Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 19 maggio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Siddura enosocial.com

https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy http://www.varramista.it/it/ http://www.palazzoroccabruna.it/it/Eventi/Pages/2019Roccabruna/2019MostraVini.aspx Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it

Il gusto amaro conquista gli americani

I consumatori negli Usa stanno ampliando il loro repertorio di gusti aprendosi anche all’amaro. Un allargamento di preferenze che potrebbe condizionare non poco anche le scelte sui vini con qualche vantaggio nuovo per l’Italia del vino


Il gusto amaro conquista gli americani
C’era una volta l’America che beveva solo vini morbidi, rotondi, preferibilmente con residuo zuccherino più elevato. Potrebbe realmente essere una storia del passato quella di cui stiamo scrivendo. Secondo quanto riportato da Shanken News Daily, infatti, sembrerebbe che i palati americani si stiano allargando anche a “sapori più audaci”.
A questo riguardo, Melanie Batchelor, vicepresidente marketing di Campari America ha dichiarato a SND: “In questi ultimi anni abbiamo assistito negli Usa ad un costante aumento della popolarità di prodotti come il caffè espresso a gusto intenso di cioccolato amaro, alle tipologie di birra IPA, notoriamente le più amare”.
E l’osservatorio di Campari non è di poco conto considerando che si tratta per loro del secondo mercato e il terzo per il marchio Aperol. Secondo Impact Databank, Aperol è aumentato lo scorso anno del 60% (160.000 casse) mentre Campari è cresciuto del 15% (140.000 casse).
Ma è cresciuto molto anche un altro importante brand sul fronte delle bevande “amare” come Fernet Branca che fa da capofila ad un gruppo folto di brand “amari” come Nonino Amaro (distribuito da Terlato Wines), Amaro Lucano (distribuito da Kobrand), senza dimenticare un altro nome storico degli amari italiani come Montenegro cresciuto anche lui in questi ultimi anni negli Usa. Ma crescite interessanti le hanno registrate anche distillatori artigianali come Don Ciccio e figlio con il loro Amaro delle Sirene. Infine è ripartita la crescita anche di un altro nome storico tra gli amari, il mitico Jägermeister.
Amari che vengono utilizzati molto spesso nel mix di realizzazione di cocktail a dimostrazione che anche su questo fronte è sempre di più il gusto amaro a prevalere.
Ma questo potrebbe incidere anche sui gusti riguardo ai vini?
Difficile immaginare che tutti i consumatori americani abbandonino la preferenza verso vini morbidi. Anche nei nostri recenti viaggi negli Usa abbiamo sperimentato ancora una volta come Cabernet Sauvignon, Merlot, ma anche Pinot Nero senza dimenticare tra i bianchi, lo Chardonnay, vengono quasi sempre proposti e apprezzati nelle loro versioni più rotonde, dove il legno fa sentire il suo apporto in termini di vaniglia e cioccolato bianco.
Ma questo non deve far pensare che alcune cose stanno in effetti cambiando anche sul fronte del vino, soprattutto nelle fasce di consumatori più evoluti che sono alla ricerca sicuramente di sapori se non più “audaci” certamente più originali e autenticamente riconducibili a specifici vitigni e terroir produttivi.
Ma soprattutto anche negli Usa, grazie alla costante crescita della cultura gastronomica si percepisce l’importanza dell’abbinamento dei vini a tavola. E quando si arriva a tavola non sempre la dolcezza aiuta. Su questo fronte l’Italia del vino ha una grande chance da giocarsi.
Chissà che questa volta non siano proprio gli amari italiani a fare la volata alle nostre tante tipologie di vino non “morbide”.


Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
We have tasted for you DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio saturday 18 may

Italian wines in the world: DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio

We have tasted for you DOMENIS1898's Grappa Storica Nera Bio

Giovanna Romeo
Abbiamo degustato per voi la Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898 sabato 18 maggio

Italian wines in the world: Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898

Abbiamo degustato per voi la Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898

Giovanna Romeo
Wine Meridian sarà presente a Vinexpo Shanghai, che si svolgerà il prossimo ottobre, con una nuova area collettiva di aziende italiane sabato 18 maggio

Vinexpo apre le porte ad una nuova fiera a Shanghai

Wine Meridian sarà presente a Vinexpo Shanghai, che si svolgerà il prossimo ottobre, con una nuova area collettiva di aziende italiane

La collaborazione con venerdi 17 maggio

Signorvino e le nuove etichette personalizzate

La collaborazione con "Cibo" contro i simboli nazifascisti

Lunedì 20 maggio a Stoccolma e mercoledì 22 maggio ad Helsinki per valorizzare le aziende biologiche italiane e connetterle a due dei mercati più attratti dai prodotti organic venerdi 17 maggio

Stoccolma ed Helsinki per le aziende bio, con Organic Value

Lunedì 20 maggio a Stoccolma e mercoledì 22 maggio ad Helsinki per valorizzare le aziende biologiche italiane e connetterle a due dei mercati più attratti dai prodotti organic

Due mondi che faticano ancora a confrontarsi eppure sia i produttori che i distributori hanno sempre più bisogno l’uno dell’altro

