Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
sabato 20 gennaio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


Iron3 IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Tommasi WineNet Bixio Ceccheto Farina Enartis http://www.principedicorleone.it/

Il mercato del vino americano vale 220 miliardi di dollari

Secondo l’Associazione nazionale delle cantine americane, WineAmerica, l’impatto economico dell’industria americana del vino nel 2017 sarà di oltre 186 miliardi di euro


Il mercato del vino americano vale 220 miliardi di dollari
L’ultimo articolo di Lauren Eads per The Drinks Business riporta i risultati della ricerca condotta da WineAmerica, l’associazione nazionale delle cantine americane, sull’impatto economico dell’industria americana del vino nel 2017: 219,9 miliardi di dollari, circa 186,4 miliardi di euro.
Esistevano già ricerche che riguardavano i singoli stati. Questa però è la prima che coinvolge il mercato americano nel suo insieme. È stata condotta dallo studio John Dunham & Associates (New York) e ha preso in considerazione tutti i 50 stati perché ognuno di essi, dall’Alaska alla Florida, produce vino.
Secondo Jim Trezise, presidente di WineAmerica, il vino è una forma d’arte completamente americana che si produce in ogni stato ed è un incredibile valore aggiunto in quanto preserva le zone destinate all’agricoltura, crea lavoro, attira il turismo, genera tasse e contribuisce al miglioramento generale della qualità della vita.
Lo studio ha misurato tre fattori principali: l’impatto diretto sull’economia, l’impatto sui fornitori e, infine, quello indiretto, considerando la creazione di posti di lavoro, i salari e le tasse generate.
Con impatto diretto si intende la creazione di posti di lavoro e i salari direttamente attribuibili alle cantine, assieme alle entrate dovute al turismo. Secondo il rapporto, l’industria vinicola è una fonte di attrazione incredibile per il turismo. Le regioni della wine country attraggono 43 milioni di turisti, registrando profitti per 17,7 miliardi di dollari, tutto a vantaggio delle economie locali e statali.
L’impatto dei fornitori riguarda tutti quei beni e servizi che le cantine acquistano da esterni, come affitti, tappi di sughero e servizi di consulenza, senza dimenticare i rivenditori al dettaglio e all’ingrosso.
Infine, l’impatto indiretto riguarda gli stipendi di coloro che lavorano direttamente o indirettamente nel settore del vino che rientrano nel circolo generale dell’economia del paese.
Su 219,9 miliardi di dollari, l’impatto diretto porta 84,5 miliardi di dollari, seguito da quello indiretto (76,6 miliardi di dollari) e da quello sui fornitori (58,8 miliardi di dollari).
Per quanto riguarda i posti di lavoro, quelli creati dall’industria del vino sono quasi un milione (998.496) per un totale di 33,5 miliardi di dollari in stipendi. Considerando anche gli altri due fattori (indiretto e fornitori) i numeri crescono fino a 1.738.270 posti di lavoro e 75,6 miliardi di dollari in stipendi.
John Dunham, il capo analista dello studio, ha aggiunto che la produzione, la distribuzione, la vendita ed il consumo di vini americani portano benefici a moltissimi settori dell’economia degli Stati Uniti. Si tratta di un’industria che genera 36,5 miliardi di dollari di tasse, divisi tra governo federale, statale e amministrazioni locali.
In questo momento, le cantine in tutti e 50 stati sono 10.236, per un totale di 677.629 acri di vigne su 49 stati.




Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Prosecco pedina di scambio nell’accordo tra UE e Australia?

Attualmente la produzione di Prosecco in Australia ha un valore di circa 40 milioni di euro ma è in forte crescita e potrebbe raggiungere a breve i 150 milioni di euro. Secondo alcuni osservatori la produzione di Prosecco australiano potrebbe rappresentare un beneficio anche all’immagine e posizionamento di quello italiano

Francesco Piccoli
Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Pochi giorni al meeting per gli export manager di Wineout

Partecipa gratuitamente alla straordinaria opportunità di condividere esperienze

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters giovedi 18 gennaio

Importare vini italiani in America: non ci si improvvisa

Intervista a Nicola Baù e a Roberta Crivellaro dello Studio legale Whiters

Noemi Mengo
Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons giovedi 18 gennaio

Wine influencer: quanto valore portano alla wine community e quanto accrescono la conoscenza comune del vino?

Intervista a Julien Miquel, wine blogger di uno dei più influenti wine blog al mondo, Social Vignerons

Noemi Mengo
Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Cosa significa essere oggi un imprenditore del vino?

Wine People presenta l'unico percorso personalizzato di formazione e consulenza ideato per gli imprenditori del vino che vogliono ottenere più risultati. A febbraio il primo incontro.

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo? martedi 16 gennaio

Danimarca: dove la felicità è di casa

Perché esportare nel secondo mercato più felice al mondo?

Agnese Ceschi
Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta? lunedi 15 gennaio

120 cm ² per raccontare la propria storia

Come raccontarsi in modo efficace nell'etichetta?

La più importante hub del commercio asiatico venerdi 12 gennaio

Inserirsi nel mercato cinese: perché dovreste usare Hong Kong come tramite

La più importante hub del commercio asiatico

Noemi Mengo
Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme… giovedi 11 gennaio

Come essere influenti in Cina

Chi sono i wine influencer cinesi? Lo scopriamo assieme…

Redazione Wine Meridian
Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Il primo corso per imparare a vendere vino nel mondo e in Italia

Finalmente ci siamo: a febbraio partirà il WinePeople Campus sulla Vendita. Vogliamo creare professionisti di successo nella vendita del vino italiano nel mondo! Richiedi un colloquio informativo

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Diventare imprenditori del vino consapevoli

Parte l’8 febbraio il primo Wine Campus Imprenditori, un percorso in 8 tappe per diventare imprenditori del vino consapevoli del proprio ruolo nella gestione dell’impresa, sullo stato di salute della propria azienda, delle dinamiche dei mercati, del come costruirsi una identità riconoscibile, degli strumenti di marketing e di comunicazione

Fabio Piccoli
Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

In onore di Gualtiero Marchesi

Il ricordo di un uomo che ha saputo sperimentare personalmente, nell’arco di una vita, la condizione umana di tre epoche

Vincenzo Ercolino


WineMeridian