Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

 
martedi 18 settembre 2018 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com

Fondazione Edmund Mach Michele Shah Tommasi WineNet https://www.poderidalnespoli.com/ https://www.cantinafrentana.it Azienda Agricola Coali roncoblanchis.it www.wine2wine.net Farina Enartis Tebaldi Wine Monitor

Il tabù dei prezzi dei vini in Italia

Il nostro sistema vitivinicolo continua ad essere refrattario ad accettare una maggiore trasparenza e gestione dei prezzi delle denominazioni, anche di quelle più importanti e in crescita. Questo determina una costante fragilità del nostro sistema e il rischio di presidiare in maniera migliore il posizionamento dei vini italiani


Il tabù dei prezzi dei vini in Italia
Un tabù secondo il dizionario di lingua italiana Sabatini Coletti, è “tutto ciò che è oggetto di un divieto senza fondamento oggettivo o ciò di cui si preferisce non parlare”.
Ci sembra una spiegazione che calza a pennello per quello che noi consideriamo il principale tabù del vino italiano: il prezzo.
E’ un argomento di cui si parla pochissimo in maniera ufficiale e anche quando lo si fa non lo si approfondisce mai con dati precisi, con analisi accurate e trasparenti, ma quasi sempre con modalità superficiali o evasive.
Spesso, magari, si polemizza in maniera generica sui prezzi dei nostri vini, ma alla fine sembra che mai nessuno voglia andare in profondità quasi fosse, appunto, un tabù che è meglio non “profanare”.
Scriviamo ancora una volta di prezzi prendendo spunto, come ci capita spesso, dall’editoriale del master of wine Patrick Schmitt, direttore responsabile di The Drink Business.
Schmitt nel suo editoriale scrive dell’ennesimo record conseguito dalle uve prodotte per realizzare lo Champagne che hanno raggiunto il prezzo medio esattamente di 6 euro al kg.
Considerando che per realizzare ogni bottiglia di Champagne è necessario circa 1,2 kg di uve significa che solo per la materia prima il costo di una bottiglia da 0,75 supera i 7 euro. “E’ stato pertanto impressionante " scrive Schmitt " trovare sugli scaffali francesi, belgi, inglesi, prima di quest’ultimo Natale brand di Champagne a prezzi non superiori a quello sopra indicato”.
Bravo Schmitt così significa parlare chiaro e mettere “i piedi dentro il piatto” senza tante metafore o giri di parole.
Ma questo è possibile su prodotti come lo Champagne, ma anche in Borgogna, forse un po’ meno nella grande denominazione di Bordeaux, dove le informazioni sui prezzi circolano in maniera molto più trasparente.
Ma il tema del prezzo viene posto in maniera molto più chiara, senza tabù, nelle culture anglosassoni ed è questa la ragione, ad esempio, che porta il direttore di The Drink Business a parlarne senza reticente o timori.
Da noi il prezzo, ma più in generale, il tema dei “soldi” rimane un tabù invalicabile. E’ la stessa ragione, ad esempio, che per conoscere i reali fatturati delle nostre aziende serva una vera e propria attività di intelligence.
Eppure la problematica “prezzo” rimane forse quella più complessa all’interno del nostro sistema vitivinicolo.
Proprio in questi giorni ci siamo imbattuti nella richiesta del monopolio finlandese Alko di Etna Red Wine con la specifica richiesta che nell’etichetta deve essere riportato che è prodotto da suoli prevalentemente vulcanici. Se poi il vino avesse caratteristiche adeguate per essere idoneo al riconoscimento dell’Alko Green, questo rappresenterebbe un ulteriore vantaggio nella valutazione del monopolio finlandese.
A questo punto di aspetti un prezzo di tutto rispetto e invece ci troviamo di fronte ad un, a nostro parere, modesto 6 euro (per una fornitura di 1.500 litri per 4 mesi) e tra i 6-8 euro (per una richiesta di 1.000 litri per 4 mesi).
Se poi andiamo osservare la richiesta per il bianco Etna si scende a meno di 3,8 euro (2.000 litri/4 mesi), tra i 3,8-5,8 litri (1.000 litri/4 mesi).
Se consideriamo che oggi il brand Etna è forse tra i più trendy ed autorevoli a livello internazionale a noi sembra che siano prezzi difficilmente giustificabili.
Come spesso sottolineiamo quando parliamo di prezzi, non vogliamo assolutamente fare i paladini moralistici sul presidio sacro del prezzo. Non siamo così ingenui, conosciamo bene le regole del mercato.
Ma proprio perché lo conosciamo esortiamo i produttori italiani a dotarsi di strumenti di gestione e controllo dei prezzi. Lasciare libero il mercato, senza nemmeno un minimo di trasparenza, a nostro parere è un suicidio che rischia di far male anche a denominazioni che sono in grande crescita.

Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Ieri si è svolta a Verona la seconda edizione del Wine Export Manager Day, l’appuntamento dedicato alla figura dell’export manager del vino. 
Presentata l’indagine Wine People-Wine Meridian svolta interrogando aziende ed export manager sul delicato tema delle risorse umane nel mondo vinicolo

Wine Export Manager Day: quando gli export manager fanno network

Ieri si è svolta a Verona la seconda edizione del Wine Export Manager Day, l’appuntamento dedicato alla figura dell’export manager del vino. Presentata l’indagine Wine People-Wine Meridian svolta interrogando aziende ed export manager sul delicato tema delle risorse umane nel mondo vinicolo

Agnese Ceschi
Una classifica Top #8 dei migliori suggerimenti per promuovere alti riconoscimenti a livello internazionale
lunedi 17 settembre

Wine scores: come promuovere i punteggi ottenuti in 8 semplici passi

Una classifica Top #8 dei migliori suggerimenti per promuovere alti riconoscimenti a livello internazionale

Noemi Mengo
Alcune anticipazioni sulle nostre due indagini che presenteremo all’Export Manager Day il prossimo 17 settembre a Verona

Export manager, se ci sei batti un colpo

Alcune anticipazioni sulle nostre due indagini che presenteremo all’Export Manager Day il prossimo 17 settembre a Verona

Fabio Piccoli
Carmelo Bonetta ci racconta l’azienda che gestisce e porta nel cuore 
venerdi 14 settembre

Baglio del Cristo di Campobello, un’azienda siciliana legata alla propria terra e ai propri ricordi

Carmelo Bonetta ci racconta l’azienda che gestisce e porta nel cuore

Ultimi posti per aderire all'evento dedicato ai produttori di biologico nella città danese giovedi 13 settembre

Organic Value vola a Copenhagen

Ultimi posti per aderire all'evento dedicato ai produttori di biologico nella città danese

I giovani talenti del mondo del vino si incontrano a Villa Della Torre, a Fumane (Verona), per il primo Allegrini Boot Camp. giovedi 13 settembre

Allegrini Boot Camp: i giovani talenti del vino si incontrano in Valpolicella

I giovani talenti del mondo del vino si incontrano a Villa Della Torre, a Fumane (Verona), per il primo Allegrini Boot Camp.

Abruzzo’s preeminent winegrower adds to its collection of prestigious national and international awards
thursday 13 september

Codice Citra: Montepulciano d’Abruzzo DOC tops the podium

Abruzzo’s preeminent winegrower adds to its collection of prestigious national and international awards

L'intervista al MW greco Yiannis Karakasis a proposito di vini italiani e non solo giovedi 13 settembre

Grecia, aperto e dinamico, il mercato del vino strizza l’occhio all’Italia

L'intervista al MW greco Yiannis Karakasis a proposito di vini italiani e non solo

Carmen Guerriero
Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People. mercoledi 12 settembre

Ultimi 10 posti per iscriversi al Wine Export Manager Day

Il 17 settembre 2018 durante il Wine Export Manager Day a Verona verrà presentata l'indagine condotta da Wine People.

Chi è la persona adatta all’accoglienza allo stand e come fare? mercoledi 12 settembre

Guida alla buona riuscita della fiera

Chi è la persona adatta all’accoglienza allo stand e come fare?

