Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

http://www.winemeridian.com/
domenica 20 gennaio 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Siddura WineNet CVA Canicatti https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/  http://acquesi.it/ wm Vyno Dienos Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace
giovedi 29 dicembre

Il neuromarketing applicato al mondo del vino

Quali elementi determinano la scelta del consumatore di fronte a una gamma di prodotti sconosciuti? Le nuove scoperte scientifiche in materia di neuromarketing sono suscettibili di applicazione nel mondo del vino


Il neuromarketing applicato al mondo del vino
Quale importanza rivestono le emozioni all’interno del processo decisionale? Recenti studi hanno cercato di dare delle risposte a queste domande, fornendo una serie di dati sorprendenti che hanno determinato una rivoluzione nella strategia di approccio al consumatore. Comprendere queste dinamiche può dare alle aziende del vino importanti vantaggi nel definire strategie di comunicazione e vendita più efficaci.

Un tempo si riteneva che la decisione di acquisto fosse determinata da un processo prevalentemente razionale, che richiedeva l’attenzione del consumatore quale presupposto per l’assorbimento del messaggio promozionale. I pubblicitari avevano quindi quale primo obiettivo quello di catturare l’attenzione di un cliente razionale, che sa quello che vuole e che vuole quello che chiede, e che punta al benefit del prodotto. Oggi invece i più recenti studi hanno rilevato un’inversione del paradigma: il consumatore è diventato una
“macchina emotiva che pensa”.

In questa nuova ottica, i consumatori sono guidati nelle scelte più dagli stimoli emotivi che da precisi giudizi razionali; di conseguenza, i messaggi possono essere memorizzati senza un elevato grado di consapevolezza e il giudizio sul valore del prodotto diventa fortemente soggettivo. L’abilità del pubblicitario oggi sta proprio nell’inserirsi in questo processo decisionale facendo leva sui meccanismi emotivi che condizionano in maniera determinante il decisore. Proprio questa spiccata irrazionalità nelle scelte di acquisto determina il successo delle campagne di saldi. “Efficaci le strategie mirate a far percepire il rischio della perdita di denaro, la disponibilità di un tempo limitato per l’acquisto, la limitazione dei prodotti in offerta e la consapevolezza da parte dell’agente che esistono altre persone che in quel momento stanno valutando il medesimo affare” precisa Vincenzo Russo, coordinatore del Centro di ricerca di Neuromarketing Behavior and Brain Lab che abbiamo incontrato durante il recente Wine2Wine. In poche parole, trasmettere la sensazione che l’offerta di acquisto costituisca un’occasione da cogliere al volo, sfruttando la reazione emotiva immediata del potenziale cliente, può risultare una strategia vincente.

Gioca poi un ruolo determinante il pregiudizio, positivo o negativo, nei confronti del prodotto. “È stato provato che un vino presentato come pregiato attiva la corteccia orbito-frontale, deputata all’elaborazione di sensazioni positive, a prescindere dalla sua effettiva qualità. Gli esperimenti sulla New Coke del 1985 hanno dimostrato inoltre una naturale predisposizione del consumatore per le bevande culturalmente familiari, come la Coca Cola contro la Pepsi Cola” racconta Russo. Il valore percepito e l’affezione del pubblico al prodotto costituiscono quindi delle leve attrattive per il consumatore.

Alla luce di queste considerazioni, riesce più facile comprendere perché venga data tanta importanza allo storytelling, soprattutto nel mondo del vino: le storie emozionali costituiscono un potentissimo engagement che induce le persone a donare di più, trasportando l’ascoltatore nel mondo altrui. L’empatia è quindi un motore fondamentale per le vendite e, dal punto di vista chimico, è stata posta in relazione all’ossitocina, chiamata anche “ormone della socialità”. In questo senso il neurologo Calne ha affermato che “la ragione porta a pensare, le emozioni portano all’azione”.

