Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
lunedi 20 agosto 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it Farina Enartis
martedi 08 maggio

Il futuro del vino italiano guarda ad Est?

Il Giappone tra i mercati più attraenti grazie alla caduta della barriera doganale


Il futuro del vino italiano guarda ad Est?

Un convenience store giapponese - Konbini


Oggi guardiamo ad Est (come del resto pare stia guardando il futuro del vino italiano secondo i recenti dati - Vinitaly/Wine Monitor) e ci concentriamo su un mercato che per molti versi si sta rivelando tra i più attraenti per il mondo del vino. Ad oggi il mercato giapponese è a tutti gli effetti identificato, assieme a quello cinese, suo vicino geografico, tra i più grandi nell'area asiatica. Per grandezza e volume di importazione, infatti, si classifica al secondo posto, contando circa 30-36 milioni di consumatori che poco a poco si stanno allontanando dai più tradizionali saké e birra. A dimostrazione di quanto il vino si stia facendo largo nel paese del Sol Levante basta pensare che nel 2008 il consumo annuale di vino era pari a 2,9 litri pro-capIte mentre nel 2016 abbiamo un incremento ponderale che arriva ai 3,5 litri. Ma come si sta comportando l’Italia?

Dando uno sguardo ai risultati italiani, le importazioni per volume sono in crescita, trainate sicuramente dalle bollicine, al quinto posto per importazione, ma anche dai vini biologici e i rossi.
Oltre alla bollicina, dominata dal Prosecco che fa impazzire i giapponesi, infatti, altri vini molto apprezzati sono: Sangiovese con un indice di gradimento pari al 41%, Merlot al 35% seguito poi dai Pinot Noir che si aggirano attorno al 28%.
Recentemente, l’indagine congiunta Vinitaly-Wine Monitor, ha confermato che anche in Giappone, secondo gli stakeholder intervistati, saranno soprattutto i prodotti biologici e quelli "premium" - cioè la fascia che costa oltre i 20 dollari a bottiglia -  a determinare il successo futuro: la tendenza-green predominante nei mercati storici (Germania, Usa, Regno Unito e Giappone), e la fascia premium che contagerà ulteriormente gli Usa e gli emergenti Russia e Cina. Buoni auspici anche sugli autoctoni, indicati trend del futuro specialmente in Giappone ma anche in Russia e Stati Uniti, mentre è previsto un ritorno di fiamma per i rossi fermi, seconda tipologia più promettente dietro alle ormai immancabili bollicine.

Per chi volesse avvicinarsi al mercato giapponese deve tenere a mente che l'operatore giapponese, ma anche lo stesso consumatore, si interessa alla provenienza del vino che sta acquistando, a conferma dell’interesse per tutto ciò che è territoriale e autoctono, e che attualmente i vini italiani vengono distribuiti attraverso due canali principali: il comparto Ho.Re.Ca, che occupa circa il 65%, e i negozi, siano essi supermarket o Konbini (piccoli negozietti di quartiere aperti 24H al giorno).

Un consiglio? Tenete sott'occhio i Konbini, benché siano una realtà non familiare alla cultura italiana, questi negozi hanno un grande impatto in fatto di vendita di vini, soprattutto quelli italiani.
Dando uno sguardo al futuro, con più precisione verso il 2019, l'annunciato ribasso delle tariffe doganali potrebbe portare i vini italiani ad un significativo incremento delle vendite. Per quel che concerne i vini, infatti il recente accordo di parternariato economico Italia-Giappone, porterà ad una liberalizzazione totale del mercato (dazi zero) che ci consentirà di competere ad armi pari con alcuni competitor fra cui quelli cileni che, da quando Giappone e Cile hanno firmato l’Accordo di libero scambio, hanno registrato incrementi da capogiro nelle vendite verso il Sol Levante.
Agnese Ceschi

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
La seconda edizione del campus vendita: la palestra per i venditori di vino lunedi 20 agosto

Come fare a vendere più vino?

La seconda edizione del campus vendita: la palestra per i venditori di vino

Il Gruppo vitivinicolo ha ottenuto la certificazione SA 8000:2014 lunedi 20 agosto

Mondodelvino, un altro traguardo in tema di sostenibilità

Il Gruppo vitivinicolo ha ottenuto la certificazione SA 8000:2014

The Group obtains the certification standard, SA 8000:2014
monday 20 august

Mondodelvino achieves yet another objective towards sustainability

The Group obtains the certification standard, SA 8000:2014

Intervista allo staff di The Wine and More sulle potenzialità del vino italiano nel mercato croato
venerdi 17 agosto

Croazia: le importazioni crescono e l’Italia ha la strada spianata

Intervista allo staff di The Wine and More sulle potenzialità del vino italiano nel mercato croato

Noemi Mengo
Prossima tappa in Puglia il 13 e il 14 novembre 2018

Le Donne Del Vino e Wine People per la formazione sulla comunicazione, la vendita e la valorizzazione brand territoriali e sui Consorzi di tutela

Prossima tappa in Puglia il 13 e il 14 novembre 2018

Ultimi giorni per chiedere la borsa di studio per i campus Wine People mercoledi 15 agosto

Formarsi ad un prezzo agevolato

Ultimi giorni per chiedere la borsa di studio per i campus Wine People

Cos’è un Hospitality Manager e perché ha guadagnato importanza nel settore del vino? 
lunedi 13 agosto

Wine Talent: vi segnaliamo un Hospitality Manager

Cos’è un Hospitality Manager e perché ha guadagnato importanza nel settore del vino?

