Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
domenica 16 giugno 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://events.editricetemi.com/events/WorkshopFood&Beverage/registrazione.html?idpg=497 Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor

Il vino italiano è come Riccioli d’Oro

Secondo Wine Spectator il vino italiano è come Goldilocks (Riccioli d’Oro) la bambina della fiaba che tra i tre porridge da scegliere preferisce né quello troppo caldo né quello troppo freddo ma quello alla temperatura “giusta”


Il vino italiano è come Riccioli d’Oro
Il numero di ottobre di Wine Spectator non può non rendere orgogliosi tutti coloro che lavorano, a vari livelli, per migliorare tutti i giorni la qualità e l’immagine del vino italiano.
Vi consigliamo di leggerlo perché vi dà molti spunti di riflessione. Noi ne daremo notizia con un paio di articoli, ma oggi vogliamo cominciare dall’interessante e bell’editoriale di Marvin R. Shanken e Thomas Matthews, rispettivamente editore e direttore esecutivo del prestigioso mensile americano dedicato al vino.
Già l’inizio dell’editoriale potrebbe diventare una sorta di “pay off” (una volta l’avremmo definito più semplicemente slogan” per la pubblicità del vino italiano nel mondo): “Italy holds a special place in the hearts of many wine lovers”. E’ così bella in inglese che quasi ci dispiace tradurla ma lo facciamo lo stesso: “L’Italia detiene un posto speciale nei cuori di molti amanti del vino”.
Potremmo fermarci già qui per fare molte riflessioni rispetto a quanti, all’interno della nostra filiera vitivinicola, hanno inutili e pericolosi complessi di inferiorità.
Che non significa dover essere presuntuosi o, peggio ancora, arroganti, ma consapevoli della nostra forza e delle tante potenzialità ancora da esprimere.
Senza consapevolezza sulla propria identità (compresi i nostri limiti) e senza orgoglio è difficile conseguire i risultati, essere competitivi in maniera adeguata.
Ma Marvin e Thomas individuano una curiosa ed interessante metafora per descrivere il vino italiano.
“Innanzitutto, c'è il contesto più ampio: la storia straordinaria, i paesaggi meravigliosi, il cibo delizioso. Poi c'è il vino stesso. Potrebbe non essere aristocratico come le denominazioni francesi di riferimento, né edonista come alcune regioni del Nuovo Mondo, ma nel suo elegante equilibrio di frutta e terra, struttura e piacere, si può considerare la Riccioli d’Oro del vino nel mondo”.
Nel mondo anglosassone Goldilocks (Riccioli d’Oro) è tra i personaggi fiabeschi più popolari, da noi lo è molto meno quindi è importante capire il senso di questa metafora.
Riccioli d’Oro, infatti, è quella bimba che entra nella tana dei Tre Orsi (mentre questi sono assenti) e vedendo tre tazze di latte sul tavolo decide di assaggiarlo. Nella prima tazza di Papà Orso trova il latte troppo caldo, nella seconda di Mamma Orsa lo trova troppo freddo e, infine, assaggiando dalla tazza di Piccolo Orso disse:”Mmmmm questo latte è proprio perfetto!”…e bevve l’intera scodella di latte.
In realtà, al termine della favola Riccioli d’Oro, scoperta dai Tre Orsi a dormire sul loro letto, spaventata disse…”non berrò più latte”. Ma a parte questo finale poco incoraggiante la metafora scelta dai due principali responsabili di Wine Spectator è alquanto lusinghiera per il vino italiano.
E’ vero, il nostro vino ha molti elementi, forse, senza apparire autoreferenziali, se mettiamo insieme tutti i fattori identitari del vino italiano non abbiamo eguali al mondo in termini di eterogeneità produttiva.
Non ci manca proprio nulla, ci verrebbe da dire.
E forse proprio qui risiede il nostro problema. Abbiamo tuttoma facciamo fatica a fare emergere i nostri vertici, a volte ci “accontentiamo” della medietà che, come il 7 preso a scuola ti rende spesso anonimo.
Ma sul tema della ricerca dell’eccellenza ci viene ancora in aiuto Wine Spectator che sempre nel numero di ottobre presenta il rating di importanti regioni vitivinicole italiane come il Piemonte al nord, la Toscana al centro e la Sicilia al sud. Più di 750 vini degustati dagli autorevoli Bruce Sanderson e Alison Napjus, e sono risultati con punteggi superiori a 95 punti ben 50 etichette. Ma l’eccellenza trovata dai due noti critici enologici americani nelle tre importanti regioni vitivinicole italiane è stata decisamente ampia e di questo daremo a breve notizia per valorizzare quelle aziende che costantemente investono sui loro profili qualitativi.

