Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
martedi 11 dicembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/ http://www.fattorialamagia.it/ https://www.accordinistefano.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ https://www.vinica.it/it/  http://acquesi.it/ https://www.borgolacaccia.it/ https://www.carusoeminini.it/ http://www.cantinadicustoza.it/ https://tenutadelpriore.it/linea-col-del-mondo/ http://www.tenutastellacollio.it/en/ https://www.tenutedigiulio.it/site/ http://www.tenutamontemagno.it/ http://giannitessari.wine/ Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet http://www.cantinapedres.it/

Il mercato italiano delle bollicine visto da Wine Intelligence

Nel 2017 31,6 milioni di italiani, circa il 64% della popolazione adulta, hanno bevuto vino spumante o frizzante almeno una volta nel corso dell’anno. In crescita non solo gli sparkling più noti ma anche alcune nicchie locali come il Durello, l’Erbaluce, il Verdicchio e la Ribolla Gialla


Il mercato italiano delle bollicine visto da Wine Intelligence
Normalmente ci occupiamo di mercati internazionali ma sono troppo ghiotti gli spunti di riflessione che ci fornisce il primo report realizzato da Wine Intelligence sul “Mercato italiano delle bollicine”.
Innanzitutto gli analisti di Wine Intelligence evidenziano come il mercato delle bollicine in Italia è decisamente diverso rispetto a quelli di altri Paesi dove sostanzialmente la competizione si riduce ai soliti grandi player, Champagne, Prosecco e Cava, e solo in qualche caso affiancati da una produzione nazionale significativa come negli Usa, in Australia o in Germania.
In Italia, invece, il consumo degli sparkling è decisamente più diversificato e oltre alle zone storiche di produzione (Trentino con il Trentodoc, Franciacorta, Oltrepò Pavese), numerose tipologie di spumante si stanno sviluppando in numerose regioni italiane, spesso grazie all’utilizzo di vitigni autoctoni che meglio si prestano ai processi di spumantizzazione. E’ il caso, ad esempio, del Durello in Veneto che oggi rappresenta forse uno degli esempi più interessanti di bollicina “autoctona” con ottime interpretazioni sia nella versione metodo classico che charmat. Ma in interessante evoluzione anche l’Erbaluce in Piemonte, il Verdicchio nelle Marche e la Ribolla Gialla in Friuli Venezia Giulia.
A questo riguardo sarebbe interessante analizzare meglio quelle che sono le potenzialità di sviluppo delle bollicine italiane realizzate anche con il contributo di vitigni autoctoni. Riteniamo, infatti, che vi siano ampi margini di crescita soprattutto se si eviteranno le pericolose “speculazioni” all’inseguimento del successo del Prosecco e si valorizzeranno invece quelle varietà e quei territori che meglio d’altri consentono l’ottenimento di bollicine di pregio, con una precisa identità riconoscibile.
Tornando al report di Wine Intelligence emerge come anche in Italia tra i consumatori non è chiara la diversificazione tra i diversi metodi di produzione degli sparkling e questo causa non poche problematiche sul versante delle percezioni e dei posizionamenti.
Per questa ragione gli esperti di Wine Intelligence giustamente consigliano una migliore azione di comunicazione sulle caratteristiche del prodotto sia da parte dei produttori che del trade.
Rispetto al tema delle vendite, le bollicine italiane sono destinate a crescere ulteriormente sul mercato nazionale e questo, in particolare, grazie alla destagionalizzazione delle vendite e ad un consumo più frequente. Nel 2017, a questo proposito, 31,6 milioni di italiani, il 64% della popolazione adulta, hanno consumato vino spumante o frizzante almeno una volta nel corso dell’anno. Per quanto riguarda la spesa media, eccezion fatta per lo Champagne, per una bottiglia di spumante o frizzante varia tra i 7-14,99 euro nell’off trade. Il canale di distribuzione più utilizzato è quello della gdo ad eccezione di Champagne e Franciacorta dove prevale il canele dell’horeca.
Per quanto concerne le occasioni di consumo il report evidenzia come il vino spumante è un termine che resta comunque fortemente legato a feste, celebrazioni e brindisi, mentre con il termine “frizzante”, molti consumatori italiani identificano un bollicina poco impegnativa, quella che spesso viene chiamata “frizzantino”.
Come era facilmente presumibile l’indagine di WI evidenzia come il Prosecco sia ormai entrato nelle scelte di gran parte dei consumatori italiani. La quasi totalità del campione, infatti, ha dichiarato di averlo bevuto almeno una volta nel corso dell’ultimo anno. Prosecco e Lambrusco, inoltre, risultano le bollicine consumate più frequentemente e sono quelle considerate con il miglior rapporto qualità/prezzo.
In termini di percezione qualitativa, però, lo Champagne continua ad essere il leader assoluto seguito dal Franciacorta.
Trentodoc, Alta Langa, Pignoletto, sono meno diffusi ma raggiungono comunque un’incoraggiante percentuale di consumatori.
Interessanti le indicazioni che emergono dal trade che, ad esempio, associa il Pignoletto al Prosecco in termini di stile, occasione di consumo e posizionamento); mentre l’Alta Langa viene considerata una tipologia alla ricerca di una collocazione precisa, a metà tra il Prosecco e il Franciacorta. Riguardo al Trentodoc, invece, il trade intervistato ritiene che abbia ampi margini di crescita sia a livello di penetrazione di mercato che di percezione qualitativa, sfruttando in particolare il traino di Ferrari, il suo brand più famoso.
E a proposito di brand, il report di WI evidenzia come Ferrari, Martini, Gancia e Maschio sono quelli riconosciuti maggiormente dai consumatori intervistati, con percentuali oltre l’80%. Le performance migliori sono registrate da Ferrari (Trentodoc) e Berlucchi, (Franciacorta) che evidenziano un tasso di conversione in acquirenti di oltre il 44%.
Il ruolo dei brand aziendali per sviluppare maggiormente la notorietà delle denominazioni delle bollicine italiane appare come uno degli aspetti più importanti evidenziati nel report di WI. In Franciacorta, ad esempio, dopo Berlucchi (leader nel retail), marchi come Cà del Bosco, Bellavista e Contadi Castaldi rappresentano brand di grande traino e dimostrano che vi sono ottime opportunità anche per costruire branding tra le bollicine made in Italy.

Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 was awarded with the gold medal at Mondial des Vins extrêmes 2018
tuesday 11 december

Azienda Agricola Accordini Stefano awarded at the Mondial des Vins Extrêmes wine competition

Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 was awarded with the gold medal at Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro martedi 11 dicembre

L'azienda agricola Accordini Stefano premiata al Mondial des Vins extrêmes 2018

Il Valpolicella Classico Superiore Ripasso DOC Acinatico 2016 vince la medaglia d’oro

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild
martedi 11 dicembre

Vino italiano nel mondo: educare partendo dal principio

Intervista a Maurizio Broggi, Direttore dell'Italian Wine Scholar Education Program di Wine Scholar Guild

Noemi Mengo
  Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona martedi 11 dicembre

Informazione pubblicitaria
AVVISO DI SOLLECITAZIONE OFFERTE

Fallimento N. 53/2017 Tribunale di Verona

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Giganti in un popolo di nani

Non è poi così difficile emergere tra i manager del vino [warning: politically incorrect contents]

Andrea Pozzan
We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014 saturday 08 december

Italian wines in the world: Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

We have tasted for you Colle Moro’s Alcàde Montepulciano d’Abruzzo DOC 2014

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro sabato 08 dicembre

Italian wines in the world: Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

Abbiamo degustato per voi Alcàde Montepulciano d’Abruzzo doc 2014 di Colle Moro

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis
venerdi 07 dicembre

Il coraggio di puntare sull’identità del Collio

L’intervista a Lorenzo Palla, titolare dell’azienda Ronco Blanchis

Agnese Ceschi
L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino. venerdi 07 dicembre

Winebel debutta a wine2wine 2018

L’etichetta interattiva fa il suo ingresso in scena al più importante forum sul business del vino.