Agnese Ceschi
Ottimi riscontri per le bollicine italiane nel mercato canadese, si prevede una crescita inarrestabile
martedi 11 settembre

L’Italia fra i maggiori esportatori in Canada: è il Prosecco a scalare le classifiche

Ottimi riscontri per le bollicine italiane nel mercato canadese, si prevede una crescita inarrestabile

Noemi Mengo
Il wine bar di proprietà dell'azienda italiana Avignonesi offre 100 referenze rigorosamente rispettose dell'ambiente lunedi 10 settembre

Un angolo di Italia (biologica e biodinamica) nel cuore di Notting Hill

Il wine bar di proprietà dell'azienda italiana Avignonesi offre 100 referenze rigorosamente rispettose dell'ambiente

Agnese Ceschi
Il progetto Volcanic Wines racconta a ViniMilo i suoi primi 10 anni e presenta le nuove iniziative dell’associazione. venerdi 07 settembre

Sull’Etna si festeggiano le 10 candeline del progetto Volcanic Wines

Il progetto Volcanic Wines racconta a ViniMilo i suoi primi 10 anni e presenta le nuove iniziative dell’associazione.

Mai come in questi ultimi anni si è acceso il dibattito sulle diverse tipologie di tappi che nel tempo hanno assunto un ruolo sempre più importante non solo nella qualificazione dei vini ma anche nella percezione da parte dei consumatori

Il futuro del vino visto dai “tappi”

Mai come in questi ultimi anni si è acceso il dibattito sulle diverse tipologie di tappi che nel tempo hanno assunto un ruolo sempre più importante non solo nella qualificazione dei vini ma anche nella percezione da parte dei consumatori

Fabio Piccoli
Il periodo più importante dell’anno in cui si decide il futuro dell’intera produzione 
venerdi 07 settembre

La vendemmia dei ricordi di Dal Maso

Il periodo più importante dell’anno in cui si decide il futuro dell’intera produzione

Inizia la corsa ai biglietti per partecipare alla 27^ edizione di Merano WineFestival dal 9 al 13 novembre 2018 venerdi 07 settembre

Merano WineFestival 2018: ecco tutti gli appuntamenti da non perdere

Inizia la corsa ai biglietti per partecipare alla 27^ edizione di Merano WineFestival dal 9 al 13 novembre 2018

L’Osservatorio del Vino ha presentato le previsioni vendemmiali 2018 giovedi 06 settembre

Vendemmia 2018: l'Italia si conferma primo produttore al mondo

L’Osservatorio del Vino ha presentato le previsioni vendemmiali 2018

Lettera invito al Wine Export Manager Day del direttore di Wine Meridian a tutti coloro che sono impegnati a conseguire il successo del vino italiano nel mondo: produttori, export manager, imprenditori

Caro export manager ti scrivo….

Lettera invito al Wine Export Manager Day del direttore di Wine Meridian a tutti coloro che sono impegnati a conseguire il successo del vino italiano nel mondo: produttori, export manager, imprenditori

Fabio Piccoli
Con l’incoronazione di Carlo Pagano dal Molise come miglior sommelier del Soave, si chiude la kermesse veronese con ampia partecipazione di pubblico e ristoratori.

Soave Versus: un successo annunciato per i 50 anni della DOC

Con l’incoronazione di Carlo Pagano dal Molise come miglior sommelier del Soave, si chiude la kermesse veronese con ampia partecipazione di pubblico e ristoratori.

Come si è evoluta in questi ultimi anni la figura del wine ambassador nato per spingere la notorietà di un brand a vantaggio dell’azione commerciale ed oggi spesso messa in discussione

C’era una volta il brand ambassador

Come si è evoluta in questi ultimi anni la figura del wine ambassador nato per spingere la notorietà di un brand a vantaggio dell’azione commerciale ed oggi spesso messa in discussione

Fabio Piccoli
I vini della Cantina Santa Maria La Palma hanno ricevuto due prestigiosi riconoscimenti durante l’importante fiera internazionale mercoledi 05 settembre

Medaglia d’oro e d’argento per Aragosta Vermentino di Sardegna DOC e Cannonau Riserva all’Asia Wine Trophy

I vini della Cantina Santa Maria La Palma hanno ricevuto due prestigiosi riconoscimenti durante l’importante fiera internazionale