Secondo l’esperto Russo la potenza emozionale del linguaggio, nonché le nuove strategie legate all’approccio decisionale del consumatore, non possono essere ignorate nella promozione del vino. Per il vino, prodotto sensoriale ed emozionale per eccellenza, si apre l’era del neuromarketing.
Paola Di Remigio

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Presentato il 14 gennaio il primo master al mondo dedicato alla formazione di manager per i patrimoni agricoli dell’umanità venerdi 18 gennaio

Patrimonio dell’umanità: il Soave fa scuola

Presentato il 14 gennaio il primo master al mondo dedicato alla formazione di manager per i patrimoni agricoli dell’umanità

Quale scegliere? La parola a Nicola Dal Maso
venerdi 18 gennaio

Durello Metodo Classico o Durello Charmat?

Quale scegliere? La parola a Nicola Dal Maso

Il 30 gennaio la presentazione del primo progetto di rete per le piccole e medie imprese del vino italiano. Un progetto per condividere azioni di comunicazione, di commercializzazione in Italia e all’estero e di gestione comune di risorse umane

Wine Meridian presenta il progetto Rete di Impresa per le pmi del vino italiane

Il 30 gennaio la presentazione del primo progetto di rete per le piccole e medie imprese del vino italiano. Un progetto per condividere azioni di comunicazione, di commercializzazione in Italia e all’estero e di gestione comune di risorse umane

Fabio Piccoli
Produzione sostenibile e territorio incontaminato sono gli ingredienti base dell’azienda piemontese che punta a sposare i mercati del mondo. Come? Grazie al rapporto con la cucina italiana all’estero
venerdi 18 gennaio

Oltre il Bio, la visione di Tenuta Montemagno che esalta i vitigni autoctoni

Produzione sostenibile e territorio incontaminato sono gli ingredienti base dell’azienda piemontese che punta a sposare i mercati del mondo. Come? Grazie al rapporto con la cucina italiana all’estero

Ecco le nostre tappe internazionali previste per il 2019
venerdi 18 gennaio

Wine Meridian around the world

Ecco le nostre tappe internazionali previste per il 2019

Preparati a mettere in agenda i prossimi appuntamenti internazionali del progetto che promuove il biologico nel mondo giovedi 17 gennaio

Organic Value: il calendario del 2019 è pronto!

Preparati a mettere in agenda i prossimi appuntamenti internazionali del progetto che promuove il biologico nel mondo

Sono in tanti a chiedere da anni la riforma delle Anteprime delle nostre principali denominazioni ma poi non viene mai presentato un progetto concreto. Se questo è vero quali le ragioni di questa difficoltà a rinnovare un format che a noi appare da tempo obsoleto?

Ma quali nuove Anteprime?

Sono in tanti a chiedere da anni la riforma delle Anteprime delle nostre principali denominazioni ma poi non viene mai presentato un progetto concreto. Se questo è vero quali le ragioni di questa difficoltà a rinnovare un format che a noi appare da tempo obsoleto?

Fabio Piccoli
Il nuovo anno di Vinventions: tappi all’insegna dello sviluppo sostenibile dalla A alla Z
giovedi 17 gennaio

Quando la sostenibilità passa anche per il tappo

Il nuovo anno di Vinventions: tappi all’insegna dello sviluppo sostenibile dalla A alla Z

La testata americana premia la regione gardesana grazie al suo vino e al paesaggio e il Chiaretto di Bardolino è indicato come “uno dei migliori rosati d’Italia” giovedi 17 gennaio

Il Garda: unica area italiana tra le Top 10 destinazioni vinicole al mondo, secondo Wine Enthusiast

La testata americana premia la regione gardesana grazie al suo vino e al paesaggio e il Chiaretto di Bardolino è indicato come “uno dei migliori rosati d’Italia”

Imprenditrice del vino toscana, resterà in carica per il triennio 2019 - 2022 mercoledi 16 gennaio

Donatella Cinelli Colombini confermata Presidente Nazionale delle Donne Del Vino

Imprenditrice del vino toscana, resterà in carica per il triennio 2019 - 2022

Quando ascoltiamo la versione dell’azienda e la versione del manager e ci domandiamo chi dei due ha ragione...

