Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
lunedi 23 luglio 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Tommasi WineNet https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it Farina Enartis Tebaldi wbwe Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Michele Shah
giovedi 21 giugno

Il solido mercato di Singapore, vecchio amico con il quale sperimentare

Vini fermi accolti a braccia aperte dal mercato di Singapore, meno margine di crescita per gli sparkling, ma le previsioni per il 2021 vedono buono spazio di consolidamento per i brand italiani


Il solido mercato di Singapore, vecchio amico con il quale sperimentare
Sebbene Singapore rientri ormai fra i mercati cosiddetti “maturi” dell’Asia e non rappresenti più la nuova sfida per i produttori italiani, è sempre un terreno fertile in cui provare a coltivare, poiché la popolazione accoglie piuttosto di buon grado i nuovi trend d’importazione. Ecco perché abbiamo scelto di proporvi un report sui trend attuali all’interno di questo paese dalle grandi potenzialità di crescita. Un’accurata statistica condotta da IWSR Vinexpo, ci mostra delle interessanti considerazioni sulla crescita del comparto vinicolo dal 2011 fino ad oggi, regalandoci anche una preziosa previsione dell’andamento fino al 2021.
Prima di addentrarci in un’analisi più approfondita, è bene ricordare un breve background della situazione politico-economica del paese.
Come segnala anche una pubblicazione (APAC Rapporto Paese Singapore 2018) promossa da
Atradius, fra i leader mondiali del settore assicurativo internazionale, la situazione politica ed economica di Singapore gode relativamente di buona salute. La distribuzione del reddito è piuttosto equa e, a differenza della vicina Malesia, le tensioni razziali sono trascurabili. Il Partito di Azione Popolare (PAP) è al potere dall’indipendenza di Singapore dichiarata nel 1965, e pur essendo favorevole alle imprese, rispetto agli standard occidentali limita lievemente le libertà personali all’interno dello Stato. Il reddito pro capite e il livello di sviluppo di Singapore soddisfano gli standard dell’OCSE, ma l’economia singaporiana risente di una certa vulnerabilità dovuta all’elevata dipendenza dalla domanda dei partner commerciali, nonostante però le dimensioni dello stato siano decisamente ridotte, l’economia si presenta ben diversificata. Nel 2017 in generale le esportazioni e la produzione industriale sono aumentate rispettivamente del 5% e del 10%, mentre si è registrata una ripresa anche dei consumi privati. Per quanto riguarda il settore vinicolo, grazie anche al commercio on-line, colpito da un cambiamento radicale nel profilo dei visitatori, il mercato del vino ha registrato un andamento notevolmente positivo.

Procediamo quindi con il confrontare l’andamento di vini fermi e sparkling e il loro posizionamento all’interno del mercato singaporiano. Cominciamo innanzitutto a considerare una nota positiva, a differenza di altri mercati asiatici, dove la produzione locale comincia ad avere un certo peso, a Singapore le importazioni dominano il comparto. Francia, Italia e Spagna sono tra i maggiori importatori per entrambe le categorie, superati nettamente solo dall’Australia, che però, in previsione, sembrerà avere sempre meno presa negli anni futuri. 

Vini fermi: rossi e bianchi positivi, rosè con scarso consumo


Dal 2011 al 2018, i vini fermi hanno subito una crescita graduale ma positiva, passando da un volume di 1.0 milioni in casse da 9 litri a 1.1 milioni. La crescita fino al 2021 proseguirà, anche se più lentamente e rientrando all’interno della soglia di 1.1 milioni. Il consumo pro capite è invece diminuito, dato che però non deve scoraggiare se consideriamo la crescita costante dei consumi nel paese. Partendo da 2.1 milioni in casse da 9 litri nel 2011 ha subito un picco di crescita a 2.2 milioni nel 2013 per poi scendere gradualmente, arrivando del 2018 a 2.0 milioni. Le previsioni indicano un’ulteriore diminuzione per il 2021 a 1.9 milioni.
I vini rossi occupano grande spazio, passando da 0.7 milioni nel 2011, con un picco nel 2013 a 0.8, per poi assestarsi stabilmente sotto 0.8 milioni. Per i bianchi l’aumento si è registrato lento e graduale, passando da 0.2 milioni nel 2011 a 0.3 nel 2018, con un lieve rialzo nel 2015, e con la previsione che rimanga costante su questo andamento anche fino al 2021. I rosè hanno invece pochissimo spazio, non superando mai nell’arco degli anni 2011-2018 (e in previsione 2021) la soglia dello 0.0 milioni in casse da nove litri.
Il CAGR quinquennale 2016-2021 segnala un un 2.1% e un volume di 0.1 milioni in casse da 9 litri per i prodotti italiani, volume previsto in aumento. Basandoci sempre sul calcolo CAGR, i vini maggiormente venduti sono quelli della fascia di prezzo standard, che si confermano a 3.8% con un volume che passa da 0.4 milioni nel 2016 a un previsto 0.5 nel 2021. La categoria dei “Super Premium +” per i vini bianchi non ha margine di crescita, pochissimo lo spazio, al momento 0.1 milioni che andranno in diminuzione con un CAGR di -0.5%. 

