Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
martedi 16 ottobre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it www.wine2wine.net https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it info@larchetipo.it http://www.tenutaviglione.com/ http://www.fattorialamagia.it/ https://www.rigoloccio.it/ http://www.cantinapedres.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ https://www.vinica.it/it/ Farina Enartis Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet CVA Canicatti
venerdi 22 dicembre

Il Soave è… “No-rolling-stones”

Al via il nuovo progetto di studio voluto dal Consorzio di tutela in materia di erosione del suolo, in linea con quanto previsto dalla Regione Veneto


Il Soave è… “No-rolling-stones”
Prosegue e si moltiplica l’impegno del Consorzio del Soave in materia di tutela e conservazione del paesaggio grazie ad un nuovo, ambizioso progetto, denominato “No-Rolling-stones”, nato sulla scia di quanto previsto dalla Regione Veneto in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura.
“No-rolling-stones” è il quarto progetto in ordine di tempo in tema di tutela e valorizzazione del paesaggio, dopo il riconoscimento di Primo Paesaggio rurale di interesse storico d’Italia e dopo l’ulteriore ricerca denominata “Soave Historical landscape”, in parallelo a quanto si sta facendo sul fronte GIAHS-FAO.

No-rolling-stones parte da due assunti:
a) l’approccio all’agricoltura con l’utilizzo di mezzi meccanici di nuova concezione, che puntano a massimizzare l’uso del suolo, genera forti rischi di erosione e di perdita di identità paesaggistica;
b) il passare del tempo, soprattutto in contesti storici caratterizzati da manufatti quali muretti, scoli, viabilità pedonale, genera una degradazione fisiologica e necessita di riconsolidamento e di sistemazione.
Il progetto dunque mira a perseguire un sistema di produzione agricola che sia rispettoso delle identità paesaggistiche, grazie ad attente misure per la tutela del paesaggio e la gestione del territorio; tale progetto altresì, si prefigge di ricercare soluzioni per una gestione del suolo più funzionale, nell’ottica di una crescente competitività agricola.
Saranno 6 gli ambiti di azione al cui interno si svilupperà l’operatività del progetto e nello specifico:• consolidamento di muri a secco e ciglionamenti;• utilizzo di materiali innovativi per il miglioramento della viabilità rurale;
• nuove soluzioni per impianti a “girapoggio”;
• sviluppo di tecnologie e macchine operatrici più efficaci e sicure in forte pendenza, anche per lavorazioni sotto chioma;
• identificazione di materiali da utilizzare e definizione linee guida operative per interventi di consolidamento e ripristino dei terrazzamenti;
• analisi economiche di intervento, di convenienza e di efficienza sui diversi sistemi proposti.

«E 'dimostrato che l’erosione del suolo in tutto il nostro Paese" evidenzia Arturo Stocchetti, presidente del Consorzio di Tutela" potrebbe essere ridotta del 43% se venissero applicate le buone pratiche previste anche dai regolamenti europei. Siamo ben consapevoli infatti che l’erosione del suolo è una delle più grandi minacce per i terreni, poiché degrada gli ecosistemi e può provocare la riduzione dei raccolti, minacciando la sicurezza alimentare e i redditi degli stessi agricoltori. In tal senso la nostra è una assunzione di responsabilità, soprattutto nei confronti di chi opera in forti pendenze come in tante aree storiche del Soave».

No-rolling-stones è un progetto molto ampio che vedrà impegnato il Consorzio di Tutela per i prossimi anni e che giunge quale naturale evoluzione di un percorso di studio e di ricerca in materia di tutela e valorizzazione del paesaggio iniziato dall’ente consortile oltre dieci anni fa e che ha iniziato a portare i primi risultati concreti con l’inserimento delle “Colline Vitate del Soave” nel Registro nazionale dei paesaggi rurali di interesse storico. A gennaio 2016 infatti quella del Soave è la prima doc italiana ad ottenere il riconoscimento ministeriale di “Paesaggio rurale di interesse storico”, selezionata tra 35 candidature e 123 zone produttive dell’agroalimentare italiano.

