realtà storica, leader nella distribuzione con un occhio di riguardo per piccole realtà dal grande potenziale. mercoledi 26 febbraio 2020

Gruppo Meregalli, inossidabile certezza

Realtà storica, leader nella distribuzione con un occhio di riguardo per piccole realtà dal grande potenziale.

Emanuele Fiorio
Dall'1 al 2 aprile 2020 saremo a Toronto (Ontario) per un tour con b2b attraverso appuntamenti organizzati in partnership con Wonderfud
mercoledi 26 febbraio 2020

B2B a Toronto: ultimi giorni per aderire

Dall'1 al 2 aprile 2020 saremo a Toronto (Ontario) per un tour con b2b attraverso appuntamenti organizzati in partnership con Wonderfud

Strumenti pratici ed efficaci per espandere il vostro business all’estero, una singolare combinazione di conoscenze linguistiche, commerciali e di marketing relazionale martedi 25 febbraio 2020

Seminari Wine Meridian 2020: 16 e 17 giugno due giornate di “English for wineries”

Strumenti pratici ed efficaci per espandere il vostro business all’estero, una singolare combinazione di conoscenze linguistiche, commerciali e di marketing relazionale

Cristian Fanzolato
We have tasted for you Azienda Vitivinicola Cantamessa's Ciòt - Barbera d'Asti DOCG Superiore tuesday 25 february 2020

Italian wines in the world: Azienda Vitivinicola Cantamessa's Ciòt - Barbera d'Asti DOCG Superiore

We have tasted for you Azienda Vitivinicola Cantamessa's Ciòt - Barbera d'Asti DOCG Superiore

Come imparare a gestire le situazioni “critiche” di vendita, analizzando il proprio stile di comunicazione.

Come si conduce una trattativa di vendita?

Come imparare a gestire le situazioni “critiche” di vendita, analizzando il proprio stile di comunicazione.

Circa 4mila visitatori per il debuttto dell'annata 2015. lunedi 24 febbraio 2020

Vino: chiusura a 5 stelle per Benvenuto Brunello 2020

Circa 4mila visitatori per il debuttto dell'annata 2015.

Due giornate dedicate ad una figura sempre più strategica per l’export del vino, in dettaglio programma e modulo di iscrizione lunedi 24 febbraio 2020

Seminari Wine Meridian: Multibrand Export Manager il 6 e 7 maggio

Due giornate dedicate ad una figura sempre più strategica per l’export del vino, in dettaglio programma e modulo di iscrizione

Cristian Fanzolato
Dazi americani e coronavirus cinese sono una combo micidiale per il mercato 2020, previsioni al ribasso e allarme diffuso. lunedi 24 febbraio 2020

Il coronavirus contagia l’industria degli alcolici

Dazi americani e coronavirus cinese sono una combo micidiale per il mercato 2020, previsioni al ribasso e allarme diffuso.

Emanuele Fiorio


WineMeridian