Vini sparkling: la rivincita del Prosecco

Anche per questi vini i consumi si registrano sulla base di prodotti di importazione. Volume e consumo pro capite qui non vanno in opposizione fra loro, come abbiamo visto per i vini fermi, ma seguono entrambi una graduale crescita. Dal 2011 si parte con un volume in casse da 9 litri al di sotto di 0.1 milioni, quindi 0.170 milioni di litri per adulto circa, e si prevede di arrivare al 2021 con un aumento che rientra sempre all’interno di 0.1 milioni, ma con 0.240 milioni di litri per adulto. Il consumo pro capite passa da 0.204 milioni in casse da 9 litri nel 2011, un picco di 0.229 milioni nel 2014, un lieve calo nel 2015 con 0.227 e una risalita al 2018 con 0.242 milioni. Per il 2021, le previsioni parlano di sfiorare la soglia di 0.250 milioni.

Per quanto riguarda le categorie di prezzo, secondo il calcolo CAGR quinquennale, la fascia standard predomina, con un 6.7% previsto fino al 2021, ma anche la zona dei “Super Premium +” si guadagna una buona fetta di torta, con volume che rientra nel segmento di 0.1 milioni, in leggero calo fino al 2021 con CAGR di -0.7%. Il CAGR 2016-2021 per provenienza invece vede l’Italia a 10.5%, con i volumi più alti dopo la Francia, il cui champagne domina ancora il mercato. Nota positiva per l’italiano prosecco: lo champagne è salito in volume tra il 2012 e il 2013, ma dal 2014 ha effettuato un’inversione di marcia, registrando lievi riduzioni in volume, sempre rientrando in 0.1 milioni. Il Prosecco invece è sempre più in aumento e nel 2021 si prevede raggiunga le quote dello champagne. Fra gli altri sparkling vengono riportati Asti e Lambrusco, i cui volumi sono molto ridotti, ma costanti anche in futuro. 

In conclusione, interessante quindi, per quanto riguarda la categoria sparkling, la prevista rimonta del Prosecco sullo Champagne, un dato da tenere monitorato negli anni a venire. Per noi italiani, c’è globalmente sempre più margine di insediamento all’interno del mercato, perciò è ora di restare fiduciosi e continuare ad investire per fare export a Singapore, un mercato che certamente ha ormai qualche ruga, ma che è pronto per accogliere positivamente le nostre nuove proposte “Made in Italy”.



Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
L’amore per il vino italiano cresce, cerchiamo di capire i motivi di questo successo e le possibilità ancora da esplorare.
lunedi 23 luglio

Vino italiano in Cina: quali sono i nuovi trend e chi acquista i vini importati?

L’amore per il vino italiano cresce, cerchiamo di capire i motivi di questo successo e le possibilità ancora da esplorare.

Noemi Mengo
Il 21 luglio lo spumante Akènta riemergerà dal mare, un momento di spettacolo accompagnato da tanti festeggiamenti
venerdi 20 luglio

AKÈNTA DAY (& NIGHT): una giornata speciale ed uno spettacolo imperdibile

Il 21 luglio lo spumante Akènta riemergerà dal mare, un momento di spettacolo accompagnato da tanti festeggiamenti

Lo storico presidente di Slow Food ha ricordato il dovere delle imprese vitivinicole ad investire in cultura sia per “restituire” alla collettività i benefici di cui può godere sia per esaltare ulteriormente il suo legame con le risorse culturali del nostro Paese

Grazie a Carlo Petrini per averci ricordato il primato della cultura

Lo storico presidente di Slow Food ha ricordato il dovere delle imprese vitivinicole ad investire in cultura sia per “restituire” alla collettività i benefici di cui può godere sia per esaltare ulteriormente il suo legame con le risorse culturali del nostro Paese

Fabio Piccoli
Nelle fasce più giovani di consumatori interesse nei confronti di lattine e bag in box e ormai gli inglesi non evidenziano più differenze tra i tappi in sughero e quelli a vite

Le preferenze di formati e chiusure nel mercato del Regno Unito

Nelle fasce più giovani di consumatori interesse nei confronti di lattine e bag in box e ormai gli inglesi non evidenziano più differenze tra i tappi in sughero e quelli a vite

Francesco Piccoli
Intervista a Michael Blaise, Vice Presidente per la Sostenibilità di Vinventions giovedi 19 luglio

La svolta sostenibile di Vinventions

Intervista a Michael Blaise, Vice Presidente per la Sostenibilità di Vinventions

È  la consapevolezza a fare la differenza tra un buon e un ottimo manager, tra un imprenditore capace e un imprenditore di successo

Cosa ci rende buoni manager o buoni imprenditori?

È la consapevolezza a fare la differenza tra un buon e un ottimo manager, tra un imprenditore capace e un imprenditore di successo

Roberta Zantedeschi
Ecco un aggiornamento sulla tendenza in atto del consumo di vino o bevande a basso contenuto alcolico martedi 17 luglio

Low- o No-alcohol wines, sì o no?