Le due campane delle risorse umane

Quando ascoltiamo la versione dell’azienda e la versione del manager e ci domandiamo chi dei due ha ragione...

Andrea Pozzan
Scenari futuri e consigli degli esperti in un mercato in rapida e certa evoluzione come quello oltremanica martedi 15 gennaio

La grande B (come Brexit)

Scenari futuri e consigli degli esperti in un mercato in rapida e certa evoluzione come quello oltremanica

Agnese Ceschi
Focus su Slovacchia, Repubblica Ceca e Lettonia, mete ambite da molti esportatori, ma fonte di successo di pochi, ecco svelato il perché. lunedi 14 gennaio

Est Europa e Baltico: quali prospettive future?

Focus su Slovacchia, Repubblica Ceca e Lettonia, mete ambite da molti esportatori, ma fonte di successo di pochi, ecco svelato il perché.

Noemi Mengo
In aumento gli under 35 e le quote rosa che vogliono approfondire il mondo del vino venerdi 11 gennaio

AIS Veneto: più giovani e più donne tra i sommelier

In aumento gli under 35 e le quote rosa che vogliono approfondire il mondo del vino

Da alcuni anni ormai si parla di riformare le anteprime dei grandi vini italiani ma alla fine nulla cambia con il rischio sempre più evidente di trovarsi di fronte ad iniziative costose con un’efficacia sempre più limitata

Anteprime vini, una riforma che non si può più rimandare

Da alcuni anni ormai si parla di riformare le anteprime dei grandi vini italiani ma alla fine nulla cambia con il rischio sempre più evidente di trovarsi di fronte ad iniziative costose con un’efficacia sempre più limitata

Fabio Piccoli
La storica cantina sociale dei Castelli romani vuole andare oltre i preconcetti, per affermare la bontà e le potenzialità delle sue produzioni venerdi 11 gennaio

Gotto D’Oro: il Lazio che rivendica la qualità in Italia e all'estero

La storica cantina sociale dei Castelli romani vuole andare oltre i preconcetti, per affermare la bontà e le potenzialità delle sue produzioni

Nuova edizione ad aprile 2019: diventare export manager del vino

Campus Export Manager: entrare nel mondo del vino

Nuova edizione ad aprile 2019: diventare export manager del vino

Sarah Norell ci fa comprendere come la sostenibilità stia diventando un fattore sempre più di impatto nell’industria vinicola svedese.
giovedi 10 gennaio

Ekologiskt? Yes, please!

Sarah Norell ci fa comprendere come la sostenibilità stia diventando un fattore sempre più di impatto nell’industria vinicola svedese.

Agnese Ceschi
Responsabile Vendite Italia - Canale HORECA mercoledi 09 gennaio

Offerta di lavoro

Responsabile Vendite Italia - Canale HORECA

Punti di forza e di debolezza di un Paese storicamente interessante per i produttori italiani, che però mostra oggi qualche resistenza. Tre consigli chiave per ridare smalto al vino italiano 
mercoledi 09 gennaio

Come recuperare l'appeal del vino italiano in Svizzera

Punti di forza e di debolezza di un Paese storicamente interessante per i produttori italiani, che però mostra oggi qualche resistenza. Tre consigli chiave per ridare smalto al vino italiano

Federica Lago
Per il secondo anno Wine Meridian, in partnership con Unexpected Italian, ritorna in Vietnam: il 30 settembre ad Ho Chi Minh e il 3 ottobre ad Hanoi martedi 08 gennaio

Vietnam Wine Tour 2019: due tappe per presidiare uno dei più promettenti mercati asiatici

Per il secondo anno Wine Meridian, in partnership con Unexpected Italian, ritorna in Vietnam: il 30 settembre ad Ho Chi Minh e il 3 ottobre ad Hanoi



http://www.winemeridian.com/