Fabio Piccoli

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Abbiamo degustato per voi il Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina sabato 15 giugno 2019

Italian wines in the world: Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori venerdi 14 giugno 2019

Torna Roséxpo il Salone Internazionale dei Vini Rosati

Il rosato in Italia, una moda o puro marketing? Ne discutono i produttori

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole. venerdi 14 giugno 2019

Un percorso attraverso il tempo e lo spazio degli spumanti metodo classico

Tenuta di Angoris, la degustazione di spumanti metodo classico: 8 etichette, tra italiane, francesi e spagnole.

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano venerdi 14 giugno 2019

Più che cambio è rivoluzione generazionale

Molte aziende del vino italiano sono alle prese con il passaggio di consegne tra la “vecchia” e la “nuova” generazione all’insegna di un cambiamento che per certi aspetti è più complesso rispetto al precedente. Il ruolo chiave della formazione della nuova classe dirigente del vino italiano

Fabio Piccoli
Una collezione di risultati che non può non essere raccontata 
venerdi 14 giugno 2019

Cantina di Soave, un 2019 da record

Una collezione di risultati che non può non essere raccontata

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi venerdi 14 giugno 2019

Le potenzialità del "vulcano"

Abbiamo intervistato il master sommelier John Szabo su una delle categorie più affascinanti ed emergenti oggi

Agnese Ceschi
Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 
giovedi 13 giugno 2019

Hong Kong International Wine and Spirits Fair, unisciti a noi!

Dal 7 al 9 novembre 2019, torna l'HKIWSF, presso l’HK Convention and Exhibition Centre. Non perdere l’occasione di fare business con noi! 

L'ondata di consumo di vini SOLA (sostenibile, biologico, a bassa gradazione alcolica e altri prodotti alternativi) è in aumento secondo l’ultimo rapporto Wine Intelligence giovedi 13 giugno 2019

SOLA: cosa ci dice il nuovo report di Wine Intelligence?

L'ondata di consumo di vini SOLA (sostenibile, biologico, a bassa gradazione alcolica e altri prodotti alternativi) è in aumento secondo l’ultimo rapporto Wine Intelligence

Agnese Ceschi
Analizziamo una recente tendenza di consumo che arriva da Oltreoceano mercoledi 12 giugno 2019

Il vino in lattina? È arrivato il suo momento...

Analizziamo una recente tendenza di consumo che arriva da Oltreoceano

Agnese Ceschi
Migliaia di persone, tra ospiti, appassionati e operatori del settore, hanno partecipato alle numerose iniziative in programma per il Conegliano Valdobbiadene Festival martedi 11 giugno 2019

Grande successo del Conegliano Valdobbiadene Festival per i 50 anni della Denominazione

Migliaia di persone, tra ospiti, appassionati e operatori del settore, hanno partecipato alle numerose iniziative in programma per il Conegliano Valdobbiadene Festival

Unico vino sardo premiato, primo vermentino di Gallura nella storia martedi 11 giugno 2019

Bèru di Siddùra conquista il Platino al Decanter World Wine Awards

Unico vino sardo premiato, primo vermentino di Gallura nella storia

Come è cambiato il ruolo dell'agente nel corso degli ultimi 20 anni? Perché nonostante questi cambiamenti è ancora fondamentale? martedi 11 giugno 2019

L'importanza degli agenti ieri e oggi

Come è cambiato il ruolo dell'agente nel corso degli ultimi 20 anni? Perché nonostante questi cambiamenti è ancora fondamentale?

Lorenzo Righi
I consumatori tedeschi si evolvono ed i loro acquisti si orientano su scelte diverse rispetto al passato. lunedi 10 giugno 2019

In Germania c’è poco spazio per la “brand awareness”, vincono qualità e regione d'origine

I consumatori tedeschi si evolvono ed i loro acquisti si orientano su scelte diverse rispetto al passato.

Noemi Mengo
Abbiamo degustato per voi Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo sabato 08 giugno 2019

Italian wines in the world: Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo

Abbiamo degustato per voi Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo

Vantaggi del digitale in campo, nuove strategie di difesa della vite e analisi del quadro normativo che regola l’utilizzo di rame: Image Line e Donne della Vite fanno il punto a Enovitis in Campo 2019 venerdi 07 giugno 2019

Viticoltura sostenibile: la gestione dei vigneti è sempre più smart

Vantaggi del digitale in campo, nuove strategie di difesa della vite e analisi del quadro normativo che regola l’utilizzo di rame: Image Line e Donne della Vite fanno il punto a Enovitis in Campo 2019

Oggi si discute molto sul ruolo dei cosiddetti influencer del vino ma nella realtà spesso sono molti meno di quelli che immaginiamo, ma è solo questione di tempo e di qualcos'altro…

venerdi 07 giugno 2019

Si fa presto a dire influencer

Oggi si discute molto sul ruolo dei cosiddetti influencer del vino ma nella realtà spesso sono molti meno di quelli che immaginiamo, ma è solo questione di tempo e di qualcos'altro…

Fabio Piccoli


sfondo_wm