Sulla base delle ricerche che hanno condotto al prestigioso riconoscimento ministeriale, 12 mesi dopo parte "Soave Historical landscape", la nuova ricerca, voluta dal Consorzio di Tutela in collaborazione con lo IUAV di Venezia, dedicata alle "Colline Vitate del Soave". Questo lavoro, realizzato da Chrysafina Geronta, giovane assegnista di ricerca dello IUAV, originaria di Rodi, ha individuato un modello di conservazione del paesaggio del Soave, basato sulla consapevolezza collettiva del suo valore culturale. La definizione di linee guida metodologicamente innovative per la conservazione di questi elementi caratteristici, assieme alla rimozione e la mitigazione dei detrattori del paesaggio, sono gli obbiettivi ultimi dell’intero lavoro di ricerca.
A fronte poi dei requisiti che sono valsi alle Colline Vitate del Soave il riconoscimento ministeriale di primo Paesaggio rurale di interesse storico d’Italia si presenta infine, quest’anno, la possibilità per il comprensorio del Soave di fare il suo ingresso nel GIAHS, (Sistemi di patrimonio agricolo di importanza mondiale, Globally important agricutural heritage system), il programma avviato dalla FAO nel 2002 e sottoscritto dall’Italia nel 2016, con l’obbiettivo di individuare e valorizzare i territori ricchi di biodiversità dove l’agricoltura sostenibile produce tipicità che raccontano il saper fare italiano.
Il programma GIAHS, avviato dalla FAO, ha come obiettivo quello di individuare a livello mondiale alcuni paesaggi particolarmente ricchi in biodiversità che nascono dal co-adattamento di una comunità antropica con l’ambiente circostante e che si manifestano con il mantenimento di paesaggi di particolare interesse estetico e storico-culturale grazie alla continuità di tecniche agricole tradizionali. Il progetto GIAHS non si propone solo di tutelare paesaggi e tecniche gestionali di tipo tradizionale, ma di applicare i principi della conservazione dinamica, cioè di sfruttare tali tecniche per uno sviluppo sostenibile delle aree interessate, con benefici diretti ed indiretti per la popolazione, facendo diventare quindi il paesaggio tradizionale il motore dello sviluppo rurale di queste aree.







Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Le tipologie di consumatori si stanno evolvendo sempre di più e a velocità imprevedibili. Per capire il potenziale sviluppo dei mercati internazionali del vino sarà sempre più importante conoscere in profondità le diverse tipologie di target

I consigli di Euromonitor su come raggiungere le nuove 8 categorie di consumatori

Le tipologie di consumatori si stanno evolvendo sempre di più e a velocità imprevedibili. Per capire il potenziale sviluppo dei mercati internazionali del vino sarà sempre più importante conoscere in profondità le diverse tipologie di target

Francesco Piccoli
Se hai un passaggio generazionale in atto, scopri come formare al meglio nuovi imprenditori del vino, preparati, aggiornati e produttivi. lunedi 15 ottobre

Campus Impresa: la scelta degli imprenditori consapevoli

Se hai un passaggio generazionale in atto, scopri come formare al meglio nuovi imprenditori del vino, preparati, aggiornati e produttivi.

Nell’ultimo report di Euromonitor International i nuovi profili di 8 categorie di consumatori a livello mondiale  che avranno una grande influenza anche sui consumi di vino

Un nuovo modo di studiare i consumatori

Nell’ultimo report di Euromonitor International i nuovi profili di 8 categorie di consumatori a livello mondiale che avranno una grande influenza anche sui consumi di vino

Francesco Piccoli
Lo speed dating creato per trovare figure professionali nel mercato asiatico torna il 10 novembre durante la fiera di Hong Kong giovedi 11 ottobre

Nuove figure export per il mercato asiatico? #HireMeVinitaly Hong Kong ti aspetta

Lo speed dating creato per trovare figure professionali nel mercato asiatico torna il 10 novembre durante la fiera di Hong Kong

Prosegue l’attività di internazionalizzazione del Consorzio Tutela Vini Valpolicella che nel mese di ottobre farà tappa a Vancouver, Chicago, Washington DC e Zurigo. giovedi 11 ottobre

Valpolicella 50 Anniversary Tour: Canada, USA e Svizzera

Prosegue l’attività di internazionalizzazione del Consorzio Tutela Vini Valpolicella che nel mese di ottobre farà tappa a Vancouver, Chicago, Washington DC e Zurigo.