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Si chiama trasparenza la svolta comunicativa dello Champagne

Per secoli sono stati i “segreti” ad alimentare il mito dello Champagne, negli ultimi anni, invece, è raccontare la “verità” la chiave comunicativa per dare ancora prestigio alla grande bollicina francese

Fabio Piccoli
Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani! giovedi 06 dicembre

Anna Spinato: focus sui Millenials

Un esempio vincente di marketing targetizzato, spazio ai giovani!

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice 
giovedi 06 dicembre

Brasile: il mercato di chi ama le sfide

Un Paese di contrasti, che ci somiglia e che ha bisogno dell’export italiano, ma non sarà una sfida semplice

Noemi Mengo
Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi? mercoledi 05 dicembre

Vinexpo New York: i 10 motivi per cui non mancare!

Ultimi posti disponibili per partecipare dal 4 al 5 marzo. Noi ci saremo, e voi?

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017 mercoledi 05 dicembre

Il restyling di Rigoloccio

Durante un evento milanese sono stati messi in degustazione alcuni vini dell’azienda maremmana che ha cambiato proprietà dal 2017

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO mercoledi 05 dicembre

Soave sito mondiale patrimonio dell’umanità per l’agricoltura

Il territorio veneto riconosciuto il 30 novembre dal comitato scientifico dalla FAO

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America
mercoledi 05 dicembre

"Sip Trip": parte il viaggio on the road di Jeff Porter alla scoperta del vino italiano

La nuova avventura del famoso sommelier americano Jeff Porter celebra la cultura del nostro paese in America

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona mercoledi 05 dicembre

Le quattro chiavi per superare i limiti della Russia

Gestione della burocrazia e promozione, avvicinamento ai gusti europei ed esperienze degustative in prima persona

Agnese Ceschi
Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert
martedi 04 dicembre

Singapore: un mercato fertile e curioso

Intervista all’esperto Wai Xin Chang, Wine Communicator e Vinitaly International Italian Wine Expert

Noemi Mengo
Quando anche i candidati devono partire da una autoconsapevolezza

Vorrei ma non posso: quando si chiede senza dare [abbastanza]

Quando anche i candidati devono partire da una autoconsapevolezza

Andrea Pozzan
We have tasted for you Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015 saturday 01 december

Italian wines in the world: Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015

We have tasted for you Coali Tenuta Savoia's I Simieri Rosso Verona Igt 2015

Abbiamo degustato per voi il I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia
sabato 01 dicembre

Italian wines in the world: I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia

Abbiamo degustato per voi il I Simieri Rosso Verona Igt 2015 di Coali Tenuta Savoia

Lo straordinario e istruttivo intervento di Margareth Henriquez, presidente e ceo di Krug, alla quinta edizione di Wine2Wine

La preziosa lezione di Madame Krug

Lo straordinario e istruttivo intervento di Margareth Henriquez, presidente e ceo di Krug, alla quinta edizione di Wine2Wine

Fabio Piccoli
Karen MacKenzie's wineries tour in Piemonte friday 30 november

Persistently Premier Piemonte

Karen MacKenzie's wineries tour in Piemonte

Karen MacKenzie
Partecipa al tour Simply Italian Great Wine a Fort Lauderdale e Città del Messico
venerdi 30 novembre

Partecipa con noi al tour Miami e Mexico febbraio 2019

Partecipa al tour Simply Italian Great Wine a Fort Lauderdale e Città del Messico

La rivoluzione Enosocial® e Clicknbuy™ è appena iniziata e non sembra fermarsi. Ecco i dettagli e un video di spiegazione dell’applicazione smartphone dedicata a produttori e wine lovers
giovedi 29 novembre

Degustare e acquistare in un battito di ciglia: è possibile?

La rivoluzione Enosocial® e Clicknbuy™ è appena iniziata e non sembra fermarsi. Ecco i dettagli e un video di spiegazione dell’applicazione smartphone dedicata a produttori e wine lovers