Ecco un aggiornamento sulla tendenza in atto del consumo di vino o bevande a basso contenuto alcolico

Agnese Ceschi
La competizione, porta d’ingresso per entrare nel mercato e portavoce dei gusti dei consumatori asiatici, lancia la “call to entries” per i produttori italiani, con scadenza al 22 luglio 2018. Affrettatevi!
lunedi 16 luglio

WM rinnova la mediapartnership con l’Hong Kong International Wine and Spirits Competition

La competizione, porta d’ingresso per entrare nel mercato e portavoce dei gusti dei consumatori asiatici, lancia la “call to entries” per i produttori italiani, con scadenza al 22 luglio 2018. Affrettatevi!

Wine Export Manager Senior e Junior lunedi 16 luglio

Offerta di Lavoro

Wine Export Manager Senior e Junior

Il parere di Andrzej Sajniak, importatore polacco e titolare di Caterteam Sp.zo.o e dei punti vendita lunedi 16 luglio

Vino italiano in Polonia: quando l'alta qualità non basta

Il parere di Andrzej Sajniak, importatore polacco e titolare di Caterteam Sp.zo.o e dei punti vendita "Piccola Italia & Mediterraneo" di Varsavia

Noemi Mengo
La freschezza del Chiaretto incontra la pizza contemporanea di Renato Bosco nella terrazza estiva di Monte Zovo venerdì 20 luglio 2018. 
lunedi 16 luglio

Chiaretto&Pizza: l’aperitivo gourmet firmato Monte Zovo e Renato Bosco

La freschezza del Chiaretto incontra la pizza contemporanea di Renato Bosco nella terrazza estiva di Monte Zovo venerdì 20 luglio 2018.

Domenica 8 luglio, luna e stelle hanno fatto luce sui vigneti di Monte Gorna, a Treccastagni, ai piedi dell'Etna per un evento speciale: Notturno in Vigna. domenica 15 luglio

Nasce sull'Etna una nuova narrazione del vino

Domenica 8 luglio, luna e stelle hanno fatto luce sui vigneti di Monte Gorna, a Treccastagni, ai piedi dell'Etna per un evento speciale: Notturno in Vigna.

Lisa Sanfilippo
We have tasted for you Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 saturday 14 july

Italian wines in the world: Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016

We have tasted for you Siddùra's Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016

Abbiamo degustato per voi il Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 di Siddùra sabato 14 luglio

Italian wines in the world: Maìa Vermentino di Gallura docg Superiore 2016 di Siddùra

Abbiamo degustato per voi il Maìa Vermentino di Gallura DOCG Superiore 2016 di Siddùra

All'attrice inglese Helen Mirren il Premio che è diventato negli anni uno degli appuntamenti più importanti nel panorama degli eventi culturali organizzati da un’azienda vitivinicola

Premio Apollonio per gli ulivi del Salento

All'attrice inglese Helen Mirren il Premio che è diventato negli anni uno degli appuntamenti più importanti nel panorama degli eventi culturali organizzati da un’azienda vitivinicola

Il nostro sistema vitivinicolo continua ad essere refrattario ad accettare una maggiore trasparenza e gestione dei prezzi delle denominazioni, anche di quelle più importanti e in crescita. Questo determina una costante fragilità del nostro sistema e il rischio di presidiare in maniera migliore il posizionamento dei vini italiani

Il tabù dei prezzi dei vini in Italia

Il nostro sistema vitivinicolo continua ad essere refrattario ad accettare una maggiore trasparenza e gestione dei prezzi delle denominazioni, anche di quelle più importanti e in crescita. Questo determina una costante fragilità del nostro sistema e il rischio di presidiare in maniera migliore il posizionamento dei vini italiani

Fabio Piccoli
Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!
venerdi 13 luglio

Partecipa al Tour Vietnam 2018 con Unexpected Italian

Ultimi giorni per iscriversi al tour dal 2 al 4 ottobre 2018. Ecco i motivi per cui non potete perdervelo!

Interview with Marco Martini, CEO of Mondodelvino SpA CEO, one of the most interesting and innovative Italian wine groups of Italy and ranked 17 among Italian wine companies in terms of sales in 2017. giovedi 12 luglio

Mondodelvino: one entity, many territories

Interview with Marco Martini, CEO of Mondodelvino SpA CEO, one of the most interesting and innovative Italian wine groups of Italy and ranked 17 among Italian wine companies in terms of sales in 2017.

L'intervista ad uno dei massimi sommelier vietnamiti Alex Thinh giovedi 12 luglio

Giovane ed orientabile: il Vietnam è una delle promesse asiatiche

L'intervista ad uno dei massimi sommelier vietnamiti Alex Thinh

Agnese Ceschi
Scopri la promozione estiva pensata per supportarti nell’internazionalizzazione e comunicazione dei tuoi prodotti nel mondo
mercoledi 11 luglio

Scegli Wine Meridian come Media partner e cambia la tua comunicazione

Scopri la promozione estiva pensata per supportarti nell’internazionalizzazione e comunicazione dei tuoi prodotti nel mondo