Le previsioni vendemmiali in Italia sono storicamente un rito dove difficilmente si esce da solito codice di comunicazione dove alla fine si tenta di salvare sempre tutto

Quello che non ci piace dire della vendemmia 2018

Le previsioni vendemmiali in Italia sono storicamente un rito dove difficilmente si esce da solito codice di comunicazione dove alla fine si tenta di salvare sempre tutto

La “bibbia del vino internazionale” ha selezionato il prodotto italiano realizzato in Sardegna tra tanti vini, scegliendolo per l’ottimo rapporto qualità prezzo
giovedi 09 agosto

Il Vermentino Aragosta è il vino della settimana per la rivista americana Wine Spectator

La “bibbia del vino internazionale” ha selezionato il prodotto italiano realizzato in Sardegna tra tanti vini, scegliendolo per l’ottimo rapporto qualità prezzo

giovedi 09 agosto

Casale del Giglio, produzione sostenibile nell'Agro Pontino

"La gente conosce il prezzo di tutte le cose, ma non conosce il valore di nessuna": la filosofia dell'azienda di proprietà di Antonio Santarelli

L’e-commerce va gestito in maniera molto diversa rispetto ai canali di distribuzione tradizionale e la figura classica dell’agente può trasformarsi in un grande limite nello sviluppo di questo modello di vendita che cresce a doppia cifra anno dopo anno giovedi 09 agosto

E-commerce? trattatelo da cliente direzionale

L’e-commerce va gestito in maniera molto diversa rispetto ai canali di distribuzione tradizionale e la figura classica dell’agente può trasformarsi in un grande limite nello sviluppo di questo modello di vendita che cresce a doppia cifra anno dopo anno

B.P.
I Vignaioli del Morellino di Scansano sono la prima cantina italiana a certificare un proprio vino con la nuova norma europea Product Environmental Footprint - PEF.
mercoledi 08 agosto

Dai Vignaioli del Morellino di Scansano, il primo vino con la certificazione europea PEF per la sostenibilità ambientale di prodotto

I Vignaioli del Morellino di Scansano sono la prima cantina italiana a certificare un proprio vino con la nuova norma europea Product Environmental Footprint - PEF.

Al via il Campus per diventare export manager del vino

Aspiranti Export Manager, il Wine People Campus vi aspetta!

Al via il Campus per diventare export manager del vino

Intervista a Silvia Baratta di Gheusis, agenzia di comunicazione specializzata nel settore enogastronomico
martedi 07 agosto

Comunicare con la stampa: questione di rispetto, ricerca e sensibilità

Intervista a Silvia Baratta di Gheusis, agenzia di comunicazione specializzata nel settore enogastronomico

Noemi Mengo
5StarWines featuring Wine Without Walls, the annual wine selection held in the lead-up to Vinitaly, has just released the online edition of its wine guide monday 06 august

Digital version of 5StarWines - the Book 2019 now online

5StarWines featuring Wine Without Walls, the annual wine selection held in the lead-up to Vinitaly, has just released the online edition of its wine guide

Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People. Date il vostro contributo e riceverete un omaggio molto utile! lunedi 06 agosto

Ritorna Wine Export Manager Day con un'indagine sull'export del vino

Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People. Date il vostro contributo e riceverete un omaggio molto utile!

We tasted for you Ricossa's Barolo Riserva DOCG 2009 saturday 04 august

Italian wines in the world: Ricossa's Barolo Riserva DOCG 2009

We tasted for you Ricossa's Barolo Riserva DOCG 2009

Abbiamo degustato per voi il Ricossa Barolo Riserva DOCG 2009 sabato 04 agosto

Italian wines in the world: Barolo Riserva DOCG 2009 di Ricossa

Abbiamo degustato per voi il Ricossa Barolo Riserva DOCG 2009

In preparazione della nostra seconda edizione di Wine Campus Impresa alcune riflessioni sui limiti attuali dell’imprenditoria vitivinicola italiana che a nostro parere sono da ascrivere più a limiti “culturali” che “dimensionali”

Essere imprenditori del vino oggi

In preparazione della nostra seconda edizione di Wine Campus Impresa alcune riflessioni sui limiti attuali dell’imprenditoria vitivinicola italiana che a nostro parere sono da ascrivere più a limiti “culturali” che “dimensionali”

Fabio Piccoli
Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!
venerdi 03 agosto

Partecipa al Tour Vietnam 2018: Ho Chi Minh ed Hanoi

Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!

Varietà e qualità del territorio gli elementi distintivi su cui puntare per affermare la Denominazione sempre più apprezzata a livello nazionale e internazionale venerdi 03 agosto

Francesco Mazzei alla guida del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana

Varietà e qualità del territorio gli elementi distintivi su cui puntare per affermare la Denominazione sempre più apprezzata a livello nazionale e internazionale