Alleanza produttori e distributori cercasi

Due mondi che faticano ancora a confrontarsi eppure sia i produttori che i distributori hanno sempre più bisogno l’uno dell’altro

Fabio Piccoli
Si riconferma con voto unanime la presidenza di Francesco Cavazza Isolani per il Consorzio Pignoletto Emilia Romagna venerdi 17 maggio

Francesco Cavazza Isolani presidente in terzo mandato del Consorzio Pignoletto Emilia Romagna

Si riconferma con voto unanime la presidenza di Francesco Cavazza Isolani per il Consorzio Pignoletto Emilia Romagna

Conosciamo una realtà storica, che ha avuto il coraggio di ri-lanciarsi nel mercato vitivinicolo di oggi, contando solo sulle proprie forze. 
giovedi 16 maggio

Vigna Belvedere: una storia di famiglia, radici e ambizione

Conosciamo una realtà storica, che ha avuto il coraggio di ri-lanciarsi nel mercato vitivinicolo di oggi, contando solo sulle proprie forze.

Horeca, Prosecco, Pinot Grigio: dopo la crisi del 2015 in Russia, questi i tre moschettieri chiamati a difendere i segnali di crescita economica nel settore del vino
giovedi 16 maggio

Russia: tra crisi e rinascita

Horeca, Prosecco, Pinot Grigio: dopo la crisi del 2015 in Russia, questi i tre moschettieri chiamati a difendere i segnali di crescita economica nel settore del vino

Giulia Tartaglione
Il 16 settembre 2019, presso FICO EATALYWORLD di Bologna, la 3° edizione della giornata dedicata agli export manager del vino con delle grandi novità
giovedi 16 maggio

Save the date: torna il Wine Export Manager Day!

Il 16 settembre 2019, presso FICO EATALYWORLD di Bologna, la 3° edizione della giornata dedicata agli export manager del vino con delle grandi novità

WinePeople presenta il suo nuovo percorso di 25 lezioni e-learning sulle modalità di vendita del vino 
giovedi 16 maggio

Vendita, marketing e comunicazione del vino: formazione a distanza

WinePeople presenta il suo nuovo percorso di 25 lezioni e-learning sulle modalità di vendita del vino

Maria Bandolin
Lunedì 20 maggio la seconda giornata di incontri e degustazioni dedicata alla prima rete di cooperative dell'eccellenza italiana presso l'azienda Val d'Oca mercoledi 15 maggio

Alla scoperta di The Wine Net

Lunedì 20 maggio la seconda giornata di incontri e degustazioni dedicata alla prima rete di cooperative dell'eccellenza italiana presso l'azienda Val d'Oca

Abbiamo degustato per voi il Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna mercoledi 15 maggio

Italian wines in the world: Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna

Abbiamo degustato per voi il Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna

Parte la nostra analisi sul mercato del vino italiano attraverso gli “occhi” e le “esperienze” degli agenti e delle agenzie commerciali italiane. Obiettivo è capire da un lato le evoluzioni del mercato, i fabbisogni del trade, dei canali di distribuzione e dall’altro le competenze necessarie oggi per essere una risorsa umana adeguata allo sviluppo del wine business sul mercato nazionale

Indagine sul mercato del vino in Italia visto dall’Osservatorio Agenti

Parte la nostra analisi sul mercato del vino italiano attraverso gli “occhi” e le “esperienze” degli agenti e delle agenzie commerciali italiane. Obiettivo è capire da un lato le evoluzioni del mercato, i fabbisogni del trade, dei canali di distribuzione e dall’altro le competenze necessarie oggi per essere una risorsa umana adeguata allo sviluppo del wine business sul mercato nazionale

Intervista a Graziano Molon, Direttore del Consorzio Vini del Trentino mercoledi 15 maggio

Consorzio Vini del Trentino: una realtà che parla di unione e valorizzazione del territorio

Intervista a Graziano Molon, Direttore del Consorzio Vini del Trentino

Essere Junior (area manager) in un mondo che vuole solo Senior

Vengo anch'io? No, tu no!

Essere Junior (area manager) in un mondo che vuole solo Senior

Andrea Pozzan
Partito il progetto di formazione frutto della collaborazione tra WinePeople e Assoenologi con lo scopo di migliorare le competenze comunicative di una delle figure più strategiche anche nello sviluppo dell’immagine del vino italiano nel mondo

WinePeople e Assoenologi uniti nella comunicazione del vino

Partito il progetto di formazione frutto della collaborazione tra WinePeople e Assoenologi con lo scopo di migliorare le competenze comunicative di una delle figure più strategiche anche nello sviluppo dell’immagine del vino italiano nel mondo

Dai premi internazionali uno slancio per l’isola, puntando su nuovi flussi in arrivo grazie all’enoturismo lunedi 13 maggio

Siddùra ambasciatrice della Sardegna nel mondo: quattro ori e cinque argenti al World Wine Contest

Dai premi internazionali uno slancio per l’isola, puntando su nuovi flussi in arrivo grazie all’enoturismo



sfondo_wm