Le impressioni delle aziende e degli organizzatori al rientro dal tour in Vietnam che dal 2 al 4 ottobre ha fatto tappa ad Ho Chi Minh e Hanoi. giovedi 11 ottobre

Unexpected Italian Wines in Vietnam: come è andata?

Le impressioni delle aziende e degli organizzatori al rientro dal tour in Vietnam che dal 2 al 4 ottobre ha fatto tappa ad Ho Chi Minh e Hanoi.

Noemi Mengo
Presentato a Venezia il libro edito da Assouline giovedi 11 ottobre

Ornellaia celebra i primi 30 anni con un libro

Presentato a Venezia il libro edito da Assouline

Intervista a Jeremy Parzen, wine blogger e giornalista esperto di vini italiani, sulla nuova frontiera Usa: il mercato texano giovedi 11 ottobre

Community is the key

Intervista a Jeremy Parzen, wine blogger e giornalista esperto di vini italiani, sulla nuova frontiera Usa: il mercato texano

Considerazioni a seguito del Wine Export Manager Day 2018 di uno dei partecipanti al pomeriggio di formazione giovedi 11 ottobre

Essere un wine export manager oggi in Italia

Considerazioni a seguito del Wine Export Manager Day 2018 di uno dei partecipanti al pomeriggio di formazione

Un appuntamento mensile con le vostre considerazioni in merito ai mercati e ai cambiamenti che vivete ogni giorno con il vostro lavoro 
mercoledi 10 ottobre

La Rubrica dell'Export: "dear export manager, it's your turn!"

Un appuntamento mensile con le vostre considerazioni in merito ai mercati e ai cambiamenti che vivete ogni giorno con il vostro lavoro

Le indagini presentate a Wine Export Manager Day delineano la figura dell’export manager; da pochi è visto come un vero comunicatore
mercoledi 10 ottobre

Export manager o tuttofare?

Le indagini presentate a Wine Export Manager Day delineano la figura dell’export manager; da pochi è visto come un vero comunicatore

Noemi Mengo
Quali prospettive per l’export della denominazione veronese del Garda? martedi 09 ottobre

La nuova “era” del Bardolino

Quali prospettive per l’export della denominazione veronese del Garda?

Un parterre di ospiti internazionali di grande rilievo e una nuova formula più network oriented: alcune delle novità del prossimo forum del business del vino in programma a Verona il 26 e 27 novembre martedi 09 ottobre

What's In It For Me? Stevie Kim racconta il prossimo wine2wine

Un parterre di ospiti internazionali di grande rilievo e una nuova formula più network oriented: alcune delle novità del prossimo forum del business del vino in programma a Verona il 26 e 27 novembre

Agnese Ceschi
Partecipa gratuitamente alla presentazione dei campus dedicati ad export manager, venditori di vino e titolari di azienda

Ti aspettiamo venerdi all'open day dei campus di Wine People

Partecipa gratuitamente alla presentazione dei campus dedicati ad export manager, venditori di vino e titolari di azienda

Il 18 e il 19 novembre 2018 alla Fiera di Faenza torna la terza edizione di lunedi 08 ottobre

"Back to the wine": il vino artigianale in fiera a Faenza

Il 18 e il 19 novembre 2018 alla Fiera di Faenza torna la terza edizione di "Back to the wine"

La consulenza dedicata a chi lavora o vuole lavorare nel mondo del vino e desidera migliorare l’efficacia del proprio Curriculum Vitae.

WINE CV WRITER: come realizzare il CV che ogni impresa del vino vorrebbe leggere

La consulenza dedicata a chi lavora o vuole lavorare nel mondo del vino e desidera migliorare l’efficacia del proprio Curriculum Vitae.

A tutela dei produttori il nuovo aggiornamento verifica gli account di successo e scarta quelli su cui non investire sabato 06 ottobre

Instagram si aggiorna di nuovo a caccia dei falsi influencer

A tutela dei produttori il nuovo aggiornamento verifica gli account di successo e scarta quelli su cui non investire

Noemi Mengo
Impressioni dalla prima edizione dell’evento organizzato da Unexpected Italian in Vietnam

Vietnam, viaggio all’interno di un mercato emergente

Impressioni dalla prima edizione dell’evento organizzato da Unexpected Italian in Vietnam

Fabio Piccoli